jump to navigation

Cinema futuro (601): “I mostri oggi” 21/03/2009

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Cinema futuro, Video e trailer.
trackback
Cinema futuro - Il cinema del prossimo week-end“I mostri oggi”

Uscita in Italia: 27 marzo 2009
Distribuzione: Warner Bros.

imostrioggiTitolo originale: “I mostri oggi”
Genere: commedia ad episodi
Regia: Enrico Oldoini
Sceneggiatura: Franco Ferrini, Giacomo Scarpelli, Silvia Scola, Marco Tiberi, Enrico Oldoini
Musiche: Louis Siciliano
Sito web ufficiale (Italia): cliccate qui
Cast: Diego Abatantuono, Sabrina Ferilli, Giorgio Panariello, Angela Finocchiaro, Carlo Buccirosso, Claudio Bisio

La trama in breve…
I MOSTRI OGGI va considerato a tutti gli effetti il  terzo capitolo rispetto agli illustri precedenti dei film ad episodi I MOSTRI, diretto nel 1963 Dino Risi e I NUOVI MOSTRI (1977), diretto a sei mani da Dino Risi, Mario Monicelli ed Ettore Scola, capisaldi della commedia all’italiana in pillole.
Anche qui, in sedici episodi caustici, vengono parodiati tutti i vizi, le debolezze e le paure dell’Italia contemporanea. Perché passano gli anni, passano i decenni ma i difetti che affliggono l’ Italia sono sempre gli stessi, qui illustrati in episodi divertenti, amari, grotteschi, fulminanti: cinismo, avidità, indifferenza, falso perbenismo,  cialtroneria, vanità e via “difettando”.
Ciascun episodio, di durata e struttura diverse, ruota intorno a delle figure centrali, in genere caricaturali, che saranno interpretate da tre attori principali (Diego Abatantuono, Giorgio Panariello e Claudio Bisio), i quali compariranno sia alternativamente che insieme, così come in altri episodi con Sabrina Ferilli, Angela Finocchiaro, Carlo Buccirosso  e molti altri ancora…   Alcuni episodi sono assai brevi e fulminanti ed hanno la durata e la struttura di uno  sketch, altri presentano invece le costruzioni più elaborate di un racconto. 

I mostri oggi
(di Franco Ferrini, Giacomo Scarpelli, Silvia Scola, Marco Tiberi, Enrico Oldoini)
Quando Age, Scarpelli, Maccari, Petri e Scola scrissero  I MOSTRI per Risi, raccontare i vizi, i guasti e le ciniche perversioni del popolo italiano che si affacciava allora al boom economico (era il 1963), fu una vera sorpresa. Tra le risate amare e le gag ferocissime che caratterizzavano quegli episodi, si annidava un messaggio occulto e inquietante: ATTENZIONE I  MOSTRI SONO TRA NOI e IL MOSTRO, anzi, POTRESTI ESSERE TU!  Persone all’apparenza normali, integrate, in qualche caso addirittura integerrime, che si rivelavano essere dei veri mostri di egoismo, di opportunismo, di superficialità o di mera (ancorché umana) perfidia.  A quel film, una quindicina d’anni dopo, ne seguì un altro: I NUOVI MOSTRI – girato a sei mani da Risi Monicelli e Scola – altrettanto graffiante e fortunato.
E oggi?, ci siamo chiesti, l’uomo moderno è cambiato? E’ cresciuto? Ha superato le piccole meschinità per arrivare ad essere animale Morale oltre che Sociale? Bah, mica tanto, ci siamo risposti. Anzi. I vizi e le contraddizioni di un mondo ormai ricco e industrializzato non sono poi così differenti da allora, né nella sostanza né nelle dinamiche psicologiche dei suoi protagonisti. Sono cambiate le tipologie, le patologie, i sogni e i bisogni che la nostra società impone, ma la mostruosità che vi si annida, quella è rimasta intatta. E allora ecco i nostri mostri di oggi…
Una coppietta di camerieri d’albergo, ottimisti e sconsideratamente felici di vivere in un mondo di lupi…
Un divo della tivvù, tanto popolare quanto amato dal “suo pubblico”, che per il “suo pubblico” arriva anche a presenziare magnanimamente a cerimonie private come matrimoni, battesimi o funerali…
Un giovane che seduce e circuisce una giovane disabile facendole credere che sia lei il suo Unico grande Amore, quasi quanto La Magica Roma…
Una psicoanalista famosa e narcisista che deprime ancor di più un suo paziente affetto da mal di vivere …
Un vescovo sensibile e solerte che convince un uomo a non commettere peccato buttandosi nel Tevere …
Un padre moderno e aperto a tutto ma non ad un certo vizietto del figlio…
Una famigliola in partenza per la villeggiatura, costretta ad abbandonare il proprio cane in autostrada…
Un gruppo di golfisti snob che dall’alto del loro perbenismo borghese si piccano di essere dei gran signori…
Una vecchia nobile, arrogante e nostalgica, che, costretta in sedia a rotelle, maltratta il suo badante mentre  passeggiano per Villa Torlonia rievocando i tempi che furono…
Due improbabili filantropi che cavalcando la retorica della solidarietà, accolgono sciaguratamente intere famiglie di extracomunitari…
Due genitori affettuosi ma indigenti che spingono la figlia a rinunciare al matrimonio e a mettere “la testa a posto”…
Una mamma amorevole ma profondamente frustrata, improvvisamente felice per un’ora di notorietà nel meraviglioso mondo della tivvù…
Un boss mafioso che si fa progettare una “seconda casa”, in realtà un bunker…
Un pirata della strada che si preoccupa del faro anteriore del suo SUV …
Due coniugi borghesi ed egoisti che raccolgono altruisticamente un ferito per la strada…
Tre fanciulle in fiore, che con la grazia e l’innocenza della loro tenera età, sognano solo di fare shopping negli inarrivabili negozi griffati…
Un gruppo di bagnanti felici che popolano allegramente una spiaggia del prossimo futuro …
Questi, in grandi linee, gli episodi che andremo a raccontare in questo allegro film dei giorni nostri,sperando di far ridere alle lacrime, ma anche di far riflettere un po’ su questo nostro mondo sgangherato e difettoso, proprio come fecero qualche anno fa i nostri predecessori (e per un paio di noi anche progenitori).

Trailer italiano:


Per consultare le uscite dell’ultimo week-end andate allo spazio “Al cinema…”, per gli incassi del box office, trailer e notizie dal mondo del cinema visitate lo spazio “Cinema Festival”.

Commenti»

1. Trussardone - 22/03/2009

Ovviamente non sarà all’altezza dei predecessori, ma non me lo perderò.


Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: