jump to navigation

TV DIG – I Tudors su Mya 24/04/2008

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Comunicati, TV ITA.
trackback

The Tudors

Da questa sera e per cinque settimane, ogni giovedì alle ore 21.00 con un doppio episodio, il canale digitale terrestre Mya propone la prima stagione (10 episodi) di una nuova serie, I Tudors (titolo originale “The Tudors”), che poggia le sue fondamenta sulla storia del re d’Inghilterra Enrico VIII Tudor (1491 – 1547), qui interpretato in una versione romanzata delle prime fasi del regno dal prestante e giovane Jonathan Rhys Meyers. La serie arriverà in chiaro da luglio in seconda serata su Canale 5.
Ecco di seguito alcune note di Mya che presentano il telefilm ed i protagonisti.

I TUDORS

Arriva in Italia la serie tvche ripropone uno dei personaggi più discussidella dinastia inglese dei Tudor: Enrico VIII
-Re d’Inghilterra e d’Irlanda-

DAL 24 APRILE – OGNI GIOVEDI’ IN PRIMA SERATA SU MYA

In America ha battuto ogni record d’ascolti
ed è riuscita a conquistare pubblico e critici
ottenendo anche numerosi premi

«E’ lo specchio vivido e fedele della fragilità della vita
nell’Europa del sedicesimo secolo
»
(New York Times
)

«grande, audace, sfarzoso… Jonathan Rhys Meyers porta una virile potenza a questo progetto in 10 parti… raramente non riesce ad intrattenere…i giochi politici riguardanti le alleanze con Francia e Spagna sono intriganti (affascinanti), i costumi ed i set cinematografici sono niente meno che incantevoli»
(Variety)

«Le serie, un tripudio per gli occhi, vantano performance stellari
ed un’autentica aura di antichità (storica)
»
(The Hollywood Reporter)

«Contiene il sesso e le nudità più espliciti nell’odierna tv americana»
(New York Post)

«Tecnicamente competente – scritto finemente, splendidi costumi, esibizioni consistenti»
(Entertainment Weekly)

Il drama storico “The Tudors”, dopo il grande successo ottenuto in America sia per critiche che per gli straordinari ascolti, arriva in anteprima assoluta in Italia, su Mya, la nuova offerta di Premiun Gallery, dal 24 aprile, ogni giovedì sera, in prima serata.

Prodotto da Showtime, la serie tv rilancia uno dei personaggi più conosciuti e controversi della storia inglese, Enrico VIII -Re d’Inghilterra e d’Irlanda dal 1509 fino alla morte – interpretato da Jonathan Rhys Meyers (giovane protagonista visto nel film “Match Point” scritto e diretto da Woody Allen)
Il telefilm è stato stimato come il più costoso nella storia di Showtime – il canale televisivo a pagamento statunitense – battendo ogni record d’ascolti del canale e conquistando un pubblico prevalentemente giovane (dai 17 ai 24 anni), che lo segue anche sul sito web sho.com e mettendo d’accordo pubblico e critici.

“The Tudors” ha raccolto riconoscimenti in giro per il mondo, l’ultimo in ordine temporale, alla quinta edizione degli Irish Film and Television Awards in cui il telefilm dove recita Jonathan Rhys Meyers, ha raccolto ben sette premi tra cui quello per il miglior telefilm drammatico, miglior attore protagonista, miglior attore e attrice non protagonista.
Tra dialoghi in inglese antico, gli sfarzosi costumi, le regali scenografie, la serie propone scene di sesso esplicito sia etero che gay, analizzando il temperamento immorale e la fissazione di concepire un erede indusse Enrico VIII a sposarsi ben sei volte e a decapitare o ripudiare le sue mogli.
Un autentico successo per la serie che dopo una più che brillante prima stagione è già in onda anche la seconda da domenica 30 marzo 2008.

La storia
Secondo monarca della dinastia dei Tudors, essendo succeduto al padre Enrico VII d’Inghilterra, Enrico VIII è stato monarca assoluto e da giovane rappresentava l’essenza del principe rinascimentale, scrittore e poeta finissimo, musicista, teologo e grande sportivo amava in particolare praticare il “tennis reale”, ma dopo gli inutili tentativi della prima moglie Caterina d’Aragona (Maria Doyle Kennedy) di dargli un figlio maschio, svelò il suo lato più oscuro.. .

Trama del 1°episodio
Il Re d’ Inghilterra, Enrico VIII (Jonathan Rhys Meyers), giovane ambizioso e in cerca della gloria che possa dargli l’immortalità nella storia, si sta’ preparando per dichiarare guerra alla Francia, incaricando il Cardinale Wolsey (Sam Neill) nel coordinare le operazioni. Wolsey però non crede che la guerra sia la risposta più efficace per sedare il conflitto tra le due nazioni e inizia a studiare un piano diplomatico di “pace universale”, che possa esser accettato da entrambe le parti e che in qualche modo possa garantirgli la gratitudine di entrambi i sovrani. Il testo del “trattato di pace universale” viene così realizzato e i due re, decidono di fissare un incontro di persona per poter concludere e firmare l’accordo raggiunto. Nel frattempo il Cardinale Wolsey informa Enrico VIII che Elizabeth Blount (Ruta Gedmintas), dama di compagnia di sua moglie la regina, Caterina D’Aragona (Maria Doyle Kennedy) aspetta un figlio da lui e che questo potrebbe minare “l’armonia degli affari di famiglia”.

Questi i protagonisti principali, a fronte di un nutrito cast:

Jonathan Rhys Mayers – Enrico VIII
Sam Neill – Cardinale Wolsey
Jeremy Northam – Tommaso Moro
Maria Doyle Kennedy – Caterina d’Aragona
Natalie Dormer – Anna Bolena
Steven Waddington – Duca di Buckingham
Gabrielle Anwar – Margaret

I PERSONAGGI

The Tudors (I Tudor) è una serie che racconta i primi anni del regno di Enrico VIII di Inghilterra, senza essere del tutto fedele alla cronologia reale degli eventi. Si tratta di un dramma che si concentra nella vita amorosa e politica di questo monarca, la cui passione e ambizione senza limiti lo portano a essere un rivoluzionario della sua epoca.

Enrico VIII (Jonathan Rhys Meyers):
Il giovane monarca, di circa 30 anni, è sposato con Caterina d’Aragona con cui ha una figlia, María, ma non riesce ad avere un figlio che erediti il trono. E’ un uomo inquieto, a cui gli piace l’arte, la musica, lo sport – pratica il tennis e partecipa ai tornei medievali -,da un buon inglese. E’ inoltre un leader ambizioso, che desidera espandere il suo impero e, per questo, all’inizio della serie, vuole dichiarare guerra al re di Francia. I suoi aiutanti, il cardinale Wolsey e il filósofo Thomas More, amico personale del monarca, gli sconsigliano una guerra, che solo avrebbe nefaste conseguenza per il paese. Il Re ancora non ha deciso se desidera che il suo popolo lo odi o lo tema e si dibatte tra un regno assolutista e compiacente con i suoi vassalli.

Regina Caterina d’Aragona (María Doyle Kennedy):
E’ una sovrana inglese, prima moglie di Enrico VIII. E’ la figlia più giovane di Ferdinando II d’Aragona e Isabella I di Castiglia si sposò prima con il fratello maggiore di Enrico VIII, Arturo Tudor, che morì sei mesi dopo il matrimonio. Dall’inizio, lei soffrì la solitudine del palazzo, perché il cardinale Wosley aveva espulso il suo confessore spagnolo e le sue dame spagnole per paura che fossero spie. Da buona cattolica, Caterina andava costantemente in chiesa. Trai suoi mali si trova il desiderio di avere un figlio con il re.

Cardinale Thomas Wolsey (Sam Neill):
Una delle persone di fiducia del re, che conobbe quando lavorava come cappellano del governatore di Calais. Quando Enrico VIII ebbe accesso al trono, il potere del cardinale aumentò enormemente, cosa che non sentì bene ai nobili dell’epoca. Si trasformò in cardinale della chiesa cattolica nel 1515. Wolsey è uno di quelli che vuole togliere al re l’idea della guerra contro la Francia, sebbene abbia interessi occulti: a cambio di evitare la guerra, i francesi gli hanno promesso il voto nel conclave per l’elezione del nuovo Papa, giacchè l’atuale sta sul punto di morire. Conosce il re come se fosse il suo proprio figlio, che protegge e difende con fierezza, incluso sebbene, a volte, non sia d’accordo con la sua posizione. Il cardinale è ,anche il confidente di alcune delle amanti del re, come Lady Blount, che attende un figlio bastardo.

Tommaso Moro (Jeremy Northam):
Filosofo, amico e personale aiutante politico del re. Lavora in molte occasioni insieme a Wolsey, per cui sente un grande rispetto. nemmeno lui è a favore della guerra, ma è difficile trasmetterlo a un giovane re assetato di potere. Tommaso Moro diventa poi portavoce della Camera di Comuni e ministro del Ducato di Lancaster.

Thomas Boleyn (Nick Dunning):
Il padre di Maria e Anna Boleyn (Bolena) è un uomo ambizioso. Lavora alla corte di Enrico VIII come diplomatico e politico. In seguito diventa uno dei principali ambasciatori del re. E’ sposato con Lady Elizabeth Howard, figlia di Thomas Howard, il secondo duca di Norfolk.

Anna Bolena (Natalie Dormer):
La bella figlia di Thomas Boleyn (Bolena), è una delle conquiste del re, sebbene più tardi si converta nela sua seconda sposa, dopo aver ottenuto l’annullamento del suo primo matrimonio. Della sua unione con Enrique VIII, dará alla luce una bambina, Isabel, più tardi Isabel I, l’ultima regina della dinastia Tudor. Nel 1536 il monarca accusa Anna Bolena di tradimento e muore giustiziata. Questo personaggio fa un’apparizione breve alla fine del primo episodio della serie, ma copre maggiore protagonismo a partire dal secondo capitolo.

Edward Stafford, terzo Duca di Buckhingham (Steve Waddington):
Suo padre, il secondo duca di Buckhingham, fu giustiziato per avere tentato una ribellione contro la corte del re Ricardo III di Inghilterra, per cui anche lui e i suoi discendenti furono spogliati dal titolo. Nonostante ciò, il re Enrico VIII ristabilisce il titolo al giovane Edward, che è incaricato a preservare la sicurezza della madre del re, Margaret Beaufort. Il duca, nonostante ciò, pianifica una ribellione contro il sovrano.

Thomas Howard, terzo Duca di Norfolk (Henry Czerny):
Riveste un’importante ruolo nella corte del re Enrico VIII, dove lavora come ammiratore e tesoriere. E’ un uomo ambizioso, a tal punto che non dubiterà nel sacrificare alcuni membri della sua famiglia per realizzare i suoi obiettivi politici: presidierà i giudizi di Anna Bolena e suo fratello George (che sono suoi nipoti) che condannerà a morte.

Thomas Cromwell (James Frain):
E’ uno dei protetti del Cardinale Wosley e, nonostante non appartenga alla nobiltà, studia legge e appartiene al corpo del parlamento inglese del 1523. Nove anni dopo si guadagna la fiducia del Re Enrico VIII, e consegue il caric odel primo ministro. Sotto il comando nel parlamento si approverà la Riforma e si approveranno leggi che servono per liberare Enrique VIII del controllo di Roma e per divorziarsi da sua moglie, Catalina de Aragón. Questo personaggio non appare fino al quarto episodio della serie.

Lady Elizabeth Blount (Ruta Gedmintas):
Giovane cortigiana è una delle amanti segrete di Enrico VIII. Quando Lady Blount rimane incinta, riceve l’aiuto del suo unico confidente, il cardinale Thomas Wosley.

The Tudors è una co-produzione irlandese, canadese e statunitense cofinanziata dall’ Irish Film Board / Bórd Scannán na hÉireann attraverso l’IFB – International Production Fund.
La serie è debuttata sul canale a pagamento Showtime con dieci episodi.

CURIOSITA’

Il creatore della serie tv “The Tudors”, Michael Hirst, è conosciuto come sceneggiatore del film Elizabeth (1998) interpretata da Cate Blanchett.

Hirst, nelle sue note di produzione, aveva già manifestato il desiderio di realizzare una produzione sulla storia di Enrico VIII ma adeguandola al pubblico moderno.

Il risultato è stato quello di realizzare una serie in cui il Re appare molto più giovane e sensuale, dove i dialoghi hanno un linguaggio più semplice rispetto a quello del secolo XVI nel quale si svolge realmente la storia e con chiare rivisitazioni dei contenuti.

Costata 38 milioni di dollari (circa 28 milioni di euro) e filmata in ventidue settimane, si tratta della produzione più cara della storia del canale. La serie dalle straordinarie qualità artistica, (le scenografie e i vestiti sono magnifici e la cinematografia è luminosa) si stima di una squadra tecnica molto autorevole: il Direttore dei primi capitoli è Charles McDougall, vincitore di un premio Emmy della televisione per la migliore direzione dell’episodio di Desperate Housewives.

La disegnatrice di vestiti è Joan Berguin, nominata ad un Emmy per il suo lavoro nella miniserie David Copperfield, per il canale di pagamento TNT. La Berguin è stata un’innovatrice nel confezionare dei vestiti in quanto la sua intenzione era quella di seguire lo spirito contemporaneo della produzione e dare loro un tocco di modernità. Per le musiche, la colonna sonora coinvolgente, è opera del compositore Trevor Morris.

Il cast è composto da attori di alto profilo:

– il protagonista, Jonathan Rhys Meyers, che interpreta con energia Enrico VIII è molto più attraente e seduttore del personaggio reale. Jonathan Rhys Meyers, è diventato in breve tempo uno dei giovani divi più promettenti del panorama internazionale.
Questo angelo dall’ammaliante bellezza androgina, nasce a Dublino 28 anni fa.
Nel 1994 Rhys-Meyers, accanto a star del calibro di Albert Finney e Michael Gambon, esordisce nel cinema con la pellicola “Un Uomo Senza Importanza”.
Il film che probabilmente lo consacra al successo è “Velvet Goldmine“, eccentrica opera diretta da Todd Haynes. Qui Jonathan interpreta il musicista Glam degli Anni Settanta, Brian Slade, personaggio che si ispira all’icona del rock David Bowie.
Dopo aver realizzato alcune rilevanti pellicole ed essere stato protagonista della prestigiosa mini-serie “Gormenghast” accanto Christopher Lee, il divo viene ingaggiato per il ruolo che lo renderà popolare tra le teen-ager di tutto il mondo: si tratta del timido e dolce allenatore di “Sognando Beckham“.
Chiamato affettuosamente Johnny da amici e parenti questa giovane star, tenendo fede alla sua indole ribelle e anticonformista, dichiara di non amare particolarmente la recitazione, ma “facendo ciò, resto lontano dalla vita di strada e dalla prigione”.
Nel 2006, Rhys Meyers riceve un Golden Globe per l’interpretazione di Elvis Presley nella miniserie dal titolo omonimo. Tra i suoi lavori cinematografici più recenti ricordiamo: “Match Point” e “Vanity Fair e Alexander”.
– Sam Neill
, che incarna la figura del cardinale Tommaso Wolsey, ha catalizzato l’attenzione planetaria grazie a perfomance d’impeccabile impatto: padre disperato in “Un grido nella notte”, si è, poi, calato nelle vesti del marito ostile di Holly Hunter in “Lezioni di piano”, personificando successivamente, l’accattivante paleontologo di “Jurassic Park”.
Jeremy Northam, che interpreta Tommaso Moro, debuttó nel cinema americano con “The Net”, ma è apparso con frequenza in film britannici di epoca come “Carrington”, “Emma”, “The Winslow Boy”, “An Ideal Husband”, “Enigma” e “Gosford Park”, di Robert Altman.
– L’attrice britannica Natalie Dormer, Anna Bolena nella serie, ha un’estesa lista di crediti nel teatro. Debuttò nel cinema insieme a Heath Ledger nella commedia “Casanova” e, in televisione, ha partecipato nelle serie “Rebus” e “Distant Shores”.

Commenti»

1. alexa - 24/04/2008

La miglior serie in costume dopo Radici.

2. giova - 24/04/2008

ho già preparato i popcorn….

3. New_AMZ - 25/04/2008

Non l’avete trovata un filino noiosa?

4. Stefania - 14/06/2008

io la trovo magnifica…ho visto la prima e la seconda stagione e non vedo l’ora di vedere la terza….!!!!! tutto è tranne che noiosa!

5. Lucrezia - 11/07/2008

Per ora ho visto solo la 1a puntat,e devo dire che mi ha coinvolto per bene!!! L’interprete di Enrico VIII è veramente bravo!!—L’Italia prendesse esempio..altro che Carabinieri,o un medico in famiglia o via dicendo…—La Storia….che bella cosa!

6. a zaudda - 16/07/2008

io ancora nn mi l eie vistu ma pessonamenti ci su trppu sceni pocci

7. settimio - 19/07/2008

bellissimo film…manfdatemi x favore la trama completa di rurre le puntate della tv….. :) altrimenti nn lo guardo + :) :)

8. settimio - 19/07/2008

bellissimo film…manfdatemi x favore la trama completa di TUTTE le puntate della tv….. :) altrimenti nn lo guardo + :) :)

9. monica fasoli - 24/10/2008

jonathan e natalie rendono questo telefil mitico bellissimo e irripetibile!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

10. monica 93 - 24/10/2008

jonathan e natalie siete i migliori!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

11. VAMPIRA - 06/04/2010

ma tutti i commenti di norma ,annebolena e vampira che fine hanno fatto??????


Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: