jump to navigation

M’illumino di meno 2007 16/02/2007

Posted by Antonio Genna in News, Radio, Scienza e tecnologia.
trackback

“M’illumino di meno 2007″Oggi ha luogo “M’illumino di meno 2007”, la terza giornata nazionale del risparmio energetico, promossa da “Caterpillar” (dal lunedì al venerdì, ore 18.00, Radio2 Rai, con Massimo Cirri e Filippo Solibello), quest’anno con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e del Ministero delle Politiche Agricole, per abbattere il più possibile i consumi di elettricità, riscaldamento, benzina e gasolio di oggi ed avviare l’acquisizione di una coscienza comune in tal senso.
Avevo già parlato di risparmio energetico in questo post.
Per l’occasione oggi “Caterpillar” andrà in onda in versione speciale dalle ore 17.00 alle 19.30 e su RaiNews 24 dalle 18.00 alle 19.30. Il programma avrà numerosi inviati: Carlo e Giorgio a Venezia in piazza San Marco, Cinzia Poli a Torino alla Mole Antonelliana, Marco Ardemagni a Bologna in piazza Maggiore, Marina Senesi a Firenze a Palazzo Vecchio, Lucia Cosmetico a Roma,Toni Landolina ad Agrigento alla Valle dei Templi.
C’è anche la possibilità di scaricare l’inno di “M’illumino di meno 2007”, eseguito da Radici nel Cemento, cliccando qui.

Ecco di seguito i consigli di “Caterpillar” per risparmiare energia…

M’ILLUMINO DI MENO 2007
Giornata Internazionale del Risparmio Energetico

Buone abitudini per il 16 febbraio (e anche dopo!)

  1. spegnere le luci quando non servono

  2. spegnere e non lasciare in stand by gli apparecchi elettronici

  3. sbrinare frequentemente il frigorifero; tenere la serpentina pulita e distanziata dal muro in modo che possa circolare l’aria

  4. mettere il coperchio sulle pentole quando si bolle l’acqua ed evitare sempre che la fiamma sia più ampia del fondo della pentola

  5. se si ha troppo caldo abbassare i termosifoni invece di aprire le finestre

  6. ridurre gli spifferi degli infissi riempiendoli di materiale che non lascia passare aria

  7. utilizzare le tende per creare intercapedini davanti ai vetri, gli infissi, le porte esterne

  8. non lasciare tende chiuse davanti ai termosifoni

  9. inserire apposite pellicole isolanti e riflettenti tra i muri esterni e i termosifoni

  10. utilizzare l’automobile il meno possibile e se necessario condividerla con chi fa lo stesso tragitto.

E ricordati di spegnere tutte le luci e i dispositivi elettrici non indispensabili venerdì 16 febbraio alle ore 18.00!

Ecco invece i consigli forniti dal Ministero dell’Ambiente, insieme ad un approfondimento su quanto sta facendo e farà il Governo italiano in tema di risparmio energetico.

8 BUONE AZIONI PER L’AMBIENTE E IL RISPARMIO FAMILIARE

I consumi energetici di casa possono essere ridotti considerevolmente utilizzando saggiamente riscaldamento, illuminazione ed elettrodomestici.
Basta poco per salvaguardare l’ambiente e il proprio portafogli.

  • Non regolare il riscaldamento mai oltre i 20° (come previsto dalla legge 10/91 sul risparmio energetico); per ogni grado in più i consumi crescono del 7%.

  • Se stai ristrutturando casa, installa doppi vetri termoisolanti: un migliore isolamento termico dell’edificio significa un considerevole risparmio.

  • Fai una regolare revisione della caldaia : se questa è in perfetta efficienza consuma circa il 5% in meno.

La Finanziaria prevede incentivi per chi rende energeticamente più efficiente la propria casa installando doppi vetri, impianti ad alta efficienza energetica, pannelli solari : utilizziamoli.

  • Utilizza lampadine a fluorescenza e non a incandescenza (quelle tradizionali): avrai un risparmio annuo di circa 63 euro per un appartamento di 100 mq.

  • Spegni le luci non necessarie, ad esempio passando da un ambiente all’altro; puoi ridurre sino al 30% i tuoi consumi per l’illuminazione.

  • Se puoi, sostituisci il tuo vecchio frigorifero con un nuovo modello ad alta efficienza energetica: nel 2007, approfittando dell’ incentivo (fino a 200 euro) previsto in Finanziaria, risparmi sull’acquisto e anche la tua bolletta sarà più leggera.

  • Spegni sempre TV, Hi-Fi e videoregistratori anziché lasciarli in stand-by, poichè non è vero che in stand-by il consumo è nullo: può arrivare sino al 20% del consumo dell’apparecchio quando è in funzione.

  • Accendi lo scaldabagno solo prima di far la doccia (o quando serve effettivamente acqua calda): puoi abbattere sino al 50% i relativi consumi.

UNA FINANZIARIA PER KYOTO

Al fine di poter ottemperare agli obblighi di Kyoto, l’Italia deve contenere le emissioni medie nel periodo 2008-2012 entro 486,01 MtCO2eq/anno.
L’inventario nazionale delle emissioni di gas ad effetto serra evidenzia che al 2004 le emissioni totali (583,33 MtCO2eq) sono aumentate del 12% rispetto ai livelli del 1990 (519,79 MtCO2eq).
Pertanto la distanza che ci separa dal raggiungimento dell’obiettivo di Kyoto è pari a 97,32 MtCO2eq.

Secondo una stima dell’Oko Institute per l’intera UE, il risparmio e l’efficienza energetica unitamente al ricorso alle fonti rinnovabili potrebbero comportare un taglio del 37,5% delle emissioni totali (12,5% per una maggiore efficienza del condizionamento termico degli edifici (riscaldamento e raffreddamento), 3% per l’uso di produzione elettrica da fonti rinnovabili, 3% per l’uso delle rinnovabili nel condizionamento termico, il 3% per un uso più efficiente dell’elettricità negli usi generici e del 5% per l’efficienza energetica per usi domestici).

Nel settore del terziario, le possibilità riguardano la riduzione del 4% delle emissioni totali per la maggiore efficienza nel riscaldamento e nel raffreddamento degli edifici oppure dei processi nel settore dei servizi, un’ulteriore riduzione delle emissioni del 3% per il possibile uso di fonti energetiche rinnovabili mentre l’uso più efficiente dell’elettricità potrebbe contribuire con una ulteriore riduzione del 4%.
Sfruttando queste potenzialità l’Italia potrebbe ridurre di circa 219 MtCO2 le proprie emissioni entro il 2020 rispondendo all’esigenza riconosciuta di ridurre di oltre il 30% le emissioni totali a quella data.

Le misure introdotte nella finanziaria 2007 a sostegno del raggiungimento di questo obiettivo sono: la detrazione fiscale al 55% per gli interventi di risparmio energetico negli edifici e l’installazione di pannelli solari , i 45 milioni di euro per la costruzione di edifici con un fabbisogno energetico più basso di almeno il 50% di quello attuale, la detrazione fiscale fino a 200 euro per l’acquisto di frigoriferi ad alta efficienza , la detrazione fiscale fino a 1.500 euro per ogni motore elettrico ad alta efficienza installato nel 2007, la deduzione fiscale del 36% per l’adozione di sistemi di illuminazione ad alta efficienza per le piccole imprese, i 600 milioni di euro in tre anni per favorire la produzione diffusa di energia e lo sviluppo delle fonti rinnovabili.
Ulteriori tagli possono essere effettuati intervenendo sui trasporti , settore responsabile di oltre il 30% delle emissioni totali.

In particolare si stima che azioni a favore dei trasporti pubblici e su rotaia possa comportare una riduzione del 6% delle emissioni totali ed un ulteriore 7% per l’uso di mezzi e carburanti meno inquinanti.

Le misure introdotte in finanziaria 2007 che vanno in questa direzione sono: il contributo fino a 80 euro per ogni auto inquinante eliminata nel 2007 e rimborso dell’abbonamento annuale ai mezzi pubblici del proprio Comune se non si acquista un altro veicolo; 150 milioni di euro per la trasformazione di auto inquinanti a Metano o GPL e incentivi e sgravi sulle tasse di circolazione per l’acquisto di auto a emissioni ridotte ; riduzione del 20% dell’accisa sul GPL e 90 milioni di euro per incrementare l’utilizzo dei biocarburanti ; 420 milioni di euro l’anno per la qualità dell’aria nelle città (con provvedimenti che contribuiscono anche a ridurre le emissioni di gas serra) e 270 milioni di euro l’anno per la mobilità sostenibile.

Potete verificare il successo della precedente edizione di “M’illumino di meno” tramite il seguente grafico, fornito da Terna e relativo ai consumi di energia del giorno 16 febbraio 2006, in cui è evidente (cerchiato in giallo) il crollo dei consumi effettivi (linea rossa) rispetto a quelli normalmente previsti per le ore 18.00 (linea gialla).

Grafico Terna

Commenti»

1. thisend - 16/02/2007

Bhè sul mio blog ne ho parlato, in occasione di far conoscere a quanta più gente possibile un piccolo programma che non appesantisce il computer e permette un notevole risparmio dell’energia elettrica consumata dal pc, consiglio a tutti di usarlo e magari di entrare nel team creato da noi blogger italiani! per maggiori informazioni visitate il mio blog (Scusa lo spam ma nn è tanto x il mio blog quanto x il programma)


Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: