jump to navigation

TelePagelle #5 – Settimana 11-17 novembre 2006 18/11/2006

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Serie cult, TelePagelle, TV ITA.
trackback

TelePagelleQuinto appuntamento con lo spazio TelePagelle, nato perchè tutti i visitatori di questo blog possano esprimere il loro gradimento ai programmi visti in TV.
Questa settimana sono considerati esclusivamente i giorni da sabato 11 a venerdì 17 novembre 2006.
Valgono le regole consuete, utili per mantenere chiarezza e brevità: per favore, in questo post ognuno cerchi, per quanto gli è possibile, di lasciare un solo commento che contenga tutto ciò che vuole dire.


La settimana da sabato 11 a venerdì 17 novembre 2006
Tre punti per i quali ognuno è invitato a dire la sua…

  1. Le vostre pagelle: esprimete al massimo 5 preferenze sui programmi TV di prima e seconda serata trasmessi sulle reti non a pagamento nell’ultima settimana che avete gradito maggiormente o che non vi sono piaciuti affatto (potete controllare cosa è andato in onda visitando lo spazio Ieri e oggi in TV di questo blog). Votate i telefilm o le fiction in onda soltanto se gli episodi trasmessi vi sono particolarmente piaciuti.
    Se siete abbonati a Sky o avete modo di seguirne i programmi, indicate anche al massimo 3 preferenze su quanto avete visto nel corso della settimana.
  2. La decisione della Rai di far cominciare la prima serata alle ore 21.00/21.10 dall’11 dicembre (ne avevo parlato qui): servirà a qualcosa, se anche le reti Mediaset non faranno lo stesso?
  3. Il tema della settimana: i nuovi telefilm in onda in prima visione. Dopo gli annunci forniti su questo blog della trasmissione 2007 di Jericho su Rai (leggete qui) e di Heroes su Mediaset (leggete qui), cosa ne pensate? Pensate che la TV a pagamento abbia subito un duro colpo e che sarà costretta a trasmettere soltanto nuove serie di minor importanza?


Bilancio TelePagelle #4 (da sabato 4 a venerdì 10 novembre 2006)
Ecco i tre punti della scorsa settimana, vediamo un po’ cosa si è detto per ciascun punto.

  • I programmi TV di prima e seconda serata più graditi e sgraditi dell’ultima settimana:
    Criminal Mindstra i programmi più amati consueto posto d’onore per i telefilm in onda, in particolare il gran finale della prima stagione di Criminal Minds (RaiDue), poi Dr. House – Medical Division (Italia 1), NCIS – Unità anticrimine (RaiDue), Prison Break (Italia 1) e My Name is Earl (Italia 1); a seguire l’attualità di “Report” (RaiTre) e “Le invasioni barbariche” (La 7); segnalazioni per il film “Daredevil” (RaiDue), le fiction “Lo zio d’America 2” (RaiUno), “Capri” (RaiUno) e “I Cesaroni” (Canale 5), e per il reality “L’isola dei famosi” (RaiDue);
    – tra i meno amati rimangono sempre “C’è posta per te” (Canale 5), “Buona domenica” (Canale 5), “Buon pomeriggio” (Canale 5), oltre al reality carcerario “Altrove” (Italia 1).
  • “Late Show with David Letterman”Nel mini-sondaggio riguardante i talk-show in onda in TV che seguite e preferite, segnalazioni per “Che tempo che fa” (RaiTre), “Le invasioni barbariche” (La 7), “TV Talk” (RaiTre) e “Il senso della vita” (Canale 5), oltre a “Late Show with David Letterman” (RaiSat Extra). Non a tutti però il genere piace, ed alcuni non hanno la possibilità di seguire quelli che vorrebbero a causa dell’orario di trasmissione.
  • Il tema della settimana scorsa riguardava i dati Auditel dei programmi televisivi, che pubblico anch’io regolarmente in questo blog: “li controllate? Secondo voi hanno davvero importanza per giudicare com’è andato un programma?”. Ecco una selezione delle vostre risposte…

Seguo molto i dati Auditel che forse essendo un metodo sbagliato decretano il successo di un programma e soprattutto la sopravvivenza di un programma. Purtroppo gli ascolti sono fondamentali anche se nell’ultimo periodo si assista a una vera e propria guerra con programmi divisi in mille parti, anteprime, prologhi e quant’altro! In sostanza un programma può essere valido anche senza un responso postivo dell’Auditel!  – tt86

Anch’io penso che i dati Auditel non siano il miglior modo per valutare il successo di un programma anche perchè dipendono troppo da scelte di programmazione delle diverse reti (si prenda per esempio Csi Miami, al giovedì è stato un buon successo mentre alla domenica no…ma era lo stesso programma e la stessa serie), da controprogrammazione ecc. In genere però sono dati che seguo sperando che i miei programmi preferiti facciano buoni ascolti per scongiurare il rischio di sospensioni premature (e devo ammettere che quando House migliora i suoi record sono parecchio contento!!!). – Matteo82

Auditel, ieri e oggi in TVL’Auditel dovrebbe essere importante perché se un programma decente rispetta gli obiettivi prefissati almeno lo lasciano in pace. Dico dovrebbe, perché quando unprogramma dignitoso va troppo bene, lo spostano per non disturbare un orripilante reality che contiene tutte le amanti dei funzionari di rete, ovvero per non far cadere in depressione una star costata centomila miliardi che fa il 3% di share, oppure per spremerne il successo fino alla nausea.
Dico dovrebbe perché è chiaramente truccato. Qualche anno fa saltò la corrente a Rai 1 per mezz’ora. Ebbene: risultò che il cartello “ci scusiamo per l’interruzione” era stato visto da 3 milioni e mezzo di spettatori. Dormivano tutti? Dico dovrebbe, perché l’auditel è il controllore pagato dai controllati. L’indice di gradimento ci vuole, non quello di ascolto.
– Massimiliano

Più che appassionato di dati Auditel, posso definirmi “interessato”. Come ha già detto qualcuno li guardo per il semplice gusto di vedere se un programma che mi piace abbia vinto o meno su uno che non riesco proprio a sopportare. non so quanto siano veritieri… certo, la divisione in tre parti di un programma che non dura neanche un’ora (fattore c) la dice lunga. poi bisogna vedere quanto corrispondano al reale gradimento del pubblico… forse con l’avvento del digitale terrestre bisognerebbe studiare un modo per far sì che ognuno possa esprimere GRATUITAMENTE la propria preferenza, e non solo un gruppo ristretto di italiani. – Marco

Di solito li guardo per capire che livello culturale ha la maggioranza degli Italiani che guardano la tv (che non rappresenta l’Italia intera, visto che questa sceglie di non guardare la tv).  A questo proposito si hanno le cifre complessive di spettatori di una tale giornata (tipo un giorno di festa quale il ! Novembre) e la comparazione con quella specifica giornata di un po’ di anni prima per capire se il numero totali di spettatori aumenta o diminuisce con il tempo? Mi interesserebbe, perchè tutti i giovani che conosco (miei studenti, colleghi giovani, parentado) guardano pochissimo la TV!!! – Babs

Controllo e pubblico anche sul mio blog la classifica settimanale dei dati auditel, ma anche degli approfondimenti e l’andamento dei programmi. Considero i dati Auditel poco attendibili poichè non fotografano esattamente la situazione che realmente accade nelle case degli italiani. Ma sono soltanto uno strumento che serve agli investitori pubblicitari. – Racol

Li seguo per vedere quali sono i programmi che la gente gradisce e quali invece restano indifferenti ai gusti del pubblico. Inoltre li seguo per vedere se i programmi da me seguiti, quindi graditi, sono graditi anche da altri. Non penso siano dati “taroccati”, penso che siano gli orari a essere taroccati. Quando per esempio a Canale 5 si sono accorti che “Fattore C” perdeva sempre contro “L’eredità”, lo hanno scorporato in tre segmenti, in modo che l’ultimo segmento quello che fa di piu’ fosse separato dagli altri due. La stessa cosa un paio d’anni fa fece RaiUno con “L’eredità”, quando le prendeva da “Passaparola”, e Canale 5 con “Striscia”. – Alexspooky

Commenti

1. Massimiliano - 18/11/2006

1. House e Report i preferiti.
I peggiori: il Costanzume, tutti i programi domenicali, Striscia e il Ricciame ptrido che ne fuoriesce, Affari ed Eredità loro e dei loro amici, ecc.
2. La decisione della Rai è una dimostrazione di dignità professionale e di rispetto per il pubblico!
Se Mediaset non la segue si qualificherà come ostile agli spettatori e come mera acozzaglia di spot pubblicitari: non credo le convenga.
Anche da un punto di vista commerciale, se la gente percepisce che sulla Rai può inziare a guardare un programma di cui riuscirà a vedere anche la fine senza cascare in terra dal sonno, abbandonerà le reti Mediaset dove i programmi (peraltro sempre più fetenti, se pensate che hanno dovuto rovistare nella spazzatura per estrarne i film natalizi di Boldi e De Sica) non si sa in che giorno e ora vengono trasmessi – e anche se si sa si tratta comunque di una conoscenza molto malferma, perché è facile che slittino di mezz’ora per lasciare il giusto spazio a una battuta divertentissima della Hunziker o a una gagliardissima consegna del Tapiro d’oro (Staffelli non mi sembra neanche così idiota: perché non la smette con ‘ste bischerate finché è in tempo?).
3. La TV commerciale ha capito che il pubblico non è tutto cerebroleso e che anzi quello più commercialmente appetibile per le multinazionali venditrici di prodotti d’èlite gradisce un’offerta di maggior gusto e spessore culturale. Allora insegue i telefilm, sapendo a malapena di cosa si tratti, perché nessuno dei suoi strapagati funzionari ha la più pallida idea della cura, dell’impegno e della professionalità con cui questi prdotti vengono confezionati negli USA (come potrebbero saperlo chi si scervella per sfornare “Buona Domenica”, “Amici”, “Circus”, evviadicendo). Il risultato sarà una nasata sul muso per loro ed infinite frustrazioni per il pubblico qualificato.
Fra qualche mese i telefilm torneranno sul satellite, dove almeno hanno un maggior rispetto per lo spettatore, visto che paga.

2. fabrizio - 18/11/2006

1)House, Prison Break,Weeds e Le cose che amo di te.
Sky:Lost, Big Love, The OC, Related, Nip/Tuck;Will&Grace
2)Buona iniziativa della RAI, ma io vorrei ancora di più inizio prima serata alle 20,30 dopo il telegiornale.
3)Credo comunque che rimarranno altri buoni telefilm per il satellite.
L’unica preoccupazione è che questi nuovi acquisti da parte della tv in chiaro non vengano valorizzati e ben collocati.

3. alessandro69 - 18/11/2006

risposta 1) graditi: NCIS un po deludenti ma sempre belli voto 6,5; Codice rosso buona la prima voto 8;
non graditi : nessun programma di prima serata anche perche’ di solito quello che non gradisco non lo guardo.
SKY: Crossing jordan 8 ; serata sci-fox (stargate-atlantis-galactica) 9
Risposta 2) io aspetto a giudicare per vedere appunto cosa fa mediaset (in particolare canale 5) pero’ avrei preferito che decidessero di far iniziare la prima serata prima delle 21 cosi’ parte prima la seconda .
Risposta 3) non credo che le pay tv subiscano un contraccolpo perche’ oltre ad avere comunque gia’ in programma delle buone serie tv hanno anche i canali di sport, cinema e documentari che attirano spettatori. Sarei piuttosto dell’idea che possano arrivare ad un accordo di trasmettere quasi in contemporanea i telefilm e lo spettatore sceglie da che parte vederli se sui canali terrestri o su quelli a pagamento con in piu’ l’opzione del doppio audio.

4. marco - 18/11/2006

1. Graditi:
Cesaroni: 8,5
Capri: 8
Lo zio d’America:8,5 (la migliore delle puntate andate in onda è stata l’ultima)
Sgraditi: tutti quelli della famiglia Costanzo e Buona domenica

2. senza dubbio è una dimostrazione del rispetto e della professionalità che la rai ha verso i suoi telespettatori. non credo che mediaset facilmente si adegui, però ne è costretta se non vuole perdere credibilità e soprattutto telespettatori. senza dubbio è un duro colpo per striscia la notizia

3. non credo che la prima visione di soli due telefilm su tanti che ne arrivano in italia costituisca un grave colpo per le tv a pagamento. non avendo sky non può che farmi piacere che rai e mediaset si siano decisi ad investire nuovamente sui telefilm in prima tv per la prima serata, considerando soprattutto gli scarsi risultati di ascolto che hanno avuto di recente i telefilm (“Roma” e le ultime serie di “Streghe” giusto per citarne un paio) e la concorrenza spietata. ora bisognerà vedere il trattamento che gli riserveranno nei palinsesti, anche se non mi stupirei di continui spostamenti e cambi di palinsesto. ad ogni modo per i telefilm in genere vedo vita difficile finchè il pubblico meno giovane non si abituerà a qualcosa di diverso dalla classica fiction italiana

5. stes86 - 18/11/2006

Graditi:
1)House (in particolare euforia parte II): 9
2)Scrubs (in particolare il secondo episodio di giovedì): 9
3)Report: 8
Sgraditi:
1)C’è Posta Per Te: 2
2)Film di boldi e de sica su Canale 5: 2

Penso che la rai, in quanto servizio pubblico debba essere più rispettosa nei confronti dei suoi utenti e dunque ritengo la proposta degli orari fissi molto interessante e utile. Spero che la proposta venga rispettata fedelmente…avrei preferito che tutte e tre iniziassero alle 21.00, senza differenziazioni…vedremo. Vorrei anche che Del Noce andasse in pensione e che mettessero qualche buona mante alla direzione di raiuno (svecchiatela!!!)

Sky è ancora in pista per acquistare tante altre serie…

6. matteo82 - 18/11/2006

1) Graditi:
House 10, la prima è stata la puntata più bella mai trasmessa
Prison Break 8, Earl 9, bellissime le tre puntate in particolare quella di giovedì, Flashback 7, Codice Rosso 6 1/2!
Su Sky: 24 9+, grande serie ed episodi sempre più avvincenti
David Letterman 9, sempre valido…
2)credo sia un’ottima decisione a cui Mediaset spero e credo si adeguerà (pur con qualche remora), a tutto benificio di noi spettatori ,delle nostre ore di sonno e della qualità della tv, visto che i programmi verranno tutti anticipati, anche quelli di approfondimento. Spero davvero che il tutto non si riduca in una bolla di sapone (anche perchè di Mediaset e Ricci mi fido poco).
3)innanzitutto sono contento che queste due serie (finora decisamente valide) siano state acquistate e che le vedremo in Italia (a parte noi che ci affidiamo ai sottotitoli e che già le stiamo vedendo…). Penso però che per Sky non ci saranno grandi contraccolpi visto che non sono per ora due serie di richiamo come può esserlo un lost, in grado di assicurare abbonamenti aggiuntivi!Possono essere però due buone scommesse un pò come House, partito in sordina al suo arrivo in italia e arrivato a livelli ottimi. Personalmente avrei preferito vederli prima su Sky, ci sarebbero meno rischi per noi spettatori.

7. SONNY - 18/11/2006

preferiti prison break e house nonchè LOST su sky
D’accordo con la rai speriamo che canale 5 li segua
Spero che le reti generaliste trattini bene questi 2 telefilm nn relegandoli all’estate; avrei preferito vederli su sky

8. king84 - 18/11/2006

Graditi: Lost su Rai2 e FOX.
I programmi devono esserci dalle 21 alle 23. e dalle 23 all’una di notte! Punto e stop!
Non credo che cambi molto per le paytv.
http://king84.wordpress.com

9. Fabio - 18/11/2006

1)Graditi: NCIS voto 7+, Senza Traccia voto 61/2,
Sgraditi: Le amichevoli dell’Italia maggiore e dell’under 21, voto 4
Sky: Letterman (Raiextra) voto 7, Watts (eurosport) voto 7

2) Se in Rai rispettano le intenzioni, mediaset se nn si adegua rischia di pagarla.

3) La tv generalista nn potra’ mai concorrere con la paytv,e nn saranno certo 2 telefilm.

10. burchio - 19/11/2006

graditi free: my name is earl, NCIS, Prison Break, scrubs, senza traccia
graditi pay: 24, lost, the war at home

felicissimo della proposta rai…staremo a vedere…nel breve periodo la rai ci rimetterà, ma quando agli italiani verranno a noia i tapiri, battutine insulse e risatine forzate saprà dove sintonizzarsi (come abbiamo già visto in settembre evitare di mescolare i palinsesti nei programmi e negli orari PAGA)

avrei preferito che sky acquistasse questi due telefilm…
rai2 rimanderà all’infinito jericho (un po’ come sta facendo per supernatural)
italia1 si scandalizzerà di certe scene di heroes e lo manderà in estate in seconda serata (un po’ quello che è successo con prison break che poteva benissimo stare in prima serata…ma siccome come titolo assomiglia a OZ meglio metterlo la notte e magari spartirlo in 6 mesi)

OT secondo me comprano le serie conoscendo solo il titolo
finisce streghe…compriamo supernatural mi sembra in titolo simile
abbiamo lost compriamo jericho che come temi siamo lì

smallville di sicuro sarà in calo (grazie al loro mediaset premium)…compriamo heroes che + o – ci siamo

grande rispetto per le serie…ma dove???

11. alexspooky - 19/11/2006

1)In generale anche questa settimana ho visto poco e niente,preferendo i dvd di gilmore girls e Smallville.Quel poco che ho visto,L’ultima parte dello zio d’america e Paperissima,ha voto positivo,7.Ho tentato di vedere Codice Rosso,ma dopo 20 minuti ho rinunciato.Seppur ben scritto,con diversi accenni a un vecchio film di Ron Howard “fuoco assassino”,e’ recitato da cani.Gassman volenteroso,ma non lo si puo’ circondare con un cast formato da ex vallette e profughi da reality.Voto 5-.

2)In generale le uniche due reti a sforare la prima serata sono le due ammiraglie,rai 1 e canale 5.In particolare in questo periodo Canale 5,con striscia,e’ davvero scandalosa.Tutte le sere la prima serata non inizia prima delle 21.40,tranne,guarda caso,il venerdi’ con Paperissima,altro programma di Ricci.Trovo che sia doveroso per le reti fare iniziare la prima serata ad un’orario decente,anche alle 21.30 se e’ necessario,ma ritengo che da quello non si debba trascendere.La rai con questa decisione dimostra attenzione al problema,unendolo pure al taglio delle prime serate “monstre”.C’e’ da sottolineare pero’ un fatto.La decisione avviene al termine del “periodo di garanzia”,il periodo del monitoraggio degli ascolti autunnali,e alla fine dell’isola.Speriamo che quindi non si tratti del classico fuoco di paglia.

3)Francamente,ho l’anima divisa in due.Mi rallegro che la rai abbia acquistato Jerico,Supernatural a parte raidue viaggia bene con le serie americane e quindi ritengo che Jerico,dato anche il tema,in rai avra’ la collocazione che si merita.Temo purtroppo un po’ per come verranno adattatii dialoghi.Avendolo visto in originale,credo che putroppo alcune cose verranno stravolte,ma staremo a vedere.Per Heroes invece,putroppo,temo il peggio.A cominciare dall’adattamento,difficile,che di sicuro ridurra’ gli acuti e introspettivi dialoghi alla banalita’.Sulla collocazione poi,sicuro che ci saranno problemi.Se,come temo,la serie verra’ considerata alla stregua di un prodotto per ragazzi,alla smallville o the oc,allora ci saranno grossi problemi.Vedo gia’ il Moige insorgere contro la mamma spogliarellista,con figlio di colore.Tuttavia e’ tutta una situazione in divenire.Quello che mi sento di consigliare a tutti e’ di vedere queste due serie,ma anche altre come Supernatural,in versione originale.Si fa prima,non si aspetta la tv italiana e non si incorre nella censura.

12. lavinia87 - 19/11/2006

Graditi: Crozza Italia, le iene
sgraditi: c’è posta per te, film Boldi De Sica su canale5
Per quanto riguarda il secondo punto, credo che mediaset sarà costretta ad adeguarsi per una questione di immagine e correttezza (sempre che sappia cosa sia)!
Terzo punto: per il momento non penso che le tv a pagamento subiranno un duro colpo, ma è tutto da vedersi può essere che col passar del tempo…

13. Paolo - 20/11/2006

1. GRADITI: Dr. House episodio 1, Prison break, Stargate linea di confine (giovedì LA 7)
SGRADITI: Buona domenica
2. Meglio tardi che mai, io, per esempio anche se seguo Striscia, quest’anno ho seguito quasi sempre solo i primi 10 minuti, in quanto seguendo prevalentemente RAI 2 ed ITALIA 1 non avevo scelta se volevo vedere i programmi dall’inizio. Spero solo che non sia una cosa passeggera e che Canale 5 si adegui (e non solo il venerdì quando c’è Paperissima dello stesso Ricci.)
3 Non penso che Sky si debba preoccupare x i 2 telefilm acquistati dalle reti free, tanto, conoscendo i tipi, chissà che fine gli faranno fare……….


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: