jump to navigation

Le sigle delle serie TV (18): Frasier 27/04/2007

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, I Simpson, Musica, Serie cult, Sigle Telefilm, TV ITA, Video e trailer.
trackback

FrasierNuovo appuntamento con lo spazio che raccoglie alcune sigle, più o meno “storiche”, legate a serie TV principalmente del passato.
Questa volta è in primo piano la divertente (ma semi-sconosciuta in Italia) sit-com Frasier, composta da 265 episodi (11 stagioni) di 25 minuti l’uno, trasmessa negli Stati Uniti sul network NBC dal settembre 1993 al maggio 2004, e in Italia trasmessa “clandestinamente” dal 1995 sull’ex-Tele +, poi nella programmazione notturna di Italia 1 e su La 7, prima di approdare dall’ottobre 2004 sul canale satellitare Jimmy – che ha replicato le già trasmesse prime cinque stagioni, aggiungendo in coda le inedite stagioni 6 – 11 (seppure con diverse voci per i protagonisti) – e dal gennaio 2006 anche su Paramount Comedy. Non esistono, nè sono al momento previsti, DVD italiani del telefilm.
La sit-com è stata creata e prodotta da David Angell, Peter Casey e David Lee (con la loro Grub Street Productions) in associazione con Paramount Television; Angel, Casey e Lee avevano già prodotto la storica Cheers – Cin Cin e creato la sit-com Wings. Proprio Frasier, che nei suoi undici anni di storia ha vinto la cifra record di 39 Emmy Awards, è lo spin-off di Cheers, concluso qualche mese prima, in cui era già comparso il personaggio dello psichiatra Frasier Crane (interpretato da Kelsey Grammer). Adesso Frasier torna nella sua città natale di Seattle, dopo la fine del suo matrimonio e della sua vita a Boston (dove era ambientata Cheers), ma i suoi piani per una nuova vita da scapolo cambiano quando l’uomo deve accogliere in casa il padre, ex-agente di polizia, Martin Crane (John Mahoney), che dopo una ferita in servizio si è ritirato dal lavoro e non può vivere più da solo. Frasier e Martin vengono raggiunti da Daphne Moon (Jane Leeves), l’eccentrica terapista di Martin, e dal cane di Martin, Eddie (“interpretato” per 194 episodi da un Jack Russel Terrier chiamato Moose, a volte in alternanza con il cane Enzo). Spesso fa capolino a casa Crane anche il fratello minore di Frasier, Niles (David Hyde Pierce), giovane psichiatra molto snob e intellettuale reduce da un fallito matrimonio con Maris (che non si vede mai nel corso della serie).
Frasier lavora come conduttore di un talk-show radiofonico alla stazione radio KACL 780AM, dove viene affiancato dalla produttrice Roz Doyle (Peri Gilpin), molto diversa dall’uomo per stile e gusti, ma di cui però diventa amica nel corso degli episodi.


Qualche curiosità sulla sit-com: ho già detto prima del record di 39 Emmy Awards vinti, dei quali quattro l’uno vinti da Kelsey Grammer che da David Hyde Pierce, e cinque consecutivi (dal 1994 al 1998) come miglior serie comica. Kelsey Grammer è diventato la star televisiva più pagata della storia, grazie al suo salario di 1,6 milioni di dollari ad episodio per le ultime due stagioni (record però nel frattempo superato dall’attore Ray Romano per il suo compenso nella sit-com Tutti amano Raymond), e il suo personaggio è uno dei più longevi della televisione statunitense grazie ai suoi 20 anni di interpretazione consecutiva.
Una divertente curiosità relativa a I Simpson, nella cui versione originale Kelsey Grammer “interpreta” il pericoloso Telespalla Bob Terwilliger: nell’episodio dell’ottava stagione “Fratelli coltelli”, il cui titolo originale è “Brother from Another Series” (ovvero “Fratello da un’altra serie”), David Hyde Pierce partecipa come guest-star vocale nel ruolo di Cecil Terwilliger, fratello di Bob!
Riporto adesso un estratto video della brevissima sigla della sit-com:

Ed ecco un altro estratto video con una divertente esecuzione concertistica diretta da Frasier, che ben riassume lo spirito della sit-com:

Commenti»

1. B - 27/04/2007

Bella! Imperdibile anche la puntata in cui istituiscono “il giorno di Frasier Crane”a Seattle perchè alla fine la sigla finale(“tossed salads and scrambled eggs”)è cantata da lui dal vivo…Adoro i Crane!Sono contenta che ne parli.
PS Eddie è un jack russel terrier,non un bulldog.

2. ipp - 28/04/2007

meraviglioso frasier.
forse però andava messa la sigla finale, vero marchio di fabbrica della serie….

3. sabrina - 07/09/2007

cosa andava in onda nella programmazione notturna insieme a frasier?grazie!!

4. Riccardo - 13/11/2007

semplicemente unici…un umorismo intelligente…una delle poche trasmissioni che veramente fa ridere di gusto…chiunque avesse tutte le serie complete in dvd o dvx mi contatti…l’email è: ruizizou1021@tiscali.it…grazie!

5. giulio - 17/04/2008

Anch’io sono un amante di Frasier, e vale il discorso di Riccardo: se avete la serie completa (in lingua italiana) avvertitemi a questa email giuliop_it@yahoo.it

6. Bob - 30/09/2008

Lo sto scoprendo ora su Comedy. E’ una serie da non perdere.
Marco Mete su Frasier è eccezionale… terribile sapere che dalla sesta serie le voci cambiano…

7. McBeind - 14/10/2008

Sono un grande Fan di frasier, ma il doppiaggio delle serie 6-11 è disarmante…lo snatura quasi completamente…una delle sit-com più geniali della storia!! quanto mi spiace!! MA PERCHEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE!!!!!!!!!?????????????????

VoluMax - 16/08/2010

Hai PERFETTAMENTE RAGIONE. Il Doppiaggio, passato dalla grande CDC sotto la direzione dell’immenso Sergio Di Stefano (stesso direttore del doppiaggio di Friends),
alla inesistente ROMA MOVIE, ha danneggiato la serie Frasier.
Massimo Milazzo, pur facendo del proprio meglio, non si avvicina nemmeno a Marco Mete.
I motivi del cambio di doppiaggio? Se non economici, quali potrebbero essere….?

8. adriano - 10/11/2009

potete dirmi dove si può vedere la serie in streaming?

9. bu - 20/11/2009

adoro questa serie. perchè hanno smesso di girarla..non è giusto!!!!ho pianto l’ultima puntata. rivoglio frasier!!!!!!!

10. RedCarmain - 09/12/2009

Dopo essere stato x molti anni in un paese di lingua inglese ed aver visto dalla 1^ all’ultima serie di frasier, sono diventato purtroppo un
“Fresier dipendente”, ora ke sono tornato in Italia mi manca molto e ho spesso crisi d astinenza!
Nessuno sa dove me ne potrei procurare alcune dosi? Ma in italiano xkè vorrei ke anke la mia ragazza ke non lo conosce e nn parla inglese ne vorrebbe provare un pò, x vedere se è davvero così buono come le continuo a dire!

11. Daniele - 23/08/2010

grande frasier…la mia serie preferita..o meglio la nostra (parlo anche per la mia ragazza)
vero il discorso del doppiaggio ma dopo un pò ti abitui e tutto sommato sembrano doppiate bene anche le ultime stagioni…
merito degli attori?

Daniele - 23/08/2010

ps – su http://www.dduniverse.net si trova la serie.. iscrivetevi..

12. emi - 28/09/2010

lo sto seguendo in streaming in questo perdiodo ma proprio ieri sono arrivata alla prima puntata della sesta serie e non credo proseguirò oltre, impossibile abituarsi. sapete dove posso vedere in streaming queste ultime serie sottotitolate ita? non le trovo e non sopporto quell’insulso doppiaggio nuovo!

13. erbustina76 - 29/10/2010

mi unisco a voi nel dire che Frasier è stata una bellissima serie…che poi sto vedendo in streaming proprio in questi giorni.
Mi chiedevo invece se qualcuno sa dirmi dove rimediare “cheers” o in italiano “cin cin”!
a parte emule (che a me va pianissimo e non sempre riesco a scaricare tutto)non si trova da nessuna parte.
Ciao at all.

PS: sapere dei 1,6 milioni a puntata (anche se per le ultime due serie si parla di circa 44 puntate!) mi fa accapponare la pelle…in questo Kelsey Grammer mi è calato un po.cmq rimane un attore comico molto bravo.

14. erbustina76 - 29/10/2010

..dimenticavo di dire che alla fine per i doppiatori ci si abitua anche se con un po di fatica.
Per questo quando posso guardo le serie in originale con i sottotitoli.
Certo è che delle piu datate i sottotitoli non li trovi manco a pagarli.
Ariciao.

15. Albo Abourt - 30/10/2010

Fu Jimmy o Comedy Central a richiedere il doppiaggio delle ultime serie, pur con un budget abbastanza basso. (almeno, da quello che ho capito)
Oltre al fatto che ci si abitua, anche risentendo oggi la proima puntata della sesta serie e sentendone una a caso della nona o della decima, si capisce che pian piano si sono abituati anche i doppiatori, riuscendo a caratterizzare meglio quei personaggi.

Sono comunque contento che abbiano riproposto questo capolavoro anche per gli italiani che non mangiano l’inglese.

16. enzo - 04/02/2011

6 mesi fa ho smesso di vedere frasier nn appena ho scoperto il cambio di doppiaggio..nn lo sapevo m’è preso un colpo, nn ci potevo credere! ma come si fa?..c’ho provato ma nn ce la faccio, è completamente snaturante. spero di trovare(ma nn so proprio dove) le ultime 6 serie sub.ita! se qualcuno potesse aiutarmi..grazie :)

17. Antonio Mocciola - 21/04/2011

sono d’accordo sul pessimo doppiaggio dalla sesta seria. non mi sono mai abituato, è indigeribile! io ho tutta la sertie in dvd.
antoniomocciola@alice.it


Rispondi a erbustina76 Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: