jump to navigation

911 Loose Change, controinchiesta sull’11 settembre 22/05/2006

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Film, News, Varie ed eventuali, Video e trailer.
trackback

911 Loose Change911 Loose Change – 2nd Edition, seconda edizione di un documentario di 82 minuti sulle stragi dell'11 settembre 2001 che propone parecchi dubbi e sospetti su cosa realmente sta dietro agli attacchi agli Stati Uniti, è finalmente disponibile con sottitoli italiani su Google Video, dove in questo periodo è in testa ai video più visti e scaricati.
Il documentario, per scelta dell'autore Dylan Avery, è stato distribuito poco più di tre mesi fa nei circuiti di file-sharing e soltanto in poche copie su DVD: in questo periodo è stato visto da più di due milioi di persone. L'autore ha realizzato 911 Loose Change con pochi mezzi, utilizzando semplicemente un computer portatile da 1.500 dollari per esporre le sue scomode tesi su quanto accaduto. Come risultato, è partito un tam-tam su radio americane e siti web, mentre i grandi mezzi di comunicazione lo hanno praticamente ignorato.
Avery, che ha appena 22 anni, ha iniziato a lavorare al film nel 2002, pensando di costruire una vicenda basata sulle varie teorie e verità dell'11/9: lavorando al progetto, però, Avery capì che c'era poco di fittizio in molte delle ipotesi su cui stava lavorando, decidendo di dedicarsi alla realizzazione di un documentario. Fondamentale l'aiuto di un paio di amici, l'ex-soldato sui fronti afgano e iracheno Korey Rowe e il ventenne Jason Berman, con cui ha poi creato un'etichetta di produzione, "Louder than Words". I tre organizzano proiezioni del documentario in giro per gli Stati Uniti, dando anche visibilità visibilità al 911 Truth Movement, organizzazione traversale che si propone di scoprire una volta per tutte la verità su quanto accaduto l'11 settembre 2001.
Il sito ufficiale di supporto del film-documento è www.loosechange911.com.

Commenti»

1. franco - 30/07/2006

io ho visto anche 911 in plane site : ci vuole la faccia come il sedere per dire che le torre gemelle siano state demolite solamente da due aerei e dagli incendi che si sono verificati !
La gente deve smetterla di accettare la realtà che gli viene posta su un piatto d’argento : quella non è realtà è solo cacca !

2. tino - 01/06/2007

io ero in principio dubbioso, ogni volta che accade qualcosa ce sempre qualcuno che grida al complotto, quindi molti non credono perche pensano sia la solita solfa!
La realta e un altra non vi dico di credere alle mie parole, guardate il film completo di 90 minuti parlato in italiano, poi ditemi se in voi non e sorto nemmeno un dubbio, io penso che la storia qui raccontata sia almeno in parte vera!!

3. ppaaoollaa - 11/09/2007

11 Settembre, diciamoci la verità

Ricordiamoci che quando si parla di Afghanistan si parla di eroina

Il business dell’eroina afghana è di 500 miliardi di dollari all’anno

il 90% dell’eroina mondiale è di origine afghana

nel 2001 i talebani smisero di coltivare oppio e nel giro di pochi mesi il mercato crollò, dimezzato di colpo

in altrettanti pochi mesi caddero le torri, ed inoziò l’invasione dell’afghanistan ed in due anni la produzione di oppio afghano raggiunse i massimi storici

Per coltivare oppio e bagnare i campi si priva di acqua la popolazione e i campi migliori non sono coltivati a cibo lasciando così la popolazione in balia della fame e della sete.

500 miliardi di dollari l’anno valgono una finta guerra d’invasione?

L’afghanistan da solo vale di più di tutti i pozzi petroliferi del mondo perchè i pozzi si esauriscono, l’oppio lo puoi ripiantare l’anno successivo

Nel 2001 i Talebani smisero di coltivare oppio, e nel giro di pochi mesi caddero le torri gemelli, venne invaso l’Afghanistan e nel 2002 l’oppio fu seminato regolarmente

La produzione di oppio in Afghanistan è cresciuta di circa il 49% nel 2006 rispetto all’anno precedente, portando la produzione mondiale a un livello record, secondo un rapporto dell’Onu reso pubblico oggi.

La produzione afgana di oppio è passata da 4.100 tonnellate nel 2005 a 6.100 tonnellate nel 2006, secondo l’edizione 2007 del Rapporto sulle droghe nel mondo, pubblicato dall’Ufficio delle Nazioni Unite per il controllo delle droghe e la prevenzione del crimine (Unodc), che ha sede a Vienna.

L’Afghanistan ormai produce il 92% del totale della produzione illecita mondiale di oppio, da cui si ricava l’eroina, contro il 70% nel 2000 e soltanto il 52% dieci anni fa. Gli elevati rendimenti in Afghanistan hanno portato la produzione mondiale di oppio a un nuovo record di 6.610 tonnellate nel 2006, pari a un aumento del 43% rispetto al 2005.

Le superfici coltivate a papavero da oppio nel paese sono passate da 104mila ettari nel 2005 a 165mila ettari nel 2006, pari a un aumento di circa il 59%.

Secondo i primi elementi di analisi, l’Afghanistan potrebbe vedere la sua produzione di oppio aumentare ancor di più nel 2007.

L’Afghanistan e’ un paese allo sbando: 1,5 milione di profughi.

Da quando gli gli Usa hanno deciso di esportare la democraziae’ iniziato il caos!

PASSIAMO ALLE VIE DI FATTO

Droghe pesanti

Non cè nulla da dire su questo argomento. Ogni volta che non ti fai una pera o un pippotto versa i soldi in un fondo vincolato bloccato per venti anni, non a tuo nome, dal quale non puoi prelevare tu e non può prelevare nessuno. Nel giro di dieci anni sei milionario

LA TEORIA DEL COMPLOTTO SECONDO SCHIETTI

Mi faresti perfavore una sintesi della tua teoria del complotto?

E’ molto semplice, se nessuno vuole dare acqua ed energia gratis con la Serpentina ed i Motori magnetici allora sono tutti d’accordo a non darla

Ebrei, cristiani, cinesi, fascisti, comunisti, indù, ingegneri, bhuddisti… fanno tutti parte della stessa gang nata circa 7000 anni fa in Egitto e divide la società in fazioni in lotta fra loro

Inventa culti cosidetti del bastone terreno e della carota ultraterrena, come quelli di Osiride, Krsna, Mitra, Dionisio, Gesù

Con lo stesso metodo formarono tanti regni in lotta fra loro e banche in cui depositare i capitali

Per secoli hanno continuato a costruire e demolire imperi, tutto deve cambiare perchè nulla cambi

Il loro fine è la pedofilia, il sadomasochismo e lo sfruttamento della prostituzione

Nel 1800 con la scoperta del moto perpet,uo Zamboni idearono un piano di 3 guerre mondiali per conservare il potere in una società caratterizzata da nuovi armi di combattimento, eccessi energetici e tecnologia Il Nuovo Ordine Mondiale doveva generare un governo mondiale, culti globali e nuove forme di pedofilia, sadomasochismo e schiavitù in posti diversi da castelli, fazende, monasteri e prigioni, forse astronavi

Nel susseguirsi di guerre e catastrofi ideati con logica satanica, cioè facendo sempre l’opposto della cosa giusta, i piani del Nuovo Ordine Mondiale prevedevano l’eliminazione dei popoli tribali e di tutte quelle persone reputabili capaci di intendere e volere, capire il grando inganno e scoprire le sale di tortura segrete, il traffico di bambini, di organi, di prostitute e sovvertire l’ordine stabilito

Con l’incognita che siccome stiamo arricchendo l’uranio, il materiale più prezioso dell’universo concentrandolo in bombe di facile trasporto forse ci siano di mezzo extraterrestri che se le vogliano prendere

100 MILIONI DI TONNELLATE

4. Le cospirazioni e i Complotti più famosi della storia « 2012 - 21/11/2009

[…] Governo USA è dietro l’11 settembre Come diversi documentari (tra cui “911 Loose Change”) cercano di provare, ci sono diverse prove secondo cui gli attentati terroristici che hanno […]

5. Le cospirazioni più famose fino ad oggi « Dario Vignali's Blog - 22/02/2010

[…] Governo USA è dietro l’11 settembre Come diversi documentari (tra cui “911 Loose Change”) cercano di provare, ci sono diverse prove secondo cui gli attentati terroristici che hanno […]


Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: