jump to navigation

E’ morto Oreste Lionello 19/02/2009

Posted by Antonio Genna in Animazione, Cinema e TV, Doppiaggio, Film, TV ITA, Video e trailer.
trackback

lionelloE’ morto oggi a Roma, dopo una lunga malattia, l’attore e doppiatore Oreste Lionello, che era nato a Rodi il 18 aprile 1927 e padre degli attori e doppiatori Luca, Cristiana e Alessia (la pagina a lui dedicata nel mio sito “Il mondo dei doppiatori”).
Artista multiforme, Lionello ha iniziato la sua carriera artistica come attore di teatro e cabarettista, e recitando in numerosi film (segnalo tra gli altri  “L’allegro squadrone” del 1954, “Tototruffa ’62” del 1961, “4 mosche di velluto grigio” del 1971 e “La pretora” del 1976, fino alla commedia “No problem” di Vincenzo Salemme dello scorso anno) e sceneggiati televisivi (dal ruolo protagonista ne “Il marziano Filippo” del 1956 alle varie apparizioni nelle serie “Le inchieste del commissario Maigret” con Gino Cervi e “Le avventure di Laura Storm” con Lauretta Masiero), ed è stato l’autore di centinaia di programmi radiofonici e decine di riviste televisive. Nei primi anni 1960 ha fondato la compagnia “Il Bagaglino”, con cui è stato protagonista di decine di spettacoli, trasmessi dal 1998 in poi anche su RaiUno e Canale 5 (tra i tanti titoli “Biberon”, “Creme Caramel”, “Saluti e baci”, “Bucce di banana”, “Rose rosse”, “Marameo” e “Viva l’Italia”): tra le sue imitazioni più memorabili, quella del senatore a vita Giulio Andreotti.
Lionello è stato uno tra i più grandi doppiatori italiani: è stato l’imprescindibile voce italiana di Woody Allen in tutti i suoi film, da “Ciao, Pussycat” del 1965 fino a “Scoop” del 2006, salvo un paio di eccezioni (come “James Bond 007 – Casino Royale” del 1967); di Gene Wilder nel capolavoro della comicità “Frankenstein Junior”; di Michel Serrault nei tre film della serie “Il Vizietto”; di Peter Sellers in “Il dottor Stranamore”; di Charlie Chaplin nello splendido “Il grande dittatore” (doppiato nel 1972); di Dick Van Dyke in “Mary Poppins”; di Rick Moranis nei due “Ghostbusters”; inoltre, di tanti altri attori cinematografici in alcuni loro film, tra cui Jerry Lewis, Peter Falk, Donald Pleasance, Roman Polanski, John Belushi. Ha doppiato spesso più personaggi contemporaneamente in tanti film di Federico Fellini, tra i quali “Prova d’orchestra”; è stato la voce di Asterix negli animati “Asterix il gallico” e “Asterix e Cleopatra”, ma anche quella della protagonista Zeta in “Z la formica” (doppiata in originale da Woody Allen).
In TV ricordiamo affettuosamente Lionello come voce di Robin Williams nelle prime stagioni della sit-com Mork & Mindy, ma anche come voce di Patrick Macnee in diversi episodi della serie Agente speciale; nel mondo dell’animazione Lionello è stato la voce italiana di Topolino e Paperino nei cartoni Disney doppiati negli anni 1960, e di gatto Silvestro nel primo doppiaggio delle “Looney Tunes” di casa Warner.

Per ricordare Lionello vi propongo due estratti video: il primo è tratto dal film “Frankenstein Junior” di Mel Brooks, in cui l’attore doppiava Gene Wilder.

Il secondo video è la parte introduttiva del film “Manhattan”, in cui Lionello ha iniziato il fortunatissimo abbinamento vocale con Woody Allen.

La camera ardente in memoria dell’attore sarà allestita a Roma in Campidoglio, nella Sala Protomoteca, mentre i funerali avranno luogo sabato 21 febbraio alle ore 13.00 presso l’annessa Basilica di Santa Maria in Ara Coeli. Oreste Lionello sarà successivamente tumulato nel Cimitero Monumentale del Verano, ”quale riconoscimento alla sua importante figura di artista poliedrico che tanto ha saputo dare alla nostra città, soprattutto con la sua attività al Teatro Bagaglino, e all’Italia intera” afferma un comunicato del Campidoglio.

Commenti»

1. saretta - 19/02/2009

io menzionerei anche il doppiaggio di charlie chaplin..memorabile..
è morto un grande doppiatore..sigh

2. Fabio Di Matteo - 19/02/2009

Le mie più sentite condoglianza ai familiari!

3. Skarlett - 19/02/2009

Certe persone ti sembra che debbano vivere per sempre, non riesci ad immaginarti il momento della loro scomparsa… e quando invece poi succede… ti senti stordito, come se ti trovassi davanti ad un assurdo, e fai fatica a realizzare…

Ciao Oreste…

4. alessandra - 19/02/2009

un pensiero commosso , un abbraccio alla famiglia. resterà ETERNAMENTE nel cuore di noi che amiamo il cinema, e nel cuore dei ns figli, a cui facciamo conoscere il grande cinema. grazie oreste

5. Controvento - 19/02/2009

Se ne va un grande

6. salvatore - 19/02/2009

…le mie più sentite condoglianze ad un GRANDE del doppiaggio e del teatro italiano!
ciao MAESTRO!

7. Claudio78 - 19/02/2009

Amici, non piangiamo. Sapete bene che tutti coloro che mettono la loro voce, o la loro immagine, al servizio dell’arte, ha un posto eterno nella nostra memoria, perché quando ricordiamo una melodia, una frase o un’espresione, non rammentiamo soltanto l’atto artistico ma anche colui che accompagna quel ricordo… Mi viene da sorridere al pensare che io, orientato politicamente a destra, dovrei quasi ringraziare Walter Veltroni, che con il suo “Si può fare!”, slogan della campagna elettorale, ha fatto sì che qualche volta in più tornasse nelle nostre menti la famosissima esclamazione del film “Frankenstein Junior” interpretato da Gene Wilder. Ecco… come ricordiamo Ferruccio Amendola ogni volta che vediamo film in cui vi siano interpreti come Al Pacino, Robert De Niro etc, sicuramente adesso ricorderemo Oreste Lionello ogni volta che rivedremmo un film con Woody Allen. Oltretutto sono anche un buon divoratore di libri, e per dare più sale a ciò che leggo, accoppio le voci dei doppiatori più indicati ai vari personaggi della storia che leggo, così mantengo vivo anche il ricordo di Caludio Capone nelle perti narrate. Ora sicuramente vorremo ricordare tutto ciò che fatto Oreste, ma non sarebbe giusto, perché sarebbe come avallare la sua morte e un attore (e sopratutto un grande doppiatore come lui) non muore mai.
Ciao Oreste, arrivederci nelle nostre memorie.

8. laurentius87 - 19/02/2009

Una grave perdita. RIP

9. alexjacko85 - 19/02/2009

Spero che Woody Allen non reciti più da adesso in poi, non ce la farei a sentirlo con una voce che non è la tua…riposa in pace Oreste!

10. enry - 19/02/2009

Povero.
R.I.P.

11. vincenzo - 19/02/2009

una grave perdita. E’ stato un grande attoree doppiatore. Ora mi auguro che non ridoppino i personaggi cui ha dato la voce .

12. Giuseppe1969 - 19/02/2009

Era praticamente uno di famiglia: la sua voce era così classica e “parlata” che sembrava quasi di ascoltare un conoscente dal vivo che si rivolgesse a te. La prima volta che lessi il suo nome era quando doppiava Robin Williams in “Mork & Mindy”; poi un giorno vidi con mia madre “Broadway Danny Rose” di Woody Allen e lei: “Senti la voce: è sempre di Oreste Lionello”. Faceva finta di vanagloriarsi, tanto che un giorno disse: “Dagli anni ’50 sono arrivati un sacco di attori e nuovi personaggi. Li ho doppiati tutti, ma siccome sono un genio, di me si sa soltanto per Woody Allen”. Senza contare i distributori che cercavano, sempre per Allen, un altro doppiatore più economico ma poi tornavavano regolarmente a lui. Erano riusciti a togliergli Gene Wilder, con delusione profonda del pubblico. Infine, le imitazioni di Andreotti: fra Noschese e lui, difficile una preferenza. Grande, Oreste. A Luca, Davide e Cristiana (che mi vengono in mente per aver seguito le sue tracce) e agli altri familiari, le condoglianze di un sicuro fan.

13. Andrew - 19/02/2009

che peccato, un altro doppiatore che se ne va!

Addio Oreste, mi manchera la tua imitazione di Berlusconi!

14. Pasquale Natali - 19/02/2009

Quando muore chi conosci ,soffri,ma ciò che ci lascia Oreste è un insegnamento,la profonda dedizione al lavoro e la ricercatezza anche nelle controscene ,volute meditate senza una sbavatura .
Cosa dire poi dei doppiaggi ha reso celebri dei grandi attori grazie alla ricercatezza della sua voce.
Ciao Oreste sarà faticoso per chi ama il cinema continuare senza di te.

15. emanuele - 19/02/2009

Ciao Oreste,
Ci mancherai tantissimo ora raggiungerai il Paradiso dove ci sono i tuoi colleghi amici che insieme a te avete fatto grande il cinema,teatro e doppiaggio italiano in questi anni.
R.I.P.

16. Oscar - 19/02/2009

Ciao maestro!

17. heybritney - 19/02/2009

riposi in pace

18. Fabio - 19/02/2009

Un altro straordinario doppiatore non che attore ci ha lasciati.Ciao Oreste e condoglianze alla famiglia.

19. Adriano - 19/02/2009

Che belle voci che ci sono in paradiso ora.
Ciao Oreste, salutaci Roberto Del Giudice, Ferruccio Amendola, Pino Locchi e tutte le altre magiche voci così vive e presenti nella nostra memoria.

20. anto 62 - 19/02/2009

ogni volta che va via una persona a me cara è come se morisse una parte di me;ciao oreste,grazie per averci regalato i migliori doppiaggi.Ciao maestro!

21. Francesca - 19/02/2009

Una grande perdita. Grande attore, doppiatore e le sue imitazioni ci mancheranno.

22. Marcello Teofilatto - 19/02/2009

Era un grande. Le cose che faceva in Tv non mi piacevano granché, ma erano fatte comunque con indiscutibile professionalità. Oltre all’ovvio abbinamento con Woody Allen, mi è rimasto impresso il suo straordinario doppiaggio di Michel Serrault ne “L’affare Dominici”.
Cristiana, Luca e Alessia continueranno la sua opera. A loro e agli altri familiari e conoscenti, condoglianze e un caro saluto.

23. tommi - 19/02/2009

No, ragazzi. questo è un dramma… come si fa a vedere i film di woody ora??? cioè io non voglio nemmeno immaginarmela una voce diversa che tenta di imitare quella dell’immenso oreste. non posso.

24. aurelio - 19/02/2009

ciao oreste hai illuminato il cielo

25. Giovanni Landi - 19/02/2009

Non ti dimenticheremo mai. Addio Oreste, grazie di tutto.

26. Stefano - 19/02/2009

Grazie Oreste.

27. Claudio78 - 19/02/2009

Onestamente avete ragione quando di dite che ora è meglio che Woody Allen non reciti più. Non si riesce davvero ad immaginare con quale altra voce possa essere doppiato. Ho sentito dire (e credo che qualcuno di voi me lo possa confermare), che lui ricevette personalmente i complimenti da Allen in persona.
Senza offesa per gli altri doppiatori, che sono comunque bravissimi, ma sarà davvero difficile accettare che qualcuno che non sia Oreste possa dare la voce a Woody Allen.

28. Riccardo57 - 19/02/2009

Mi lega ad Oreste un caro ricordo della mia infanzia, quando io e le mie sorelle, con i nostri genitori, Enrico ed Anna, cugini acquisiti di Oreste, andavamo a fargli visita, qualche volta, la domenica, e lui si disponeva con molta semplicità ed esuberanza fanciullesca a giocare con noi e a ricoprirci di affetto.
Un caro saluto, Oreste, e un abbraccio a tutta la tua famiglia, a Ninni e a tutti i tuoi figli.
Con affetto
Riccardo e Lucia, Anna, Ida e Antonella.

29. Laura91 - 19/02/2009

E’ come se fosse andato via con lui anche un grande pezzo dei personaggi di Woody Allen, non credo sarà più lo stesso, senza un grande doppiatore come lui.
Le prime volte che guardai Allen, in tutti dicono i love you, e andai su internet per scoprirne i doppiatori, mi stupii fortemente della loro somiglianza e risentendo il film in lingua originale anche della loro somiglianza vocale…..
Ci mancherà davvero molto, un grande artista!!!!!!

30. @ng - 19/02/2009

E adesso insegnate l’italiano a Woody Allen!!!

31. Vale - 19/02/2009

Ci mancherai molto!!! Condoglianze alla famiglia!

32. Lostman - 19/02/2009

Che peccato!!!! R.I.P Oreste!!

33. Antonello - 19/02/2009

Che Dio ti accolga tra le sue braccia. L’hai amato tanto in vita, adesso godrai della Sua luce.

34. Andrew - 19/02/2009

Ci mancherà davvero tanto, un’altra voce storica che resterà indelebile nei nostri ricordi. Se non vado errando cominciò a doppiare Allen addirittura da “Ciao Pussycat”, non da “Manhattan”, lasciando ad altri il difficile compito solo per “Che fai, rubi?” e “Casino Royale”.
Sentite condoglianze,
Andrew

35. Matteo82 - 19/02/2009

R.I.P.!

36. Trisha - 19/02/2009

Oreste Lionello è nel mondo equo e dolce dei più.

37. Anna - 19/02/2009

Un’altro grande che se ne va.

38. Nicola Luzzi - 19/02/2009

Cosa sarà adesso il cinema senza Oreste Lionello?
Sicuramente qualcosa di meno.

Una voce che illuminava tutto un mondo.

39. Sara - 19/02/2009

Grandissimo! penso basti dire questo…. sigh….

una delle voci migliori…

40. Ivano - 19/02/2009

Grazie Oreste, per tutto quello che ci hai dato.
I nuovi film di Woddy Allen non saranno piu’ gli stessi.
Da un collega, che ti ha invidiato da lontano.

41. Giovanni - 19/02/2009

Sentite condoglianze ai familiari! Il cinema ha perso una grandissima voce e un grande artista! Mi dispiace tantissimo….

42. FaStel - 19/02/2009

Un pezzo della nostra storia che se ne va…..
Sentite condoglianze alla famiglia.

43. Antonio - 19/02/2009

Il doppiaggio italiano,ha perso un grande doppiatore,un’icona!!
Dopo Ferruccio Amendola,Cesare Barbetti,Oreste Rizzini e Claudio Capone,abbiamo perso un altro grande doppiatore:ma le loro grandi voci,non saranno MAI cancellate!!!
C I A O O R E S T E ! ! !

44. Rolando - 19/02/2009

saranno cavoli d’ora in poi senza di lui…
addio grandissimo

45. Marco Massini Bassanelli - 20/02/2009

Una grande perdita; era un artista completo! Mi mancherà moltissimo sia come doppiatore, come attore, come imitatore…Era un uomo che ha abbracciato tutti gli aspetti dello spettacolo e dell’attore, e ha fatto tutto questo ai massimi livelli.Condoglianze ai suoi familiari,e in particolar modo alla bravissima Cristiana. Mancherà a tutti quelli che amano lo spettacolo come vera forma d’arte e secondo me, alla maggior parte degli italiani.
Ciao, Oreste! Grazie per tutto!

46. miky - 20/02/2009

ciao ORESTE sei staeo veramente geande ci mancherai

47. miky - 20/02/2009

ciao ORESTE sei stato veramente grande ci mancherai condoglianze alla famiglia

48. Nunziante - 20/02/2009

Ciao Oreste, tutti ti ricordano per Woody Allen ma io preferisco ricordare Charlie Chaplin, Topolino, Paperino e l’eccezionale Dick Van Dyke di Mary Poppins : ora potrai cantare tra le stelle “Cam Caminì” insieme alla cara Tina Centi, mentre Roberto e tante persone a me care verranno a sentirvi.

49. Matteo - 20/02/2009

Uno degli ultimi artisti italiani, ci lascia.
Quello che mi lascia senza parole è la superficialità, e la falsità, con la quale le testate su internet lo ricordano.
Se fate una ricerca su “Marty Feldman Lionello”, scoprirete con disappunto che quasi tutti lo ricordano per aver dato la voce a Marty Feldman.
Quella superficialità è tutta moderna, e come ride in faccia all’arte del passato, che se ne va..

50. Silvio Stefanini - 20/02/2009

Grande Oreste anche dagli USA


Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: