jump to navigation

Libri – “I Telefilm a test” 27/07/2007

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Comunicati, Libri, Quiz e giochi, TV ITA.
trackback

“I Telefilm a test”“I Telefilm a test” è un nuovo volume scritto da Igor Vazzaz (Alpha Test, 11,50 €, prefazione di Aldo Grasso) dedicato a tutti gli appassionati di telefilm che troveranno ben 336 domande a risposta multipla sulle serie TV trasmesse in Italia negli anni 1975 – 1990 (non sono dunque presenti le serie degli ultimi anni, ma ci sono serie e sit-com prodotte negli USA dagli anni 1950 in poi): tra le tante, sono oggetto di domande I Jefferson, Happy Days, Hazzard, Il prigioniero, Le strade di San Francisco, Vita da strega e Batman.
Il libro è suddiviso in sei capitoli tematici: “Streghe, maghi, alieni e robot”, “Capi, colleghi e posti di lavoro”, “Inseguimenti e pallottole”, “Scuole e scolari”, “Eroi e supereroi”, “Telecase e telefamiglie”. Vi propongo di seguito sei domande scelte tra tutte quelle presenti nel volume, per avere un succoso assaggio di quanto troverete; le risposte sono in fondo al post.

  1. Hazzard è una cittadina dalla vita movimentata, tra contrabbandieri, malviventi di passaggio e varia umanità che compone il coro di personaggi secondari del telefilm, spesso divisi tra amici e nemici dei Duke. Tra queste figure di secondo piano, chi è Cletus?
    A) Il cugino di Bo e Luke
    B) Il capo di Rosco
    C) Il meccanico
    D) Il nipote di Boss
  2. Nel telefilm Wonder Woman trasmesso in Italia, con Lynda Carter nei panni della protagonista, quale particolare azione permette a Diana Prince di assumere le sembianze e i poteri di Wonder Woman?
    A) Il movimento del naso
    B) Il cambio di costume in una cabina del telefono
    C) Il lancio dei bracciali e della cintura
    D) Un avvitamento a velocità supersonica
  3. John Koenig (Martin Landau) è a capo della base lunare di Spazio 1999, e guida lo staff tecnico della stazione satellitare. Dalla Luna, i protagonisti si muovono per esplorare lo spazio in cerca di pianeti abitabili, entrando spesso in contatto con forze aliene. Come si chiamano i mezzi volanti utilizzati?
    A) Viper
    B) Millennium Falcon
    C) Aquila
    D) A112
  4. Pronto a tutto, con qualsiasi mezzo: questo uno dei possibili motti che descrivono l’attitudine dell’agente segreto MacGyver, in grado di uscire da qualsiasi impiccio grazie all’uso di sorprendenti mezzi di fortuna. Benché il protagonista venga sempre chiamato per cognome, in alcune rare occasioni è possibile dedurne anche il nome di battesimo. Qual è?
    A) Angus
    B) Malcolm
    C) Quincy
    D) Rufus
  5. Robin Williams raggiunge la fama grazie all’interpretazione di un extraterrestre in una serie TV di successo, Mork e Mindy. Ma in quale tra le seguenti sitcom debutta il personaggio che sarà interpretato dall’attore di “L’attimo fuggente”?
    A) Happy Days
    B) Spazio 1999
    C) I cinque del quinto piano
    D) Strega per amore
  6. Quanto pesa la collana d’oro perennemente indossata da Mister T?
    A) Tra 13 e 15 chilogrammi
    B) Tra 2 e 5 chilogrammi
    C) Tra 6 e 8 chilogrammi
    D) Tra 9 e 13 chilogrammi

Prima delle risposte, ecco una presentazione del volume e dell’autore.

Il libro
Si sa. Mettete un branco di trenta-quarantenni una sera a cena, e finiranno a cantare le canzoni dei cartoni animati e a farsi domande sui telefilm che guardavano da ragazzini. Questo libro è scritto per loro e per tutti quelli che hanno amato Happy Days, I Robinson, Saranno famosi, La famiglia Addams, Mork & Mindy…
Domande, giochi e curiosità per tornare con la memoria alla televisione degli anni tra il 1975 e il 1990, l’età d’oro della produzione delle serie tv. Quelle che ci sono rimaste nel cuore, quelle che non a caso tornano a fare capolino in edicola. Buona visione.

L’autore
Igor Vazzaz, viareggino di origine friulana, è dottore di ricerca in Storia del teatro e ha pubblicato saggi su Roberto Benigni e Alessandro Benvenuti. Collabora con le Università di Pisa e Firenze, è critico teatrale e scrive su Giudizio Universale. Prima o poi riuscirà a terminare il disco con la sua band di musica etnosurf e melodica peninsulare, i Tarantola 31. Il suo telefilm preferito è Sanford and Son. O forse Pappa e ciccia. O forse Arcibaldo

Il vignettista
Giovanni Vannini, milanese, umorista, copywriter, disegnatore di fumetti e portinaio, dopo la laurea in Scienze politiche ha frequentato la Scuola d’Arte applicata del Castello Sforzesco.

Ed ecco le risposte (con le curiosità correlate) alle sei domande che vi ho proposto sopra.

  1. Cletus Hogg, interpretato da Rick Hurst, è innanzitutto nipote di Boss (risposta D); diventa vice di Rosco P. Coltrane a seguito del “trasferimento” del primo aiutante dello sceriffo Enos Strate (Sonny Shroyer) in occasione dello spin-off a lui interamente dedicato (Enos). Dopo una sola stagione, non avendo riscosso successo con il telefilm a lui dedicato, Enos torna alla base a formare, con Cletus e Rosco, un trio che i Duke non smettono mai di beffare.
  2. Il telefilm con Lynda Carter è di certo la più convincente realizzazione video di Wonder Woman, arrivata così al terzo tentativo. Infatti, la ABC decide, nel 1976, di produrre The New Original Wonder Woman, ossia l’unica serie che giunge anche in Italia. Molto più fedele alle strisce rispetto ai precedenti, questo riuscito tentativo presenta ugualmente alcune differenze: il superpotere di Wonder Woman risiede nella cintura e non, come vorrebbe il fumetto, nei bracciali; il legame mitologico con la dea Afrodite è inesistente, mentre è presente la lotta contro i nazisti; il personaggio di Lynda Carter riesce a simulare il timbro vocale di chiunque, facoltà assente dalle strisce. La sequenza che vede Diana Prince in avvitamento alla scopo di trasformarsi in Wonder Woman (risposta D) è, peraltro, un’idea che la stessa attrice suggerisce agli autori.
  3. La base Alpha ha in dotazione undici navicelle Aquila (risposta C), sebbene nel corso della sola prima stagione le astronavi distrutte ammontino a quattordici.
    È interessante la relazione tra i modelli Aquila e l’elaborazione del Millennium Falcon, ossia la nave che in Guerre Stellari (George Lucas, 1977) è guidata da Han Solo (Harrison Ford): alla visione del primo modello approntato dai tecnici, George Lucas lamenta l’eccessiva somiglianza con quelli di Spazio 1999, costringendo a operare una significativa modifica al design.
    Un grande fan di questa serie britannica è Isaac Asimov, che sottolinea l’accurato lavoro effettistico nel riprodurre la bassa gravità lunare, sebbene, dalle colonne di The New York Times, si mostri dubbioso sulla possibilità che nel 1999 sia possibile un avanzamento della tecnologia umana tale da permettere il controllo a tutti gli effetti della superficie lunare.
  4. Nel corso di un episodio in cui Mac sogna di trovarsi in epoca medievale, si scopre che il suo nome di battesimo è Angus (risposta A). La cosa resta sino a quel punto un mistero, più o meno come accade per il protagonista di Quincy (interpretato da Jack Klugmann), altro poliziesco degli anni Settanta. Serie dotata di innegabile senso dell’umorismo, MacGyver (nata nel 1985) unisce un sincero interesse per le materie scientifiche, che Mac conosce evidentemente molto bene, alla capacità di utilizzare qualsiasi oggetto comune per risolvere i più svariati problemi. Leggendario, tra gli strumenti del protagonista, il coltellino multiuso svizzero, ma sono altri arnesi, sfruttati in modo sorprendente, a garantire il successo di questo particolare agente segreto: come è stato notato da più parti, MacGyver sembra una versione povera (o parodica) del ben più accessoriato James Bond.
  5. Mork è l’alieno che entra in contatto con Richie Cunningham in più di una puntata di Happy Days (risposta A). Non a caso, il creatore delle due serie è lo stesso: Garry Marshall. Mork e Mindy è dunque un vero e proprio spin-off della serie di Fonzie & co.: l’episodio in cui Mork compare per la prima volta in Happy Days si intitola “Fantascienza” e vede l’alieno tentare di rapire il rampollo di casa Cunningham. Nella sua prima scena, Mork sta guardando in televisione il programma The Andy Griffith Show in cui recita davvero un Ron Howard bambino. Mork afferma di apprezzare particolarmente Opie, il personaggio interpretato dal piccolo Ron.
    Nel corso del casting per un alieno da inserire in una puntata di Happy Days, Garry Marshall chiede allo sconosciuto Robin Williams di sedersi: il giovane attore si mette su una poltrona a testa in giù, col risultato che Marshall chiude le audizioni e afferma di aver trovato l’alieno che cercava.
  6. Anche in questo caso la risposta esatta è la A. Una delle frasi memorabili di Mister T, al secolo Lawrence Tureaud, nato da una famiglia povera di Chicago, è: «I believe in Golden Rule… The Man with the Gold… Rules» (Credo nella legge aurea: è l’uomo che ha l’oro a dettare legge). Divenuta quasi un segno di riconoscimento, l’attore e atleta ha smesso di indossare la collana d’oro soltanto di recente, a seguito del disastro dovuto al ciclone Katrina.
    La storia di Mister T è peraltro piuttosto interessante, divisa tra lo sport (è stato giocatore di football, pugile e lottatore di wrestling al fianco di Hulk Hogan), lo spettacolo e diversi lavori, tra cui la guardia del corpo al servizio di personaggi come Steve McQueen, Mohammed Alì e Diana Ross.
    Un sondaggio della BBC lo ha visto eletto tra gli americani più influenti della storia al fianco di Homer Simpson, Abramo Lincoln e Martin Luther King.
Annunci

Commenti»

1. robin hood - 27/07/2007

Altra pubblicità.

2. burchio - 27/07/2007

cosa dici???

3. lostboy - 27/07/2007

Purtroppo so di telefilm dal 2000 in poi…

:-(

4. solospettacolo.it - Sotto l’ombrellone - Curiosità - 28/07/2007

[…] questo bellissimo post sul blog antoniogenna, in cui si fa riferimento al volume “I Telefilm a test“. Autore: Igor Vazzaz. Prezzo […]

5. franz - 28/07/2007
6. bek5ul - 11/06/2009

dsfsdfs67877 test test

7. us5u07 - 11/06/2009

dsfsdfs67877 test test


Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: