jump to navigation

Un calcio… al week-end (6) – 17 e 18 marzo 2007 19/03/2007

Posted by Antonio Genna in Articoli, Sport, Un calcio… al week-end.
trackback

Un calcio… al week-endEcco un nuovo appuntamento con lo spazio settimanale sul gioco più amato dagli italiani, “Un calcio… al week-end”, curato dal mio amico – fresco di laurea, congratulazioni! – Carlo, che già si interessa di sport (ma non solo) nel suo blog e che scrive articoli sull’argomento per il sito web RealSoccer.
Ecco un quadro degli avvenimenti dell’ultimo week-end calcistico nazionale.

Lazio sempre più su. Sconfitte per Napoli e Genoa

Nel 29° turno di Serie A non cambia nulla per la lotta-scudetto (se così si può chiamare). L’Inter infatti, con la facile vittoria di Ascoli (2-1, doppio Ibrahimovic) vola a +18 dalla Roma, fermata sullo 0-0 a Firenze da un grandissimo Frey, che ha salvato il risultato rispondendo alla grande su Perrotta, Totti e Mancini. I viola hanno giocato per un’ora in dieci uomini per l’espulsione al 33’ di Dainelli.
La Lazio di Delio Rossi va sempre più su. I capitolini battono 3-1 l’Empoli nel posticipo con i gol di Pandev, Rocchi e Manfredini (per i toscani in gol Almiròn) e sorpassano il Palermo, sempre più in caduta libera e fermato nell’anticipo del sabato dalla Sampdoria. Nella ripresa gran gol di Cavani, ma dopo appena tre minuti grave malinteso Barzagli-Agliardi e ne approfitta Quagliarella che mette a segno il gol del pari, da vero falco d’area. Di NataleIn zona Champions si fa spazio il Milan, che battendo per 1-0 l’Atalanta è a ridosso del Palermo. Il gol di Ambrosini fa fare un bel balzo in avanti ai rossoneri, che ora sono quinti ed hanno scavalcato l’Empoli. Goleada dell’Udinese, che umilia per 4-0 il Livorno con un grandissimo Di Natale (doppietta, nella foto). Le altre reti sono state messe a segno da Asamoah (aiutato da una deviazione) e Barreto su rigore.
Nella zona calda della classifica, la giornata è a favore del Parma, che coglie la prima vittoria da quando Ranieri siede in panchina. L’1-0 sul Siena firmato Gasbarroni è una grande boccata d’ossigeno per gli emiliani, che ora sono ad appena 3 lunghezze dalla salvezza, lasciandosi dietro l’Ascoli, fermo a 19 punti. Il passo falso del Messina (0-3 in casa contro il Torino) e del Cagliari (0-2 contro il Chievo) rendono notevolmente più interessante la lotta per non retrocedere, che per ora vede solo l’Ascoli in grande difficoltà, con Parma, Messina, Reggina, Cagliari, Siena, Chievo e Livorno in appena 7 punti.
In classifica, Inter a +18 sulla Roma. I nerazzurri comandano con 76 punti, seguono i giallorossi a 58. Poi Lazio 49, Palermo 47, Milan 43, Empoli 42 (Lazio -3, Milan -8, Palermo una gara in più).
Tra i marcatori, in testa il capitano della Roma Totti (4 rig) con 18 gol. Seconda piazza divisa da tre giocatori, ovvero Bianchi (3 rig), Ibrahimovic e Toni, tutti a 15 reti. Dietro di loro il fiorentino Mutu (2 rig) e il laziale Rocchi (1 rig) a 13.

Parafrasando una frase estratta da “Tutto Il Calcio Minuto Per Minuto” relativo alla 29ª giornata di Serie B, “la Juventus vince anche quando non gioca”. Infatti in attesa del posticipo di lunedì sera tra Juventus e Triestina, nessuno prova ad accorciare le distanze dalla capolista, perdendo una buona occasione di aumentare le proprie chances in chiave-playoff. Il Napoli, che sulla carta aveva l’incontro più facile, cade a sorpresa a Crotone perdendo per 2-1 grazie alle reti di Sedivec e Giampaolo all’8’ e al 18’ del primo tempo che hanno sfruttato abilmente due ingenuità del reparto difendivo partenopeo. Inutile l’autorete di Zamboni al 41’ che ha portato il risultato sul definitivo 2-1. Anche il Genoa a Cesena perde 2-1 in una partita che diventa spumeggiante nel secondo tempo, quando al 74’ Pellè porta in vantaggio i padroni di casa con un bellissimo colpo di testa. All’83’ arriva il pareggio di Greco, che sembra definitivo. Ma al 91’, Pellicori in contropiede dà i  3 punti ai bianconeri proprio quando sembrava che il Genoa potesse provare a vincere la gara. CacìaNotevole balzo in avanti in classifica per il Piacenza, che con un Cacìa in grande spolvero (tripletta, nella foto) batte 3-0 un Frosinone troppo remissivo e scavalca Bologna e Genoa, occupando la terza posizione dietro Juventus e Napoli. Nell’anticipo del venerdì, deludente pareggio per il Bologna, che solo al 91’ agguanta il pari con Bellucci, dopo che il Mantova era passato in vantaggio nel primo tempo con Noselli. Importantissima, in zona playoff, la vittoria per 2-0 del Rimini a Brescia. La squadra di Acori è ora a pari punti con Bologna e Genoa e puntano decisi ad occupare un posto tra le prime 6, che significherebbe avere la possibilità di disputare gli spareggi per la promozione in Serie A.
In chiave salvezza, perdono le ultime 3 (Modena, Pescara e Arezzo), a vantaggio del Crotone e del Lecce, che con l’1-0 al Modena si porta a +3 sulla zona playout. Pescara ora a -8 dagli spareggi, Arezzo (che in settimana ha visto il ritorno in panchina di Antonio Conte) a -10.
In classifica comanda sempre la Juventus con 52 punti, seguita dal Napoli a 49, poi Piacenza 47, Rimini, Bologna e Genoa 46, Mantova 44, Cesena 41 (Juventus -9 e una gara in meno).
Tra i marcatori, Del Piero (1 rig) è in testa con 15 reti. Dietro di lui Bellucci (3 rig) a 13, Papa Waigo a 12, Cacìa (3 rig) e Calaiò (4 rig) a 10.

Commenti»

1. Midnighter - 19/03/2007

Il crollo del Livorno nella seconda parte del campionato, dopo una partenza sprint, sta diventando una costante di tutti i campionati… A mio avviso i fattori sono molteplici e coinvolgono tutti, dai giocatori all’allenatore alla società… Strepitosa Lazio, insieme all’Inter (che ormai gioca da sola) è la squadra più solida del campionato, gioca a memoria, ha una rosa non troppo ampia ma comunque molto varia (credo che abbia il parco attaccanti più completo a livello di caratteristiche dei giocatori). E’ un piacere vederla giocare.

2. Carlo - 19/03/2007

secondo me la migliore in assoluto è la lazio. la delusione degli ultimi mesi, più che il livorno io direi palermo. dall’infortunio di amauri sta avendo una crisi incredibile, come il catania che non riesce più a riprendersi da quando hanno squalificato il campo.

3. Midnighter - 19/03/2007

Vero che il Palermo dall’infortunio di Amauri è crollato, ma forse la “scoperta” di Cavani può portare entusiasmo e nuovo potenziale offensivo, che con Caracciolo è mancato del tutto. Il Catania paga sicuramente la squalifica, ma era anche impensabile che mantenesse il rendimento della prima parte di campionato.
La Lazio in questo momento è la squadra migliore, ed ora come ora è la più seria candidata al terzo posto che fino a un paio di mesi fa non avrei mai pensato che il Palermo potesse perdere. Alla fine sarei pronto a scommettere sui posti Champions occupati da Inter, dalle due romane e dal Palermo (o forse il Milan, ma mi sembra ancora troppo fragile).

4. Carlo - 19/03/2007

vedendo la classifica, e pensando che la roma è ancora impegnata in champions, mi azzardo a pensare ad una lazio seconda (è a 9 punti dalla roma). continuando su questi ritmi non è impossibile, considerando che mancano 10 partite, ricchissime di scontri diretti (compreso il derby).

5. Carlo - 19/03/2007

grandissimo palladino a 5-1 sulla triestina (gol di piovaccari, camoranesi, tripletta di palladino e bojinov). juve a 55, poi napoli 49, piacenza 47 e via via tutte le altre.


Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: