jump to navigation

TV SAT – “Donne assassine” su Fox Crime 16/10/2008

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Comunicati, TV ITA.
trackback

Parte questa sera su Fox Crime la nuova serie antologica italiana “Donne assassine”, con 8 episodi (di 45 minuti l’uno) che saranno trasmesso ogni giovedì alle ore 21.55 e che sono ispirati ad altrettanti casi di cronaca nera nei quali le donne non agiscono tanto da vittime, quanto da carnefici. Tra le tante attrici protagoniste dei singoli episodi segnalo Marina Suma, Martina Stella, Sandra Ceccarelli, Claudia Pandolfi, Caterina Murino, Valentina Cervi, Ana Caterina Morariu, Violante Placido, Sabrina Impacciatore e Donatella Finocchiaro.
A seguire, una presentazione della serie e le trame degli episodi, a cura di Fox Crime.

DONNE ASSASSINE

Un cast d’eccezione
per la nuova serie firmata Fox Channels Italy

Su FoxCrime dal 16 ottobre 2008 ogni giovedì alle 21.55

Un universo femminile popolato da feroci inquietudini che si trasformano in ossessione e infine in tragica vendetta. Questo è DONNE ASSASSINE, la nuova serie prodotta da Wilder per Fox Channels Italy in collaborazione con Fox Factory Europe e in onda in prima visione assoluta su FoxCrime (canale 112 di Sky) dal 16 ottobre ogni giovedì alle 21.55.

Per la regia di Alex Infascelli (Almost Blue, Il siero della vanità, H2Odio) e Francesco Patierno (Il Mattino ha l’ora in bocca, Pater familias), DONNE ASSASSINE si compone di otto “crime movie” –  tutti liberamente ispirati a reali fatti di cronaca nera. La serie affronta il tema della ribellione femminile, della rivincita delle donne, mostrate nell’anticonvenzionale ruolo del carnefice piuttosto che in quello stereotipato della vittima. L’episodio pilota è stato girato da Herbert Simone Paragnani, già sceneggiatore di serie televisive di successo come Don Matteo, Un Posto al sole e I Cesaroni.

La sigla di Donne Assassine è cantata da Carmen Consoli.

La serie vanta un cast d’eccezione composto da alcune delle più significative interpreti del cinema italiano: Marina Suma, Martina Stella, Sandra Ceccarelli, Claudia Pandolfi, Caterina Murino, Valentina Cervi, Ana Caterina Morariu, Violante Placido, Sabrina Impacciatore, Donatella Finocchiaro e Livia Bonifazi. Tra gli interpreti maschili Giuseppe Battiston e Giorgio Colangeli.

Le protagoniste sono donne all’apparenza normali ma che in realtà nascondono passioni brucianti e covano risentimenti che le porteranno a diventare efferate assassine. Spinte dai moventi più disparati, ciascuna di loro porta dentro di sé i segni di una ferita non completamente rimarginata, di un trauma irrisolto che affonda le sue radici nel passato. La loro disperata ribellione finisce per rivelarsi una liberazione distruttiva e autodistruttiva che le condanna a trasformare i propri sogni di felicità in incubi sanguinosi per loro stesse, per gli uomini oggetto del loro amore e per le altre donne fonte del loro tormento.

Otto donne per otto storie, ciascuna incentrata su un’ossessione che diventa la tragica protagonista della scena.

E’ infatti la gelosia ad essere al centro di “Chiara“, l’episodio che, per la regia di Alex Infascelli, dà il via alla serie. Chiara (Sandra Ceccarelli) da anni vive nel terrore che suo marito Edoardo possa tradirla o, peggio ancora, lasciarla per un’altra donna. Così nessuno si sorprende quando Chiara, dopo l’ennesimo cambio di casa, si convince che Manuela (Claudia Pandolfi), la vicina del piano di sopra, si chiami in realtà Annalena e sia l’amante di Edoardo. Manuela si vede aggredire dalla nuova inquilina e chiede aiuto alla suocera che vive con lei dalla morte del giovane marito. La donna però minimizza. Tutti sembrano non vedere la gravità della situazione anche quando Chiara comincia a pedinare Manuela e ad assalirla fisicamente. A nulla servirà l’impegno dello psicanalista dal quale Edoardo trascina la moglie, il vortice ossessivo ha già disegnato il suo corso. Ora per le due donne non resta che aspettare la mossa dell’altra.

MARTA (con Violante Placido) – In onda giovedì 23 ottobre alle 21.55
Regia di Francesco Patierno
In “Marta” è il trauma dell’abbandono – il suicidio della madre e la fuga del padre – che armerà la mano della protagonista (Violante Placido) fino a farle uccidere proprio chi, paradossalmente, poteva rappresentare l’unica via d’uscita per una vita migliore.

ANNA MARIA(con Caterina Murino e Giuseppe Battiston) – In onda giovedì 30 ottobre alle 21.55
Regia di Francesco Patierno
E’ l’incubo della solitudine e della povertà a tormentare l’esistenza di Anna Maria (Caterina Murino) fin dall’infanzia a convincerla che c’è un’unica via da percorrere per essere felice: sposare un uomo ricco, ucciderlo, ed ereditare il suo patrimonio, per lasciare spazio poi al vero amore.

PATRIZIA (con Martina Stella) – In onda giovedì 6 novembre alle 21.55
Regia di Alex Infascelli
La vita apparentemente tranquilla di Patrizia (Martina Stella) è segnata dall’orrore più grande: l’incesto. Le sue continue richieste d’aiuto verso la madre ed il mondo esterno resteranno inascoltate facendo implodere la famiglia in un buco nero.

LISA (con Ana Caterina Morariu) – In onda giovedì 13 novembre alle 21.55
Regia di Francesco Patierno
Lisa
(Ana Caterina Morariu) è delusa dall’amore, ma decide di scommettere tutto su un nuovo rapporto. Quando però la menzogna si intromette nella sua nuova storia, decide che è giunto il momento di seppellire non solo la relazione, ma anche i responsabili della sua infelicità.

MARGHERITA (con Valentina Cervi) – In onda giovedì 20 novembre alle 21.55
Regia di Francesco Patierno
Margherita
(Valentina Cervi) in amore è ossessionata dalla perfezione: chiunque non sia perfetto non solo non è degno di stare con lei, ma merita di essere eliminato. Quando finalmente sembra aver trovato l’uomo perfetto, però, l’insoddisfazione torna prepotentemente a galla e la catena d’omicidi prosegue il suo corso.

LAURA (con Marina Suma) – In onda giovedì 27 novembre alle 21.55
Regia di Alex Infascelli
L’ossessione di Laura (Marina Suma) è seppellire il passato: un passato torbido fatto di matrimoni sbagliati che hanno segnato indelebilmente il rapporto con sua figlia Floriana. Quando dopo anni Laura decide di riaprirsi all’amore, il passato torna prepotentemente alla ribalta per inghiottire nuovamente madre e figlia nel loro tragico destino.

VERONICA (con Sabrina Impacciatore, Donatella Finocchiaro, Livia Bonifazi e Giorgio Colangeli) – In onda giovedì 4 dicembre alle 21.55
Regia di Herbert Simone Paragnani
La bruciante passione travolgerà due donne dalla vita diametralmente opposta – aspirante novizia l’una e attrice fallita l’altra – fino ad un epilogo tragico e inaspettato.

Commenti»

1. dyd666iscr - 16/10/2008

è più forte di me ma proprio non riesco ad unire la parola “crime” con una serie tv italiana…..

2. coco - 16/10/2008

le puntate di “donne assassine” le vedremo mai in tv?
grazie!!

3. PaoloKr - 16/10/2008

Sembra molto,molto interessante sulla carta.
Nonostante la mia avversione verso i prodotti italiani penso che gli darò un’occhiata.

4. Raymond - 17/10/2008

che ve ne è parso?? a me l episodio di ieri ha un pò deluso. per carità si capisce il tentativo di dar vita ad una cosa diversa ed originale (pur se presa da una serie e un libro rgentini) ma per me era tutto abbastanza noioso e prevedibile. LE attrici erano molto brave (l’attore che faceva il marito invece verametne penoso!!), ma la sceneggiatura….ogni scena anticipava già la successiva, non c’era ritmo, tutto molto ripetitivo….hmm nel complesso un 6 direi.
speriamo meglio le prossime puntate.

5. Raymond - 17/10/2008

pareri?

6. kaiser - 17/10/2008

le attrici ed il regista sono riusciti a dare molto nei 45 mn a disposizione, sandra ceccarelli è superlativa…

7. Giuseppe - 20/10/2008

Ho visto la prima puntata , mi aspettavo di meglio sinceramente, la follia ( se cosi la si puo chiamare) di Chiara mi ha davvero colpito , alla fine non avrei mai pensato che Chiara uccidesse cosi Emanuela, pensavo che quet’ultima sarebbe riuscita a difendersi invece ha fatto una brutta fine. Il marito di Chiara era davvero monotono, come dice appunto raymond molto penoso!!! Comunque vediamo le altre puntate come saranno !!! A presto.

8. chord meyer - 27/10/2008

Ma come si fa a produrre una serie tv di questo livello?
Ma quelli di fox non hanno capito che il livello di preparazione dei nostri attori in italia è sottozero???
A cominciare dal trailer che vi consiglio di non guardare perché fa veramente pena!!!! questa produzione è spazzatura vera e propria. Da dimenticare.

9. Raymond - 28/10/2008

@chord meyer
occhio a come parli che potrebbero arrivarti maledizioni per il solo avere una tua testa pensante!!! ahahahahahhah c è un autorevole sito concorrente a questo dove è montata una polemica pazzesca in difesa di questa roba pensa te. guai guai a “criticare”….
cmq concordo con te, dò giusto il beneficio del dubbio fino a che non ho visto tutte le puntate, questo si.

10. Lino88 - 28/10/2008

Gli intenti erano ammirevoli,ma il risultato è abbastanza modesto…
Gli autori se la sono presi a male per le giuste critiche di Aldo Grasso.
Ovviamente ogni scarrafone è bello a mamma sua!

11. Raymond - 28/10/2008

peccato che Grasso non si abbassi a replicare. Fa bene, ma peccato!

12. Cris - 31/10/2008

Comunque non si tratta di un prodotto “italiano” la serie è un format argentino che in sudamerica ha avuto un grosso successo. Infatti anche la versione italiana è filamata interamente a Buenos Aires e tutto lo staff tecnico e la maggior parte degli attori (tranne le donne protagoniste) sono argentini. Laggiù i formati “crime” sono molto ben fatti, e sono più adattabili alla cultura italiana di quanto lo possano essere quelli statunitensi.

13. Raymond - 20/11/2008

si, cris, so bene che è un adattamento argentino (e il format è basato su un libro di una scrittrice argetnina molto famosa) e concordo anche con la migliore adattabilità di quei prodotti alla ns cultura.
proprio per questo esprimo una critica alle sceneggiature: adattamento è molto diverso da “traduzione”.

14. ivan - 17/12/2008

il fatto di spacciare donne assassine come una metafora del riscatto delle donne mi fa semplicemente venire il vomito, nella violenza e nell’omicidio non c’è nessun riscatto seppur perpetrato per vendetta, è un concetto abominevole, infascelli e patierno oltre ad essere due pessimi registi si dimostrano anche dei mentecatti nel proporre in modo serio una robaccia simile, la ricerca del sensazionalismo mascherato da cultura che vergogna.

15. Azure - 12/04/2010

Al di là del fatto che noi in Italia quanto a preparazione NON siamo secondi a nessuno. Attenzione, non confondiamo l'”understatement” all’amerciana (che ha fatto scuola si, ma non è l’unica recitazione possibile) con la “teatralità” all’italiana.
Per quanto concerne il Thrilling non devo e voglio certo essere io a ricordare che il “thriller” moderno lo hanno inventato personaggi come Mario Bava, Freda, Dario Argento e Lucio Fulci…E che gli americani ancora ce lo invidiano…
Infine per quanto concerne questa serie, non dimentichiamoci che è stata girata, prodotta interamente in Argentina, con maestranze di là, sebbene i protagonisti e alcuni registi siano italiani…Lo si vede dalle case e dai palazzi, molto poco italiani, e degli interpreti secondari che non parlano certo italiano…
Saluti


Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: