jump to navigation

Intervista esclusiva a Giusto Toni (Digicast – Jimmy) 18/04/2008

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Esclusive, Interviste, Serie cult, TV ITA.
trackback

Giusto ToniVi propongo oggi un’interessante intervista esclusiva che ho rivolto a Giusto Toni, direttore editoriale di Digicast e mente creativa fin dagli esordi del canale satellitare Jimmy. Il competente Giusto Toni riepiloga un po’ il suo approdo nel mondo televisivo italiano, ricorda come è cambiato Jimmy dalla sua nascita ad oggi ed analizza il panorama seriale del canale degli ultimi anni, sbilanciandosi anche sulle serie trasmesse da altre emittenti e che purtroppo non sono mai potute arrivare sugli schermi di Jimmy, e parlando dei programmi del canale per i mesi primaverili ed estivi.
Al termine dell’intervista troverete qualche mia considerazione sulla futura ventilata chiusura del canale, basata su voci di corridoio sempre più insistenti.

Come è nata la sua passione per il mondo della televisione?
In modo abbastanza casuale, quand’ero ragazzino non guardavo molto la tv, ero intossicato di fumetti e di romanzi e film di fantascienza. Poi un giorno su Antenna Nord (allora diretta dal mitico Lillo Tombolini) ho scoperto Star Trek, e da li è stato un crescendo rossiniano. Penso di aver assimilato e metabolizzato la serialità televisiva esattamente come quella di Tex, Kriminal ed Alan Ford, e di averne fatto un elemento della mia quotidianità adolescenziale in maniera naturale ed inconscia.
Lei è uno dei nomi più importanti della storia degli ultimi trent’anni della televisione italiana: vorrebbe ripercorrere in breve la sua carriera, dai tempi di Canale 51, una delle prime emittenti private italiane, fino al successivo approdo a Mediaset e al gruppo Multithematiques Italia (diventato nel 2004 Digicast)?
Sono approdato per caso alla TV, facevo dei classici lavoretti saltuari e malpagati da studente delinquente per l’editore Peruzzo, tra cui preparare i cartelloni da riprendere per gli spot tv di Omni, La Mia Casa e Penthouse, perle della casa editrice. Un giorno che ero a MilanoTV (poi diventata Canale 51) per realizzare uno dei suddetti spot, il direttore Paolo Romani (ora famoso personaggio politico) mi chiese se volevo lavorare alla messa in onda, che allora era totalmente manuale con continui swap di cassette u-matic. Perché no? Devo dire che quella è stata una grande scuola, dove per tre anni ho provato a imparare un po’ di tutto, dal montaggio alla ripresa, dal mixer audio a quello video, dal controllo camere al banco luci. E’ stata una gavetta fantastica quanto sottopagata, ma ringrazio il cielo di averla fatta.
Poi, nel 1984 c’è stato il salto a Retequattro Mondadori, un altro pianeta: consulenti dell’ABC, tecnologia all’avanguardia, persone come Freccero che ti affascinavano solo a sentirle parlare. Poi l’anschluss da parte di Canale 5 / Finivest, dove ho fatto l’editor specializzandomi sempre più nei trailer dei film. Nel 1987, con la nascita di Odeon TV sotto l’egida di Tanzi e Romagnoli, venni contattato da Tombolini per seguire la promozione della nascente syndication, e dopo un anno e mezzo circa mi venne offerto il posto di direttore dei programmi. Purtroppo poi arrivarono Fiorini e Parretti, quindi fuggi fuggi generale… Sono tornato quindi a Mediaset dove ho lavorato per un breve periodo con Freccero e Vetrugno quando la direzione delle reti era ancora unificata, per finire poi nella redazione cinema C5 sotto Giorgio Gori.
Nel 1992 sono passato a RTA, una società creata da Seat-Pagine Gialle per la vendita della pubblicità locale ed areale delle syndication e per lo sviluppo dei contenuti premium da trasmettere sulle locali. Mi occupavo della parte synd del palinsesto di Odeon, Cinquestelle, TV Italia ed in parte Italia7.Nel 1996 venni chiamato da DSTVTele+, allora gestita dai sudafricani di Nethold, per la costruzione dell’offerta tematica e verticale per il lancio della’offerta satellite (offerta che allora era chiamata DSTV).
Febbraio 1997: arriva Canal+, mi convoca Michel Thouloze e mi dice che se voglio proprio occuparmi di canali tematici devo andare a Parigi a Multithematiques per vedere come si fa, anziché perder tempo con quelle schifezze Tele+che stavo mettendo in piedi io. Dopo 4 mesi a Parigi sono tornato a Milano dove ho ricevuto l’incarico di costituire la factory tematica di TELE+ in Italia ed in 4 mesi ho lanciato 8 canali, grazie soprattutto al lavoro miglior team che si possa sognare. Dopo 2 anni di dipendenza da Parigi, Multithematiques Italia ha conquistato una sua totale autonomia editoriale e gestionale e li sono cominciati i quattro anni più divertenti che chi fa il mio lavoro possa immaginare. Con l’avvento di SKY (e conseguente pulizia etnica di tutto cio che era Canal+), l’unica possibilità di sopravvivenza, nonostante fosse un’azienda altamente profitable, era quella di trovare un gruppo italiano che subentrasse a Canal+/Vivendi. Nel 2004 subentra quindi Gianluca Paladini che attraverso un percorso durato 3 anni approda alla cessione dell’azienda ad RCS. Il resto è cronaca.
Mi soffermo su Jimmy, che proprio il 15 novembre dello scorso anno ha festeggiato il suo decennale. Come è nata l’idea del canale, partendo dal modello francese di Canal Jimmy? Vorrebbe ripercorrere la programmazione di Jimmy nei suoi primi anni, tra repliche cult e prime visioni esclusive di serie e varietà proposte agli spettatori italiani?
Canal Jimmy Jimmy nasce inizialmente come localizzazione di Jimmy Francia. Un canale, quello francese, nato dalle menti di Michel Thoulouze e Pierre Lescure, la cui linea editoriale era “tutto quello che piace a Michel e tutto quello che piace a Pierre, negli orari in cui se lo vogliono e possono vedere”. Detto così sembra il canale di qualche dittatore sub-sahariano, ma invece funzionava perché i due avevano una sensibilità sul prodotto che pochi hanno. Era comunque troppo colto, ed in alcuni casi totalmente alieno per il nostro pubblico.
Nel 2000, avendo avuto via libera dal punto di vista dell’autonomia editoriale, abbiamo cominciato a collocare prodotti appartenenti alla NOSTRA memoria televisiva: Spazio 1999, Muppets, Monthy Python, Il Prigioniero, Saturday Night Live, film di culto come Hair, Heavy Metal, Un Mercoledì da Leoni,
Star TrekBlues Brothers, Blade Runner ed ovviamente tutta Star Trek, tutte le serie, trasmesse in ordine ed alla stessa ora, fatto epocale per i trekker abituatisi a pellegrinaggi notturni sulle reti Mediaset per carpire frammenti disordinati di episodi non consequenziali.
Secondo step è stato quello dell’apertura della TV ad aree considerate tabù, dai gay ai trans gender, dal garbato reportage erotico made in C4 o HBO all’affermazione del rock anni 70 e 80 come elemento comune della nostra cultura contro il perbenismo sanremista, per arrivare a Sex & City ed AliG ed al Cabaret, non più utilizzato nella forma di Zelig (che sta al teatro comico come Selezione dal Reader’s Digest sta ad un romanzo di Joe Lansdale), più la ritrasmissione di Twin Peaks, Twilight Zone, i Thunderbirds (poi ripresa da Italia1 con ottimi risultati), L-Word, Band of Brothers, Life on Mars per arrivare a Californication.
In che modo si è differenziata la programmazione del canale negli ultimi anni? Quali sono i generi prevalenti in programmazione nell’ultimo periodo?
CalifornicationNegli ultimi tre anni, anche per la pressione di SKY che è molto marketing oriented e poco stylish, sono state privilegiate quattro componenti: Teatro Comico, serie “baby boomer culture” (L-Word, Shameless, Seinfeld, Frasier, Sex & the City, Californication, Nip/Tuck), serie cult nel daytime (dai classici tipo I Robinson, La donna bionica, V-Visitors alle più moderne The Strip, Law & Order, Quantum Leap) e fantascienza a Go Go nel weekend, il mercoledì in prima serata e tutti i giorni da mezzanotte in poi (Enterprise, Earth Final Conflict, Farscape, Torchwood, etc).
Da appassionato di telefilm, e storico conduttore della rubrica di Jimmy “Destinazione Serie”, vorrebbe dirci quale/quali telefilm avrebbe voluto portare su Jimmy senza riuscirci? E quali serie in onda sui canali Rai e Mediaset e sugli altri canali satellitari la appassionano?
Non sono un grande amante delle serie Crime, e trovo che CSI e cloni vari ormai siano diventate delle soap, quindi contrariamente a quello che si può credere le invidio poco (se non per le audience). Neanche Lost mi appassiona più tanto, ma avercelo…. Avrei voluto Heroes e Weeds (quest’ultima buttata via in malo modo sia da Rai che da SkyShow), Dexter e Dark Angel, Battlestar Galactica e Forgotten Girls (quest’ultima ancora inedita ma a Giugno su FoxCrime).LaLoLa
Inoltre adoro una serie svedese, Irene Huss, che spero prima o poi qualcuno compri per la free, ed una comedy spagnola, LaLoLa, il cui format è stato comprato da Mediaset che la producerà, ahimè, con la Ferilli come protagonista (se vedete la Peterson della versione spagnola capirete perché sono pessimista). Mi piace in generale il prodotto inglese, lo trovo meglio scritto e meglio interpretato di quello americano, e con quel pizzico di burineria in meno che fa la differenza tra Chuck Norris e James Bond.
Molti appassionati sono rimasti scontenti per i numerosi cambiamenti improvvisi avvenuti in autunno nel palinsesto del canale, che hanno smembrato tra l’altro appuntamenti storici come la serata fantascienza del lunedì e lo spostamento in fascia notturna degli episodi inediti di “Babylon 5”. Potrebbe spiegare le ragioni di quanto è accaduto?

E’ stato un problema di performance di ascolti. Noi contrattualmente dobbiamo garantire a SKY una certa media di ascolti e Babylon 5 ne era molto al di sotto, soprattutto nei passaggi in prime-time, mentre andava (e va tuttora) molto bene nel night time e nel weekend. Ci è venuta l’idea di organizzare un’area di palinsesto chiamata “Fantascienza a GoGo” dove concentrare tutte le serie, lasciando lo spazio di prime time a quelle che hanno le performance migliori come Primeval o Torchwood.
Quali ritorni e novità attendono i telespettatori di Jimmy appassionati di fantascienza nel periodo primaverile-estivo? Si potranno vedere le prosecuzioni inedite di “Doctor Who”, “Torchwood” e “Primeval” o l’attesa serie inglese “HEX”? Ci sono altre novità o ritorni di serie cult da segnalare?

Babylon 5 Tra Giugno e Settembre vogliamo rendere felici gli amanti di fantascienza: Jimmy trasmetterà a striscia (lun-ven) nel preserale, con replica notturna, tutti gli episodi di B5 inclusi i TVMovie inediti ovviamente e per la prima volta tutto in Italiano. B5 deve essere trasmessa almeno per una volta integralmente in Italia e sarà Jimmy a farlo! Inoltre in prima serata, sempre tra Giugno e Settembre, programmeremo la seconda stagione di Torchwood, la seconda stagione di Primeval, la terza stagione del Doctor Who (inclusi i due speciali che fanno uno da ponte tra la seconda e la terza e l’altro tra la terza e la quarta).
Speriamo così di farci perdonare dai fans delle serie scifi che abbiamo un po’ “tradito” nell’ultimo periodo con continui spostamenti che sono andati al di là della nostra volontà. E’ una cosa che ci è dispiaciuta moltissimo, soprattutto perché i primi scifi lovers siamo proprio noi che Jimmy lo facciamo! Per quanto riguarda Hex, la serie è stata acquistata da Mediaset, credo quindi che sarà possibile vederla presto sul DTT.
Inoltre a Luglio e Agosto trasmetteremo una cinquantina di film di fantascienza tutte le sere a mezzanotte, tanto per fare un ripasso generale.
Grazie per la gentilezza e disponibilità.

RCS MediaGroupCome ricordato da Giusto Toni nell’intervista, qualche mese fa la società Digicast è stata acquisita dal gruppo RCS MediaGroup: non ho avuto conferme di alcun tipo da parte di Giusto Toni nel corso dell’intervista, ed ancora non sono stati diramati comunicati ufficiali da RCS, però ci sono voci sempre più insistenti secondo cui purtroppo Jimmy chiuderà subito dopo l’estate e sarà sostituito tra gli altri da un nuovo canale Io Donna, legato al titolo del settimanale RCS allegato ogni sabato al “Corriere della Sera”. Se queste prime notizie si avvereranno, buona parte delle attuali serie in onda sul canale (vedi ad es. alcune produzioni inglesi come Doctor Who, Torchwood e Primeval) saranno dirottate su altri canali, e soltanto qualcosa (come Californication) dovrebbe rimanere anche sul nuovo canale al femminile.

Commenti»

1. stesc86 - 18/04/2008

nooooo…se Jimmy chiude facciamo una rivoluzione…ha resistito 10 anni, lasciatelo vivere.
Ma poi il canale “Io Donna” non lo concepisco, neanche il nome è decente.

2. Astrix - 18/04/2008

non potrei proprio concepire la chiusura di Jimmy. Ormai è la storia della tv via satellite. credo sia l’unico canale satellitare tematico che oggi può vantare 10 anni di vita…fermate quest’assassinio scellerato…

3. Paul - 18/04/2008

L’assurdità del panorama italiano che oramai colpisce a spron battuto anche il satellite.
Avuta la conferma degli spostamenti di molte serie in fascia notturna x problemi di audience, ora arriva addirittura la notizia della chiusura di JIMMY.
Pazzia, pura pazzia è l’unica parola che mi viene al momento!
Spero che non accada.

4. max - 18/04/2008

L’ennesimo canale per le donne, non bastavano fox life, E.
Con tanti canali mediocri ( fx,axn,E, fantasy) tolgono proprio uno di quelli qualitativamente migliori….

5. Vampy - 18/04/2008

L’unica incoglita è se Jimmy riuscirà a trasmettere Torchwood 2, Dr Who 3, Primeval 2, prima di saltare…

Tristezza…

6. coolady - 18/04/2008

Save Jimmy, spediamo noccioline e uova marce a Rizzoli e Sky!!!

7. rossodisera - 18/04/2008

Avete notato che quasi tutti i direttori dei canali hanno rilasciato interviste ad Antonio tranne quelli della Fox e quelli di Sky?

8. Antonio - 18/04/2008

Be’, in quasi tutti i casi la procedura per richiedere un’intervista agli uffici stampa dei vari canali è abbastanza lunga, nel caso di Fox ad esempio ho richiesto un’intervista ai responsabili dei canali, ma per “mancanza di tempo” degli interessati mi è stato impossibile farla: potete liberamente trarre voi le eventuali motivazioni.

9. Gilbert - 18/04/2008

Mi piacerebbe tanto capire quanto sono affidabili le rilevazioni degli ascolti. Tra i miei colleghi di lavoro che come me sono appasssionati di fantascienza ce ne sono molti che hanno fatto l ‘abbonamento a SKY solo per vedere su Jimmy le serie che non potevano trovare sulla tv generalista. Di canali al femminile ce ne sono già abbastanza ed inoltre conosco parecchie signore che preferiscono Babylon 5 alle trasmissioni della De Filippi o al “Grande fratello”.
Spero che alla RCS rinsaviscano. Grazie a Giusto Toni per quello che ha fatto e sta facendo per gli appassionati di fantascienza.

10. SpAb - 19/04/2008

Jimmy è e sarà per sempre “il canale” delle serie tv.
Quando il satellite voleva dire solo guardare film o sport (Tele+1,Tele+2..bianco nero grigio) Jimmy era “il canale tematico”.
Alcuni dei momenti migliori delle serietv più belle ..in Italia.. sono passate prima su Jimmy e poi su tutto il resto. I soldi di Sky e di Fox lo hanno ridimensionato ma Jimmy si è trasformato diventando ancora più “ricercato”.
Insomma sto solo cercando di scrivere (perdonate i miei contorti pensieri) quanto..solo la notizia..mi rattristi.
Da fedele fan (serietvdipendente) ho già scattato una foto alla tv..a Jimmy. Potrei iniziare a registrare ore e ore di programmazione – solo per conservarle gelosamente. Rimango basita.
Sento il bisogno di dire Grazie a CanalJimmy – Jimmy – al Magazine – al sito (un gioiello) che hanno celebrato le SerieTv per anni (Emmy compresi). Su Jimmy e grazie a Jimmy è cresciuta la mia passione per le serie tv. Non solo guardandole. Dalle serie [(cosa ne sarebbe stato del Doctor Who (?) dei classici che altrimenti non avrei mai scoperto in tv (?) delle infinite serie “particolari” o delle famose che hanno sempre trovato spazio,continuità e sicurezza..come SatC ecc.ecc.) alle trasmissioni di approfondimento.
Ditemi quale altro canale ha mai potuto vantare un programma come Destinazione Serie???
Se Jimmy chiuderà al prossimo TelefilmFestival porterò il lutto!

11. sandro - 19/04/2008

…solo jimmy vale l’ abbonamento a sky…stop.

12. alexa - 20/04/2008

E Queer as Folk neanche citato e mai replicato…………….

13. Franz - 20/04/2008

NON CHIUDETE JIMMY!

Incrociamo le dita…non può chiudere Jimmy.

14. Stefano Petroni - 21/04/2008

E’ in arrivo http://www.salvatejimmy.info vediamo di organizzarci.

Magari non riusciremo a salvare Jimmy ma almeno rendiamo il giusto tributo a Giusto Toni ed i suoi collaboratori, non solo per la fantascienza ma anche per tutto il resto che ci hanno dato…

15. rossodisera - 22/04/2008

Io ci sto alla grande. Il sito è in costruzione?

16. Francesca - 25/04/2008

Ciao,
sentire che Jimmy verrà chiuso per aprire un canale per le donne mi mette tristezza…forse perchè sono sempre stata una delle poche donne italiane interessate alla fantascienza? (Ho avuto accese discussioni on line in BBS con Vittorio Curtoni e Valerio Evangelisti… chi ricorda le BBS e la rete FIDONET??).
E ora che so che anche Giusto Toni, come me, leggeva Tex, Criminal e Alan Ford e ha cominciato a vedere Star Trek su Antenna Nord, la cosa mi mette ancora più tristezza :-(

Noi abbiamo fatto l’abbonamento a Sky SOLO per vedere Jimmy, ai tempi di DS9, e ora… in Italia la fantascienza è sempre stata considerata una cenerentola, salvo poi diventare tutti “appassionati” quando i media parlano di Blade Runner e Matrix (esempi egregi, anche se ridotti a roba di massa).

Qualunque iniziativa ci sia contro la chiusura di Jimmy, comunicatelo e aderiremo (tutta la sparuta famiglia).

PS sto cercando di tradurre i sottotitoli inglesi di Crusade, se qualcuno è interessato ad averli mi scriva

Rosa - 25/02/2009

Sarei interessata ai sottotitoli di crusade
potresti mandarmeli?
Grazie
Rosa

17. rossodisera - 06/05/2008

…ma del sito “SalvateJimmy” non si è saputo più nulla? Pure Studio Universal no!!!!! Faremo indigestione di i idiozie guardando l’infima qualità dei prodotti scelti dagli scagnozzi della News Corp.
…quasi quasi scelgo il digitale terrestre. Tutti i canali più cool dovrebbero migrare sul DTT e lasciare i canali sky al loro gioco al massacro.

18. rossodisera - 07/05/2008

Ho sentito dire che Sly chiuderà anche BBC Prime. Ne sapete qualcosa?
Grazie

19. lucio - 11/05/2008

ragazzi e ragazze io ci lavoro a Jimmy. Purtroppo è proprio così, rcs ha acquistato tutta la baracca e probabilmente a breve verremo tutti trasferiti a milano. Ovvero rimarremo per strada. Lo dico con l’amaro in bocca purtroppo.
Speriamo di sopravvivere, noi e jimmy o come si chiamerà.
ciao e grazie a tutti.

20. LaurieLo - 28/05/2008

Non credo di poter sopravvivere senza Jimmy, in pratica mi nutro di serie inglese e sci-fi. Io Donna non me lo figuro a trasmettere Who, Torchwood, Primeval etc, direi che opterà per palinsesti tipo Foxlife. Brrrr. Non possono semplicemente tenere Jimmy e affiancarci Io Donna? Spero vivamente giungano news positive il prima possibile.

21. giusy - 11/06/2008

forza ragazzi prego per voi e per jimmy! affinchè tutto rimanga al proprio posto! in bocca al lupo

22. KyrA - 31/07/2008

Seguo Jimmy da 10 anni, e ora me lo chiudono all’improvviso, non esiste. Quando sono passati da Tele+ a Sky ho rinnovato il contratto solo perchè c’era Jimmy. Il giorno dopo che Jimmy chiuderà disdirò l’abbonamento Sky.

23. Paul - 31/07/2008

Comunque subito dopo l’estate Jimmy ci sarà ancora. Speriamo anche dopo. Per le serie inglesi se Sky terrà BBC PRIME io mi sto attrezzando in tal senso. Per esempio sto vedendo la seconda stagione di Dr. Who che è stata saltata da Jimmy (dalla prima è passata alla terza). E’ vero che la seconda l’aveva già trasmessa, ma io non conoscevo questa bellissima serie, ed ora, anche se in inglese, la sto vedendo lo stesso.

24. Camilla - 01/08/2008

Sono una donna eppure a sentire il nome del canale che sostituirà Jimmy mi è venuta voglia di bruciare 10 tir di reggiseni dentro alla sede della rcs!!!

25. roby - 06/09/2008

Per esempio sto vedendo la seconda stagione di Dr. Who che è stata saltata da Jimmy (dalla prima è passata alla terza).

Non mi risulta

26. Paul - 20/10/2008

@roby
E’ andata in onda in orario 19.00 e 20.00 (2 episodi alla settimana) di sabato, con replica la stessa sera ore 23.00 e 24.00 ma è già terminata da un pezzo, se non ricordo male ad inizio agosto.

27. Rosa - 02/11/2008

@francesca
mi piacerebbe avere i sottotitoli di crusade che hai tradotto fin’ora

28. Tarò Davide - 20/04/2009

E non dimentichiamo gli ANime!!! i magnifici oav di Devilman, Patlabor… la serie CARNIVALE, un capolavoro!!!

Se tolgono JIMMY per far sopravvivere FANTASY (copiatura ad hoc) non rinnovo l’abbonamento SKY!!

29. Mi manca Jimmy | Marco Taddia's Eye - 29/09/2011

[…] a cercare pagine che parlassero dell’avventura di Giusto e di Jimmy e mi sono imbattuto in questa bell’intervista del 2008 che però segnava l’inizio della fine. Così mi sono reso conto che mi manca troppo […]


Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: