jump to navigation

TV – Report su RaiTre – (8) “Gli esternalizzati” 12/11/2006

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Report - RaiTre, TV ITA.
trackback

Questa sera proseguono su RaiTre alle ore 21.35 (dopo “Che tempo che fa” con Fabio Fazio) i reportage giornalistici di Report, condotto da Milena Gabanelli.
Ecco, direttamente tratto dal sito web del programma, il sommario della puntata di stasera: l’inchiesta “Gli esternalizzati” è stata curata da Michele Buono e Piero Riccardi.

“Gli esternalizzati”Infermieri, centralinisti, archivisti, impiegati,   sono diventati tutti  lavoratori co.co.co, a progetto, interinali,  noleggiati a ore, esternalizzati.
Lavoratori pagati trecento, cinquecento, o se sono fortunati, ottocento euro al mese. E senza avere diritto alle ferie, ai  giorni di malattia, e neppure alla pensione.  Uno dei casi  più eclatanti, é  quello di  Athesia , la società  di call center più importante d’ Italia che su 4 mila lavoratori  ne ha  ben  3.200 a progetto. 
Solo nella Pubblica Amministrazione sono 350 mila gli esternalizzati. Ma la sanità  ne attinge a piene mani. Gli ospedali pubblici italiani, come il Sant’ Andrea e il Policlinico  Umberto I di Roma,   ne sono pieni. Spesso questi precari sono i soci lavoratori   delle centinaia di cooperative che forniscono infermieri, ausiliari, cuochi, personale delle pulizie e quello per l’ amministrazione. La legge Biagi aveva, tra le altre cose, l’intenzione di trasformare il lavoratore a  contratto di collaborazione continuativa, il cosiddetto co.co.co, in un lavoratore con compiti più delineati  e con più garanzie. Nasceva così il lavoro a progetto. La sua applicazione é stata però un fallimento, che in alcuni casi ha aumentato la precarietà e ha pure portato a un’ evasione del versamento dei contributi.
Ufficialmente si esternalizzano i servizi per risparmiare. Alla fine si scopre che se questi lavoratori fossero internalizzati si risparmierebbe  in alcuni casi fino al 40 % . Alla fine il lavoratore esternalizzato costa di più, e ha meno diritti di prima. Ma allora chi ci guadagna?

A seguire, per lo spazio “Com’è andata a finire?”, un aggiornamento curato da Stefania Rimini sull’inchiesta “Il grande crac”, trasmessa lo scorso 8 ottobre e dedicata al dissesto dell’industria elettronica italiana.

Commenti»

1. elgackto - 12/11/2006

Ah, come mi sento che questa puntata verrà strumentalizzata per i prossimi due mesi…una sensazione ad altezza spalle, tipo brivido da spiffero XD però è notevole la resistenza di Report nel panorama televisivo italiano! Con programmi così sembra di essere in un altro Stato!

maria rita - 21/10/2009

alla fine che cosa si è capito degli esternalizzati e precari? persino la corte dei conti, ha riconosciuto il notevole risparmio, assumandoci……ma quando lo faranno? nn si è capito molto.. non ci danno date e continuano a dirci entro dicembre, faremo la nostra camoagna, facendo capire alla gente che il futuro dei loro figli sarà anche peggio del nostro, e che assolutamente devono valutare la loro votazione…. faremo volantinaggio sotto le metro per le case. strade, daremo vero filo da torcere


Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: