jump to navigation

Scrivo anch’io! – Errori e orrori: “The Big Bang Theory” e il doppiaggio italiano 16/07/2008

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Doppiaggio, Scrivo anch'io!, Serie cult, The Big Bang Theory, TV ITA.
trackback

Scrivo anch’io!Per lo spazio “Scrivo anch’io!” (leggete qui tutte le istruzioni per partecipare anche voi), vi propongo oggi un pezzo scritto da Marta, che in vista della sua tesi di laurea incentrata sul fenomeno del Fansubbing, ha curato una dettagliata ed interessante analisi del non eccelso doppiaggio italiano della nuova sit-com The Big Bang Theory, trasmessa in anteprima pay su Steel e prossimamente in arrivo su Italia 1.

Errori e orrori: “The Big Bang Theory” e il doppiaggio italiano

Che il doppiaggio italiano sia uno dei migliori (se non il migliore) al mondo è ormai risaputo e da anni è motivo di vanto per gli abitanti del bel Paese. Quello di cui non tutti si sono resi conto è che la qualità, per lo meno riguardante il doppiaggio dei telefilm, è calata, negli ultimi anni, in maniera inversamente proporzionale all’aumentare delle serie americane e inglesi importate. Troppo lavoro? Troppo poco tempo? Troppa concorrenza? Può darsi.
Rimane il fatto che noi utenti, sempre più spesso, ci accorgiamo di madornali sviste e/o veri e propri errori di traduzione che ci lasciano quantomeno perplessi. Com’e’ possibile, vi chiederete? E’ possibile perchè sempre più gente ormai vede i telefilm in lingua originale. E quando, poi, in un secondo momento li vede in italiano coglie, a seconda del proprio livello di conoscenza della lingua straniera, tante sfumature e incoerenze e scelte incomprensibili ed inspiegabili che di certo non lo invogliano nel proseguimento della visione.
Ecco spiegarsi il flop di Heroes in italiano, dove un doppiaggio piatto e una traduzione barbara (porto solo l’esempio di Mister Babbani che ha lasciato sotto shock l’intera comunità di fan, che amassero o meno Harry Potter) hanno fatto desistere migliaia di giovani che, avendolo già visto in inglese, avrebbero voluto rinfrescarsi la memoria vedendolo doppiato nella propria lingua madre.
Ma le barbarie di traduzione e adattamento più spietate che la storia del doppiaggio italiano ricordi sono sicuramente quelle perpretrate sulle sit-com, le serie comedy e tutto ciò che in inglese dovrebbe far ridere. In italiano, dai tempi di Friends, più nessuna serie comica americana ha avuto successo e fatto veramente ridere come l’originale. Mentre, invece, le serie crime, mistery, i procedurali ecc riescono a mantenere, nella trasposizione, un certo livello e ad essere amate anche in italiano (vedi gli esempi di Law&Order e i vari spin-off, CSI, NCIS, Criminal Minds ecc), le comedy non hanno lo stesso destino.
Senza inoltrarmi nell’analisi di serie famosissime in America e che in Italia non guarda nessuno perchè non fanno più ridere (vedi How I met your mother o Two and a half men), vorrei soffermarmi sull’analisi della serie, famosissima ed apprezzatissima in America e in tutto il mondo (in lingua originale) che è da poco sbarcata in Italia con un doppiaggio, ad avviso mio e di tutti i fan, disastroso: The Big Bang Theory.

La serie, presentata come anteprima al Roma Fiction Fest (ma di cui, in realtà, sono già state mandate in onda 4 puntate in italiano), ha debuttato in America nel settembre 2007, riscuotendo immediatamente un enorme consenso di pubblico.
The Big Bang Theory, però, non è una serie adatta a tutti. E’ una serie che piace e fa ridere un certo tipo di persone, quelle persone che capiscono le cose che vengono dette, che sanno contestualizzarle e che sanno sorridere di una data caratteristica umana: l’essere nerd.
La serie, quindi, ha un target ben preciso: i giovani (e non più tanto giovani) nerd, cultori delle scienze, dei videogiochi e della fantascienza. La serie ci mostra 4 giovani geni, la loro vita e le loro difficoltà relazionali con gli altri e, soprattutto, con l’altro sesso.

Guardando la versione doppiata in italiano, la prima cosa che salta agli occhi è che quasi tutti i riferimenti nerd sono stati eliminati e sostituiti da altri tipi di riferimenti o dialoghi. La cosa è decisamente grave se si pensa che buona parte dell’ironia del telefilm è basata su quello.
Non solo. I protagonisti, nella versione originale, sono caratterizzati da un linguaggio tipico personale con cui si distinguono e si impongono al pubblico che adora citarli e riprenderli, sicuri di avere un effetto comico. Anche di questo, in italiano, nessuna traccia. La caratterizzazione linguistica si perde, così come si perdono i riferimenti nerd, così come si perde spesso il senso di quanto si stia dicendo.

Passo a fare una serie di esempi per argomentare quanto sopra. Nell’episodio 1 conosciamo i personaggi. Leonard, Sheldon e Penny sono i primi che incontriamo; successivamente Howard e Rajesh.

Il telefilm si apre in una banca del seme per supergeni alla quale Leonard e Sheldon si sono recati per fare una donazione in cambio di soldi per aumentare la banda internet.

Sheldon: Leonard, I don’t think I can do this.
Leonard: What, are you kidding? You’re a semi-pro.
Sheldon: No, we are committing genetic fraud. There’s no garantee that our sperm’s going to generate high-IQ offspring, think about that. I have a sister with the same basic DNA mix that hosts at Fuddruckers.

In italiano la scena è diventata:

Sheldon: Leonard, io non posso farlo.
Leonard: Scherzi? Sei un semi-donatore, ormai. (sicuri che sia donatore?)
Sheldon: No, questa è frode genetica vera e propria. Che garanzia c’è che dal nostro seme venga generata prole superintelligente. Mia sorella disse le prime parole a sei anni e fece la stessa classe 5 volte.

Vorrei soffermarmi un attimo sull’adattamento dell’ultima frase di Sheldon. Fuddruckers è una catena di Fast Food ignota in Italia ma il problema non si porrebbe, perchè potrebbe essere sostituita da un banalissimo McDonalds o Burger King. Inoltre Sheldon ha una sorella gemella, quindi fare riferimento allo stesso DNA non mi sembra avrebbe procurato grossi problemi. Invece che tradurre, quindi, letteralmente, ed ottenere una battuta divertente e tipicamente di Sheldon, si è deciso di inventare un giro di parole assurdo e, a mio avviso, anche improbabile. Infatti, che una bambina inizi a parlare a 6 anni può anche starci, ma che ripeta una classe 5 volte, in Italia, mi sembra altamente improbabile. E, in effetti, chiunque senta questo dialogo (senza sapere come fosse in inglese) rimane un attimo allibito perchè non se ne capisce il senso.

Leonard: Well, what do you wanna do?
Sheldon: I want to leave. What’s the protocol for leaving?
Leonard: I don’t know, I’ve never reneged on a proffer of sperm before.

Leonard: Allora? Cosa vuoi fare?
Sheldon: Tutto tranne quello. (quello cosa?!?!?!) Come ci si ritira?
Leonard: Non lo so, è la prima volta che il mio seme non finisce sul copriletto.

La scelta di introdurre una frase del genere è, a mio parere, completamente fuoriluogo perchè, non solo Leonard non dice niente di simile, ma anche perchè Leonard in tutto il telefilm non ha mai rasentato la volgarità, non vedo perchè dovrebbe farlo in italiano.

Sheldon: You want to hear an interesting thing about stairs?
Leonard: Not really.
Sheldon: If the height of a single step is off by as little as two millimeters, most people would trip.
Leonard: I don’t care.

Sheldon: So una cosa sulle scale, la vuoi sapere?
Leonard: Non tormentarmi.
Sheldon: Abbassando l’altezza dei gradini di soli due millimetri, le persone inciamperebbero.
Leonard: Mi stai tormentando.

Perchè “Not Really” e “I don’t care” sono stati tradotti con “Non tormentarmi”? Tra l’altro non c’è nemmeno il bisogno di adeguarsi al labiale in quanto il personaggio una volta è di spalle e l’altra è inquadrato di profilo…

Leonard: New neighbor?
Sheldon: Evidently.
Leonard: Significant improvement over the old neighbor.
Sheldon: 200-pound transvestite with a skin condition?
Yes, she is.

Leonard: Prima non c’era.
Sheldon: No, mai vista.
Leonard: La vicina che c’era prima l’hanno rottamata?
Sheldon: Se accettano trans di 100 kg con la cellulite sulle guance…

A parte che non condivido l’adattamento in toto, la scelta di inserire la parola “rottamata” per dargli quel tocco di italianità è senz’altro un’idea tremenda. Di scelte simili ne troveremo anche successivamente quando la domanda: lavori? viene tradotta come: Fai la badante per mantenerti? Non ci sono parole…

Leonard: I think we should be good neighbors and invite her over, make her feel welcome.
Sheldon: We never invited Louie-slash-Louise over.
Leonard: And that was wrong of us. We need to widen our circle.
Sheldon: I have a very wide circle. I have 212 friends on MySpace.
Leonard: Yes, and you’ve never met one of them.
Sheldon: That’s the beauty of it.
Leonard: I’m gonna invite her over. We’ll have a nice meal and… chat.
Sheldon: Chat? We don’t chat. At least not offline.
Leonard: It’s not difficult. You just listen to what she says and then you say something appropriate in response.
Sheldon: To what end?

Leonard: Dobbiamo essere dei bravi vicini, farla sentire a suo agio a casa nostra.
Sheldon: Non invitavamo mai il pachiderma che abitava lì prima.
Leonard: Infatti è stato un grosso errore, dobbiamo fare delle nuove amicizie.
Sheldon: Ti pregherei di guardare più in là del tuo pianerottolo. Io ho gia’ 210 amici nel mio sito.
Leonard: Peccato tu non ne abbia mai incontrato uno.
Sheldon: Io direi che questa è la parte migliore.
Leonard: Beh, io invece la voglio invitare. Per mangiare e… per parlare.
Sheldon: Per parlare? E dire: ciao, come va, bene, ciao?
Leonard: Non arrenderti alle prime difficoltà, in fondo, per lei siamo due sconosciuti che hanno l’arduo compito di metterla a suo agio.
Sheldon: Fino a che punto?

Ora, su questo pezzo vorrei soffermarmi un attimo. Innanzitutto, è doveroso mettere in luce due errori di traduzione abbastanza evidenti quali i 212 amici che diventano 210 e il “To what end?” che diventa “Fino a che punto?”.
Soprattutto riguardo l’ultimo, volendo considerare il primo una svista, terrei a sottolineare che questa traduzione, oltre che sbagliata, non coglie affatto quelle che sono le difficoltà relazionali dei due protagonisti, soprattutto Sheldon che non ha la minima comprensione delle convenzioni sociali.
Inoltre, vorrei far notare come tutti i riferimenti nerd siano stati cancellati e sostituiti con strani adattamenti. Sheldon non farebbe mai un commento sull’aspetto fisico di una persona così offensivo (e infatti nell’originale non lo fa). Myspace è una community famosissima e non vedo perchè sottovalutare la comprensione di uno spettatore italiano banalizzando così la frase. Per non parlare del “we don’t chat, at least not offline” addirittura trasformato in un: “Per parlare? E dire: ciao, come va, bene, ciao?”…
Un telespettatore attento non ci metterà molto a capire cogliere la mancanza di idee nascosta dietro questa banale soluzione.

Leonard: If you like boards, this is my board.
Penny: Holy smokes.
Sheldon: If by “holy smokes”, you mean a derivative restatement of the kind of stuff you can find scribbled on the wall of any men’s room at MIT, sure.

Leonard: Questa è la mia, ed è anche di qualità migliore.
Penny: Proprio appassionati.
Sheldon: Se questo è il tuo giudizio sintentico su quello che in genere si trova scribacchiato qua e là sulle lavagne delle stanze dei maschi al MIT, sì.

Mi sembra risaputo che men’s room sia il bagno degli uomini, non le lavagne delle stanze dei maschi.

Sheldon: In the winter, that seat is close enough to the radiator to remain warm, and yet not so close as to cause perspiration.

Sheldon: D’inverno quel posto è così vicino al termosifone che staremo al calduccio ma se uno vuole sudare dovrà abbracciarlo.

Perchè questa scelta di cambiare la frase originale? Tra l’altro, come ho già detto prima, Sheldon in particolare utilizza un linguaggio molto peculiare che lo rendono divertente. Perchè modificare una frase divertente con un adattamento simile?

Leonard: This is nice, we don’t have a lot of company over.
Sheldon: That’s not true. Koothrappali and Wolowitz come over all the time.
Leonard: I know, but…
Sheldon: Tuesday night, we played Klingon Boggle till 1:00 a.m.
Leonard: Yeah, I remember.
Sheldon: Don’t say we don’t have company.
Leonard: Sorry.
Sheldon: That has negative social implications.
Leonard: I said I’m sorry!

Penny: So… Klingon Boggle?
Leonard: Yeah. It’s like regular Boggle, but… in Klingon.

Leonard: E poi qui non è mai affollato, noi parliamo comodamente seduti.
Sheldon: Non dire sciocchezze, Koothrappali e Wolowitz stanno qui giorno e notte.
Leonard: Sì, lo so…
Sheldon: L’altro ieri a Risiko non hai vinto una partita fino alle 3 del mattino.
Leonard: Colpa di Messico e Cuba.
Sheldon: Insomma, questa casa è sempre piena di persone.
Leonard: Sì, lo so…
Sheldon: Non sarà affollato ma di certo…
Leonard: D’accordo, è come una stazione.
Penny: Voi giocate anche a Scarabeo?
Leonard: Ah, certo ma non siamo mai più di 450.

Anche in questo caso, la volontà di cancellare un riferimento nerd ha sconvolto completamente la struttura e il senso del discorso.
Il “Klingon Boggle” è stato sostituito 2 volte con 2 giochi diversi, inventando qualcosa di inesistente nell’originale.
Inoltre, mentre in inglese il povero Leonard continua a scusarsi per la “sconsideratezza” della sua affermazione, in italiano si ritrova addirittura ad affermare che casa loro è una specie di stazione.

Penny: I’m a vegetarian. Except for fish. And the occasional steak. I love steak!
Leonard: Do you have some sort of a job?
Penny: I’m a waitress at The Cheesecake Factory.

Penny: Ah, sono del sagittario, ma questo ve l’ho già detto. Quello che non vi ho detto è che adoro le bistecche… buone!
Leonard: Ti mantieni agli studi facendo la badante?
Penny: No, faccio la cameriera alla fabbrica del Cheesecake
.

Vorrei proprio capire come mai è stata cambiata tutta la parte del “Sono vegetariana, tranne il pesce” e come si pretende che, in italiano, la frase adoro le bistecche faccia ridere escludendo la battuta precedente.
Inoltre, come ho detto prima, il tradurre la domanda “Hai un lavoro?” con “Ti mantieni agli studi facendo la badante” non solo è scorretto (in quanto la parola badante in originale non c’è e in quanto non si è mai detto che Penny studi) ma introduce una connotazione del personaggio negativa che non esiste nell’originale.

Leonard: Should I say something? I feel like I should say something.
Sheldon: You? No, you’ll only make it worse.
Penny: You want to know the most pathetic part? Even though I hate his lying, cheating guts… I still love him.

Leonard: Sento che dovrei dire qualcosa ma non so cosa, per Diana.
Sheldon: Tu? Il rischio è troppo grosso.
Penny: Ma quello che mi manda in pappa, è che mi mancano tutte le bugie che mi raccontava. Non riesco a dimenticarmi di lui.

Pur volendo sorvolare sull’adattamento che, in fondo, non distorce granchè il senso, non capisco quale necessità ci fosse di utilizzare la frase “Ma quello che mi manda in pappa” che è tremenda e decisamente troppo colloquiale per il contesto e da dove salti fuori il “per Diana”. Si continuano a mettere in bocca ai personaggi parole non dette, sensi non dati, volgarità o sproloqui non presenti.

Penny: On top of everything else, I’m all gross from moving and my stupid shower doesn’t even work.

Penny: Inoltre ho appena traslocato, puzzo come un cinghiale e la mia doccia si è rotta.

Di nuovo linguaggio colorito totalmente estraneo alla serie.

Non volevo dilungarmi così tanto ma mi sono lasciata prendere la mano. Sono arrivata solo al minuto 12 e ho comunque preso solo gli esempi che mi sembravano più eclatanti.

Vorrei terminare la carrellata con l’ultimo minuto della prima puntata che offre altri due esempi molto interessanti.
Penny convince Leonard e Sheldon a farle un favore, loro escono e la lasciano sola in casa con Howard e Rajesh. Un’intera scena in cui Howard le mostra il suo personaggio di un gioco di ruolo e le fa discorsi con linguaggio tipico del genere viene completamente cambiata.
Successivamente, Sheldon e Leonard rientrano, in mutande.

Penny: Why don’t you put some clothes on, I’ll get my purse, and dinner is on me, okay?

Penny: Andate a mettervi qualcosa addosso, si cena da me stasera, d’accordo?

Evidente e lampante l’errore di traduzione. Se anche si volesse accettare l’idea di una svista, come si giustifica questa frase con la scena successiva in cui sono tutti in macchina che vanno a mangiare fuori?

Sheldon: We can’t have Thai food, we had Indian for lunch.
Penny: So?
Sheldon: They’re both curry-based cuisines.
Penny: So?
Sheldon: It would be gastronomically redundant.

Sheldon: Niente Thai, abbiamo mangiato indiano a pranzo.
Penny: E allora?
Sheldon: Il curry impazza da quelle parti.
Penny: E allora?
Sheldon: Troppo fa venire la currite.

Non so nemmeno come scrivere la parola currite dato che non esiste. Ma anche se esistesse, non vedo il motivo di usarla quando, una traduzione letterale, avrebbe fatto ridere (e non molto di più, proprio ridere in quanto la traduzione non è divertente) e si sarebbe attenuta con fedeltà alla già mensionata linea comica del linguaggio di Sheldon.

In conclusione, il doppiaggio della serie è un fallimento completo. Errori di traduzione, adattamenti selvaggi, annullamento delle due caratteristiche principali di comicità della sitcom.
Gli esempi parlano da soli e, se avessi voluto, avrei potuto continuare. Ma mi fermo e pongo un interrogativo.
Ho studiato traduzione, sono un’appassionata di telefilm e mi diletto nel fansubbing. Ma non ho studiato adattamento per il doppiaggio. Di conseguenza non mi pongo come mentore e censore perchè so che il doppiaggio comporta difficoltà diverse, legate ai tempi, al labiale, ecc.
Quello che mi domando, però, è questo: Ha veramente senso doppiare una serie del genere in questo modo ottenendo questo risultato? Il mondo del fansubbing prende sempre più piede. Si è iniziato per la frenesia di vedere subito come andava a finire Lost e si è finiti per apprezzare le serie in lingua originale snobbando i mediocri prodotti doppiati. Tra l’altro, molti fan (me compresa) si sentono quasi offesi da doppiaggi fatti in questo modo. Sembra che un italiano non possa capire un dialogo in cui si citano Darth Vader, myspace e le chat room. Forse il target del telefilm non è stato ben capito, altrimenti dubito (e spero) che non si sarebbe seguito un simile approccio.
Spero che qualcuno rifletterà su quanto sopra.

Commenti»

1. Drugo - 10/11/2010

Che diree..
io trovo i doppiatori di The big bang Theory.. straordinari…Sheldon docet.. sulla traduzione dei testi qualche imprecisione e inesattezza è reale.. ma nn si può avere tutto.. il prodotto complessivo di questa seria è ottimo.. se non appezzate queste serie amiericane e le criticate per le traduzioni e i doppiatori… vedetevi distretto di polizia 24!!

Airon3 - 21/06/2011

non toccare distretto…

2. la_Lu - 13/11/2010

Ma per favore Drugo, la serie è bellissima ed è palese che i doppiatori l’abbiano rovinata un sacco.. Uno che ha visto l’originale non può resistere 1 minuto a guardare la versione italiana!
La critica non è alla serie ma a come l’hanno tradotta e doppiata in italiano.
Tra l’altro hanno associato a Sheldon una voce da checca totalmente fuoriluogo…

3. Gabriele - 14/11/2010

Più che altro l’adattamente è stato affibiato a un’altra persona dopo le prime puntate proprio per questo problema e la situazione è migliorata.

4. Bruno - 15/11/2010

Caro Drugo, hai ragione sul fatto che la serie sia divertente in italiano, ma è di un livello superiore se seguita in inglese. Prova a vederla con i sottotitoli italiani (io consiglierei ItaSa) e po facci sapere se hai apprezzato ancora di più la mitica serie
ciao

5. Diego - 19/11/2010

A proposito della serie ” The Big Bang Theory ” mi potete indicare se la Warner già ha editato la/le stagione/i in DVD per il mercato italiano e se i sottotitoli italiani della selezione in lingua originale traducono correttamente i dialoghi?

6. Alexandro - 21/11/2010

Seguo tutte le serie in originale, e solo oggi dopo aver letto questo post, sono andato su youtube per rendermi meglio conto di cosa sia stato fatto con TBBT. Sono rimasto senza parole… a parte l’adattamento scandaloso dei dialoghi, le voci dei quattro protagonisti maschili non rendono per niente perché quasi omologate. Raj è divertente anche per il suo tipico accento angloindiano, e Sheldon ha un modo di parlare che rende il suo personaggio davvero unico… tutto ciò è andato perduto. Il doppiaggio italiano sarà sicuramente tra i migliori, ma onestamente quando si ha la possibilità di seguire l’originale, tornare indietro è praticamente impossibile.

7. diego - 21/11/2010

Ho visto il commento di alexandro. Da ciò deduco che l’unica possibilità per gustare appieno la serie sia di acquistare la versione home video originale con sottotitoli in inglese!!

Diego

8. mattew - 22/11/2010

ma dai ma fatemi il piacere!!!!è spettacolare anche in italiano!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!non fate i saputelli!!

9. Lispeth - 22/11/2010

Secondo me la versione italiana si lascia guardare solo se non si è mai vista una puntata in lingua originale, non ci sono altre spiegazioni. Le traduzioni sono fatte a caso, e purtoppo è un problema di tutte le serie comiche – altro esempio è How I met your mother – che vengono stravolte… Io ho smesso di guardare le versioni tradotte da un bel pezzo

10. Dragan - 29/11/2010

Non ho visto TBBT in inglese ancora (a parte il pilot non andato in onda) e quindi non ho un raffronto. Devo dire che il lavoro dei doppiatori in sè non mi è parso male: mi piace la voce petulante di Sheldon (a parte gli episodi in cui è doppiato da un altro, che trovo abbastanza irritante) in particolare. Ora mi scaricherò la serie in originale (fortunatamente non ho problemi nella comprensione dell’inglese). Solo una nota: la cosa che trovo veramente irritante è come non si sia cercato di rendere lo stile dei titoli in tutti gli episodi, utilizzando titoli come “Nella tana del nemico” o “Tecniche di condizionamento” al posto di “The staircase implementation” e “The Gothowitz deviation”. Assurdo.

11. Elena - 02/12/2010

bell’articolo, davvero. Non l’ho mai vista in italiano e penso che non lo farò mai!
abbasso il doppiaggio!!!

12. iriev - 03/12/2010

– “I totally agree…”
traduzione :
– “Bella uscita, Ciccio…”

13. frapio - 03/12/2010

beh, faccio il traduttore, a me tutti hanno detto di guardare questa serie perché era troppo bella. Vista in italiano, non mi è piaciuta, gli ho dato altre 2 possibilità, ovvero episodi, niente, l’ho abbandonata, non mi diceva niente, battute per me banali e che non mi facevano ridere. Poi ho scoperto questo thread e ho provato a vederla in lingua originale. Beh, ora SI’ che è carina! Insomma, per chi magari non si accontenta della prima serie da ridere che trova, o che non è perfettamente in sintonia con un certo tipo di comicità, la differenza fra tradotta bene e tradotta male c’è, e almeno in questo caso si sente. In quanto del settore, comunque, il lavoro che hanno fatto mi sento di dire che sia terrificante. My 2 cents.

14. maximiliano - 04/12/2010

il doppiaggio italiano e tra i peggiori al mondo… io sono di NY e vi garantisco che tutto cio che avete sentito nella vostra vita e svagliato o mal tradotto

15. Gian - 08/12/2010

Beh se le traduzioni le farai tu di sicuro saranno prive di “svagli”… non posso che darti ragione :)

16. Met - 14/12/2010

Qui non si tratta o meno di essere saputelli o di voler pretendere troppo.Qui si tratta di non voler sentire frasi propriamente illogiche come, e cito a senso:” voi giocate a scarabeo?”, ” si ma non siamo mai più di 450″ .
Nesso logico con il resto dello script? Nessuno.Chi sarebbero questi 450?
Tutto questo perchè? Per non tradurre letteralemte “giochiamo a klingon boogle”? Uno scarabeo in klingon e quindi la cosa più nerd che si possa vedere e della quale, giustamente gli autori vogliono far vergognare leonard?
fortunatamente il doppiaggio è molto migliorato o non credo questa serie avesse troppe speranze.

17. TomStardust - 22/12/2010

Allucinante. Grazie per avere condiviso queste perle, sono felice di guardarmi i telefilm che mi interessano in lingua originale.

18. Arichel - 22/12/2010

Totalmente d’accordo con voi. Persino il doppiaggio in Spagnolo è meglio del nostro. Dovrebbe occuparsi di questa serie chi gestisce il doppiaggio dei Simpson, che invece sono migliori in italiano che in versione originale e in spagnolo (di Spagna e sudamericano)!

19. Amaccabanane - 27/12/2010

Io ho incominciato a guardare la serie da quando la mandano su italia1, e non lo trovata malvagia a parte il cambio di voce di Sheldon in una breve serie di episodi. Poi un amico mi ha fatto vedere un paio di puntate sottotitolate e in effetti c’è tutt’altro effetto!!!Ma da qui a dire che il doppiaggio italiano fa schifo è una grande cazzata, secondo me non si tiene conto dell’importanza di alcuni doppiatori in italia. Molti attori americani che vengono apprezzati in italia lo si deve soprattutto alle voci dei loro doppiatori…Poi tanto per rispondere all’american boy scusa se il nostro sistema cinematografico ci permette di fare delle buoni doppiaggi e non ci permette di rifare interi film “all’americana”.

20. Francisco - 10/01/2011

Bel post.

Sono d’accordo anche io ( E anche la produzione, visto che dopo l’ottavo episodio sono stati licenziati tutti quelli che lavoravano alla traduzione, e sostituiti immediatamente).

Nonostante questo, ottima sitcom, veramente.

21. Jack86 - 11/01/2011

Dopo aver visto una puntata in italiano e tutto il resto in inglese, devo dire che il doppiaggio ha raso al suolo le caratteristiche divertenti principali. Tipo le sfumature della voce di Sheldon originali non son state per niente colte oltre ad avere un tono troppo smussato, troppo amichevole. Vedendo ora qua in questo bel sito (complimenti) le frasi tradotte, credo ci possa essere una sola spiegazione.. Han usato Google translate.

22. Marco - 12/01/2011

Mi occupo di doppiaggio (non di questa serie) e condivido il vostro disappunto. C’è da dire che ormai i tempi di traduzione/produzione sono brevissimi e che i committenti spesso chiedono di sostituire citazioni che facciano riferimento a prodotti industriali, marche o catene di negozi fastfood etc. oppure di censurare parolacce o modi di dire. Importante è la questione economica, ormai il doppiaggio si “svende” nel senso che per accaparrarsi una serie si abbassano i costi e “l’arte” è la prima che ci rimette le penne. Dobbiamo aggiungere a tutto questo che alcune “licenze” vanno prese anche per questione di sync, anche stravolgerne il senso non è professionale. Ovviamente tutto questo non giustifica la scarsa qualità di alcuni prodotti, purtroppo i tempi sono cambiati. Purtroppo !

23. invy - 13/01/2011

Ieri notte ho guardato tutta la prima serie di TBBT. Ovviamente in lingua originale. Ma non perche’ io sia saputello o perche’ il doppiaggio italiano faccia schifo (non voglio neanche entrare nel merito del qualunquismo becero di simili affermazioni).

Lo faccio perche’ conoscendo il “ritmo” della serie, non voglio rischiare di perderlo in un adattamento che per forza di cose deve trovare “licenze” e compromessi. Di sicuro da scarabeo klingon si sarebbe potuti passare a scarabeo “in Sanscrito e Maya antico” ma comunque avremmo perso il link alla cultura nerd e geek. Certo però che, risiko, non c’entra un bit flippato.

Il problema comunque non è solo il riferimento diretto, ma la lingua in sè. L’inglese consente un tipo di comunicazione con singole parole “fraseologiche” che assurgono a ruolo di intere coordinate o subordinate, creando una velocità espressiva che in italiano richiederebbe una maggiore velocità verbale. Ora, nel linguaggio “comune” questo accade poco, ma tra nerd è spesso la prassi: in effetti in italiano è tutto un fiorire di neologismi derivanti dall’inglese ma declinati in italiano. Scelta questa, che davvero renderebbe ostico ai più il livello di comprensione.

Se il primo problema sarà risolto dai doppiatori, bene. Ma il secondo lo vedo maggiormente legato alla lingua che non alla traduzione/adattamento. Nessuno ha notato in True Blood analoghi orrori e omissis?

invy

24. Federico - 16/01/2011

Sinceramente prefersico eng sub-ita, e non perchè non mi piacciono le traduzioni ma semplicemente perchè preferisco la voce originale. Ad esempio il doppiaggio di Rajesh è lontano anni luce dalla voce originale,che fa ridere al solo sentirla.

25. jox - 23/01/2011

Come dimenticare “the Master rose…” in Buffy The Vampire Slayer tradotto con “il Maestro è rosa…”
IL MAESTRO? ROSA?
MA SE È UN VAMPIRO?

Il Maestro chiaramente rosa e fan di Hello Kitty.

26. angela - 30/01/2011

io ho guardato tutte le tre prime serie in lingua originale e anche in italiano..e devo dire che non c’è assolutamente paragone..in italiano penny sembra scema.. e si perdono un sacco di sfumature dei personaggi. Purtroppo chi ha iniziato a guardarlo in italiano, non capisce quanto sia divertente!

27. ultimo_arrivato - 23/02/2011

Chiaramente ci sono traduzione fatte meglio di altre. Alcuni passaggi qui citati fanno rabbrividire.
Però non ci vuole un genio per capire che tradurre (quasi) qualsiasi cosa comporta una certa perdita di qualità.
Comunque la cosa peggiore non è il doppiaggio, ma il fatto che ne abbiamo bisogno.

28. amparia - 10/03/2011

Vorrei aggiungere una cosa anche se non sono un’esperta di questa serie perché non ho visto tutte le puntate e l’ho scoperta solo recentemente, mi pare che nella scena della battuta sulle scale ci sia proprio un errore che fa perdere il senso e oltretutto sembrare stupido il protagonista. La cosa che dice secondo me è che se UNO scalino fosse più basso degli altri di anche solo due millimetri la gente si inciamperebbe, mentre in italiano dicendo se TUTTI gli scalini lo fossero ci si inciamperebbe non mi pare abbia senso. Mica le scale sono tutte uguali ma non ci si inciampa per questo. Insomma sembra che dica una cosa stupida ma probabilmente a molte persone sembra stupida anche la frase originale cosa che assolutamente non è.

Robert - 10/05/2011

Sui gradini e l’alzata ti potrei scrivere un romanzo, in quanto fu mia materia di studio.
E’ vero quel che dici tu, ma è altrettanto vero che c’è un limite massimo dell’alzata entro il quale non si inciampa e superato quello si inciampa (o viceversa il contrario: un limite minimo)….
Infatti, nelle case antiche si usava al posto di mettere 5 gradini almeno 10 molto bassi, questo perchè è più semplice salirne 10 bassi che 5 alti….
Chi ha tradotto con quella cretinata, non ha tenuto conto che si inciampa anche se i gradini sono tutti alla stessa altezza nel caso uno porti 48 di scarpe…. Questo perchè il cervello “memorizza” la larghezza del gradino in proporzione all’alzata: ci si inciampa anche in gradini regolari molto stretti ma con alzata costante, se è per quello, a patto di avere un piede che esca dal gradino…. questo capita perchè non è dal tallone che parte la spinta, ma dalle punte dei piedi che trovano subito l’ostacolo a meno di non camminare sulle punte dei piedi…

Insomma la teoria indicata nella lingua originale si rifaceva al solo abbassare un gradino di 2mm dove non è su quello che si inciampa (come si potrebbe pensare) ma su quello regolare successivo
(lo so per esperienza: da mia nonna in montagna c’era una scala scavata nella roccia, il primo gradino era il più alto poi arrivavano quelli più bassi. si inciampava sempre sul secondo

29. Gimmi - 11/03/2011

l’ultima puntata di tbbt è straordinariaaaa(la 4×18)..parliamoci chiaro,il doppiaggio in italiano è fra i migliori al mondo x carità,ma perchè quando l’ho seguita in italiano nn ho riso neanche x un secondo,mentre in inglese nn smetto di farlo?my 2cents!

30. LC - 14/03/2011

Con piacere notiamo che anche per la quarta stagione, il dialoghista italiano di tbbt ha copiato senza ritegno i giochi di parole dei sottotitoli di itasa. Complimenti! Almeno adesso si capiscono.

31. Samo - 21/03/2011

Sinceramente, non capisco tutto questo astio nei confronti dei nostri doppiatori.
I ritmi di oggi impongono di avere un ottimo prodotto con tempi brevissimi; la cosa è di per se un controsenso! Fortunato chi conosce l’inglese e lo può gustare in lingua originale, ma credo che a parte la prima metà della prima serie sia l’adattamento che il doppiaggio è nettamente migliorato.
Pensata anche a tutti i problemi che un adattatore può trovare nel lavorare su una serie del genere, dal linguaggio nerd che pochi capirebbero alla censura imposta.
So ng!

32. max - 26/03/2011

il doppiaggio in italiano è terribile, come han già detto in molti non fa ridere e sheldon sembra una checca isterica e vanitosa, al contrario di sheldon originale che ovviamente non sfiora neanche col pensiero certi argomenti, cosa che lo rende l’alieno parasocionoicopatico permaloso saputello e invadente che amiamo seguire. se devo sentire Samo anceh se non ho tempo il lavoro va fatto cmq anche fatto con il culo … io faccio il muratore la pensi così anche per me ?

33. Mirko - 06/05/2011

vidi le prime 3 puntate in italiano, e poi le prime 3 in inglese,

da allora mai piu vista una in italiano, e una serie per nerd, e togliere anche sfumature del tipo, (la puntata quando giocavano a wow e sheldon recalla (teletrasporta) via con la spada)
e stato uno scempio totale.

sembra che in italia il doppiaggio non creda che la gente conosca i giochi online, le chat, la scienza, la sci-fi. tutte le citazioni sono storpiate e modificate verso il vuoto assoluto, rovinando totalmente il target della serie.

Forse sono quelli che doppiano che non hanno propio conoscienza di cio di cui la serie parla e quindi la adattano visto che non sanno di che cazzo parla.

34. Robert - 10/05/2011

Ciao a Tutti.
Vorrei precisare una cosa fondamentale: i doppiatori italiani, sono da sempre considerati i migliori non perchè traducono meglio degli altri, ma perchè hanno l’abilità di associare al movimento labiale dell’attore una associazione che permette all’attore stesso di sembrare che parli italiano.
Per il resto da sempre (già da Happy Day’s) le traduzioni sono sempre state anche a volte fuorvianti. Spesso capita questo per migliorarne la sonorità “fregandosene” del testo vero.
Se prendete un film qualsiasi, o telefilm anche Friends (che ha avuto molto successo anche in italia), non riuscirete a cogliere nella versione italiana il senso di alcune frasi di Joey, di cui una precisa frase, molto ricorrente nel personaggio, che, negli Stati Uniti riscontrò immediatamente successo tra il pubblico, ed in breve entrò a far parte del linguaggio comune, e che nella versione italiana, è sempre tradotta in modo diverso. La celebre frase di Joey, che la usa specialmente per avvicinare a sè delle belle ragazze è “How you doin’?” (“Come te la passi?”). In italiano è tradotta ogni volta in modo diverso (come ti va?, come ti butta?, come stai?) e quindi non è possibile percepirne la ricorrenza maniacale…

Quindi potremmo parlare di famosissimi film del passato, tipo il musical My fair lady o di Grease … tutti con storpiature dall’originale anche nel senso a volte persino stravolto.
Mi viene in mente un film parodia, Frankenstein Junior (quello con Gene Wilder e Marty Feldman, tanto per intenderci),film dove tante volte l’originale nella traduzione ha un significato diverso e slegato dalla scena, un simpatico esempio di quanto dico è all’inizio, ed è la famosa frase “lupo ululì, lì. Castello ululà, là”.
Tuttavia a nessuno o quasi nessuno è venuto in mente che in inglese forse tale frase non esisteva neppure, o aveva un senso diverso… Coincidenza volle, che la scena a dire “castello ululà, là” si sposta sul castello lontano….
Ma cosa sarebbe successo se invece del castello avessero mostrato qualcos’altro?
Ecco il dialogo originale:
Inga: Werewolf
Dr. Frederick Frankenstein: Werewolf?
Igor: There.
Dr. Frederick Frankenstein: What?
Igor: There wolf. There castle.
Inga: Werewolf!
Dr. Frederick Frankenstein: Werewolf?
Igor: There.
Dr. Frederick Frankenstein: What?
Igor: There, wolf. There, castle.
Dr. Frederick Frankenstein: Why are you talking that way.
Igor: I thought you wanted to.
Dr. Frederick Frankenstein: No, I don’t want to.
Igor: Suit yourself. I’m easy.

Mi dite dove trovate “lupo ululì, lì…. castello ululà, là” ??? Non esiste.., al massimo trovate There wolf. There castle (lì il lupo, lì il castello).
E la frase finale di Igor “io non discuto, è lei il padrone”, dove sta nel discorso finale? Anche qui ci hanno aggiunto qualcosa come invece per quella del lupo ed il castello hanno semplificato togliendo.

Tuttavia, se nel passato non ci si faceva molto caso non era solo per ignoranza di chi vedeva, ma anche per genialità del traduttore a mettere in bocca agli attori frasi che potevano diventare divertenti in italiano, mentre ora, vengono tradotte cose magari divertenti con cose strampalate e mai dette, meglio se oscene.

Sostengo che, i telefilm moderni dovrebbero essere tradotti da doppiatori moderni che conoscono l’uso di terminologie moderne e non antiche, se no si finisce come con la nonna di un mio amico, che per disconoscenza sua raccontò un’evento ad una amica al telefono dicendo non l’originale, ma quello che aveva intuito…. Infatti io ed il mio amico, dicemmo alla nonna di un terzo amico “Stiamo chattando” e visto che la nonna non capiva il termine, io le dissi “usiamo il PC per comunicare”… e la frase della nonna, non avvezza alla tecnolgia tradusse all’amica con “parlano al computer” e l’amica le rispose “e cosa gli dicono?”.

Conclusione Friends ebbe una buona equipe di traduttori, gente che si è messa nei panni degli attori, Big Bang Theory secondo me manca di altrettanto bravi traduttori: ci vorrebbero gente “vera”: “veri nerd e vere pupe a tradurli”.

35. Robert - 15/05/2011

C’è anche da dire però un’altra cosa: Friends, Happy day’s furono sempre doppiati da chi conosceva i personaggi, conosceva il loro modo di essere e le loro battute… inoltre in passato forse c’era più professionalità e meno “gare d’appalto” (chi si offre per meno a doppiare).
Non dimentichiamo che gli attori big sono praticamente doppiati sempre dagli stessi doppiatori anche per decenni, il che porta il doppiatore ad immesimarsi nell’attore che recita. Questo porta ottimi risultati, mentre purtroppo in BBT i doppiatori sembrano spaesati, confusi, distratti…

36. Marina - 15/05/2011

Carissima,se ti facessi un giro nelle sale di doppiaggio, conoscessi i funzionari ti renderesti conto delle difficolta’ che esulano dal lavoro di doppiaggio stesso. Per esempio , la parola MAC DONALD non si puo dire in tv senza rischiare pesanti sanzioni , vale per le i marchi in generale . Inoltre, ti invito a pensare a Toto’ doppiato in francese ..questo per farti riflettere sul fatto che molte cose sono intraducibili . Spesso,è davvero difficile adattare la frase che deve rispettare una lunghezza , e magari anche delle labiali ,se la battuta ha addirittura dei contenuti americani particolari , pensare di infilarci dentro anche la spiegazione è da illusi. questo è il doppiaggio, un'”adattamento” delle intenzioni americane ,e va preso come tale . Non tutte le serie o i film si prestano nella stessa maniera a questo tipo di gioco . Se i doppiatori di BBT avessero caratterizzato le loro dizioni, di sicuro sarebbe uscito fuori un prodotto alquanto ridicolo . Spero di averti chiarito alcuni aspetti, che forse non avevi considerato

37. fra - 20/05/2011

Io ti assumerei subito a dirigere il doppiaggio. Comunque ci sono ragazzi bravissimi che creano meravigliosi sottotitoli in italiano. Forse dovremmo smetterla di doppiare e mandare le serie in lingua originale con i sottotitoli. In più alcune delle voci di doppiaggio sono irritanti e smontano completamente l’essenza del personaggio. Infine potremmo imparare meglio le lingue, come fanno negli altri paesi.

38. Gp - 22/05/2011

Quest’ultimo commento mi trova d’accordo. Non conosco molto l’inglese, ma ho guardato tutta la serie in inglese con sottotitoli ed è stato fantastico. Direi che è meglio iniziare a doppiare i film nel modo giusto, con i giusti significati e al diavolo in tempo, se poi il prodotto è “orrendo”.Meglio non commercializarlo e lasciar fare a chi ha i mezzi adatti.

39. MR X - 28/05/2011

Siete tutti delle gran checche…vi lamentate sempre…si sà che il doppiaggio italiano è il migliore ma appena cala voi ci fiondate sopra come avvoltoi…siete come delle suocere…sempre petulanti…state zitti e guardatelo come piace a voi invece che rompere le palle…io per esempio lo guardo in tutti e 2 i modi e mi piacciono entrambi…si è vero che nei primi 8 episodio il dialogo è un po diverso dall originale ma è bello comunque, poi anke se il doppiatore di sheldon è petulante, ci stà…perché lui lo è

40. Manwe - 10/07/2011

Scrivo qui un esempio che tra gli studenti del primo anno di Fisica ha fatto alzare il sopracciglio: in una delle primissime puntate della prima serie, Penny e Sheldon discutono della velocità di Superman: invece di dire “un’accelerazione di … metri al secondo quadrato(o quadro se per il labiale fosse meglio)” l’accelerazione è detta con le misure della velocità(metri al secondo). Nella serie originale è corretto, ergo la svista è italiana. Sicuramente una tale precisazione non cambia granchè nell’apprezzamento della situazione che si crea nel telefilm, ma sicuramente fa storcere il naso chiunque abbia studiato un minimo di scienze…cioè buona parte del target della serie!
Mi trovo d’accordo con chi ha scritto l’articolo, nel bene e nel male. Comprendo le necessità di un doppiatore, ma credo che metterci un giorno in più e fare un lavoro che poi sarà meglio apprezzato dal pubblico sia più soddisfacente per tutti.

41. Tutti gli errori dei doppiaggi di film e telefilm - 13/09/2011

[…] […]


Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: