jump to navigation

Libri – “Link. Idee per la televisione” #7 “Mash-up Television” 16/02/2009

Posted by Antonio Genna in Comunicati, Link, TV ITA.
trackback

\"Link. Idee per la televisione\"E’ arrivato in questi giorni in libreria il numero 7 di Link. Idee per la televisione, edito da Mediaset/RTI (prezzo di copertina 15 €) ed intitolato “Mash-up Television”. Questo volume, presentato con una veste grafica originale ed accattivante (con vari contributi di giovani disegnatori italiani e immagini fotografiche e di videoarte), è interamente dedicato alla tv del “Mash-up”, del riutilizzo dei prodotti e dell’archivio, tra repliche infinite e remake di grandi classici. Inoltre, segnalo tre nuove sezioni intitolate “Product”, “Industry” e “Sights”, ricche di vari altri spunti che spaziano dalle serie tv (con un approfondimento sulle sigle ed un’intervista al creatore di Mad Men Matthew Weiner) all’invasione dei social network e all’elezione di Barack Obama ed il suo rapporto con i media. C’è anche un’anteprima del volume “Video Sign”, in uscita a marzo nella collana “Link Ricerca”, che proporrà un giro del mondo per 11 network, per cercare di anticipare le sfide che dovrà affrontare la grafica televisiva nel nuovo panorama digitale.
Tra i nomi che si sono occupati degli articoli pubblicati su questo numero Carlo Freccero, Aldo Grasso, Gregorio Paolini, Carlo Antonelli, Violetta Bellocchio, Matteo Bittanti, Patrick Mc Grath e Tommaso Tessarolo.
A seguire, la copertina ed un comunicato stampa che presenta i principali contenuti del volume.

La televisione del remix, del riuso e del riciclo, il remake dei grandi classici del piccolo schermo, la replica sulle reti vecchie e nuove. Attraverso nuovi studi, ricerche e interviste a professori, giornalisti e professionisti del settore, il nuovo numero di LINK racconta la creazione di nuovi significati e la nostalgia della tv del passato in modo inedito. Il tutto corredato da una grafica curatissima, ricca di illustrazioni d’autore.
LINK è la collana di libri dedicata al piccolo schermo ma più in generale ai media, che racconta i meccanismi dell’industria televisiva al di là dei luoghi comuni. Ogni numero approfondisce un argomento specifico dal punto di vista del prodotto, del business, dei mercati e delle tecnologie attraverso un dibattito con docenti universitari, personaggi e addetti ai lavori nazionali e internazionali.

link7

NEL SOMMARIO:
OBAMA AND THE MEDIA. Usa 2008, una campagna elettorale nell’era della convergenza
di Cristian Vaccari
Everybody loves Obama. Lontano dai fumi della propaganda, ecco il racconto del ruolo giocato dai media, dal web alla televisione, nella grande partita elettorale che lo scorso novembre ha portato alla sua elezione a presidente. “Barack Obama ha rappresentato una “tempesta perfetta”, una combinazione riuscita di personalità, messaggio e strategia comunicativa”.
SCOPRI COSA È VERO. Le sigle delle serie tv americane
di Violetta Bellocchio
La maggior parte delle serie in onda sui canali americani in chiaro non ha una sigla: due o tre minuti di prologo, poi arrivano il titolo e l’episodio vero e proprio. “Cosa si nasconde nella sigla di un telefilm: una porta da attraversare per conoscere luoghi e personaggi, un marchio che si imprime nella memoria dello spettatore. In viaggio tra mondi, possibili e impossibili”.
COME CREARE UNA SERIE TV. Manuale di istruzioni per una scrittura davvero televisiva
di Denis Mc Grath
Denis Mc Grath, autore televisivo americano, spiega le strategie essenziali per una scrittura seriale di successo. “Creare una serie televisiva è una cosa diversa dallo scrivere un film… Tutto sta nel trovare un motore… Joey, ad esempio, è stata l’arma segreta di Friends”.
PIAZZA IL PRODOTTO. La nuova giovinezza di un’antica tecnica pubblicitaria
di Marco Vecchia
Un marchio a favore di telecamera, con cui interagiscono distrattamente i conduttori o i personaggi. Ecco l’essenza del product placement. Non più (o non soltanto) “pubblicità occulta”. “Alla Mars si mangiano ancora le mani per non aver accettato la proposta di Spielberg di piazzare il loro prodotto di punta, le M&M’S, nel film E.T. come dolcetto preferito dall’extraterrestre”.
ECOLOGIA DELL’ATTENZIONE. Come sopravvivere all’information overload
di Luca de Biase
Sopraffatti dalla massa di informazioni e di messaggi che ci arrivano da una molteplicità di
media, non sembriamo avere scampo. “Almeno finché non riusciamo a usare meglio la nostra
migliore (e più potente) risorsa, il tempo”.
MEGLIO FANTASMA CHE INVISIBILE. Il video e i suoi paradossi
di Andrea Lissoni
“Quello che chiamiamo video è sia il fantasma di una tecnologia sia un’idea possibile di opera”. Bill Viola o Gary Hill ridefiniscono non solo le convenzioni del linguaggio video, ma le sue stesse modalità di percezione. Matthew Barney e Pipilotti Rist cambiano le modalità di diffusione nello spazio delle immagini in movimento dando vita a una nuova epoca: la videoproiezione.
L’INVASIONE DEI SOCIAL NETWORK. Spazi pubblici, privati o altro?
di Danah Boyd
Facebook è la nuova terra promessa dei fanatici del web. E la grande paura degli inevitabili apocalittici. Chiede le nostre informazioni personali, mostra le nostre fotografie, tiene traccia dei nostri pensieri. Danah Boyd, ricercatrice di Berkeley e Harvard, spiega come i siti di social network sono una forma diversa di spazio pubblico. “Nonostante il ruolo socializzante del tutto analogo agli spazi tradizionali, hanno quattro caratteristiche che li rendono unici: persistenza, ricercabilità, replicabilità, pubblico invisibile”.

TRA GLI AUTORI:
Carlo Freccero; Piero Angela (intervista); Fausto Colombo; Aldo Grasso; Marco Giusti (inter-
vista); Gregorio Paolini; Carlo Antonelli; Violetta Bellocchio; Matteo Bittanti;
Patrick Mc Grath; Dr Pira; Matthew Weiner; Antonio Dini; Tommaso Tessarolo.
ILLUSTRAZIONI DI:
Marco Corona, Moneyless, Puverille, John Doe (Andrea Facelli), Elena Giavaldi, Valerio Vidali,
Luca Falcone.
ART DIRECTION:
Marco Cendron (“Rolling Stone”)

Annunci

Commenti»

No comments yet — be the first.

Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: