jump to navigation

Cinema – E’ morto Paul Newman 27/09/2008

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Film, In Memoriam, Video e trailer.
trackback

E’ scomparso alle prime ore dell’alba all’età di 83 anni Paul Newman (nato a Shaker Heights, in Ohio, il 26 gennaio 1925). L’attore, da tempo malato di tumore ai polmoni, si era recentemente sottoposto a un ciclo di terapie presso il Weill Medical Center di New York, ma da una ventina di giorni – dopo averlo richiesto alla moglie, l’attrice Joanne Woodward – era tornato a casa sua, per il suo desiderio di “morire nel suo letto”. Già nel maggio 2007, all’età di 82 anni, l’attore aveva dichiarato di voler lasciare il cinema per dedicarsi soltanto a iniziative umanitarie ed imprenditoriali.
Il decesso è stato annunciato dall’imprenditore Vincenzo Manes, presidente della Dynamo Camp di Limestre (Pistoia), sezione italiana dell’associazione di solidarietà fondata nel 1988 dallo stesso Newman.
Nato e cresciuto vicino Cleveland, Newman era figlio del proprietario di un negozio di articoli sportivi e di una donna ungherese: per un problema alla vista non riuscì nel suo sogno di diventare pilota, e dopo il primo matrimonio con Jackie Witte nel 1949 decise di diventare attore. Dalla prima moglie, Newman ebbe tre figli, due femmine ed un maschio, Scott, scomparso per un’overdose nel 1978; nel 1958, l’attore si risposò con l’attrice Joanne Woodward, che gli è rimasta accanto fino alla fine e dalla quale ha avuto tre figlie.
Dopo aver frequentato  la scuola d’arte drammatica della Yale University, Newman si è iscritto all’Actor’s Studio di New York, debuttando a Broadway nel 1953 con “Picnic”. Esordì al cinema riscuotendo tiepidi consensi nel 1954 con “Il calice d’argento” di Victor Saville, ma due anni dopo ebbe un discreto successo interpretando il pugile Rocky Graziano in “Lassù qualcuno mi ama”. Tra i film più celebri dell’attore, alcuni classici come “La lunga estate calda” (1958), “La gatta sul tetto che scotta” (1958), “Lo spaccone” (1961), “La dolce ala della giovinezza” (1962), “Detective’s story” (1966), “Il sipario strappato” (1966), “Nick mano fredda” (1967), “Butch Cassidy” (1969), “L’uomo dai sette capestri” (1972), “La stangata” (1973), “L’inferno di cristallo” (1974).
Nel 1987 Newman, che già aveva ricevuto un premio Oscar alla carriera l’anno precedente, ha vinto un Oscar come migliore attore protagonista per il film “Il colore dei soldi”, sequel de “Lo spaccone” diretto da Martin Scorsese.
Negli anni Novanta altre interpretazioni importanti di Newman: “Mister Hula Hoop” (1994), dei fratelli Cohen; “La vita a modo mio” (1995), per il quale vinse un Orso d’argento alla Mostra del cinema di Berlino; “Le parole che non ti ho detto” (1999), e “Era mio padre” (2002), di Sam Mendes, ultima pellicola da lui interpretata, accanto a Tom Hanks.
Con la moglie Joanne Woodward, Newman ha recitato in “La lunga estate calda” (1958), “Missili in giardino” (1958), “Paris Blues” (1961), “Il mio amore con Samantha” (1963) e “Indianapolis, sfida infernale” (1969); Newman ha anche diretto la moglie nei film  “La prima volta di Jennifer” (1968), “Gli effetti dei raggi gamma sui fiori di Matilde” (1972), “Lo zoo di vetro” (1987) e nel televisivo “The Shadow Box” (1980).
Impossibile non ricordare una grande passione dell’attore, le corse automobilistiche: nel 1979 Newman partecipò alla 24 ore di Le Mans con una sua scuderia, guidando una Porsche 935 che si piazzò seconda; successivamente disputò varie gare con automobili Nissan per il Bob Sharp Racing Team, e nel 1995 vinse la 24 Ore di Daytona per la classe GT1, risultando il più anziano pilota di un team vincente nella gara.
Nel 2003, Newman ha recitato a Broadway in “Our Town”, di Thornton Wilder, ricevendo la sua prima nomination ai Tony Awardsper la sua interpretazione.

Per ricordare i film interpretati da Paul Newman, vi propongo di seguito un videoclip della celebre partita a poker all’interno del film “La stangata” (1973), diretto da Henry Gondorff e nel quale recitano anche Robert Redford, Robert Shaw e Charles Durning:

Commenti»

1. Cristina - 27/09/2008

there is a star with blue eyes in the sky now. paul i love you we miss you
Cristina

2. Lino88 - 27/09/2008

Un mito della Hollywood d’oro che se ne va.
Sad,very sad!

3. danith - 27/09/2008

Ci sono al mondo uomini senza tempo, lui è sicuramente uno di questi, resterà con noi per sempre, per tutte le cose belle che ha fatto nella sua vita come attore e come uomo.

ciao Paul *

4. enry - 27/09/2008

R.I.P. Paul…

5. E’ Morto Paul Newman « Il Blog di Dario - 27/09/2008

[…] Potete leggere l’articolo dettagliato di Antonio Genna al riguardo. […]

6. Gianna Mywish - 27/09/2008

God bless You Pau!

Rest in Peace :'(

7. Andrea - 27/09/2008

R.I.P.

8. betta - 29/09/2008

bello, bello, bello…a me pochi attori mi piaccioni in assoluto al di là dei film e lui è uno di quelli!

9. gibi7 - 30/09/2008

R.I.P.


Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: