jump to navigation

Venerdì 10 aprile lutto nazionale per le vittime del terremoto in Abruzzo, la Rai senza pubblicità 09/04/2009

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, News, TV ITA.
trackback

epicentro

La Rai ha deciso di non trasmettere interruzioni pubblicitarie sui propri canali per l’intera giornata di domani venerdì 10 aprile, lutto nazionale in occasione dei funerali di Stato delle vittime del terremoto in Abruzzo (giunte nel frattempo a quota 281, dei quali 20 bambini e ragazzi sotto i 16 anni, più 1.500 feriti ed oltre 29.000 persone rimaste senza casa).

I funerali solenni, che si svolgeranno nel cortile della caserma della Guardia di finanza (località Coppitto), saranno seguiti in diretta da tutte le emittenti nazionali. RaiUno trasmetterà le esequie a cura del Tg1 a partire dalle ore 10.50 e fino alle ore 13.25, con sottotitoli in diretta per non udenti alla pagina 777 di Televideo. Canale 5 proporrà la diretta dei funerali, a cura del Tg5, dalle 10.45 alle 13.30, mentre La 7 seguirà i funerali con uno Speciale Tg La 7 dalle 10.20. Anche Sky Tg24 e Sky Uno trasmetteranno in diretta integrale e in simulcast le esequie.

Ricordo (come è già scritto da un paio di giorni nella colonna di destra del blog) che Telecom Italia, Tim, Vodafone, Wind, 3 Italia, Fastweb e Coop Voce, in collaborazione con la Protezione Civile, hanno attivato il numero 48580 per la raccolta fondi a favore della popolazione dell’Abruzzo colpita dal terremoto. Chiamando con un telefono fisso (da rete Telecom Italia, Infostrada o Fastweb) si doneranno 2 euro, mandando un SMS con un telefono cellulare si donerà invece 1 euro al Dipartimento della Protezione Civile per il soccorso e l’assistenza.
Per i clienti Poste Mobile, il numero per inviare SMS al costo di 1 euro ciascuno è il 377 2048580.
Il Dipartimento della Protezione Civile ha attivato tre conti correnti per le donazioni a favore della popolazione colpita dal terremoto.

  • CONTO CORRENTE
    IBAN     IT72U0300205207000401124180
    Swift code BROMITR1708
    INTESTATO A: Protezione Civile Nazionale – Emergenza Terremoto L’Aquila
    UNICREDIT BANCA DI ROMA – Agenzia Roma Cavour B
  • CONTO CORRENTE
    IBAN     IT23X0306905039100000000140
    Swift code BCITITMM
    INTESTATO A: Protezione Civile Nazionale – Emergenza Terremoto L’Aquila
    INTESA SAN PAOLO – Filiale di Roma 06787
  • CONTO CORRENTE  POSTALE NUMERO 95863023
    (IBAN  IT-63-X-07601-03200-000095863023)
    INTESTATO A: Protezione Civile Nazionale – Emergenza Terremoto L’Aquila

Segnalo infine i principali numeri utili segnalati dalla Protezione Civile.

  • Per segnalare disagi, danni o pericoli, richiedere interventi, nelle località colpite dal terremoto:
    800 860 146 – sede operativa Protezione Civile Regione Abruzzo
    800 861 016 – sede operativa Protezione Civile Regione Abruzzo
  • Per la ricerca e l’offerta di alloggi:
    0862 310576
    0862 361255
  • Per aziende, associazioni, distributori e farmacisti disponibili a fornire farmaci:
    800 571 661Agenzia Italiana del Farmaco
    fax 06 5978 4214
    sisma@aifa.gov.it
  • Per informazioni sulle persone che sono state ricoverate negli ospedali del Lazio,
    per l’assistenza sanitarie agli sfollati a Roma e nel Lazio,
    per informazioni al personale medico e sanitario,
    per indicazionisulle donazioni di sangue:
    800 118 800Ares 118 Lazio
Annunci

Commenti»

1. max - 09/04/2009

Dopo quello che hanno combinato in rai, trasmettere senza pubblicità è il minimo, sperando che l’indomani non facciano un’edizione straordinaria per festeggiare gli ascolti.
(mi riferisco al tg1 che ha quasi festeggiato il terremoto perchè hanno fatto grandi ascolti, se non l’avete visto guardate il filmato sul sito di striscia, o cercate su youtube).

2. Francesco - 09/04/2009

Sottolineare gli ascolti è stato sicuramente una caduta di stile del Tg1, ciò non toglie, però, il fatto che la Rai vada elogiata per avere trattato la tragedia d’Abruzzo con molta sensibilità e professionalità. Visto che è di moda sparare contro la Rai, sento di dire che stavolta ha assolto in pieno il ruolo di vero servizio pubblico!

WunderPissi - 10/04/2009

Sensibilità e professionalità non mi sembrano proprio due caratteristiche del giornalismo RAI, anche se sull’altra sponda non è che siano messi meglio, anzi… Mi sembra che l’unica parvenza di giornalismo sulle TV italiane sia Sky, dentro la notizia ed efficaci senza però mai scendere nella tragedia forzata, un esempio per gli altri!!!

3. guido - 09/04/2009

La Rai ha avuto sicuramente un’organizzazione ottimale della copertura della notizia, con scelte molto azzeccate (far trasmettere ininterrottamente il TgR in Abruzzo per gli aggiornamenti, ad esempio). Purtroppo anche i tg Rai, una volta passato lo choc delle prime ore, non hanno saputo esimersi dal giornalismo-spettacolo (o giornalismo-sciacallaggio, nei casi peggiori), che consiste nel cercare morbosamente la scena strappalacrime: il salvataggio in diretta, l’intervista a chi ha perso tutto, il recupero delle vittime, ecc. ecc. Oltretutto facendo gestire molti servizi a persone che non hanno la preparazione adeguata, dalle soubrette tipo Eleonora Daniele (che a unomattina ha detto a uno sfollato “La prego, ci racconti la sua disperazione!”), per passare all’inviata della vita in diretta che di notte andava a svegliare gli sfollati che dormivano in auto

4. max - 09/04/2009

Vedere la giornalista che quasi festeggiava e snocciolava interminabili dati e cifre che non interessavano a nessuno, sfruttando l’evento catastrofico, mi è sembrata una delle cose più brutte che abbia mai visto in tv. Ritengo che abbiano coperto l’evento meglio di mediaset, ma anche in rai ho visto giornalisti intrufolarsi nelle tende già abitate, o andare a svegliare i terremotati che dormivano in macchina, quindi sensibilità ne ho vista poca.
Per me dovrebbero buttare fuori tutti i giornalisti dalle zone terremotate, e lasciare spazio sono ai soccorritori e forze dell’ordine.

checca7 - 09/04/2009

guarda che era una giornalista di Matrix quella che ha svegliato i terremotati che dormivano nelle auto!

5. Paola - 09/04/2009

non v sembra di star facendo perfettamente il gioco della Rai???
Si parla solo di come la Tv di stato si è comportata e del terremoto non interessa più niente a nessuno!
come al solito i mezzi di comunicazione hanno la meglio su tutto!!!!!!!

6. Top Posts « WordPress.com - 10/04/2009

[…] […]

7. Alex - 10/04/2009

Ci sono molti giornalisti bravi ed in genere sono quelli che non si occupano di cronaca nera……quelli che si occupano di cronaca nera salvo eccezioni, che farei qui ma nn mi ricordo come si chiamano, sono insopportabili e i meno preparati. Parlo di quelli che nn informano ma spettacolarizzano l’informazione cercando la signora che piange, quello che urla, quello che soffre magari con musica di sottofondo strappalacrime,facendogli domande allucinanti; domande che se invece di fargliele un giornalista con telecamera venissero fatte da una persona normale sarebbero seguite nn da risposte ma da un paio di schiaffi. Anche se devo ammettere con rabbia che quando questi “giornalisti” smetteranno di ronzare attorno alle macerie, come spesso accade, calerà l’attenzione anche poi politica e si troverà altro di cui parlare, con conseguente abbandono di queste persone che dovranno poi vedersela da sole.

8. TeleFan - 10/04/2009

Io sono del parere che pochi siano i giornalisti effettivamente “seri”, sia in Rai che in Mediaset. Detto questo, non mi pare proprio che quest’ultima abbia avuto più “sensibilità” nel trattare le notizie, rispetto alla Rai. Quali sono state, infatti, le notizie di rilievo sul Mediavideo? Quelle sul terremoto, ovviamente, e…quella relativa al terremoto avvertito anche dai concorrenti del GF nella casa!! Ci rendiamo conto??!! Mettere una notizia del genere al pari di una tragedia? Alla faccia della serietà…

9. EMILIO - 10/04/2009

I GIORNALISTI FANNO SCHIFO COME LE TELVISION I COME SANTORO CHE DOVREBBE VERGOGNARSI DA VOLONTARIO LO DICO VIVA I VVF LA VAB LA CROCE ROSSA LA MISERICORDIA E TUTTA LA PROTEZIONE CIVILE MA IN PARTICOLARE IL GRANDE BERTOLASO E BRLUSCONI

10. Davide - 10/04/2009

Riotta non è più al Tg1! Si spera quindi che chi prende il suo posto non faccia più autocelebrazioni. Devo però dire che il Tg1 è stao in questi giorni il Tg migliore!

11. max - 10/04/2009

Chissà perchè non mi stupisce che uno che si firma Emilio, scriva viva Berlusconi…

12. Taichi - 10/04/2009

Ottima scelta quella della rai di non trasmettere pubblicità per la giornata di oggi, però io capisco che mediaset vive solo di pubblicità, ma potevano togliere la pubblicità solamente su canale 5, oppure toglierla su canale 5 solamente per la mattinata dei funerali, invece subito dopo lo speciale tg5 hanno trasmesso 2 spot e dopo il tg5, potevano evitare questi 2 spot tra lo speciale e il tg5


Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: