jump to navigation

TV – “La storia siamo noi: Donne” di Italo Moscati su RaiTre 11/02/2009

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Comunicati, TV ITA.
trackback

lastoriasiamonoi

Da questa sera, ogni mercoledì alle ore 01.10 su RaiTre all’interno del programma “La storia siamo noi” va in onda un ciclo di quattro puntate dal titolo “Donne & Donne”, scritto e diretto da Italo Moscati ed interamente dedicato alla storia delle donne e alle donne nella storia.
A seguire, una presentazione della serie e delle puntate.

DONNE & DONNE

soggetto,sceneggiatura e regia di Italo Moscati

4 puntate di 50′

In onda dall’11 febbraio 2009

La Storia siamo noi

Rai Tre

Una storia delle donne. Le donne che hanno contato nel mondo e nella storia (le donne politiche, le scrittrici, le artiste, le sportive, le giornaliste della carta stampata e delle televisioni) e le donne che hanno avuto altre vite, altre carriere, altri destini più anonimi e nascosti (le operaie, le casalinghe, le contadine, le mondine, le ragazze che hanno indossato la divisa, le ragazze che hanno occupato le cronache rosa e nere). Vittorie, sconfitte, amore e disamore, sogni e desideri, lotte e sacrifici, il rapporto con gli uomini, i rapporti fra le stesse donne in ogni campo della esistenza e del sapere.Una storia dai primi del Novecento ai primi anni del Duemila. Donne raccontate dal cinema e dalla televisione, dalla fotografia e dal documentarismo. Una grande storia, un grande romanzo, un grande film doc di “La storia siamo noi”. Uno spettacolo su cui meditare, da pensare, con leggerezza, ironia, partecipazione. Uno spettacolo nelle bufere della storia.

1^ puntata
Sta per cominciare uno spettacolo…

Le donne nella prima parte del Novecento. La loro storia ruota ancora intorno alla figura dell’uomo Pigmalione (come nella celebre commedia omonima di G.B. Shaw) ma non solo sul piano delle rieducazione di una semplice ragazza londinese che sarà trasformata in una “lady”. Le donne di questa puntata iniziale sono quelle che hanno sempre avuto un uomo ispiratore che spesso diventa un padrone e che cominciano a volersi sottrarre a questa figura di protettore che in realtà tende ad essere un dominatore assoluto, esercitando una seduzione, grazie al divismo maschile, che soprattutto nel cinema e nel teatro trova la sua spinta. Tra i personaggi: la Bella Otero, Maria Montessori, Matilde Serao, Andreas Lou Salome, Eleonora Duse e tante altre. Tante altre senza nome, nelle campagne, nelle fabbriche, nelle famiglie.

2^puntata
Sogni che non muoiono
In questa puntata le donne delle guerre e del periodo delle dittature. Ma anche del musical e delle commedie sofisticate e romantiche. Fred Astaire e Ginger Rogers, la scrittrice Gertrude Stein, Clara Calamai, Marlene Dietrich, Mafalda di Savoia, le ausiliarie, le partigiane, Rita Hayworth , Eva Peron. Ma anche gli uomini: Curzio Malaparte ed Ernest Hemingway, le loro relazioni con le donne, le loro idee sulle donne. L’approdo al dopoguerra quando si affacciano nei cinegiornali dell’epoca, nei grandi e piccoli schermi Marilyn Monroe, le “maggiorate”italiane Sophia Loren e Gina Lollobrigida, i playboy come Baby Pignatari, e poi “i giovani bruciati”: James Dean. E, naturalmente, le donne giovani e non giovani che vivono silenziosamente la loro vita e si battono per ottenere i loro diritti a lungo negati.

3^puntata
Domani è un altro giorno
La celebre battuta del film “Via col vento”, “Domani è un altro giorno”, diventa il punto di partenza per ripercorrere le storie delle donne famose e delle donne ignorate o sconosciute. E’ un inizio che parte da una celebre finzione del cinema per verificare le speranze, le illusioni, i destini, le disillusioni e di nuovo le speranze che le storie delle donne hanno incontrato negli anni più vicini a noi, dagli anni Sessanta in poi. C’è il rimando a scrittrici che vengono riscoperte e trovano o ritrovano un grande successo come Virginia Woolf e Vita Sackville West, ai grandi amori rivoluzionari come quello fra il poeta Majakowskij e Lili Brik, o all’amore di Cesare Pavese per l’attrice Constance Bowling. E’ la sponda su cui si appoggiano confronti con le nuove realtà delle donne: le ragazze di playboy, ad esempio; e le ragazze che vogliono lasciare la casa per costruirsi un loro domani o che non vogliono soggiacere a vecchi abusi: come fu il caso di Franca Viola che rifiutò di sposare l’uomo che l’aveva rapita.

4^puntata
Aspettando…
Le attese delle nuove donne che si sono affacciate al nuovo secolo con l’inizio del nuovo millennio, il Duemila. Le donne in divisa nei luoghi di tensione del mondo, le stravaganze di Paris Hilton, la triste avventura umana di Anne Nicole Smith,le giornaliste che finalmente conquistano posizioni di rilievo nella carta stampata e nelle televisione, le donne che fanno politica e assumono ruoli decisivi nei loro paesi e nelle organizzazioni internazionali, le cantanti e le beniamine dello spettacolo, artiste straordinarie come Pina Bausch, poetesse come Ada Merini, donne di religione e di carità come Maria Teresa di Calcutta. Infine, le donne del terzo mondo, note o sconosciute che avanzano tra mille difficoltà, diffidenze, feroci riti rimasti che vengono da un lontano passato; e poi le ragazze che vengono dall’Est e fanno le badanti. Una puntata conclusiva che fa il bilancio di esperienze- quali quelle delle donne- che aiutano davvero a capire la realtà in cui “tutti” viviamo ma raramente nello stesso modo, con le stesse possibilità.

Commenti»

1. domenico - 30/07/2009

dare maggior spazio alla lollo è doveroso visto il contributo incomparabile che lei dà all’italianità.La loren non è amata come lei,non ci rappresenta veramente,specie all’estero.


Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: