jump to navigation

Libri – Vincenzo Sparagna “Frigidaire” 18/11/2008

Posted by Antonio Genna in Arte, Fumetti, Humour, Libri.
trackback

frigidaireAvevo parlato qualche mese fa del libro “Non avrai altro Cuore all’infuori di me – Vita e miracoli di un settimanale di resistenza umana”, dedicato ai dieci anni di storia di un importante settimanale satirico italiano.
Sempre all’interno della stessa collana, è da qualche settimana in libreria il volume di grande formato “Frigidaire – L’incredibile storia e le sorprendenti avventure della più rivoluzionaria rivista d’arte del mondo” (BUR 24/7, 288 pagine, prezzo 29,50 €), curato da Vincenzo Sparagna.
Il 28 ottobre 1980 è apparsa per la prima volta in edicola “Frigidaire”, originalissima rivista che fondeva insieme arte, filosofia, letteratura, politica, satira, fumetti e musica come mai era avvenuto in precedenza. Il direttore era Sparagna, curatore di questa antologia, che aveva anche creato il periodico con Stefano Tamburini, Filippo Scòzzari, Andrea Pazienza, Massimo Mattioli e Tanino Liberatore: rimasta in edicola nella sua prima fase di vita fino al 1998, “Frigidaire” si è ispirata alla francese “Actuel”, ponendosi come rivista controcorrente e punto centrale della controcultura giovanile. Tanti gli autori di fumetti che hanno pubblicato i loro lavori sulla rivista, tra i tanti ricordo Marcello Jori, Roberto Grassilli, Pablo Echaurren, Giuseppe Palumbo, Giorgio Carpinteri, Lorenzo Mattotti, Francesca Ghermandi, Massimo Giacon, Massimo Semerano, Alberto Rapisarda, Stefano Ricci, Giorgio Turino e Sebastiano Vilella: sulle pagine di “Frigidaire” fino al 1985 è apparso “Ranxerox” di Stefano Tamburini, mentre Magnus ha curato la storia sperimentale “Socrate’s Countdown”. Impossibile però ricordare tutti in questo spazio: sono migliaia gli scrittori, fotografi e fumettisti che negli anni si sono alternati nelle pagine del periodico, cercando sempre di tracciare ed anticipare novità e tendenze della nostra generazione.
Dal 2001 la rivista è tornata con periodicità saltuaria, definendosi “frigobimestrale di arte, politica e avventure” e sempre con la direzione di Vincenzo Sparagna, che in questo volume ne cerca adesso di raccontare esordi e sviluppi, aggiungendo curiosità ed episodi finora rimasti segreti, arricchiti da ristampe di storiche pagine della rivista.
A seguire, la presentazione del volume tratta dal risvolto di copertina.

Frigidaire è il nome di una marca di frigoriferi. Fu proposto da Stefano Tamburini per indicare un contenitore dove mettere di tutto. Come confidò ridendo a Scòzzari, si sarebbe potuta chiamare anche “Cassetta de frutta”.

La rivista, fondata nel 1980 e in edicola fino al 1998, rinasce nel 2001. Negli anni ’80 e ’90 è stata il punto di riferimento della controcultura giovanile. Alex, il protagonista di Jack Frusciante è uscito dal gruppo passa le ore di scuola seduto all’ultimo banco a leggere “Frigidaire”.

Ogni 25 aprile a Frigolandia, la prima repubblica marinara di montagna, si svolge la festa della liberazione Frigoriferi Intelligenti. Lo slogan è sempre lo stesso: “Portatevi tutto, non aspettatevi nulla”.

Il 28 ottobre 1980 appare per la prima volta in edicola la rivista Frigidaire, che è stata da subito un progetto di comunicazione totale: fumetto, arte, satira, letteratura, politica, filosofia, musica fusi in un insieme indissolubile, un’opera polifonica, un romanzo unico fatto di una moltitudine infinita di racconti diversi. Al gruppo dei suoi fondatori, il direttore Vincenzo Sparagna, Stefano Tamburini, Filippo Scòzzari, Andrea Pazienza, Massimo Mattioli e Tanino Liberatore, si sono aggiunti negli anni migliaia di protagonisti: scrittori, fumettari, fotografi , satiri, rivoluzionari del pensiero, in una sequenza che ha bruciato e beffato le differenze di stile e di generazione. Frigidaire è stata ed è ancora oggi una Enciclopedia post-moderna, un’Antropologia del Presente proiettata verso il futuro, una critica permanente al sistema che Sparagna ha definito “la commedia dell’informazione”.
Combattuta da tutti i potenti e i prepotenti del mondo, Frigidaire e le riviste da essa generate, Frìzzer, Tempi Supplementari, Vomito, Il Lunedì della Repubblica, Casting, Il Nuovo Male, la Piccola Unità, hanno innescato mutamenti in ogni campo, dall’affermazione internazionale del fumetto d’autore alle imprese ardite e rischiose che anticiparono e accelerarono il crollo dell’impero sovietico.
In questo libro Sparagna racconta la genesi, i sorprendenti sviluppi, le tragedie e gli episodi segreti di un’impresa impossibile, condotta contro gli imperi del denaro e della violenza con leggerezza e determinazione.

L’AUTORE

Vincenzo Sparagna, nato nell’estate 1946, napoletano nomade di padre minturnese, dopo aver partecipato alla direzione de “Il Male”, è stato sin dal principio il direttore/dittatore di “Frigidaire”. Per questo è stato perseguitato e vilipeso, ha subito centinaia di processi, ha dovuto affrontare anni di miseria. Lo ha fatto senza mai perdere la sua allegria di missionario del nulla, esploratore curioso della parola e dell’immagine, predicatore ironico di una società più bella, poetica e felice.

Commenti»

1. Raymond - 18/11/2008

che ricordi….
bella iniziativa editoriale!!!


Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: