jump to navigation

TelePagelle #73 – Settimana dal 1° al 7 marzo 2008 08/03/2008

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, TelePagelle, TV ITA.
trackback

TelePagelleLo spazio settimanale TelePagelle permette a tutti i visitatori di questo blog di esprimere il loro gradimento ai programmi visti in TV nell’ultima settimana (che non coincide con la tradizionale “settimana televisiva” che va dal lunedì alla domenica): sono qui considerati i giorni da sabato 1 a venerdì 7 marzo 2008.
Per quanto possibile, cercate di mantenere chiarezza e brevità rispondendo con un solo commento che contenga tutto ciò che volete dire.

Questa settimana

La settimana da sabato 1 a venerdì 7 marzo 2008
Tre punti per i quali ciascuno è invitato ad esprimere la sua opinione. Per i programmi indicati specificate il canale di trasmissione, e facoltativamente un voto numerico da 1 a 10.

  1. Le vostre pagelle – Canali in chiaro
    Indicate le vostre preferenze sui programmi TV trasmessi sulle reti in chiaro (Rai, Mediaset, La 7, MTV, All Music, 7 Gold, Odeon, canali locali) che avete visto nella settimana sotto esame e che avete gradito maggiormente, e al massimo altrettante preferenze su ciò che non vi è piaciuto affatto.
    (Potete controllare cosa è andato in onda in prima e seconda serata nella settimana visitando lo spazio Ieri e oggi in TV di questo blog)
  2. Le vostre pagelle – Canali digitali
    Se avete seguito i programmi in onda sui canali digitali terrestri e satellitari (compresi quelli di Sky e Mediaset Premium), indicate anche le vostre preferenze su quanto avete visto nel corso della settimana sotto esame.
  3. Nicolas SarkozyIl tema della settimana – Una Rai senza pubblicità?
    Il presidente francese Nicolas Sarkozy vorrebbe togliere gli spot pubblicitari dalla televisione di Stato francese già dal 2009, affermando che “ogni euro di pubblicità in meno per il servizio pubblico televisivo verrà compensato da un euro di fondi pubblici”. Pensate che potrebbe mai accadere la stessa cosa anche in Italia?

Guardiamo adesso le risposte del precedente appuntamento di questa rubrica.

La scorsa settimana

Bilancio TelePagelle #72 (da sabato 23 a venerdì 29 febbraio 2008)
Ecco i tre punti della scorsa settimana, vediamo un po’ cosa si è detto per ciascun punto.

Le vostre pagelle – Canali in chiaro
Tra i programmi complessivamente più graditi della settimana:

  • gli episodi inediti dei telefilm C.S.I.: Miami, C.S.I.: NY, Una mamma per amica e E alla fine arriva mamma! (Italia 1), Crossing Jordan (La 7), Skins (MTV);
  • i reality: “Amici” e “Grande Fratello” (Canale 5).

Non gradito invece:

  • il varietà musicale “Festival di Sanremo 2008” (RaiUno).

Le vostre pagelle – Canali digitali
Ecco cosa vi è piaciuto di più tra i programmi dei canali digitali terrestri e satellitari:

  • i nuovi episodi dei telefilm Dirty Sexy Money, Greek e Eureka (Fox), Grey’s Anatomy, Samantha chi? e Ghost Whisperer (Fox Life), Sleeper Cell e Blood Ties (AXN), Gossip Girl (Mya);
  • il film “Snakes on a Plane” (Sky Cinema Max);
  • il documentario “Il vero volto di Gesù” (History Channel).

Sanremo 08Il tema della scorsa settimana Sanremo 2008, crollo degli ascolti
Il Festival di Sanremo 2008 ha vissuto ascolti molto deludenti, record negativo degli ultimi anni della manifestazione. Come spiegate gli ascolti così bassi? Quali soluzioni ipotizzereste per l’edizione 2009 del Festival?
Ecco i commenti ricevuti in merito.

Gli ascolti bassi sono dovuti ad uno spettacolo ormai vecchio e ripetitivo in tutte le sue componenti: conduttore (sempre quello) e due vallette (una bionda e una mora), artisti (a parte qualche eccezione) stravecchi, che non vendono più dischi ormai da anni e canzoni noiose e tutte simili ta loro… E poi un’eccessiva durata della trasmissione (ieri il Festival è terminato all’1:40!).
Per l’anno prossimo si dovrebbe fare un restyling totale del programma, a cominciare dal conduttore/direttore artistico… Bisognerebbe cercare di puntare su cantanti più giovani e, cosa fondamentale, bisognerebbe assolutamente ridurre il numero delle serate ad al massimo 3 (5 sono davvero eccessive). Con questi accorgimenti, FORSE, il Festival si potrebbe ancora salvare…
– Enry

Qualche giorno prima della prima serata del festival ho sentito in tv che nel giro di 4/5 anni si potrebbe benissimo togliere il festival. Sempre gli stessi conduttori e cantanti (apparte qualche piccola eccezione). Io personalmente la penso pure così. Ci vorrebbe un rinnovo totale. Unica cosa che mi piace ogni anno che passa è la grafica. Ogni anno grafiche eccezionali! Mi complimento solo per questo! – Alessandro

Un’unica motivazione che racchiude tutte le altre: ha stufato, Sanremo deve cambiare, perchè quest’anno gli è andata bene in quanto, a parte venerdì, non ha avuto da Mediaset una contro-programmmazione; paradossalmente l’ha avuta proprio in casa, da Rai3. Quindi bisogna cambiare formula, anche se secondo me, Sanremo è destinato se non a scomparire, a ridimensionarsi di parecchio. – Paul

Questa settimana

Ripropongo di seguito, per comodità di lettura, i tre punti (specificati anche in alto al post) su cui siete invitati a dare la vostra opinione. Per i programmi indicati specificate il canale di trasmissione, e facoltativamente un voto numerico da 1 a 10.
La settimana da sabato 1 a venerdì 7 marzo 2008

  1. Le vostre pagelle – Canali in chiaro
    Indicate le vostre preferenze sui programmi TV trasmessi sulle reti in chiaro (Rai, Mediaset, La 7, MTV, All Music, 7 Gold, Odeon, canali locali) che avete visto nella settimana sotto esame e che avete gradito maggiormente, e al massimo altrettante preferenze su ciò che non vi è piaciuto affatto.
    (Potete controllare cosa è andato in onda in prima e seconda serata nella settimana visitando lo spazio Ieri e oggi in TV di questo blog)
  2. Le vostre pagelle – Canali digitali
    Se avete seguito i programmi in onda sui canali digitali terrestri e satellitari (compresi quelli di Sky e Mediaset Premium), indicate anche le vostre preferenze su quanto avete visto nel corso della settimana sotto esame.
  3. Nicolas SarkozyIl tema della settimana – Una Rai senza pubblicità?
    Il presidente francese Nicolas Sarkozy vorrebbe togliere gli spot pubblicitari dalla televisione di Stato francese già dal 2009, affermando che “ogni euro di pubblicità in meno per il servizio pubblico televisivo verrà compensato da un euro di fondi pubblici”. Pensate che potrebbe mai accadere la stessa cosa anche in Italia?

Commenti

1. Darcy - 08/03/2008

3- in Francia potrà essere possibile per una semplice ragione: ne Sarkozy ne la sua famiglia sono i proprietari di una emittente privata, qui tutti sappiamo che la situazione è ben diversa.
Se mai si attuasse questo piano (ottimo a mio parere) sarebbe una troppo forte concorrenza per le reti Mediaset.

2. Trisha - 08/03/2008

3. Potrebbe accadere solo se chi governa questo paese non metta in cima alla lista i propri interessi personali. Vengono buttati tanti soldi pubblici per strutture inutili per cui perchè non investirli nella Tv pubblica? :)

3. enry - 08/03/2008

1) Ghost Whisperer 8, Skins 7.5, Una mamma per amica 7,
Amici 8.5, Grande Fratello 8
2) Dirty Sexy Money 7.5 , Greek 7.5, Eureka 7, Californication 8, Gossip Girl 8.5

4. fabrizio - 08/03/2008

1)Scrubs, Alias, Skins, Ghost Whisperer, La prova del cuoco.
2)Sky: Californication, The OC, Entourage, Samanta chi?, A sud del paradiso.
La tv pubblica dovrebbe essere priva completamente di pubblicità ed è giusto che abbia tre canali uno generalista, uno per i giovani e bambini, uno per l’informazione e sport e le tv private tante non una solo come adesso (Mediaset).
Ma chi andrà al governo o si farà gli affari propri e lascerà la Rai nelle penose condizioni attuali (Berlusconi) o cercherà di non pestare i piedi a coloro che fanno parte della stessa casta, lasciando tutto immutato (Veltroni).
Sky l’unico operatore satellitare salterà sul carro del vincitore per non perdere i propri privilegi di monopolista

5. lostguy - 09/03/2008

2) Dirty Sexy Money 9; Samantha Chi? 9; Greek 9; Californication 8; Ghost Whisperer 8

6. gibi7 - 09/03/2008

1) 24, House

3) Chi vivrà vedrà.

Credo che bisogna farsi delle domande su cosa potrebbe succedere per via dell’assenza della pubblicità.
Chi lavorerà in Rai sarà responsabilizzato senza avere più la spada di damocle degli ascolti (per via dell’assenza della pubblicità) e riuscirà la Rai a fare un palinsesto competitivo con le reti commerciali?
La Rai rischierà di diventare una televisione con scolti di nicchia, con programmi di alta qualità oppure un carrozzone con programmi molto scadenti?

7. Paul - 10/03/2008

1) CSI Ny/Miami, Dr. House, DJ chiama Italia, Crossing Jordan
2) Blood ties (ultima puntata), Criminal Mind, Dirty sex money, californication, Ghost whisperer
3) Giusta riflessione quella di gibi7; poniamo la domanda su cosa sarebbe la RAI senza la pubblicità, sempre che la cosa (secondo me no) sia possibile.


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: