jump to navigation

Intervista esclusiva a Piercarlo Guglielmi (Italia 1) 18/10/2007

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Dr. House, Esclusive, Heroes, Interviste, Serie cult, TV ITA.
trackback

Italia 1E’ passato un po’ di tempo dalla pubblicazione delle interviste che ho rivolto la scorsa primavera a Giorgio Buscaglia di RaiDue, Luca Rizzi di Rete 4 e Aldo Romersa di Mediaset, che hanno aiutato a comprendere meglio le scelte seriali delle reti e a chiarire alcuni meccanismi spesso non molto chiari ai non addetti ai lavori.
Adesso vi propongo un’altra interessante intervista esclusiva che ho recentemente rivolto a Piercarlo Guglielmi, Responsabile del Palinsesto e della Redazione Diritti di Italia 1, che ringrazio per la disponibilità. Tanti gli argomenti trattati, dallo spostamento di una serie amata come Dr. House – Medical Division su Canale 5 al non esaltante andamento di Heroes, non trascurando qualche notizia sulle serie “disperse” di Italia 1 e qualche anticipazione sulle prossime novità del panorama telefilmico della rete.

Come è nato il suo interesse per il mondo delle serie TV? Quali erano i telefilm di cui era appassionato da ragazzo?
Onestamente non mi definirei un fanatico di serie tv.. sono un appassionato di televisione in generale, ma senza particolari fissazioni di genere. Da ragazzo comunque preferivo prodotti classici e di stampo comedy, con una predilezione per le sit-com. Ecco perché cito “Happy Days”. Non mi perdevo comunque anche “Starsky & Hutch” e “Moonlighting”.
Come è arrivato a ricoprire il ruolo di responsabile della fiction di Italia 1?
Vengo dal Marketing Strategico Mediaset, sono stato chiamato ad Italia 1 dal Direttore di allora Stefano Magnaghi per occuparmi di cinema e produzioni sportive. Ho lavorato nella Redazione per sei anni, quattro dei quali con Aldo Romersa, un maestro in questo lavoro. L’anno scorso quando Romersa è diventato il Responsabile del Coordinamento Acquisti di Mediaset Luca Tiraboschi mi ha nominato Responsabile del Palinsesto e della Redazione Diritti della Rete.
Italia 1 è la rete telefilmica per eccellenza tra le reti Mediaset: come è articolata la programmazione del canale durante la giornata?
Italia 1 è una rete che ha sempre dato grande spazio al prodotto seriale, sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo. Si può dire che i telefilm costituiscono il telaio del palinsesto di Italia 1, la sua struttura portante. Nel corso della giornata il nostro tentativo è quello di offrire un’offerta diversificata a seconda della fascia oraria, spaziando dai titoli cult della mattina alle teen-soap del pomeriggio, con un’offerta che diventa sempre più giovane nell’avvicinarsi ai cartoni animati delle 17.00. Siamo poi molto orgogliosi del nostro slot sitcom delle 19.00, in cui alterniamo prodotti americani ed italiani.
Quali considera i “successi” in campo seriale del momento? Quali telefilm invece hanno deluso le attese e non hanno avuto un buon gradimento?
Se si riferisce al mercato italiano ed escludendo Italia 1, mi sembra notevole il lavoro che sta facendo RaiDue sul pubblico centrale. Bella e diversificata l’offerta di prime tv estive (“Numb3rs” e “Ghost Whisperer” in primis), buono il consolidamento di prodotti storici nei periodi di Garanzia, da quelli più sofisticati come “Criminal Minds” a quelli più classici come “NCIS”. Mi piace molto anche il lavoro di continuo scouting che sta portando avanti Rete 4 sul versante investigativo.
Fra le delusioni, mi è dispiaciuto vedere il basso dato di “Desperate Housewives”.
Come giudica il risultato inferiore alle aspettative di “Heroes”, successo della stagione USA 2006/07? Alla luce dei bassi ascolti di “Lost” stagione 2 e “Jericho” su RaiDue, non era facile prevederlo? Anche la collocazione domenicale e l’orario di inizio anticipato rispetto agli altri canali non ha sicuramente giovato…
HeroesInutile negare che “Heroes” non abbia ottenuto risultati eccezionali sul target individui, mentre raggiunge invece gli obiettivi d’ascolto sul pubblico di riferimento di Italia 1, che è quello dei 15-34enni.
Eravamo consapevoli di avere a disposizione un prodotto di elevata qualità ma non privo di alcuni limiti, come la complessità narrativa dovute alla coralità del racconto. Abbiamo cercato di anticipare la partenza rispetto al normale periodo di Garanzia, nella speranza di garantire alle prime, complesse puntate una maggiore visibilità. Non è stato sufficiente. RaiDue è stata bravissima a marcarci da subito con un prodotto forte sugli uomini come “NCIS”, infinitamente più semplice a livello narrativo.
Certamente la domenica non è poi un giorno facile perché a causa di vincoli del nostro palinsesto (partenza di Controcampo alle 22.30) non possiamo allineare la nostra struttura di prima serata a quella delle altre reti, che hanno in access prodotti come “Affari Tuoi”, “Che tempo che fa” e “Paperissima” che spingono al partenza del Prime Time alle 21.30. Noi in pratica abbiamo il primo episodio di “Heroes” coperto dalle code di questi varietà. Eravamo consapevoli, ma purtroppo costruire una griglia di prima serata di una rete generalista vuole dire dover tenere in considerazione mille altri fattori rispetto a quelli -evidenti a tutti- che ho appena descritto e spesso purtroppo non è possibile garantire a tutti i prodotti una collocazione ottimale.
E cosa ne pensa dello spostamento su Canale 5 di una serie campione d’ascolti della rete come “Dr. House – Medical Division”, che ha portato allo sfascio della “Serata Doc” di Italia 1?
Dr. House - Medical DivisionChe dire? Per noi è stato doloroso doverci privare di un prodotto così connotante dal punto di vista editoriale. “House” è cinico, tagliente, ironico… un po’ come Italia 1. E’ stato bellissimo seguire la sua esplosione e la passione degli spettatori.. credo sia una delle soddisfazioni più belle di chi fa il nostro lavoro, e non è assolutamente detto che nel proprio percorso professionale capiti di viverla.
Questo per dire che forse è importante saper vedere il bicchiere mezzo pieno. Abbiamo vissuto insieme al nostro “House” un periodo incredibile, adesso torniamo volentieri al nostro lavoro di rete sperimentale per andare a caccia di nuovi eroi che possano appassionare noi ed il nostro pubblico.
Per quanto riguarda la “Serata DOC”, l’appuntamento è solo rimandato al futuro. Siamo contenti che ci sia stata una risposta positiva alla nostra proposta di tematizzare le serate, cercheremo soluzioni sempre nuove per soddisfare un pubblico comunque sofisticato come il nostro. La tematizzazione delle serate e la costruzione di Prime Time spezzati è stata una delle nostre sfide più recenti, e la risposta del pubblico è stata incredibile. Oltre alla piacevolezza della fruizione, i prime time spezzati hanno una logica anche di ottimizzazione dell’utilizzo: in questo modo riusciamo a mantenere in onda il prodotto più a lungo favorendo la fidelizzazione (ad esempio 24 settimane invece di 12), ed inoltre riusciamo ad accorciare i tempi di distacco rispetto alla messa in onda americana grazie ad un fabbisogno di 1 e non 2 episodi a settimana.
Negli ultimi mesi la fascia preserale è stata oggetto di continui spostamenti e cambiamenti: per qualche settimana anche un sempreverde come “Walker, Texas Ranger” è passato da Rete 4 a Italia 1 per poi farvi ritorno due settimane fa, poi le repliche di “Will & Grace” sono state interrotte per la partenza di “Camera Cafè”. Come mai tanti cambiamenti?
La fascia del preserale e quella dell’access prime time sono da sempre strategiche e quindi spesso mutevoli. L’obiettivo da perseguire è quello di massimizzare il risultato delle singole reti, ma soprattutto di ottimizzare il totale Mediaset. E’ in quell’ottica che “Walker” ha cambiato rete più volte, nel tentativo di trovare un assetto ottimale complessivo. Per quanto riguarda “Will & Grace”, abbiamo mandato in onda le prime tv in estate ed era previsto che saremmo andati avanti con le repliche fino all’inizio della garanzia autunnale (10 settembre), in cui dovevamo partire con la nuova stagione di “Camera Cafè”.
Con l’arrivo di “Dragon Ball” nel preserale pensate di lasciare anche nei prossimi mesi uno spazio anime? E’ fattibile o auspicabile l’arrivo di altre serie anche non giapponesi come “I Simpson” a quell’ora?
L’esperimento di “Dragon Ball” è stato molto positivo, per cui non è escluso che anche in futuro possa continuare, perché no magari anche con gli amatissimi “Simpson”.
Purtroppo Rete 4 negli ultimi mesi ha collezionato diversi fallimenti conseguiti in sospensioni di telefilm amati come il caso recente “Bones”. Pensa che questa o altre serie (come “24”) potrebbero in futuro essere programmate su Italia 1?
Per quanto riguarda Mediaset ci sono alcuni casi di telefilm programmabili su più di una rete, come quelli che ha citato. Può capitare quindi che avvenga un passaggio in corso d’opera, se una rete può farne un utilizzo migliore. Certamente “24” è stato da noi sempre ritenuto un prodotto molto interessante.
Molti appassionati vogliono sapere il destino di seguiti e conclusioni di diverse serie da tempo non programmate da Italia 1, come le ultime stagioni di “Settimo cielo”, “The O.C.”, “Six Feet Under” e “Huff”. Ci sono già notizie in merito ad una loro ripresa?
Sicuramente ci sarà il ritorno dell’intera saga di “The O.C.” alle 15.00, a partire da gennaio.
Per gli altri prodotti siamo ancora in fase di pianificazione, ma andranno tutti in onda entro l’estate 2008.
Una curiosità: in autunno avrebbero dovuto debuttare un logo ridisegnato ed una grafica più “fumettosa” per Italia 1. Come mai l’annunciato progetto non è ancora partito?
Si è vero, è allo studio un progetto per rinnovare grafica e logo. Si tratta però di un passo molto delicato che riguarda l’identità di rete, per cui è importante scegliere con cura modi e tempi più opportuni.
Tra le serie in onda sui canali concorrenti, c’è qualcosa che “invidia” e che le piacerebbe vedere sui teleschermi di Italia 1?
Apprezzo “Criminal Minds” e mi sarebbe piaciuto molto poter trasmettere “One Tree Hill”, come anche “Sex & the City”. La7 poi si sta muovendo molto bene sul fronte dei prodotti innovativi. Invidio infine i telefilm cult che RaiTre trasmette nell’ora di pranzo (“Starsky & Hutch”, “Saranno famosi”, ecc) e che restano in onda anche a dispetto dei dati di ascolto piuttosto bassi. Complimenti.
Tra i telefilm che sono stati presentati agli ultimi screening statunitensi e che stanno debuttando in queste settimane negli Stati Uniti c’è qualcosa che l’ha colpito particolarmente? Secondo le prime voci, tra le nuove serie destinate ad Italia 1 c’è la teen-soap “Gossip Girl” di Josh Schwartz: può confermarlo?
Gossip GirlBeh sì… si tratta di una serie molto vicina al nostro mondo, è piaciuta subito sia a me che a Francesca Tumiotto, che era con me ai Los Angeles Screenings e in Redazione è responsabile del prodotto seriale. “Gossip Girl” ricorda un po’ “The O.C.” in chiave più moderna e ambientazione da upper class newyorkese. Ha debuttato in una serata (quella del mercoledì) molto difficile e competitiva in questa stagione, ma si sta difendendo bene. La aspettiamo!
Per il resto dobbiamo vedere come prosegue “Bionic Woman” e come andrà in midseason “Sarah Connor Chronicles”. Poi è piaciuto tantissimo “Californication” con il rientro di Duchovny e la sitcom “Big Bang Theory”.
Come vede i potenziali nuovi canali di telefilm che si apprestano a partire sulla piattaforma digitale terrestre di Mediaset? In futuro potrebbero finire col diventare una pericolosa concorrenza interna per Italia 1?
Mi sembra un bellissimo progetto, e non vedo problemi di concorrenza interna. Siamo già abituati a competere con Sky e a fare i conti con le finestre della Pay Tv, non credo che la cosa possa cambiare sostanzialmente. Si tratta di differenti tecnologie, appartenenti a step progressivi nella catena di vendita del prodotto.
In chiusura, potrebbe darci qualche anticipazioni sulle novità di Italia 1 dei prossimi mesi, sia tra le serie per ragazzi in onda nel corso della giornata che tra le serie di primetime e di seconda serata?
Per ora anticipo poche chicche… Nella mattina cult potrebbe esserci il ritorno di “Happy Days”, in Day Time “H2O” sarà una bella novità per i ragazzi, in Prime Time proseguirà il franchise “CSI”, mentre in seconda serata avremo il ritorno in prima visione di “The Closer”. Per il resto… vedremo!

Pubblicità

Commenti»

1. PaoloKr - 19/10/2007

In America non sta facendo stragi d’ascolti ma una prima stagione completa è stata ordinata. Poi che da noi la domanda superi l’offerta è un pò opinabile visti i risultati mediocri degli ultimi mandati.

2. Luca. - 19/10/2007

Grazie per la risposta Antonio. ^^

3. pandagrissom - 19/10/2007

risposte esaustive,ma un pò sul vago.si intuisce che questo ci mette la faccia ma non comanda proprio nulla.
intanto spero nel ritorno di six feet under e my name is earl.

4. sebartus - 20/10/2007

Heroes: disastro
Ugly Betty: prima bene poi disastro
Gilmore Girls: disastro
House d’estate? ve lo ricordate si?
Grey: bene ma ora senza house è da riconsiderare
i CSI: bene

e poi…Oz? SFU? Rescue me? Kyle? huff? 7° Cielo?

non mi sembra un bilancio positivo

5. FLUES - 26/10/2007

Come ho già scritto in un latro commento mi pare siano molto in confusione avendo buttato letterlamente dalla finestra buone serie comuqnue la cosa che vermaente colpisce è quando parla di OTH perchè penso che sia lo scandalo degli ultimi anni della tv italiana, non pubblicizzata mai come oc buttata in uggiosi pomeriggi di autunno quando tutti hanno da fare e mai provat ain prima serata.Che dire ? Italia 1 non ci poteva pensare prima ad acquisirla ? Cioè potenzialmente nuova oc o dc per non parlare di rai 2 e del suo trattamento….

6. fabri - 12/01/2008

basta che si decidano a rimandare sia six feet under che nip and tuk

7. Intervista a Piercarlo Guglielmi - BBD3-IT - 04/02/2009

[…] […]


Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: