jump to navigation

Poesie e poesie (14) – “Il sabato del villaggio” 20/05/2006

Posted by Antonio Genna in Poesia.
trackback

Giacomo LeopardiRestiamo in ambito classico, con la celeberrima "Il sabato del villaggio" di Giacomo Leopardi (nato a Recanati il 29 giugno 1798, morto a Napoli il 14 giugno 1837), che esprime il concetto che l'unica forma di piacere è legata alla stessa attesa del piacere, che è comunque destinata a spegnersi.

La donzelletta vien dalla campagna,
In sul calar del sole,
Col suo fascio dell'erba; e reca in mano
Un mazzolin di rose e di viole,
Onde, siccome suole,
Ornare ella si appresta
Dimani, al dì di festa, il petto e il crine.
Siede con le vicine
Su la scala a filar la vecchierella,
Incontro là dove si perde il giorno;
E novellando vien del suo buon tempo,
Quando ai dì della festa ella si ornava,
Ed ancor sana e snella
Solea danzar la sera intra di quei
Ch'ebbe compagni dell'età più bella.
Già tutta l'aria imbruna,
Torna azzurro il sereno, e tornan l'ombre
Giù da' colli e da' tetti,
Al biancheggiar della recente luna.
Or la squilla dà segno
Della festa che viene;
Ed a quel suon diresti
Che il cor si riconforta.
I fanciulli gridando
Su la piazzuola in frotta,
E qua e là saltando,
Fanno un lieto romore:
E intanto riede alla sua parca mensa,
Fischiando, il zappatore,
E seco pensa al dì del suo riposo.
Poi quando intorno è spenta ogni altra face,
E tutto l'altro tace,
Odi il martel picchiare, odi la sega
Del legnaiuol, che veglia
Nella chiusa bottega alla lucerna,
E s'affretta, e s'adopra
Di fornir l'opra anzi il chiarir dell'alba.
Questo di sette è il più gradito giorno,
Pien di speme e di gioia:
Diman tristezza e noia
Recheran l'ore, ed al travaglio usato
Ciascuno in suo pensier farà ritorno.
Garzoncello scherzoso,
Cotesta età fiorita
È come un giorno d'allegrezza pieno,
Giorno chiaro, sereno,
Che precorre alla festa di tua vita.
Godi, fanciullo mio; stato soave,
Stagion lieta è cotesta.
Altro dirti non vo'; ma la tua festa
Ch'anco tardi a venir non ti sia grave.

Commenti»

1. daria93 - 30/01/2007

bello bello bello,bravi complimenti

2. Mario Guaragnella - 16/03/2007

Mia nonna dice che la poesia è molto bella e che da tanti anni se la ricorda; lei ha 79 anni e l’ha imparata verso i 10 anni. Ora vorrebbe ricordare che la poesia è stata ascoltata per lei almeno da tutti i parenti.

Lino

3. Bubino - 20/11/2007

la poesia è molto bella…leopardi è un grande!!

4. nene - 18/01/2008

Questa poesia,è molto bella……leopardi sei un mito!!!!

5. """ToNY!!!! - 30/01/2008

kesta poes è fanta troppo 6 1 grande leo…

6. Annabella - 30/01/2008

La poesia é molto stuzzicante soprattutto in ambito dei “BASTES”!!!

7. alessio - 08/02/2008

la poesia è bella ma è difficile,la prof. l’ha fatta impara tutta a memoria………

8. ilaria - 23/03/2009

la poesia e molto bella ,la maestra pina di italiano c’e’ la fatta imparare tutta in una volta,pero’ e’ stato molto bello impararla..(ilaria)

9. oumayma - 16/03/2010

io volio una poesia delle maestra


Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: