jump to navigation

Libri – Nick Hornby “Tutto per una ragazza” 28/05/2008

Posted by Antonio Genna in Libri.
trackback

Nick Hornby \"Tutto per una ragazza\"E’ da poco meno di un mese in vendita nelle librerie italiane “Tutto per una ragazza” (titolo originale “Slam”, Guanda, traduzione di Silvia Piraccini, 280 pagine, costo € 15), l’ultima fatica letteraria dello scrittore inglese Nick Hornby, già autore di “Alta fedeltà”, “Febbre a 90’”, “Un ragazzo” e “Non buttiamoci giù”.
Sono i più grandi successi di Nick Hornby, il famoso scrittore inglese.
Questa volta si tratta di un romanzo di formazione, narrato in prima persona dal sedicenne Sam Jones, adolescente londinese nato “per errore” 16 anni prima da un rapporto tra una ragazza sedicenne ed un diciassettenne presto sposati e poi divorziati, che finirà per ricadere nello stesso sbaglio della madre e a sua volta diventerà padre a 16 anni.
Timido e riservato, Sam ha la passione dello skate e si confida soltanto con il poster di Tony Hawk, o “TH”, campione mondiale di skate, utilizzando per farsi rispondere da lui le parole della biografia “Hawk – Occupation: Skateboarder” letta più volte ed ormai imparata da Sam a memoria. Un bel giorno, spinto dalla madre, Sam va con lei ad una festa e conosce la bella Alicia, figlia degli snob padroni di casa: Sam e Alicia avranno la loro prima volta insieme, ma il rapporto tra loro diventa soffocante ed il ragazzo si allontana… sarà troppo tardi, perchè un “incidente” di una sera (da Sam intuito in anticipo) causerà un’inaspettata gravidanza che Alicia con caparbietà vorrà portare a termine, nonostante l’obiezione dei genitori, soprattutto della madre che non ha mai visto di buon occhio Sam.
Degli inattesi (e forse incomprensibili) salti temporali serviranno a mostrare a Sam dei flash da alcune giornate del suo futuro, che forse potrebbero prepararlo a ciò che lo aspetta, e ad un nuovo rapporto da instaurare con Alicia e con la sua famiglia per il bene del figlio che nascerà. Una storia semplice e veloce da leggere, intrisa del linguaggio adolescenziale che può anche servire a chi ormai non è più adolescente: il tutto sempre dal punto di vista di Sam, che passa da momenti di maturità ad attimi di assoluta infantilità quando si troverà impreparato a ciò che si pone dinanzi a lui.
A seguire, presentazione e biografia dell’autore pubblicati nel volume.

IL LIBRO
Sam ha quasi sedici anni e vive a North London con la mamma, una mamma giovane, single moderna e che non ostacola la grande passione del figlio per lo skateboard. Superato il periodo dei litigi fra i suoi genitori, superati i problemi a scuola con l’odiata matematica, Sam da un po’ sta uscendo con Alicia, che ha conosciuto a una festa, ed è una di quelle ragazze di cui ci si innamora esattamente dopo due secondi. Forse questo significa che per Sam è arrivato il momento fatidico di fare sesso, ma lui sa che «fare sesso a quindici anni è una cosa grossa, se tua mamma ne ha trentuno». La sfida allora diventa sfuggire al destino beffardo che incombe sulla sua famiglia, in cui «tutti inciampano sempre sul primo gradino », insomma sembrano destinati a fare una scemenza e a passare il resto della vita a cercare di rimediare. Ci riuscirà?
A sostenerlo nell’impresa c’è un amico straordinario in tutti i sensi, anzi un Eroe: Tony Hawk, «il J.K. Rowling degli skater». Solo con lui – anzi, con il suo poster, che tiene appeso in camera – Sam può confidarsi quando la sua vita inizia ad assomigliare sempre meno a quella che aveva in mente, e diventa un incubo da cui si può solo cercare di fuggire. Tony non lo deluderà mai, anzi, con i suoi poteri speciali, riuscirà a fargli «vedere il futuro» e, forse, affrontare il presente.

I GIUDIZI
“Un romanzo avvincente, una storia d’amore fra adolescenti raccontata con partecipazione, sincerità e realismo.”
The Times
“Un mix vertiginoso di rabbia, incertezza, saggezza, humour e amore.”
Booklist
“Una voce davvero autentica”
The Guardian
“Una scommessa sicura per i fan di Hornby di tutte le età.”
Publishers Weekly

UN BRANO DAL ROMANZO
“Io parlo con Tony Hawk e Tony Hawk risponde.
Alcuni di voi non avranno mai sentito parlare di Tony Hawk. Vabbè, adesso vi spiego chi è, anche se prima vorrei dire che dovreste già saperlo. Non conoscere Tony Hawk è come non conoscere Robbie Williams, o anche Tony Blair. Anzi, se ci pensate bene è peggio. Perché di politici ce ne sono un mucchio, e anche di cantanti, ci sono centinaia di programmi alla tele. Probabilmente George Bush è più famoso di Tony Blair e Britney Spears o Kylie sono famose quanto Robbie Williams. Ma di skater ce n’è uno soio, in realtà, e si chiama Tony Hawk. Be’, certo, non ce n’è uno solo. Ma lui è decisamente il Grande. È il J.K. Rowling degli skater, il Big Mac, l’iPod, l’Xbox. L’unica giustificazione che accetterò da quelli che non lo conoscono è che non sono interessati allo skate…”

L’AUTORE
Nick Hornby
è nato nel 1957 e vive a Londra. Dopo aver lavorato come insegnante, si è dedicato interamente alla narrativa, raggiungendo un vasto successo internazionale.
I suoi libri sono pubblicati in Italia da Guanda.

Commenti»

1. Giorgio5 - 28/05/2008

Davvero un bel libro, l’ho quasi finito e d è bellissimo, avvincente, interessante, di formazione, parla di un ragazzo quasi della mia età, troppo bello.

2. *martolina* - 05/06/2008

ok…io l’ho letto in 4 ore…e devo dire che mi è piaciuto un sacco perchè è il primo libro che ho letto dove a parlare di una gravidanza è un ragazzo e non una ragazza/donna. Trovo fantastica l’idea di far parlare Sam (il protagonista) con il poster di Tony Hawk (lui si che è un mito! “il J.K.Rowling degli skater”) perchè è vero che a volte si sente il bisogno di parlare con qualcuno che in qualche modo ti può capire e non può replicare, anche se questo qualcuno è solo un poster grandezza naturale…
Io adoro Nick Hornby e sono convinta che si sia impegnato molto a scrivere questo libro, ho apprezzato soprattutto la ricerca delle parole, visto che noi adolescenti abbiamo un linguaggio tutto nostro, e Nick Hornby l’adolescenza l’ha passata da un bel po…
Quindi consiglio a tutti di leggerlo, perchè è assolutamente fantastico!

3. joue - 25/10/2008

non o mai letto un libbro oltre acenerentola….. l’ho finito in un pomeriggio…..dalle 4 alle 11…… e veramente stupendo, commovente….. io non piango mai….. ma leggendo questo libbro o pianto come nn avevo mai fatto……

4. mary - 24/02/2009

Purtroppo a me non è piaciuto.
Sarà perchè sono sentimentale, o troppo sensibile, ma i fatti narrati con così tanta superficialità, la gravidanza vista come uno schifo totale (che per la gran carità, una parte della gravidanza sarà anche difficile), mi hanno messo un po’ di tristezza, perchè la realtà è che al giorno d’oggi tutti i ragazzi la pensano così.
Hornby è davvero bravo a scrivere, non c’è dubbio, semplicemente non mi piace ciò che scrive.

(NB: mia mamma è rimasta incinta a 16 anni, e sinceramente non ha mai detto cose lontanamente simili a quelle dette da sam e da sua mamma)


Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: