jump to navigation

Cinema – Superman Returns 25/02/2006

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Film, Video e trailer.
trackback

Superman ReturnsIn Italia la data di uscita, inizialmente prevista a fine giugno, è stata (al momento) rinviata al 1° settembre, comunque “Superman Returns”, atteso film diretto da Bryan Singer (che ha preferito questo film alla direzione di “X-Men 3”, della cui saga aveva già diretto i primi due capitoli), è molto atteso dai fan di tutto il mondo.

La storia (a differenza di quanto ad esempio è accaduto con “Batman Begins”) prosegue le vicende dei precedenti film della saga in cui il supereroe era interpretato dallo scomparso Christopher Reeve: qui ad interpretare Clark Kent, tornato finalmente sulla Terra dopo anni di assenza, è il ventiseienne Brandon Routh, che ha finora al suo attivo poco più di qualche apparizione televisiva; da segnalare la presenza di Kevin Spacey (che già, diretto da Bryan Singer, aveva interpretato lo splendido “I soliti sospetti”) nel ruolo di Lex Luthor, interpretato nei film precedenti dal grande Gene Hackman. Tra gli altri interpreti Kate Bosworth (nel ruolo di Lois Lane), James Marsden (Richard White), Frank Langella (Perry White) e Parker Posey (Kitty Kowalski).
Nel sito italiano del film ancora poco è disponibile, comunque cliccando sull’immagine qui sopra potrete vedere il primo teaser ufficiale del film, di circa un minuto e mezzo di durata.

Commenti»

1. Ana Paula - 12/07/2006

Pessoal, a Abril está com uma matéria super completa sobre o homem de aço. Para quem quiser saber mais, acesse http://www.abril.com.br/superman/

2. marco - 17/08/2006

salve a tutti,sono andato con la mia ragazza a vedere superman returns……di seguito rilascio le mie impressioni:
1)lontano anni luce da smallville
2)scelta degli attori principali pessima eccezion fatta in parte x quella di lex
3)storia che manca completamente di pathos e che non riesce a coinvolgere lo spettatore.
4)in definitiva secondo me uno dei film piu’ brutti di sempre, peccato davvero xche’noi tutti fan di smallville sicuramente ci aspettavamo qualcosa di piu’….se pensate di andarlo a vedere vi prego non fatelo!!!

3. Enrico - 18/08/2006

Meno male che la visione che ognuno ha delle cose è prevalentemente soggettiva….Senza per questo voler contestare quelle che sono aspettative individuali, ma non sono d’accordo con marco. E’ un film che vale la pena di vedere per svariati motivi: gli effetti speciali invidiabili, direi perfetti; la scelta dei protagonisti e la loro recitazione sono abbastanza valide e credibili; la regia, la musica e la fotografia sono di ottimo livello. Condivido che ci volevano più pathos e azione, e forse la debolezza del film risiede principalmente nel tentativo eccessivo di rendere omaggio al superman cinematografico precedente (quello con c. reeve) perdendo così di personalità….speriamo che il prossimo possa migliorare, ma comunque il film non è noioso, e se amate vedere superman in azione e volare come se fosse proprio vero questa volta non ci sono dubbi…ed è davvero emozionante!

4. Benedetta - 19/08/2006

Dunque, dunque, l’atro ieri sera l’ho visto e devo di re che:
1) ha ragione Marco, lontano anni luce da Smallville, sorvoliamo sul fatto che il Clark non poteva essere lo stesso, ma c’era bisogno di troccargli gli occhi così tanto…?
2) trovo la trama inesistente, almeno negli altri Superman, Smallville etc. una vaga incognita c’era… qui è tutto troppo scontato…
3) Ma chi li ha scritti i dialochi, es.:
L.L. a Sup.: “ti ricordavo così caldo” frase mentre lui da sopra il tetto la porta a spasso per il cielo; stessa scena mentre volano: Sup. a L.L.: “senti qualcosa che si muove?”..
4) effetti speciali: ma chi l’ha detto che il mantello di Sup. nello spazio “svolazza”???
5) Lex è l’unico credibile.. non a caso è un vero attore…
6)Meglio Smallville.. indubbiamente!!
Benedetta

5. paolo - 20/08/2006

mah,scusate,per commentare un film risaputamente e volutamente dedicato al compianto Chris Reeve (chris lo chiamava cosi richard donner…il regista del primo episodio…poi trombato dai salkinds,i produttori del primo e secondo episodio),con la riproposizione anche della stessa colonna sonora..e la voce di marlon brando,lo paragonate a smallville?Per carita…smallville piace anche a me…..ma non è che una costola del filone epico nato dalle strip..e dai sucessivi film realizzati.Chi ha 30 anni come me..ed è un vero appassionato di superman….non vede l’ora da tempo di assistere a questo nuovo avvenimento…quindi….non rovinate per forza la festa e l’aspettativa di milioni di fan,che spero non considerino le vostre improvvisazioni di commentatori cinematografici…spero che il vostro mestiere…quello vero…vi renda maggior giustizia.ciao paolo

6. sonic - 20/08/2006

paolo sei un baccello o fai??se tutti si sentono di dire che il film è una delusione,fanno bene!propio perchè sei un fan devi capire che il film fa schifo.

7. Bruno'79 - 21/08/2006

Scusate un’attimo solo, ma avete mai letto Superman (fumetto, l’originale)?
Penso proprio di no….
Quella soap di smalville (minuscolo volutamante…) NON è la bibbia….
Es. Lutor non è di Smalville, non ha mai conosciuto Clark da giovane… neppure Lois…ecc…..è tutta una soap x ragazzini perfettini….
Ah queste nuove generazioni…pensate di essere esperti senza neppure conoscere ciò di cui parlate….Leggete, cari leggete non limitatevi a prodotti politically correct studiati x fare tendenza.
Andate in fumetteria e comprate qualche arretrato della rivista, vi prego!!!!!! Poi parlate….
Il film non era malaccio (in certe espressioni Clark/Routh mi ha perfino ricordato Reeve…), magari la scelta del figlio è un pò azzardta vista la realtà cartacea, ma non da buttare.
Certo non da oscar, ma abbastanza verosimile (x quanto verosimile possa essere Superman….).
Ciao a tutti, belli e brutti….

8. Nicola - 21/08/2006

Ciao a Tutti.

anche io sono un 30enne che ha sognato parecchio con i primi film di superman.
Purtroppo per Paolo [e per me] devo ammettere che questo nuovo film è stato parecchio deludente.
Non mi butterò in commenti che svelino la trama [trama? quale trama?], per non rovinare a nessuno la sorpresa.

Dal mio punto di vista, il nuovo superman, non può [e non potrebbe essere altrimenti] avere la pretesa di surclassare (o di imitare) il precedente.

Tanto per cominciare, il protagonista, si deve far carico di un’eredità un bel po’ pesante; quindi non dirò se è meglio o peggio di Reeve… è semplicemente ‘diverso’; è un’altra persona; è normale che sia così.

Lex non è interpretato malaccio, anzi, devo dire che forse è la scelta migliore di tutto il film.

La storia è un po’ poverina… ma detto tra noi… che altro potevano inventarsi?

Alcune scene ed alcune battute ricordano il primo film, e faranno sicuramente sorridere i più ‘vecchietti’ come me.

Vogliamo dirla tutta? .. ma sì, diciamola… tanto per cominciare, non tiriamo fuori menate tipo ‘smallville’ e simili. Smallville è un surrogato che cerca di raccontare una bella storiella… ma non ha nulla a che vedere con la storia originale. E’ una bella commediola, ma è sullo stesso piano di Beverly Hills o Beautiful (e adesso non venitemi a raccontare che qualcuno guarda smallville pensando a superman!!! E’ un altro supereroe, solo che si chiama con lo stesso nome).

Consiglio del vecchietto: prima di andare al cinema a vedere il sequel, affittate o rimediate il Superman originale (basta il primo film… gli altri sono storielle); poi andate al cinema. Ovviamente non paragonate gli effetti speciali (non mischiate banane con pere), ma considerate la trama e la recitazione.
Ci sono magie che vanno vissute una sola volta. Nate e morte in un contesto culturale particolare. Sarebbe come paragonare i Metallica di una tempo, con quelli odierni.

Ci sono idee, persone, storie, che nascono solo una volta. Le altre sono spesso brutte copie che dovrebbero rimanere in un blocco di appunti scartati.

Superman è Superman… e non returna
Batman è Batman… e non beginna

spesso non servono sequel che cercano di imitare.
Spesso basta il ricordo o semplicemente una rimasterizzazione in digitale dell’originale.

Bye bye

9. Bruno'79 - 22/08/2006

Grande Nicola hai centrato il punto!
Un pò di buon senso fà sempre bene.
Ciao.

10. Enrico - 23/08/2006

Eh no, Nicola, non posso essere d’accordo su alcune cose che hai detto, e vado al punto: premetto che sono del 68 e quindi all’uscita del primo e vero Superman cinematografico avevo 10-11 anni, ed ebbi la fortuna di vederlo al cinema. Bellissimo e unico, con tutta la sua forza e caratterizzazione dei personaggi nonchè bellezza della storia. L’ho visto e rivisto negli anni e si sente tutta la magia di Superman….Ma non è detto però che qui debba fermarsi la magia, eh no no, questo bisogna concederlo. Il vero problema è infatti proprio che questo nuovo “returns” ha cercato di conservare troppe cose del suo predecessore, e qui ha sbagliato, ha perso di forza…..mentre invece Batman Begins ha funzionato molto bene, anzi il regista C. Nolan ha saputo sfruttare e rinnovare con uno stile più reale e meno fumettistico il personaggio di Batman, anche secondo una tendenza stilistica che vedeva Batman sempre più dark nei fumetti degli ultimi anni. Allora penso che questo Superman poteva riuscire sicuramente meglio se gli avessero dato una nuova linfa vitale, e cioè per esempio: non insistendo troppo con le vecchie musiche di John Williams anche se bellissime, farle sentire meno; evitare la sigla lunga e classica del primo e secondo superman; basta con la Kryptonite e i desideri di Lex Luthor di creare nuove terre; recitazione un pochino più incisiva di Brandon Routh anche se tutto sommato vedere un superman più meditativo e non il solito maschione-mascellone mi fa piacere, in quanto superman ha i suoi poteri non per via della palestra ma grazie al sole, e comunque un superman non troppo classico secondo me è una scelta azzeccata, proprio per ridargli nuova vita; poi la storia in effetti è un pò debole, soprattutto perchè in 2 ore e 24 minuti occorre più azione…
Ci sono altri motivi che potrei esporre ma comunque, proprio per la gioia di rivedere superman al cinema, con questi nuovi effetti speciali pressochè perfetti, la grande capacità visionaria del regista, ritengo che valga la pena di andare a vederselo. In conclusione la magia può esserci ancora, occorre rivitalizzare Superman e rispettare il personaggio ma senza guardare troppo a come lo hanno interpretato in passato…e non come hanno fatto con Smallville, che appunto anche se ha qualcosa di carino alla fine non c’entra quasi niente con Superman.

11. atreyu - 23/08/2006

Bruno’79 sei un MITOOOOOO!!!!!! la penso precisamente come te…

12. Sonja - 25/08/2006

I commenti di Nicola e Bruno li apprezzo davvero perche’ mi rispecchiano quasi in toto (x inciso ho 34 anni e conosco bene i primi 2 film Con Reeve che mi sono piaciuti da morire anche se non vado matta x le saghe fumettistiche), ho visto l’altra sera Returns al cinema e confermo che era meglio evitare di scopiazzare ma tentare di fare un prodotto nuovo, il risultato perciò l’ho trovato deludente xchè il confronto con i precedenti è stato inevitabile. Guardate Spiderman, non hanno dovuto riallacciarsi a niente, ne hanno cavato un prodotto nuovissimo ed è stato un successone, qua purtroppo l’ombra di Reeve, della Kidder e di Hacman incombevano quali protagonisti non troppo lontani nel tempo delle prime avventure del nostro eroe e delle due strade (copiare o rinnovare) Singer ha scelto quella meno felice, almeno secondo i miei gusti

13. santarsierone - 29/08/2006

l’unica parte che mi è piaciuta sono stati i titoli di coda

14. santarsierone - 29/08/2006

sonja io rispetto le tue idee…ci possiamo incontrare per parlarne meglio .un saluto da santarsierone il super lillone

15. Bruno'79 - 29/08/2006

…mm…ma se si può anche tentare il “broccolamento”…. non c’è nessuna di Belluno?…così ne discutiamo a 4 occhi…del film…no? peccato…
Scherzi a parte, l’errore è stato cercare a tutti i costi di rifarsi agli originali. La trama può piacere o meno, non ci sono problemi, gli effetti erano senz’altro favolosi (ci mancherebbe altro…+di 20 anni dopo…), ma quello non era il vero Superman.
Un taglio netto ed un tentativo di creare qualcosa di nuovo magari avrebbe reso il, seppur inevitabile, confronto un pò meno amaro…io credo…sbaglio?
Ma non mi venite a paragonare smalville…x piacere…mi sento male solo al pensiero di un tale accostamento…
Ciao alla proxima!!

16. Walter - 02/09/2006

Un saluto a tutti… dunque, io ho visto il film ieri sera e devo ammettere che sono rimasto anch’io un pò deluso. Premetto che ho 22 anni e negligentemente non ho quasi alcuna cultura fumettistica di Superman. Il film originale del 78 l’ho visto di recente, prima di andare al cinema a vedere il nuovo: non si possono fare paragoni, quel “vecchio” Superman è semplicemente unico. Non mi è piaciuto nemmeno il seguito, il secondo episodio del 1980 con Zod & C., che era già all’epoca improponibile rispetto al primo episodio. La trama di Returns è effettivamente inconsistente, come lo è quella di numerosi episodi di Smallville. Confesso che, nonostante questo, sono un fan della serie. Ma almeno Smallville è chiaramente tutta un’altra cosa, una vera e propria rivisitazione in chiave moderna di Superman, esplicitamente volta ad un pubblico relativamente giovane che spesso non ha i mezzi “culturali” per conoscere il vero mito di Superman. E questo mito è costituito inderogabilmente dai fumetti e dal primo film! Con Returns hanno fatto una pellicola che a parer mio non è nè carne nè pesce: fa certamente piacere che le vecchie musiche (bellissime) non siano state abbandonate, così come mi ha un pò emozionato vedere i titoli di testa creati con gli stessi effetti dell’originale. Ma quello che mi ha colpito di più, oltre alla “banale” e imponente bellezza degli effetti speciali, è che in certi momenti Brandon Routh (nei panni di Clark) aveva delle somiglianze con l’indimenticabile Reeve. Mi direte che il trucco può fare miracoli… assolutamente d’accordo! Ci sono troppi scopiazzamenti derivanti dall’originale, per non parlare della bizzarra idea di Lois Lane con figlio a carico (senza aggiungere altro: chi ha visto il film penso capirà a cosa mi riferisco). In conclusione sento di poter dire che vale la pena guardarlo, senza grosse aspettative e senza fare confronti con il passato. Non è un film tutto da buttar via: è un blockbuster (si chiamano così i filmoni del genere?) e non un film da non dimenticare. Questa categoria di pellicole (quelle intramontabili) appartiene ad un’altra razza, anche kryptoniana… Christopher Reeve e Marlon Brando, da lassù, continuano a ricordarcelo.

17. Bruno'79 - 04/09/2006

Una precisazione:
non ho nulla contro la serie smallville di per sè, non è bello ciò che è bello ma ciò che piace, mi fa rabbrividire il paragone Superman-smallville.
L’uno non centra nulla con l’altra.
Ciao a tutti…

18. Daniele - 04/09/2006

Non riesco a capire come molti di voi facciano paragoni con smallville che è un telefilm che riprende soltanto lontanamente quella che è la vera storia di superman..Se non la conoscete prima aggiornatevi e poi parlate del film che avete visto..Superman Returns è fatto benissimo gli attori sono ripresi alla perfezione a parte lois che sembra un pò troppo ragazza…Ci sono anche molti allacciamenti al primo superman (quello con reeve) che rende il film ancora migliore. Gli effetti speciali sono bellissimi e così fotografia e musica che poi è ripresa giustamente dai film che lo precedono…
Sono un fan di superman fin da piccolo conosco ogni minimo dettaglio della sua storia e tengo a precisare di nuovo che superman returns è un film fatto molto bene e che deve essere visto ma scordandosi necessariamente la storia di smalville che ben poco c’entra, ma anzi consiglio a chi non l’ha visto o chi non se li ricorda di rivedersi prima superman 1 e superman 2 quelli con C.R.
Certo che superman per quanto il film possa essere fatto bene rimarra sempre Christopher Reeve!!!

19. Kle - 05/09/2006

1) Superman! Da semi-dio alieno che fugge nello spazio dopo aver messo incinta una donna, torna e si dimostra una VERA guida per l’umanità, con i suoi INCREDIBILI insegnamenti: ” Il figlio diventa padre e il padre diventa figlio!” La sua doppia vita è inoltre approfondita ed è motivo di GRANDI riflessioni. 2)Lois! Una donna prudente e lungimirante, tanto che non perde tempo e subito rimpiazza superman con il primo cornuto che passa! E non si preoccupa di portarsi il figlio a spasso sullo yacht di un criminale, ne tantomeno del fatto che svilupperà gli stessi poteri di superman… 3)Lex! Un genio del male dal cuore tenero, che sarebbe pronto a uccidere MILIARDI di persone, senza mai torcere un capello alla sua amata! Nemmeno se lei lancia tutti i suoi preziosi cristalli da un elicottero. Lanciare noci di cocco nel mare sperando di ottenere vino è la chiara dimostrazione della sua immensa genialità. 4) Il figlio! Un ragazzo sveglio, molto sveglio, già sa che porsi domande sul come abbia fatto ad ammazzare un uomo scaraventando in aria un pianoforte con le mani, potrebbe compromettere il suo equilibrio familiare, quindi non ci pensa. 5) Mrs Kent, che mamma adottiva! Un ruolo fondamentale il suo nel dare coraggio al figlio. Troppe però le scene in cui compare. Tra le tante, la più commovente è stata la sua apparizione fuori dall’ospedale 6)Varietà delle scene! Spettacolari… incredibili, mi sembrava DAVVERO di volare! e non sono mai e poi mai ripetitive…lo stesso effetto che dà discovery channel. Rare però le scene in cui Superman deve fermare oggetti che cadono. E la sua lotta contro le onde elettromagnetiche infuocate? Che avversario! 7)L’incredibili sequenze di lotta tra superman indebolito e gli sgherri di lex fanno commuovere…lui oppone tutta la sua resistenza, anche se senza poteri, cerca in tutti i modi di reagire, e riesce a rialzarsi per cadere con ONORE da un precipizio. 8) La trama. Perfetta, superbamente ricca di colpi di scena! Superman il salvatore che viene salvato dal figlio e ricoverato è il fulcro del film: “Il padre diventa figlio e il figlio diventa padre”. 9) I dialoghi sono talmente perfetti da incollare lo spettatore alla poltrona! Lo spessore dei dialoghi tra superman e lois è estremamente coinvolgente e tocca il suo apice con la frasi: “Buonanotte Lois” e “Mi incontrerai sempre in giro” 10)Superman Returns, è un film spettacolare…imperdibile!!! Non si tratta dell’ennesima pellicola men che mediocre, spinta solo da personaggi già famosi e pubblicizzata fino al vomitevole dai media! Siamo di fronte ad una vera e propria pietra miliare della storia del cinema!

20. Kle - 05/09/2006

questi sono 10 buoni motivi per andare a vedere questo film!

21. Walter - 05/09/2006

Beh Kle… pare proprio che questo film abbia suscitato in te grande ammirazione e spirito critico! :) Scherzi a parte, devo dire che solo vedendolo la seconda volta (ebbene si!) ho in realtà avuto modo di apprezzarlo meglio. Certo, alcuni punti su cui Kle ha abbondantemente disquisito (a proposito, bella quella delle noci di cocco, del mare e del vino!!!) potrebbero creare qualche perplessità, ma in fin dei conti è un film discreto. Visti di nuovo, gli effetti speciali sono come era giusto che fossero: spettacolari. Devo quindi moderare di molto la mia critica un pò severa nei confronti di Returns… a presto

22. Walter - 05/09/2006

PS: scusa Kle (che spero non abbia niente a che vedere con Kal-El!!), ma se tu fossi Superman e ti trovassi nel bel mezzo di un’isola piena di kryptonite, faresti meglio di quello che ha fatto lui nel film??? ;) Bene, ora posso dire di averne sparate abbastanza…

23. Med - 09/09/2006

L’errore di questo film è stato uno solo, il più grave. Quello che da principio non poteva far altro che rovinare un papabile capolavoro.
La Dc ha dovuto cedere alla scelta di un regista alquanto discutibile.
Brian Singer. Brian Singer è un regista davvero molto sopravvalutato, uno a cui danno davvero tanti soldi..e con il computer fa tutto quello che c’è da fare. Qualsiasi lettore e fan degli X-MEN vi dirà di essere deluso per molti aspetti dai suoi due film. Sicuramente affascinati dal vedere i proprio paladini in carne ed ossa….ma al di la di quello…..certo qualcuna ne ha azzecata…ma nelle sue scene c’è sempre quell’aria di finzione. La fotografia, I modelli per le città, gli stessi effetti speciali, sanno di studio. Vi siete chiesti perchè Spider-Man e lo stesso Batman Begins sono così diversi e belli?? Per trama e per immagini? Perchè Sam Raimi (SpiderMan) e Nolan (BatMan Begins) sono divoratori di fumetti. Singer ha avuto il coraggio di dire di non averne mai letto uno. E allora..ma che vuoi fare!!!
Parliamo di Superman…..in tutto il film Supes non tira un cazzotto. C’è un tizio che gli spara in un occhio….ma dico io..ma dajela una sveglia!!! Superman per quanto boy-scout…le mani le alzava..uh se le alzava. In questo film vediamo delle icone di Superman, delle scene davvero belle che quasi valgono il prezzo del biglietto (per noi che ci piacciono) perchè è dal ’94 che ci stanno facendo sudare queso film, chi leggeva superman se ne ricorderà. E allora applausi per un Supes che vola davvero!!!! Parliamo del figlio….se ci sarà un seguito? Sfornano Super-Boy tipo batman e robin? si sono incartati su questa cosa per dare un senso di novità al tutto. Ma ai fini di una storia che non c’è, è un elemento del tutto marginale. Insomma…a parte un superman che vola, noi appassionati non abbiamo visto niente che non si sia già visto negli episodi precedenti (bellissimi) e nel fumetto. Nulla di nuovo.
Peccato. Peccato davvero.

24. Med - 09/09/2006

Per tutti quelli che hanno citato Smallville. Dimenticatelo. Smallville non esiste e nella storia del nostro amato Kal-El…non è mai successa.

Può essere carina come serie televisiva. Ma è del tutto inventata e non puà fare testo. Qui cmq si parla di cinema. La televisione ha altre regole sia di mercato che di licenze registiche.

e poi vi volevo dire un altra cosa…io…..io……io sono Superman.
Ciao Mamma….sono tornato!

25. angio - 18/09/2006

mi sembra che stiate delirando un po’ tutti! E ce ne vuole, visto che la nostra bella società va a rotoli… almeno si continua a sognare, davanti a film-spazzatura (no… è un po’ troppo, meglio “film-mediocrità”) che hanno il difetto di non saper proporre nulla di nuovo e di mandare in visibilio alcuni tra gli spettatori più impreparati ed ignoranti, sia per via della loro età (a trent’anni si professano già ESPERTI di cinema e/o TV, come se avessero vistgo tutto lo scibile ‘matografico) o per estrazione sociale. La presunzione non mi appartiene, ma la capacità di discernere tra le varie espressioni (e, con estrema tranquillità, capire la profondità d’animo di chi mi parla) forse comincio a maturarla, con estrema umiltà!

26. Bruno'79 - 19/09/2006

E tu, sempre con estrema umiltà dall’alto di che età giudichi noi “giovini”?

27. Max - 15/12/2006

Beh, dico anche io la mia, dopo aver letto tutte le vostre mi sembra il minimo. Nella gara dell’eta’ credo di essere ben messo: Leggevo Superman della Williams, ho detto tutto! :D Adesso leggo direttamente Action Comics dagli USA, visto che non e’ possibile leggere tutto in Italia. Ma il film… il film… E’ stato uno scherzo della kryptonite rossa? Quella imprevedibile? Accetto tutto, gli effetti speciali sono grandiosi, le musiche di Williams veramente SUPER! Posso anche accettare una ragazzina al posto di una donna in carriera come Lois Lane, ed un Jimmy Olsen senza lentiggini… Ma un attore migliore per fare superman? Non questo capellone!!! E lo stemma? Ridotto sul petto per far risaltare muscoli inesistenti… Una proposta e spero siano tutti d’accordo, il regista e’ da relegare nella zona Fantasma e da lasciare li’ per sempre…

28. davide - 07/01/2007

A me è piaciuto molto,forse perchè sono un vero appassionato di tutta la serie..!!non capisco i paragoni con Smalville che è un telefilm carino ma che con superman non ha niente a che vedere.L’eredità di reeve era difficile da prendere ma Brandon è riuscito molto bene a calarsi nella parte.Non vedo l’ora che esca il seguito …..

PS qualcuno ha detto che brandon non ha neanche il fisico….ASSURDO io ho l’edizione speciale con il dvd degli inserti speciali…posso assicurarvi che ha un fisici invidiabile….

29. Jerryhotweb - 10/01/2007

Sono rimasto folgorato dal primo Superman da bambino e non ho visto questo. Le vostre opinioni mi fanno pensare, in sintesi, che uscendo dalla sala non si provi quel senso di angoscia nel pensare che fuori dalla sala non ci sarà Superman a salvarci e non lo vederemo al TG1; è quello che ho provato da piccolo e provo ogni volta che vedo il 1mo Superman. Egli non è un supereroe: è la speranza della salvezza, è la delega a terzi delle nostre angosce. Smallville (che vedo con piacere) invece ha un suo perchè in quanto rappresenta l’inizio, la genesi di questo eroe fantastico….basterebbe dargli più drammaticità e farlo evolvere per diventare Superman “da grande” , ma forse non sarebbe più adattabile al formato del serial show…(peccato). Ditemi voi…

30. robin - 10/12/2008

smallville come fa a vincere il premio per serie di fantasy? ma come ? ogni cosa che tocca clark splode? ma come? se io colpisco un ferro con un coltello , questo si spezzera, magari io mi faccio male alla spalla, ,MA CACCCHIO NON SPLODE

31. robin - 10/12/2008

POI IL FILM MI è PIACITO SI E NO


Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: