jump to navigation

TV USA Gazette #111 – Sciopero degli attori in arrivo? – Il ritorno di The Shield – LAPD – Rita Rocks – Palladium – Casting di serie e piloti – Giorno per giorno – Novità e ritorni cavo: The Middleman, Weeds, Secret Diary of a Call Girl – In edicola – Ascolti USA 16/06/2008

Posted by Antonio Genna in Auditel, Cinema e TV, Giornali e riviste, TV USA Gazette.
trackback

TV USA GazetteQuesto spazio raccoglie le principali notizie dell’ultima settimana relative alla programmazione TV dei network statunitensi più importanti, con l’aggiunta di un calendario quotidiano degli episodi inediti dei telefilm in onda negli Stati Uniti nel corso della prossima settimana, un’occhiata alle edicole statunitensi ed una panoramica dei dati di ascolto delle serie più viste al momento.

  • Sciopero degli attori in arrivo?
    Sciopero degli attori in arrivo?Dopo lo sciopero degli sceneggiatori durato ben 100 giorni alcuni mesi fa, adesso un’altra minaccia incombe all’orizzonte: un probabile sciopero del sindacato degli attori (SAG, Screen Actors Guild), che potrebbe iniziare dopo la scadenza del contratto nel mese di giugno, anch’esso relativo alle royalty derivanti dalla vendita di film e telefilm tramite nuovi mezzi di distribuzione (iTunes, Web) e dalle vendite dei DVD, che finora non sono incluse nei contratti di attori e registi.
    L’avvio dello sciopero a giugno è stato deciso grazie alla coincidenza della scadenza di diversi contratti tra SAG e la AMPTP (Alliance of Motion Picture and Television Producers).
    In preparazione dello sciopero, le società di produzione si stanno già preparando da mesi accelerando la produzione di film e serie televisive, per accumulare già diversi episodi e continuare regolarmente la trasmissione di prodotti nuovi durante il periodo di eventuale sciopero.
    24, la serie più penalizzata dallo sciopero degli sceneggiatori in quanto la settima stagione ha subito un rinvio di un anno, è invece la più preparata adesso nell’eventualità di uno sciopero SAG, con 12 episodi già prodotti ed un film TV prequel pronto entro fine mese per una trasmissione autunnale. Inoltre, le sit-com multicamera, che sono state le prime a rimanere ferme dopo l’inizio dello sciopero degli sceneggiatori, sono tra i prodotti più “a prova di sciopero degli attori”, dato che alcune di esse, come ‘Til Death (FOX) e Le regole dell’amore e Project Gary (CBS) sono sotto la giurisdizione dell’AFTRA (American Federation of Television and Radio Artists), associrazione parallela alla SAG che incorpora tutti gli attori delle soap opera statunitensi e di altre serie di prima serata come Curb Your Enthusiasm e Flight of the Conchords (HBO), Reaper (The CW) e Harper’s Island (CBS). La AFTRA ha raggiunto un accordo di massima con i produttori statunitensi e dunque al momento non è in pericolo di sciopero, ma i risultati delle votazioni dei propri membri avranno luogo soltanto dopo il 9 luglio.

    Sono numerose le serie che già alla data del 30 giugno avranno girato diversi episodi per la prossima stagione televisiva, come riportato dallo statunitense “The Hollywood Reporter”: tra le altre CSI: Scena del crimine, CSI: NY e Criminal Minds (CBS), Brothers & Sisters e Dirty Sexy Money (ABC), Heroes, E.R., Chuck, Life e My Name is Earl (NBC), Dr. House – Medical Division e Bones (FOX). Mancherebbero invece episodi inediti per alcune serie di successo come Grey’s Anatomy e Desperate Housewives (ABC), CSI: Miami (CBS) e la sit-com The Office (NBC), per cui in caso di un lungo sciopero l’avvio della stagione 2008/09 potrebbe subire un ritardo.
    Passando ai canali cavo, tra le serie più penalizzate da uno sciopero ci sarebbero Detective Monk, The Starter Wife, Psych, Burn Notice e Law & Order: Criminal Intent (USA Network), Big Love, Entourage e la nuova True Blood (HBO), più Weeds, Dexter, Californication e Brotherhood (Showtime).
    La produzione degli episodi pilota rinviati dopo la presentazione dei nuovi palinsesti (come i piloti delle serie ABC Studios) si dovrebbe comunque concludere entro fine giugno.
    \
  • “The Shield” torna con il settimo ed ultimo anno a settembre
    Dopo una pausa di ben 15 mesi, è arrivato il momento del ritorno in onda per la serie poliziesca The Shield con Michael Chiklis, in onda negli Stati Uniti sul canale cavo FX. La settima ed ultima stagione del telefilm partirà dopo l’estate, martedì 2 settembre.
  • John Wells, dai medici ai poliziotti
    Mentre la longeva serie medica E.R. – Medici in prima linea tornerà a settembre sul network NBC con la quindicesima ed ultima stagione, il creatore del telefilm John Wells sta preparando il progetto per un nuovo telefilm per lo stesso canale. La NBC ha infatti ordinato l’episodio pilota di LAPD, serie poliziesca prodotta da John Wells Productions e Warner Bros. Television, scritta dalla sceneggiatrice Ann Biderman. Il nuovo pilota segue le vite di un gruppo di agenti di polizia di Los Angeles, e sarà diretto dal produttore esecutivo di E.R. Christopher Chulack, anche produttore esecutivo insieme a Wells e alla Biderman. In caso di buon esito il progetto potrebbe diventare il successore di E.R. ogni giovedì alle 22.00 su NBC.
  • Lifetime ordina “Rita Rocks”
    Il canale cavo Lifetime Television ha ordinato una stagione di 13 episodi della nuova sit-com Rita Rocks, con l’attrice Nicole Sullivan (The King of Queens) nei panni di una moglie e madre che ritorna ai suoi giorni gloriosi come musicista di una garage band. La nuova sit-com andrà in onda in abbinata alle repliche della sit-com WB Reba.
  • “Palladium” per HBO
    Il canale cavo HBO sta sviluppando Palladium, una nuova serie di Franc Reyes, sceneggiatore del film “Empire” (2002) con John Leguizamo, incentrata su un night-club di New York e sul difficile rapporto tra il proprietario e suo figlio.
    Tra gli altri progetti di HBO di cui ho parlato nelle scorse settimane, ricordo Sensitive Skin, adattamento di un’omonima serie inglese con Kim Cattrall, e Bad Girls, adattamento di un’omonima serie carceraria inglese in cui Alan Ball sarà produttore esecutivo.

News sul casting di serie ed episodi pilota
A seguire, qualche ultima notizia sparsa relativa ai casting delle serie già esistenti e degli episodi pilota in produzione in queste settimane.

  • Brothers & Sisters (ABC)
    Will McCormack Will McCormack (recentemente visto come Leo Spiller, fratello della protagonista, in Dirt) e Eric Christian Olsen (il film “Licenza di matrimonio”) parteciperanno in modo ricorrente alla terza stagione della serie ABC: interpreteranno due nuovi associati di Sarah Walker (Rachel Griffiths), e uno di loro potrebbe diventare il nuovo interesse amoroso della donna.
    McCormack ha inoltre ottenuto un ruolo ricorrente nell’episodio pilota della nuova sit-com senza titolo di David Kohan e Max Mutchnick per ABC, incentrata su due amici di lunga data e partner d’affari (interpretati da Alan Tudyk e Josh Cooke), uno gay e l’altro eterosessuale).
  • Captain Cook’s Extraordinary Atlas (ABC)
    Jodelle Ferland (la serie Kingdom Hospital, il film “The Messengers”) sarà la protagonista dell’episodio pilota della nuova serie fantasy ABC prodotta da Warner Bros. Television, descritta come un incrocio tra “Harry Potter” e “Il labirinto del Fauno” ed incentrata su Gwen, una ragazza che trova un atlante magico che rivela l’esistenza di un mondo segreto sotto il nostro mondo. Nel cast sono entrati anche gli attori Janel Moloney (West Wing) e Patrick Breen (Kevin Hill), nel ruolo dei genitori adottivi della protagonista, e Nathan Gamble (il prossimo “Il Cavaliere Oscuro” con Christian Bale), nel ruolo del giovane fratello di Gwen. L’episodio pilota, scritto da Tom Wheeler, sarà diretto da Tommy Schlamme.
  • Cupid (ABC)
    Sarah PaulsonSarah Paulson (Studio 60 on the Sunset Strip) sarà la protagonista femminile del pilota della nuova serie di Rob Thomas, versione aggiornata prodotta da ABC Studios della sit-com anni 1990 dello stesso Thomas per ABC, cancellata dopo una stagione. La Paulson interpreterà Claire Allen, psichiatra specializzata in affari di cuore; nel cast della serie anche Bobby Cannavale nel ruolo di Trevor Hale, un uomo che crede di essere Cupido, il dio romano dell’amore.
  • The Unusuals (ABC)
    Jeremy Renner è stato scelto come protagonista del pilota della nuova serie Sony Pictures Television, dramedy ambientato in un distretto di polizia newyorkese. Renner interpreterà il detective Joe Walsh, che dovrà risolvere l’omicidio del suo ex-partner con l’aiuto della nuova partner di squadra (l’attrice Amber Tamblyn).
  • Samantha chi? (ABC)
    James Tupper (Men in Trees) apparirà in almeno tre episodi della sit-com nel ruolo del filantropo Owen, che probabilmente cercherà di usare il suo fascino sulla protagonista Samantha (Christina Applegate).
  • Heroes (NBC)
    Francis Capra, già interprete ricorrente di Eli “Weevil” Navarro nella serie Veronica Mars, si ritroverà sullo stesso set di Kristen Bell nella terza stagione del telefilm NBC: interpreterà il nuovo cattivo Jesse.
  • Aziz AnsariThe Office spin-off (NBC)
    Il comico americano Aziz Ansari (uno dei tre interpreti del varietà “Human Giant” di MTV) è il primo protagonista della nuova sit-com spin-off del successo The Office con Steve Carell, e ha anche firmato un anno di contratto esclusivo con la produzione Universal Media Studios.
  • Ghost Whisperer (CBS)
    Jamie Kennedy (creatore e protagonista della sit-com/varietà dell’ex-network WB The Jamie Kennedy Experiment mai arrivata in Italia) passa al dramma, debuttando nel ruolo di uno studente di psicologia nella quarta stagione della serie CBS con Jennifer Love Hewitt. Il personaggio sostituirà quello del prof. Rick Payne, interpretato dall’attore Jay Mohr che però la prossima stagione guiderà la nuova sit-com CBS Project Gary.
  • 24 (FOX)
    Jon VoightL’attore Jon Voight (apparso qualche mese fa nel film “Il mistero delle pagine perdute” con Nicolas Cage) apparirà nel suo primo ruolo in un telefilm degli ultimi quarant’anni (dopo un’apparizione in tre episodi di Gunsmoke alla fine degli anni 1960), partecipando alla settima stagione del telefilm thriller con Kiefer Sutherland. Voight interpreterà un grande nemico di Jack Bauer (Sutherland) che tiene le fila della minaccia terroristica al centro delle vicende dei nuovi episodi, e sarà introdotto nel prequel autunnale di 90 minuti in onda su FOX il prossimo 23 novembre, per poi essere molto presente nella seconda metà della settima stagione.

GIOGiorno per giornoRNO PER GIORNO
Le serie TV in prima visione dal 16 al 22 giugno 2008
In questo spazio, giorno per giorno, sono indicati gli episodi in prima visione di serie e sit-com (non considero invece reality e quiz) in onda sui principali canali statunitensi. Se una serie non è indicata nella settimana considerata, ne verrà proposta una replica o non andrà in onda: fino alla fine di agosto i principali network non propongono in genere grosse novità.
Come di consueto indico i titoli italiani dei telefilm, se diversi da quelli originali. L’indicazione tipo 1×03 indica che si tratta del terzo episodio della prima stagione; tra parentesi è indicato il canale su cui va in onda il telefilm.
Per una presentazione di tutti i telefilm che debuttano quotidianamente sui cinque network principali negli Stati Uniti visitate lo spazio
“TV USA 2007/08, i debutti”, le eventuali novità dei canali cavo sono invece indicate sotto.

  • Lunedì 16 giugno:
    ore 20.00 The Middleman 1×01 (ABC Family)
    ore 22.00 Weeds 4×01 (Showtime)
    ore 22.30 Secret Diary of a Call Girl 1×01( Showtime)
  • Giovedì 19 giugno:
    ore 21.30 My Boys 2×02 (TBS)
    ore 22.00
    Swingtown 1×03 (CBS), Fear Itself 1×03 (NBC)
    ore 22.30 Reno 911 5×13 (Comedy Central)
  • Venerdì 20 giugno:
    ore 20.00 Charlie Jade 1×03 (SciFi)
    ore 21.00 Doctor Who 4×09 (SciFi)
  • Domenica 22 giugno:
    ore 19.00 Code Monkeys 2×04 (G4)
    ore 21.00
    Law & Order: Criminal Intent 7×13 (USA)
    ore 22.00 Army Wives 2×03 (Lifetime), In Plain Sight 1×04 (USA)

CANALI CAVO: RITORNI E NOVITA’ IN PARTENZA
Questo spazio analizza le serie che partono o che tornano con nuovi episodi sui principali canali via cavo nel corso della settimana considerata qui sopra. Per le serie già esistenti viene effettuata solo una citazione dell’avvio dei nuovi episodi, per evitare spoiler di qualsiasi tipo su nuove trame o ingressi nel cast.

The Middleman
Serie in onda su ABC Family dal 16 giugno – trasmissione regolare: lunedì ore 20.00
Episodi ordinati: 12 (prima stagione) – Durata: 45 minuti
Produzione: Viper Comics, ABC Family
Cast:
Matt Keeslar (“Snowglobe”), Natalie Morales (“C.S.I.: Miami”), Mary Pat Gleason (“Vi dichiaro marito e marito”), Brit Morgan, Jake Smollett
Trama:
basata sui romanzi grafici di Javier Grillo-Marxuach (“Lost”, “Medium”). Dopo una laurea alla scuola d’arte, la ventiduenne Wendy Watson (Natalie Morales) vive con la migliore amica Lacey (Brit Morgan) e passa da un lavoro temporaneo all’altro. Tutto cambia quando, durante un incarico in un laboratorio, si ritrova nel bel mezzo di un esperimento scientifico finito male, e viene salvata grazie all’intervento di un affascinante e misterioso sconosciuto, che si presenta come The Middleman (Matt Keeslar). Middleman recluterà Wendy come aiuto nella sua missione di neutralizzare ogni tipo di pericolo che l’umanità non è pronta ad affrontare, nonostante le obiezioni della robotica assistente Ida (Mary Pat Gleason).

The Middleman

Weeds
Serie in onda su Showtime dal 16 giugno – trasmissione regolare: lunedì ore 22.00
Episodi ordinati: 13 (quarta stagione) – Durata: 30 minuti
Produzione: Tilted Productions, Lionsgate Television

Weeds

Secret Diary of a Call Girl
Serie in onda su Showtime dal 16 giugno – trasmissione regolare: lunedì ore 22.30
Episodi ordinati: 8 (prima stagione) – Durata: 25 minuti
Produzione: ARG Limited, IMG Media, Silverapples Media, Tiger Aspect Productions
Cast: Billie Piper (“Doctor Who”)

Trama: una donna intelligente e tenace (Billie Piper) cerca di bilanciare la sua vita personale e professionale, alternandosi tra il suo lavoro come segretaria legale, dove è conosciuta come Hannah,
e la sua carriera come una delle prostitute d’alta classe di Londra, per i cui clienti è conosciuta come Belle. La donna dovrà cercare di mantenere i due mondi separati, e mantenere la sua vita notturna segreta dalla famiglia e dal miglior amico Ben.
La serie è già stata trasmessa in Gran Bretagna sul canale ITV 2.

Secret Diary of a Call Girl

IN EDICOLA
Nello spazio dedicato alle copertine delle riviste statunitensi che parlano di televisione, ecco il numero del 16 giugno 2008 del settimanale “TV Guide”, che punta l’attenzione sui Jonas Brothers, ultime nuove stelle televisive della Disney.

“TV Guide”, 16 giugno 2008

ASCOLTI USA
Nielsen RatingsLa classifica della settimana delle serie TV
Ecco la classifica generale delle serie TV (con episodi inediti o in replica) in onda negli Stati Uniti: sono considerati i telespettatori totali degli episodi delle serie più viste nel corso della settimana dal 2 all’8 giugno 2008.
(Dati di ascolto forniti da Nielsen, elaborazione Mediaweek)

  1. Due uomini e mezzo – replica (CBS, lunedì ore 21.00) 9,8 milioni
  2. C.S.I.: Scena del crimine – replica (CBS, giovedì ore 21.00) 9,6 milioni
  3. Dr. House – Medical Division – replica (FOX, martedì ore 20.00) 9,4 milioni
  4. C.S.I.: NY – replica (CBS, mercoledì ore 22.00) 9,1 milioni
  5. NCIS – Unità anticrimine – replica (CBS, martedì ore 20.00) 8,9 milioni
  6. C.S.I.: Miami – replica (CBS, lunedì ore 22.00) 8,9 milioni
  7. Swingtown – primo episodio (CBS, giovedì ore 22.00) 8,5 milioni
  8. Criminal Minds – replica (CBS, mercoledì ore 21.00) 8,2 milioni
  9. C.S.I.: Scena del crimine – replica (CBS, giovedì ore 20.00) 8,2 milioni
  10. Le regole dell’amore – replica (CBS, lunedì ore 21.30) 8,1 milioni
  11. Cold Case – Delitti irrisolti – replica (CBS, domenica ore 21.00) 8 milioni

Ottimo avvio per la seconda stagione di “Army Wives”
Domenica 8 giugno alle 22.00 il canale cavo Lifetime ha proposto il primo episodio della seconda stagione della serie drammatica Army Wives: si è trattato dell’episodio originale di una serie più visto e con più alto rating nei 24 anni di storia del canale, con 4,5 milioni di spettatori, 3,7 di rating, 1,96 milioni di donne tra 18 e 49 anni, 1,97 milioni di donne tra 25 e 54 anni, e 805.000 donne tra 18 e 34 anni. Nel target pubblicitario del canale (donne 18-49 anni), la serie ha avuto un miglioramento del 67% rispetto al primo episodio della prima stagione trasmesso un anno fa.

LA TV USA 2008/09
Cliccate sui simboli per una presentazione dei palinsesti e delle nuove serie in onda sui principali cinque network statunitensi nel corso della stagione televisiva 2008/09.

Commenti»

1. alexa - 16/06/2008

Un’altro sciopero?
Già quest’anno quello degli sceneggiatori ha fatto disastri non tanto per il numero di puntate minore ma perchè ha tagliato le gambe alle serie nuove e ce n’erano di interessanti.

2. Lino88 - 16/06/2008

Perchè gli attori si erano prodigati in quel modo scendendo al fianco degli sceneggiatori? Think about it…
Speriamo che questo non si protragga a lungo!

3. Axlnet - 16/06/2008

No, basta scioperi!
Comunque a settembre inizia la stagione finale di The Shield,un telefilm che restera’ in assoluto uno dei miei preferiti,un altra perla che se ne va dopo Alias, Veronica Mars, I Soprano, Gilmore Girls ecc…

4. Krackus - 16/06/2008

Gli scioperi sono buoni quando… non lo so.
Ma di questo passo si rischia di avere bruttissimi “effetti collaterali” (credo). E’ possibile che eventuali (ma continui) rinvii possano far crollare gli ascolti di alcuni dei telefilm che seguiamo con piacere, causandone l’inevitabile cancellazione?

5. ABREdoskoi - 16/06/2008

ci manca anche solo che gli attori chiedano soldi per le vendite di dvd e simili, cosa che potrebbe alzarne il prezzo, come se costassero poco…

ma billie piper è quella ragazzina che cantava “because we want to”?

6. Midnighter - 16/06/2008

Janel Moloney in una nuova serie!!! Potrà anche essere una cavolata pazzesca ma di sicuro inizierò a guardarla, il personaggio di Donna Moss era il mio preferito in West Wing!
Delle serie in partenza ho sentito parlar bene di Secret Diary of a Call Girl da chi lo ha visto sulla BBC… Tra l’altro Billie Piper è reduce da un paio di stagioni di Dr. Who, se non mi sbaglio.

7. massi.da - 16/06/2008

W Weeds !!

8. Nanyscia - 16/06/2008

Confido nel buon senso degli attori: un altro sciopero sarebbe la morte per più di una serie.. e non parlo solo delle matricola di questo e del prossimo anno.

9. Burchio - 16/06/2008

un altro sciopero….uffa…ma c’era da spettarselo…visto che gli sceneggiatori l’hanno vinto….ce stanno a provà pure gli attori…

le chicche mi sembrano tutte ottime :D

10. dyd666iscr - 16/06/2008

mettiamoci nei panni degli attori…perchè loro non dovrebbero avere gli stessi diritti ???
fanno bene!!

stasera WEEDS 4 !! che bello!
secret diary l’ho già vista tutta…serie mooolto carina!

11. enry - 16/06/2008

Eh si… poveri attori… Hanno proprio bisogno di scioperare… Devono avere più diritti e soprattutto stipendi più alti…
Ma ditelo agli operai va….

12. butch - 16/06/2008

ma lo sciopero dei telespettatori quando lo facciamo?

13. dyd666iscr - 16/06/2008

è la legge del mercato…se pensi ai calciatori allora…che vengono pagati decine di miliardi di ex lire…
in confronto gli attori di telefilm lavorano di piu’ e prendono di meno..

14. Gi@nni - 16/06/2008

E che p*l*e sti scioperi, sta gente fa un mestiere bellissimo, sono famosi in tutto il mondo e si lamentano pure.

15. Midnighter - 16/06/2008

Se qualcuno sfruttando la mia immagine e il mio lavoro guadagna 1000 e io vengo pagato 10, è anche ovvio che cercherò di guadagnare quanto meno 100, no? E’ la stessa logica degli sceneggiatori, dei calciatori, etc…

16. PaoloKr - 17/06/2008

Sciopero previsto da mesi. Se quello precedente ha insegnato qualcosa (visti i danni…),si spera che questo durerà poco.

24:speriamo in una stagione all’altezza delle prime due o della quinta. La sesta è stata brutta forte e il finale deludente da morire.

17. enry - 17/06/2008

Infatti se ero contrario allo sciopero degli sceneggiatori lo sono ancora di più a quello degli attori…

18. Midnighter - 17/06/2008

Ma scusa enry, perché sei contrario? Se, diciamo, una serie produce un guadagno di 10 milioni di dollari ad episodio, la maggior parte di quel guadagno dovrebbe andare a chi l’ha ideata (gli sceneggiatori) e a chi l’ha realizzata (registi e attori). Invece non solo ci va una parte minima, ma inoltre una grande fetta di guadagni (ed è facile prevedere che in futuro sarà quella sempre più importante, visti gli ascolti in picchiata della tv) non era quasi praticamente distribuita!
Una volta che vado a ridiscutere un contratto che vincola per anni e anni, uno cerca di cautelarsi in previsione del futuro, dove si prospettano veri guadagni dal web e non tanto dalla tv (basta vedere quanto sono calati gli ascolti negli ultimi anni, nonostante la popolarità delle serie non sia diminuita, anzi!).

19. alexa - 17/06/2008

Concordo lo sciopero è giusto, perchè i produttori e le grande industrie hanno dei fatturati miliardari in euro e ai lavoratori (compresi noi) pagano due lire o spostano le ditte nell’est per risparmiare………………..

20. PaoloKr - 17/06/2008

@Enry
io non sono contrario allo sciopero per se (anche se gli sceneggiatori avevano qualche seria motivazione,gli attori di contro molto meno visto quello che già guadagnano). Si mettessero solo d’accordo presto per evitare nuovi e pesanti danni.
Poi il successo in web ha solo nuociuto a tante serie,visto che parecchi “scroccano” (specie al di fuori degli USA).
Viste le previsioni di crescita della pubblicità sul web nei prossimi anni,credo che il futuro potrebbe essere questo:shows gratis con inserti pubblicitari.

21. enry - 17/06/2008

Esatto PaoloKr… Lo sciopero degli sceneggiatori era almeno (parzialmente) motivato da questioni di guadagno… Ma gli attori si permettono pure di lamentarsi?? Prendono stipendi alti, sono sempre sulle prime pagine dei giornali, sono famosi in tutto il mondo e invece di ringraziare Dio (anzi no…noi telespettatori che ne decretiamo il successo) ogni giorno per essere dei PRIVILEGIATI (perchè questo sono), che fanno? Si mettono a scioperare…
Perchè? Perchè vogliono ancora più soldi di quelli che già prendono..
Beh allora di questo passo si metteranno a scioperare anche calciatori e, perchè no, anche i politici…
E sinceramente, con quello che si vede quotidianamente nel nostro paese (e nel resto del mondo) con gente che fatica ad arrivare a fine mese, vedere questo gruppo di “fortunati” scioperare mi fa solo innervosire….
Poi per carità, sono liberissimi di farlo, però di sicuro non potrò mai essere solidale con la loro ?giusta? causa…

22. Lino88 - 17/06/2008

D’accordissimo con Enry e Paolokr. Questo sciopero mi sembra un insulto a chi “davvero” lavora e fatica ad arrivare a fine mese…

23. alexa - 17/06/2008

Ma gli attori non sono solo i protagonisti pagatissimi ma quelli che per amore della recitazione fanno i camerieri a Los Angeles pur di fare i provini, quelli che recitano senza mai raggiungere il successo ma fanno un lavoro come il nostro………..

24. enry - 17/06/2008

Si vabbeh… Adesso mi metto a piangere…

25. alexa - 17/06/2008

Gli attori non sono tutti Tom Hanks così come gli scenaggiatori non sono tutti il miliardario JJ Abrams

26. Lino88 - 17/06/2008

Se un attore fa il cameriere vuol dire che proprio bravo non dev’essere. ;-)

Vedi Brad Pitt che il gigolò faceva e forse quello doveva continuare a fare…

Ragazzi motiviamo in maniera seria,se proprio dobbiamo…


Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: