jump to navigation

Intervista esclusiva ad Aldo Romersa (Mediaset) 13/06/2007

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Esclusive, Interviste, TV ITA.
trackback

MediasetNel mese di maggio ho proposto in questo blog due interessanti interviste per gli appassionati di televisione italiana, una rivolta al responsabile cinema e fiction di RaiDue Giorgio Buscaglia ed un’altra al responsabile fiction di Rete 4 Luca Rizzi. Adesso vi presento una nuova intervista esclusiva, questa volta rivolta ad Aldo Romersa, responsabile della struttura Coordinamento Acquisti di Mediaset, che spiega un po’ in cosa consiste il suo lavoro, racconta qualche aneddoto e offre il suo parere sugli ultimi screenings statunitensi e su successi ed insuccessi seriali Mediaset degli ultimi tempi.

Come è approdato al mondo della televisione? Ne è sempre stato appassionato fin da ragazzo, o il tutto è nato soltanto per lavoro?
Come io sono approdato al mondo della televisione? Sento già il coro degli ‘echissenefrega’… Lo racconto in segno di gratitudine per questa azienda. Nel 1989, su consiglio del mio compagno di università Federico Di Chio, inviai un curriculum a Giorgio Gori, allora direttore delle tre reti. Cominciava così:” Gentile Gori, ora lo so: l’erba voglio cresce soltanto sui campi di Segrate”. Avevo persino sbagliato indirizzo, perché Gori lavorava a Milano 2 ! Lui fu però incuriosito, mi fece un colloquio e mi assunse come suo assistente. Di quell’incipit così ruffiano mi vergogno ancora oggi, però in Mediaset, come tanti altri, sono entrato così – e sono grato, con l’Italia che corre. Da allora ho lavorato a Canale 5 come programmatore e, dal 2002 al 2006, a Italia1 come vicedirettore. In mezzo due anni come buyer a Eagle Pictures.
In cosa consiste principalmente il suo ruolo di responsabile del coordinamento acquisti? Quali sono le difficoltà maggiori che le si presentano?
La neonata struttura del Coordinamento Acquisti controlla che le Reti chiedano il giusto e che gli Acquisti comprino ciò che è prioritario: è una funzione di filtro, e già con la mia risposta mi sono reso antipatico a tutti e due. Gestire, diciamo, questa ondata di affetto è uno dei compiti che Cristina Veterano, Giacomo Poletti ed io affrontiamo con ironia. Ci sostiene Giovanni Modina, il nostro capo, persona equilibrata e stimata in azienda.


E’ il Coordinamento Acquisti a decidere quali serie “assegnare” a ciascun canale Mediaset, o c’è un’autonomia di ciascun canale?
No, non siamo noi. Faccio un esempio concreto di funzionamento. Le Reti, di ritorno dagli L.A. Screenings, chiedono in acquisto 10 serie. Il nostro Coordinamento Acquisti rimette in un ordine di priorità queste richieste se, per esempio, solo per 5 c’è spazio nei budget o nei palinsesti. La Direzione Acquisti guidata da Guido Barbieri e Francesco Mozzetti ne gestisce per intero la trattativa di acquisto col fornitore. Il Coordinamento Reti guidato da Maurizio Colombo decide infine a chi assegnare le serie acquisite sulla base delle necessità di palinsesto a medio periodo. Maurizio, sempre per Giovanni Modina, è anche il manager che coordina l’offerta quotidiana dei nostri canali free. Tutto questo che ho descritto e diviso col bisturi è un processo in cui ciascuno esercita forza e rivendica autonomia: è quello che si chiama ‘grande azienda’.
Quali serie ritiene che siano state le punte di diamante Mediaset dell’ultimo anno? Per quali motivi?
Io ho trovato spettacoloso il successo ottenuto da Canale 5 l’estate scorsa con ‘INVASION’, serie abortita alla prima stagione negli U.S.A. che io avevo sottovalutato; “TEMPESTA D’AMORE” è un altro bell’asset che si è andato ad aggiungere al palinsesto di daytime dell’ammiraglia. Trovo bello che RETEQUATTRO abbia creduto ne IL GIUDICE E IL COMMISSARIO dando tempo a questa serie di movies francesi di consolidare i suoi ascolti. Cito con piacere ‘HOUSE’ o ‘GREY’S ANATOMY’ che ho varato con Tiraboschi e i miei colleghi quando lavoravo al palinsesto di Italia1. Quanto ai motivi per cui queste serie hanno avuto successo, siamo noi a capirlo meglio leggendo sul vostro e sugli altri siti i commenti di chi li vede: c’è grande competenza in chi segue i programmi, non solo in chi li programma.
Quali serie invece non hanno ottenuto gli esiti che vi attendevate?
Ciascuna rete credo abbia un piccolo elenco di rammarichi. Non so… in effetti non ne abbiamo sbagliate molte. Scelgo WAR AT HOME per ITALIA1, CUORI TRA LE NUVOLE per CANALE 5, SEGRETI E PASSIONI per RETEQUATTRO. Una per rete, come da manuale Cencelli.
Nel numero speciale del periodico semestrale “Link” in vendita in libreria da maggio ha scritto un interessante articolo dal titolo “Overrated – I limiti della risorsa telefilm”: per chi non avesse avuto modo di leggerlo, vorrebbe anticiparne qualcosa?
“Link” - TelefilmDopo l’autobiografia mi chiedi l’autocitazione… sento ripartire la salve di pernacchie. Il numero di “Link”, diretto da Laura Casarotto, può essere interessante per i lettori del vostro sito. Io in breve ho raccontato questo. Cinque anni fa quando presentammo CSI alla stampa valeva il motto ‘in tv funziona solo la fiction italiana’. Ora pare che l’unico genere acchiappascolti, Luogo Sacro della Modernità Televisiva, sia il seriale americano. Tutto è ciclico, e oggi credo si stia enfatizzando il successo del Telefilm come fosse una scoperta degli ultimi 3 anni. Mah. Intanto il successo del telefilm non nasce oggi. Io il mestiere ho cercato di impararlo anche da Carlo Vetrugno, un direttore che quindici anni fa vide ‘Beverly Hills 90120′, lo mise su ITALIA 1 e gli fece fare 6 milioni d’ascolto. Andrei volentieri in pellegrinaggio da Claudio G. Fava, che se non sbaglio vent’anni fa o più mise ‘Derrick’ in prima serata su RAIDUE, dicendogli: Maestro, ci scusi, il seriale non lo abbiamo inventato noi, è l’entusiasmo dei neofiti. E poi mica tutto quanto è Telefilm è degno di essere importato su una generalista. Per otto serie che funzionano sui palinsesti di tutta Europa, novanta ce ne sono che giustamente abbiamo scartato, che giustamente si sono fermate al 13° episodio in America, che giustamente stanno al pomeriggio su qualche satellitare a riempitivo. Ecco, mi sembra che sia partito recentemente un inno incontrollato alla tipologia Telefilm: questo peana lo condivido solo in parte.
Senza fare riferimento a serie particolari, come ha trovato il panorama telefilmico presentato nel corso degli ultimi screenings statunitensi relativi alla stagione televisiva 2007/08?
A conferma di quanto ho detto non mi è parso, questo, un anno di screenings memorabili. Io ancora mi ricordo quelli in cui vidi, back to back, X FILES e NYPD, o l’anno in cui abbiamo assistito a DESPERATE HOUSEWIVES, LOST e GREY’S ANATOMY tutti insieme. Ma non è la regola. Quest’anno ABC ha un po’ dettato la linea: perciò molte serie ‘aperte’, target donne 20-40, ‘soapy’, in cui il massimo problema di queste donne in carriera mediamente ricchissime sono le corna del marito. Niente più medici che tornano in provincia, pochi procedural alla C.S.I., pochissimi cop show: un fluire di rapporti brillanti a sfondo New York, gran chiacchiericcio scritto benissimo, un misto DESPERATE e SEX IN THE CITY che alla fine ha un po’ stancato – almeno me. HEROES ha figliato un paio di succedanei, BIONIC WOMAN e SARAH CONNOR CHRONICLES, ma in generale di serie maschili e di serie teen, con l’eccezione di GOSSIP GIRL, si è sentita la mancanza. Un anno di routine, visto dai pilot. Ma càpita che la capacità di scrittura di quella grande macchina produttiva che è la televisione americana sappia migliorare anche gli esordi che sono sembrati meno convincenti.
Molte grazie per la disponibilità.

Commenti»

1. Jo3y - 13/06/2007

E Gossip girl quindi è già Mediaset, vedremo se sarà un nuovo fenomeno di costume sulla scia dei teen drama Mediaset!

2. Michele - 13/06/2007

Uaooo bella intervista!!!!!!!!Continua a regalarcene altre!!!!!!
E intanto Auguroni di buon onomastico anche qui!!!!!!!!!!!!!!!!

3. fabry - 13/06/2007

Non mi piace proprio, mi sembra molto antipatico! Giorgio Buscaglia è il migliore!

4. Midnighter - 13/06/2007

Vero, auguri di buon onomastico!!!
Comunque bella intervista, lui si sforza di fare il simpatico e gli riesce una volta sì e una no, comunque chiarisce alcuni procedimenti che erano un po’ oscuri. Ma alla fine il suo lavoro è dire alle Reti “No, tutte e due non te le posso comprare! Ti prendo solo questa che è più bella!”, insomma, quello che faceva mia mamma quando entravo in un negozio di giocatolli da bambino! :D

5. walkabout - 13/06/2007

A me non ne sta simpatico neanche uno, tutta la macchina della tv italiana se ne frega della qualità e poi non c’è più nessuno che abbia voglia di rischiare un po’ trasmettendo qualcosa di insolito (senza censurarlo come House, tanto esultato dalla stessa Mediaset che l’ha mutilato e reso più potabile al pubblico bigotto – non è che vado off topic?). Comunque di sicuro questi tizi non sono peggiori dei dirigenti americani, però tra produrre una serie e distribuirla c’è una bella differenza di costo! Scusate lo sfogo, ma io sono un appassionato di serial e come tale non posso che ritenere pietosa la programmazione della tv in chiaro (Rai compresa, non ce l’ho solo con la Mediaset)

6. walkabout - 13/06/2007

Comunque buon onomastico, hai lo stesso nome di mio padre :-)

7. Winx - 13/06/2007

Ma dove sta scritto che Gossip Girl va su Mediaset? L’ha solo citata…!!!

8. celestialconfession - 13/06/2007

Ma cosè GOSSIP GIRL?scusa l’ignoranza

9. ezio - 13/06/2007

E’ un nuovo teen drama (dramma adolescenziale) tratto da una serie di libri (pubblicati anche in Italia con il titolo Bad Girls), che racconta le viccende di un gruppo di ragazzi che frequentano una scuola privata nella New York dei ricchi.

10. Germano - 13/06/2007

Secondo me “Gossip Girl” sarà un fiasco.
E’ l’ennesima storia di adolescenti ricchi e problematici,stavolta ambientata a New York.
Prevedo che,quando partirà in America a settembre sul canale The CW sarà cancellata dopo 3/4 episodi,roba già vista e stravista!!!!!!!!!

11. Bosley - 13/06/2007

Il pilota chi l’ho a visto a L.A. ha detto che e’ una delle cose piu’ belle della prossima stagione.

12. Midnighter - 13/06/2007

E’ il genere che non fa più ascolti, perdipiù sulla CW… Basta vedere i risultati di Hidden Palms…

13. Germano - 13/06/2007

Il genere teen è fortemente in crisi,incluse le prime time soap.
Penso che ora come ora “One Tree Hill” basti e avanzi e………..stop ad altre serie adolescenziali.

14. PaoloKr - 13/06/2007

Le serie teen ci sono sempre state e non credo che finiranno di esserci,nonostante qualcuno se lo auspichi (perchè poi?!).
“Hidden Palms” non è malaccio,anche se puzza molto di OC (e non è decisamente una bella cosa,specie per gli americani ancora provati dalle ultime terrificanti stagioni).
Penso a questo punto che il problema sia la CW che non attira nuovi spettatori,ma si porta semplicemente dietro quelli che seguivano le serie preesistenti.

15. Midnighter - 14/06/2007

Anche Gossip Girl “puzza di OC”, anche se alle spiagge sostituisce i grattacieli. Non è malvagia e abbastanza “moderna”, però non avrà vita facile sulla CW che ormai campa solo di wrestling, reality e Smallville…

16. PaoloKr - 14/06/2007

Smallville,Smallville:pare che quest’anno verrà introdotta Supergirl,con l’intenzione poi di affidarle uno spin-off.
Indovinate a chi potrebbe essere affidata la parte? Addirittura Kristen Bell aka Veronica Mars!! Senza parole…

17. Midnighter - 14/06/2007

Che volessero introdurre Supergirl l’avevo sentito, che potesse essere interpretato da Kristen Bell non lo sapevo… Mah, potrebbe starci bene, anche se forse ha un viso troppo particolare per interpretare la cugina di Superman… Comunque, a questo punto non conviene chiudere Smallville e fare una nuova serie su Superboy/Superman/Justice League? Per avere nuove idee stanno continuando a “ripescare” sempre di più dal fumetto, allontanandosi un po’ dall’idea originale di raccontare l’adolescenza di Clark Kent dal punto di vista più “umano”… E poi ormai l’adolescenza di Clark sta finendo!

18. Germano - 14/06/2007

Caro PaoloKr, credo che al contrario il canale The CW sia il solo e il più idoneo a trasmettere serie teen,poichè ha obbiettivi di audience inferiori a quelli dei grandi networks quali Abc,Fox, etc….
The OC,ad esempio,nella sua ultima stagione faceva 4 milioni,raggiungendo i 6 milioni nella series finale avvenuta a Febbraio,cifre che sarebberop state da urlo sul canale The CW.
Purtroppo però The OC era in onda su Fox Tv che ha standard più elevati ed è in direttissima competizione con le grandi reti USA (Abc,Cbs,Nbc).
La media di ascolto totale del CW invece è di 3 milioni e mezzo/4 milioni, e se The OC fosse stato spostato lì sarebbe andato avanti tranquillamente.
Caso a parte invece è l’ultimo arrivato “Hidden Palms” che addirittura fà ascolti pietosi,secondo me perchè pecca in mancanza di originalità!!
Comunque vedremo cosa combinerà “Gossip Girl”……………….

19. PaoloKr - 14/06/2007

@Midnighter
era solo un rumor e infatti Ausiello afferma che difficilmente KB accetterebbe un supporting role a questo punto della sua carriera.

@Germano
Alla CW non la pensavano come te riguardo OC dal momento che a un certo punto si è cercato di venderlo ad altri network ma nessuno si è mostrato interessato.

20. fabrizio - 14/06/2007

Meno male che leggono i nostri commenti…..!?!?!?

21. Midnighter - 15/06/2007

Ovviamente, se OC faceva 4 milioni sulla Fox, sulla CW rischiava di farne meno di 2…

22. Mely - 27/11/2007

Il bellissimo Romersa è stat nell’ albergo dve lavoro…k emozione!!!!
È troppo bello!!!!!!1 Bacione dall’Hotel Central d Sorrento…;-)

23. Coolady - 27/11/2007

Oddio che emozione, sono tutta un brivido. Ma cosa ce ne frega che Romersa è stato nel tuo albergo.

24. A.L. - 16/09/2009

Grazie al sig. Romersa ho ottenuto i copioni originali ed italiani di un famoso telefilm americano anni ’90 per la mia tesi di laurea quando ancora lavorava per Italia1. Mi ha fatto piacere leggere questa sua intervista, grazie!


Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: