jump to navigation

TelePagelle #4 – Settimana 4-10 novembre 2006 11/11/2006

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Serie cult, TelePagelle, TV ITA.
trackback

TelePagelleQuarto appuntamento con lo spazio TelePagelle, nato perchè tutti possano esprimere il loro gradimento ai programmi visti in TV.
Questa settimana sono considerati esclusivamente i giorni da sabato 4 a venerdì 10 novembre 2006.
Valgono le regole consuete, utili per mantenere chiarezza e brevità: per favore, in questo post ognuno cerchi, per quanto gli è possibile, di lasciare un solo commento che contenga tutto ciò che vuole dire.


La settimana da sabato 4 a venerdì 10 novembre 2006
Tre punti per i quali ognuno è invitato a dire la sua…

  1. Esprimete al massimo 5 preferenze sui programmi TV di prima serata trasmessi nell’ultima settimana che avete gradito maggiormente o che non vi sono piaciuti affatto (potete controllare cosa è andato in onda visitando lo spazio Ieri e oggi in TV di questo blog), aggiungendo facoltativamente un vostro voto e/o un commento personale. Votate i telefilm o le fiction in onda soltanto se gli episodi trasmessi vi sono particolarmente piaciuti.
  2. talk-show in onda in TV: se ne seguite, quali preferite? E perchè?
  3. Il tema della settimana: i dati Auditel dei programmi televisivi, che pubblico anch’io regolarmente in questo blog. Li controllate? Secondo voi hanno davvero importanza per giudicare com’è andato un programma?


Bilancio TelePagelle #3 (da sabato 28 ottobre a venerdì 3 novembre 2006)
Ecco i tre punti della scorsa settimana, vediamo un po’ cosa si è detto per ciascun punto.

  • I programmi TV di prima serata più graditi e sgraditi dell’ultima settimana:
    – tra i programmi più amati spiccano sempre i telefilm, in particolare Dr. House – Medical Division, Criminal Minds, NCIS – Unità anticrimine e Prison Break“C’è posta per te”, Maria De Filippiprogrammi di attualità come “Report” (RaiTre) e “Le invasioni barbariche” (La 7), e l’edizione 2006 degli MTV Europe Music Awards;
    – tra i meno amati “C’è posta per te” (Canale 5), “Buona domenica” (Canale 5) e la TV spazzatura, la fiction “La freccia nera” (Canale 5), il film comico “Natale in India”, e la ricomparsa di Anna Maria Franzoni e del caso di Cogne in TV.
  • Nel mini-sondaggio sugli approfondimenti di seconda serata (“Matrix” – Canale 5 e “Porta a porta” – RaiUno), a vincere sulle preferenze espresse è “Matrix”, Enrico Mentana“Matrix” con Enrico Mentana. Ecco alcune delle risposte ricevute:

Non guardo nè “Matrix”, nè “Porta a porta” perchè noiosi e perchè vanno in onda troppo tardi. Preferisco di gran lunga i dibattiti politici di “Omnibus” (veramente interessanti e ben gestiti). – Stes86
Li guardo solo se c’è un argomento che mi interessa, ma non mi piace di entrambi il pochissimo tempo dato per rispondere alle domande, le continue interruzioni e cambi di argomento. Non sono approfondimenti! Preferisco il modo di porgere le domande di Fazio. – Babs

Preferisco “Matrix”: ha un taglio più moderno e odio Bruno Vespa. Però, anche se Mentana è un giornalista molto valido, ha il pessimo vizio di interrompere chi parla. E a volte gli argomenti di entrambi gli appofondimenti sono a dir poco osceni. – Pandagrissom

Guardo ogni tanto “Matrix” semplicemente per una maggiore simpatia personale nei confronti di Mentana; lo trovo in genere interessante ma a volte un pò inutile e ripetitivo (l’11 settembre è il tema una volta su tre). Non posso giudicare “Porta a porta” perchè non l’ho mai visto attentamente! – Matteo82

Non guardo molto questi due programmi, ma tra i due scelgo (so di andare contro corrente) “Porta a porta”. ho sempre ammirato in Vespa la sua capacità di riuscire a mettere su in due minuti una prima serata sugli ultimi avvenimenti e di riuscire ad appassionarmi a ciò che sta accadendo. Mi è rimasta impressa, e credo che lo rimarrà ancora per molto, la trasmissione sulla morte del Papa. – Marco

  • Il tema della settimana scorsa era “l’orario di inizio dei programmi di prima serata (specialmente su RaiUno e Canale 5), quale soluzione proporreste per risolvere le cose?”… ecco una selezione delle vostre risposte…

“Striscia la notizia”, la coppia Greggio - HunzikerPer il problema degli orari la soluzione è semplice e al tempo stesso impossibile. Fissare e far rispettare gli orari. Io ricordo che molto tempo fa, dopo il tg, mio padre guardava Enzo Biagi, che durava non più di 10 minuti e poi iniziavano i programmi. Ma essendo una questione di sponsor e denaro, non vedo via d’uscita. Continuerò ad addormentarmi sul divano a metà programma.  – Francesca

E’ difficile trovare una soluzione, soprattutto da quando a farla da padrone sono gli interessi commerciali. eliminare del tutto i programmi di acces prime time sarebbe una soluzione troppo drastica, anche perchè li trovo abbastanza piacevoli. innanzitutto i TG dovrebbero chiudere alle 20.30 in punto, non intorno alle 20.35 come sta succedendo negli ultimi anni. dopodichè bisognerebbe togliere uno spazio pubblicitario ed accorciare un pò i programmi. con un pò di buona volontà si potrebbe fare… il problema dello sforamento è iniziato da quando affari tuoi e striscia hanno iniziato a farsi “guerra”, i programmi di access prime time c’erano già da tempo ma entro le 21 chiudevano i battenti e lasciavano la linea alla seconda serata. comunque, ora come ora, vedo difficile un ritorno alle “origini”.  – Marco

Si dovrebbero far durare meno programmi dopo i tg, diminuendo (come è stato già detto) la troppa pubblicità. – Lavinia87

“Affari tuoi”, Flavio InsinnaComplimenti per l’argomento…è da ormai un anno che RaiUno e Canale 5 fanno iniziare la loro prima serata alle 21.20/21.25, portando a un relativo slittamento della seconda serata a notte fonda. Personalmente non guardo nè “Affari tuoi”, nè “Striscia la notizia” e scelgo di guardare qualcos’altro. Per risolvere il problema si potrebbe stabilire un orario limite (max 21.05)…perchè non si inizia a spegnere la tv a quall’ora o semplicemente sintonizzarsi su altri canali? Mi meraviglio del fatto che Donelli, ex direttore di “TV Sorrisi e Canzoni” e nuovo direttore di Canale 5, non abbia fatto ancora niente contro questo problema, nonostante esprimesse tutto il suo dissenso su ciò nel forum di “Sorrisi”. Mah… – Stes86

Semplicissimo: eliminiamo i programmi dopo il tg e la sfida Auditel facciamola sulle vere prime serate.
E se proprio siamo costretti a tenerci “Affari tuoi” e “Striscia la notizia”, almeno che si abbia l’accortezza di cominciare a dire che la prima serata inizia alle 21.30 e non alle 21.00, come segnalato ovunque. Iniziamo dal rispetto per gli spettatori.
  – Pandagrissom

Al peggio non c’è mai fine. L’unica soluzione è che gli spettatori smettano di guardare i due programmi più brutti del mondo, ossia “Striscia” e “Affari Tuoi”. E’ chiedere troppo che la gente acquisti un minimo di gusto, intelligenza, decenza, rispetto per la dignità e l’intelligenza umana – e la pianti di vedere quelle boiate tremende? Perché lo fate? Siete padri o madri di famiglia? E non vi vergognate quando guardate in faccia i vostri figli con gli stessi occhi che hanno visto “Striscia”? Riuscite a guardarvi allo specchio la mattina, sapendo che la sera prima avete visto “Affari Tuoi”? Non potete almeno gaurdarle di nascosto queste puttanate, come facevate da adolescenti con i giornali porno, senza farlo sapere all’Auditel? Quando raggiungeranno l’età della ragione i vostri bambini cosa penseranno di voi? Che dolore gli darete quando sapranno di avere genitori deficienti.
Stop watch “Striscia” e “Affari Tuoi”. Il mondo sarà un luogo migliore dove vivere, al di là dll’orario di inizio dei programmi.
– Massimiliano

Non me ne importa, non guardo alcun programma di prima serata di RaiUno o Canale 5 (i film li guardo al cinema, i varietà sono per ultracinquantenni, i reality li aborro, le fiction italiane mi fanno scendere il latte alle ginocchia, soprattutto per la regia – tipo ascoltare la voce di un personaggio ed avere inquadrato il primo piano della protagonista, tipo l’Arcuri, che in quel momento non sta neanche parlando). Guardo solo Italia 1 (a volte RaiDue) e lì sono abbastanza puntuali.  – Babs

Commenti

1. Fabio - 11/11/2006

1) Graditi: Criminal minds (venerdi Rai2) voto 8 – Daredevil (martedi Rai2) voto 6 1/2 –
Sgraditi: C’è posta x te (sabato canle5) voto 4
2)Tv talk(rai3) , interessante, garbato, mai fuori dalle righe.
3)Li controllo, hanno una relativa importanza per controllare l’andamento dei programmi, personalmente, pur controllando i dati e discutendone , nutro molti dubbi sulla raccolta dati auditel, la ritengo poco attendibile. Nn mi meravigierebbe affatto se in un futuro neanke troppo remoto venisse fuori che la realtà sia ben diversa da quella descritta dall’auditel.

2. alessandro69 - 11/11/2006

1-graditi (come solito )Ncis Prison Break e aggiungo Affari tuoi(non ho visto altro almeno sulle reti terrestri)
2- non li seguo molto anche perche’ alcuni sono noiosi ma tra quelli che mi capita di vedere ogni tanto mi piacciono tv talk, Che tempo che fa e David Letterman , Jay Leno e non so se sono nella categoria talk show anche Fuori zona e L’osteria del pallone su sky sport
3-Li ho sempre seguiti piu’ per curiosita’ che per altro .
Sull’essere importante o meno basta vedere tutti i cambi di palinsesto dell’ultimo momento per capire a chi davvero importano questi dati, secondo me in qualche caso sono “taroccati” ad arte per far vincere uno o l’altro programma

3. alexspooky - 11/11/2006

1)Questa settimana ho visto davvero poco in tv,ho preferito guardare dei dvd la sera.L’unica cosa che ho visto e’ stata la terza parte dello zio d’america (a cui do un 7) e paperissima ieri sera (solito 7 di stima).

2)in generale non mi piacciono i talk-show.L’unico che seguo,se si puo’ definire tale,e’ il senso della vita.Ma inizia troppo….troppo tardi.

3)Li seguo per vedere quali sono i programmi che la gente gradisce e quali invece restano indifferenti ai gusti del pubblico.Inoltre li seguo per vedere se i programmi da me seguiti,quindi graditi,sono graditi anche da altri.Non penso siano dati “taroccati”,penso che siano gli orari a essere taroccati.Quando per esempio a canale 5 si sono accorti che fattore c perdeva sempre contro l’eredita,lo hanno scorporato in tre segmenti,in modo che l’ultimo segmento quello che fa di piu’ fosse separato dagli altri 2.La stessa cosa un paio d’anni fa fece rai 1 con l’eredita’,quando le prendeva da passaparola,e canale 5 con striscia.

4. Massimiliano - 11/11/2006

Graditi sono sempre i soliti, perché non c’è mai nulla di nuovo: dr. House (altrimenti in questo periodo la Tv sarebbe nell’armadio) e Report.
Anche La Freccia Nera mi piaceva guardarlo per un po’: era così brutto, ma così brutto (e gli attori così insulsi ma così insulsi, sciapiti, faccia da ebeti, poveracci senz’art né part, ecc.) che costituiva per me una fonte continua di stupore.
Sgraditi: Striscia, Affari Tuoi (verrà fatta giustizia un giorno e a questo punto spero che sia feroce, così da costituire un esempio per le generazioni future), i coniugi Costanzo in tutte le salse, tutti i programmi della Domenica pomeriggio ecc.
I talk show in Italia (dopo vent’anni di Costanzo) saranno purtroppo sputtanati per due secoli. Le Invasioni Barbariche mi provocano una leggera orticaria: fortuna che tengo il telecomando sulla sponda laterale del divano e riesco sempre a cambiare repetinamente non appena mi ci imbatto. Il Letterman lo vedo volentieri, più per le sue battute che per gli ospiti.
L’auditel dovrebbe essere importante perché se un programma decente rispetta gli obiettivi prefissati almeno lo lasciano in pace. Dico dovrebbe, perché quando unprogramma dignitoso va troppo bene, lo spostano per non disturbare un orripilante reality che contiene tutte le amanti dei funzionari di rete, ovvero per non far cadere in depressione una star costata centomila miliardi che fa il 3% di share, oppure per spremerne il successo fino alla nausea.
Dico dovrebbe perché è chiaramente truccato. Qualche anno fa saltò la corrente a Rai 1 per mezz’ora. Ebbene: risultò che il cartello “ci scusiamo per l’interruzione” era stato visto da 3 milioni e mezzo di spettatori. Dormivano tutti?
Dico dovrebb perché l’auditel è il controllore pagato dai controllati.
Ecc.
L’indice di gradimento ci vuole, non quello di ascolto.

5. nicola - 11/11/2006

Graditi: il solito Dottor House (sempre mitico), Prison Break (che però comincia un pò a stufare…ma quand’è che evadono?), L’isola dei famosi (è uno dei pochi reality che mi piacciono, e poi Simona Ventura è simpaticissima).
Sgraditi: Striscia (odio la Hunziker, è falsa e antipatica), Altrove (ma Costanzo ci è o ci fa?), tutte le fiction in generale.

6. tt86 - 11/11/2006

1. Lo zio d’America – L’Isola dei Famosi – Very Victoria – Il treno dei desideri – Affari Tuoi Bum Bum Bum
2. Seguo l’Arena di Domenica In, a volte l’Italia sul 2 ma manca un bel talk-show in Italia
3. Seguo molto i dati auditel che forse essendo un metodo sbagliato decretano il successo di un programma e soprattutto la sopravvivenza di un programma. Purtroppo gli ascolti sono fondamentali anche se nell’ultimo periodo si assista a una vera e propria guerra con programmi divisi in mille parti, anteprime, prologhi e quant’altro! In sostanza un programma può essere valido anche senza un responso postivo dell’auditel!

7. matteo82 - 11/11/2006

1)House 10 (Euforia, forse il miglior episodio visto in Italia), My name is Earl (8), Prison Break (7, puntata non eccezionale anche se è tornato John Abruzzi), Criminal Minds (7), Buon Pomeriggio (2)

2)In Italia in effetti i Talk Show non sono un granchè a mio avviso (escludendo Che tempo che fa), guardo più che altro quelli sportivi (se possono rientrare nella categoria) di Mediaset e di Sky. Eccezionale invece il David Letterman, concordo con chi lo ha segnalato.

3)Anch’io penso che i dati Auditel non siano il miglior modo per valutare il successo di un programma anche perchè dipendono troppo da scelte di programmazione delle diverse reti (si prenda per esempio Csi Miami, al giovedì è stato un buon successo mentre alla domenica no…ma era lo stesso programma e la stessa serie), da controprogrammazione ecc. In genere però sono dati che seguo sperando che i miei programmi preferiti facciano buoni ascolti per scongiurare il rischio di sospensioni premature (e devo ammettere che quando House migliora i suoi record sono parecchio contento!!!).

8. andry1535 - 11/11/2006

Ma Scrubs non se lo caga nessuno?!?

9. marco - 12/11/2006

1. Graditi:
Capri 7,5 (8 per la puntata del 5/11 e 7 per quella del 6/11)
Cesaroni 8
Il treno dei desideri 8,5 (secondo me una delle puntate più divertenti di quest’anno)
Lo zio d’america 7
Sgraditi: sempre il solito, C’è posta per te e tutti i programmi della famiglia costanzo (praticamente mezzo palinsesto di canale5)

2. non seguo molto i talk show, forse perchè ultimanente ogni tentativo di talk si trasforma quasi sempre, volontariamente o involontariamente, in trash-show. anche se non lo seguo molto per il poco tempo che ho, apprezzo abbastanza tv talk, semplice, garbato, non rissoso (cosa rara nella tv di oggi) e l’arena, ma se non ci fosse giletti sarebbe ancora meglio

3. più che appassionato di dati auditel, posso definirmi “interessato”. come ha già detto qualcuno li guardo per il semplice gusto di vedere se un programma che mi piace abbia vinto o meno su uno che non riesco proprio a sopportare. non so quanto siano veritieri… certo, la divisione in tre parti di un programma che non dura neanche un’ora (fattore c) la dice lunga. poi bisogna vedere quanto corrispondano al reale gradimento del pubblico… forse con l’avvento del digitale terrestre bisognerebbe studiare un modo per far sì che ognuno possa esprimere GRATUITAMENTE la propria preferenza, e non solo un gruppo ristretto di italiani

10. stes86 - 12/11/2006

Graditi:
1) Dr. House: 9.5
2) Scrubs: 8
3) Very Victoria: 7
4) L’Isola Dei Famosi: 6
Sgraditi
1) C’è Posta Per Te: 3

Guardo quasi sempre il dibattito mettutino di Omnibus, veramente ben curato e con temi sempre interessanti.

Controllo sempre i dati auditel e penso che siano importanti, ma non troppo. Negli ultimi anni stanno avendo sempre più rilevanza, e questo è sbagliato, perchè talvolta si penalizzano prodotti molto validi che fanno pochi ascolti (questo vale anche per i telefilm!).

11. lavinia87 - 12/11/2006

Graditi: cesaroni,le iene, crozza italia
Sgraditi: c’è posta per te (come al solito)

Talk-show preferito è: Che tempo che fa, su rai3

Controllo i dati auditel spesso, soprattutto per curiosità. Credo, però, che non siano veramente attendibili e che non rappresentino veramente le preferenze degli spettatori inoltre si sbaglia a dargli troppo importanza perchè, a volte, programmi veramente belli e interessanti vengono penalizzati a favore di programmi trash.

12. babs - 12/11/2006

Graditissimo: House (e poi Weeds e Prison Break che non sono però di prima serata)
Delusione: finale del primo episodo di NCIS

Talk show: Che tempo che fa, perchè molte volte c’è qualcuno che vale la pena ascoltare, ha qualcosa di originale da dire e ha la possibilità di dirlo.

Dati Auditel: di solito li guardo per capire che livello culturale ha la amggioranza degli Italiani che guardano la tv (che non rappresenta l’Italia intera, visto che questa sceglie di non guardare la tv).

A questo proposito si hanno le cifre complessive di spettatori di una tale giornata (tipo un giorno di festa quale il ! Novembre) e la comparazione con quella specifica giornata di un po’ di anni prima per capire se il numero totali di spettatori aumenta o diminuisce con il tempo? Mi interesserebbe, perchè tutti i giovani che conosco (miei studenti, colleghi giovani, parentado) guardano pochissimo la tv!!!

13. fabrizio - 12/11/2006

1)graditi House, Prison Break,Weeds, Le cose che amo di te.
2)Un talk show che mi piace è Il Tappeto Volante di Luciano Rispoli.
In passato seguivo qualche volta il Maurizio Costanzo Show ma non sopporto il conduttore per la sua arroganza.
3)i dati auditel sono “veritieri” per i grandi numeri e utili per chi investe in pubblicità ma sui programmi + di nicchia o particolari non ha attendibilità.

14. pandagrissom - 12/11/2006

1)graditi:house 10 prison break e my name is earl 8 crimial minds 8 e mezzo sgraditissimo:altrove 2 costanzo fa sempre peggio
2)amo che tempo che fa.sempre intelligente.
3)controllo molto spesso i dati auditel,perchè mi interessa capire quali sono i programmi più seguiti in italia.
purtroppo l’auditel copre solo un campione e non tiene conto di videoregistratori ecc ecc,quindi penso sia incomlpeto

15. Racol - 12/11/2006

1. I programmi più graditi della settimana: gli ultimi straordinari episodi di CRIMINAL MINDS / L’ALTRA STORIA con Pierluigi Battista, ogni sabato alle 13 su La7 / BLOB
I programmi sgraditi: C’E POSTA PER TE / BUON POMERIGGIO

2. Il talk show che preferisco è CHE TEMPO CHE FA, con le irriverenti interviste di Fabio Fazio e la splendida Luciana Littizzetto;

3.Controllo e pubblico anche sul mio blog la classifica settimanale dei dati auditel, ma anche degli approfondimenti e l’andamento dei programmi. Considero i dati Auditel poco attendibili poichè non fotografano esattamente la situazione che realmente accade nelle case degli italiani. Ma sono soltanto uno strumento che serve agli investitori pubblicitari.

16. Paolo - 13/11/2006

1. GRADITI: 1) CSI MIAMI (puntata finale) 2) CRIMINAL MIND (puntata finale) 3) Dr. HOUSE 4) PRISON BREAK 5) LE IENE
SGRADITI: L’ISOLA DEI FAMOSI
2. LE INVASIONI BARBARICHE la trovo una trasmissione interessante sia per Daria Bignardi come presentatrice, sia per come è impostata la trasmissione.
3. Li seguo sempre anche per vedere quanto hanno fatto, come ascolto, i programmi che ho visto la sera prima, inoltre a parere mio, trovo che sarebbe piu’ interessante che tu (Antonio) mettessi per ordine di ascolto i programmi piu’ visti, e non per ordine di canale televisivo, ma, ripeto, è solo una mia opinione.


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: