jump to navigation

Libri – Mattia Walker “Civitavecchia alla fine del mondo” 26/09/2008

Posted by Antonio Genna in Libri.
trackback

E’ in uscita nei prossimi giorni nelle librerie italiane “Civitavecchia alla fine del mondo” (Zandegù Editore,416 pagine, costo 15 €), primo romanzo scritto dal ventottenne Mattia Walker, che nonostante la sua giovane età ha già pubblicato tre romanzi e due raccolte di racconti con uno pseudonimo.
Il romanzo è ambientato in Italia tra gli anni 1995 e 2005, ed è un provocatorio, incredibile e spesso delirante viaggio che è difficile riassumere in poche parole, contenendo decine e decine di spunti diversi da Roberto Baggio e i cerchi nel grano, a Luca Giurato di “Unomattina” e la Madonnina di Civitavecchia.
Nel settembre 2005, le vite di quattro particolarissimi personaggi (Clara la donna-pollo della Tv, Fulvio il sosia di Hulk Hogan, e Salvo e P. che si rincorrono da Nord a Sud Italia) si intrecceranno in maniera imprevedibile quando, in viaggio per l’inaugurazione del santuario dedicato alla statua della Madonnina piangente di Civitavecchia, verranno a sapere del suicidio del calciatore Roberto Baggio. Da lì partirà una caccia alla verità, per scoprire cosa si nasconde realmente dietro gli ultimi trent’anni di storia del nostro Paese, dai rapporti tra Stato e mafia alle sette ufologiche dell’Italia nord-orientale.
A seguire, una breve anticipazione con l’incipit del romanzo, e una breve biografia dell’autore.

I PRIMI PARAGRAFI DEL ROMANZO…

La signora Gladoli sta andando in onda, è per questo che sbuffa. Si aggrappa al tavolo della sua cucina e arriccia le punte dei piedi dentro le pantofole. Manca poco all’ora di cena, e la donna sta immaginando di scavare la suola con le unghie fino a raggiungere il pavimento.
Non saprebbe collocare quella sensazione in un punto preciso tra il fastidio e il dolore, ma sa perfettamente come chiamarla. In questo momento e a tutti gli effetti, ella è mestruata. Le sono venute le sue cose, ma la sua ricetta è ancora lì che aspetta un suo intervento.
Per un lavoro come si deve ci vuole tempo e cura, non c’è profluvio femminile che possa farglielo dimenticare: la signora Gladoli prova una sorta di appagamento esistenziale nel rispettare tutti i passaggi.
Per le tagliatelle al piccione, si lava il piccione con attenzione, lo si scuoia e lo si disossa con un coltello affilato. Per ammorbidirne la carne, la donna lascia la carcassa rossastra dell’animale in ammollo in una ciotola, con due bicchieri d’acqua e cinque cucchiaini d’aceto. Vuole essere molto precisa in quell’operazione. Non può sbagliarsi, naturalmente, ma lo stesso imposta su “30” il timer a forma di Madonna.
La testa di plastica ha un perno: ruotandola sul corpo in senso orario si sente il rumore di una molla che si carcia. Poi l’oggetto comincia a ticchettare, mentre la testa ruota piano verso la sua posizione originale.
La cipolla e il sedano e le carote soffriggono in poco olio. Il ticchettio della Madonnina rimablza sui fornelli come la sezione ritmica di una filarmonica. In qualche misura, quel suono confonde le cose. (…)

L’AUTORE
Mattia Walker (Anversa, 1980) ha pubblicato racconti su numerose antologie e riviste. E alcuni romanzi sotto pseudonimo. Suoi reportage sono usciti su “Repubblica”, “Il Riformista” e “Ufo – Rivista di informazione ufologica”. Di padre belga e madre italiana, ha vissuto tra le altre a Roma, Modena, Catania e Padova. Oggi vive ad Anversa, ma ha lavorato come libraio in numerose città italiane. “Civitavecchia alla fine del mondo” è il primo romanzo che firma con il suo vero nome.

Commenti»

No comments yet — be the first.

Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: