jump to navigation

TV SAT – Su AXN la stagione 2 di Damages 01/05/2009

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Comunicati, Damages, Serie cult, TV ITA.
trackback

damages_2-glenn-close

Da questa sera, ogni venerdì alle ore 21.00 (oggi eccezionalmente i primi due episodi, da venerdì prossimo un solo episodio), il canale satellitare AXN propone in prima visione italiana la seconda stagione inedita (13 episodi) del legal thriller Damages con Glenn Close e Rose Byrne, terminata da poche settimane negli Stati Uniti (dove è in onda sul canale cavo FX). La stagione 2 del telefilm vede l’ingresso nel cast di nomi prestigiosi come William Hurt, Marcia Gay Harden e Timothy Olyphant.
A seguire, le note di AXN che presentano i nuovi episodi, ed un approfondimento sulla protagonista Glenn Close.

NUOVI INTRIGHI E COLPI DI SCENA TORNANO SU AXN CON DAMAGES!

Una primavera in compagnia dell’inaffidabile Glenn Close: in esclusiva dal 1° maggio sul canale 120 di  SKY la seconda attesissima stagione dell’avvincente legal drama

Axn, canale di Sony Pictures Television International, propone a partire dal mese di Maggio la seconda sorprendente stagione del legal drama più appassionante della tv, Damages, che torna  ancora più coinvolgente dopo l’acclamatissimo successo ottenuto lo scorso anno.

Ambientata nello spietato mondo delle cause legali di New York, il serial, ricco di suspance e colpi di scena, arriva in Italia in esclusiva su AXN, visibile al canale 120 di SKY, con 13 avvincenti episodi che travolgeranno i telespettatori con intricati casi e misteriosi complotti.

Le prime puntate della seconda stagione sono state pensate in modo tale che i telespettatori possano iniziare a guardare il telefilm in qualsiasi momento delle prime settimane di programmazione senza sentirsi smarriti. Infatti, pur continuando ad essere complicati, gli episodi avranno una trama parzialmente chiusa, con un inizio, una parte centrale e una fine. Così come nella prima stagione, anche in questa nuova serie la vicenda è narrata in due cornici temporali, che si alternano tra presente e futuro, ovvero nei sei mesi successivi, creando una storia intricata ed estremamente coinvolgente. L’impianto narrativo caratterizzato da flashback e anticipazioni future, che ha sempre contraddistinto l’imprevedibile legal drama, resterà ma semplificato.

La complessità e il successo di Damages hanno attirato nel cast di questa stagione numerosi attori di alto livello, tra i quali l’affascinante William Hurt, che ritrova sulla scena l’impeccabile Glenn Close 25 anni dopo The Big Chill, film in cui erano co-protagonisti.

In questa nuova serie Hurt è David Purcell, un brillante ricercatore dal passato misterioso in conflitto con la società di energia per la quale lavora. Quando l’azienda corrotta inizia a minacciare la sua famiglia, David decide di rivolgersi all’unica persona abbastanza potente da poterlo aiutare, Patty Hewes, interpretata dalla straordinaria Glenn Close, vincitrice  nel settembre scorso del meritato Emmy come migliore attrice drammatica proprio per la sua eccezionale interpretazione della perfida e gelida avvocatessa.

Il lavoro di Patty è complicato dalla sua storia personale con Purcell, cosa che darà origine ad una catena imprevedibile di eventi con conseguenze scioccanti e fatali.

La partecipazione del famoso attore è solo una delle numerose sorprese che Damages riserva al suo pubblico quest’anno. Prima fra tutte la trama, intricata e ricca di colpi di scena: fin dai primi tre episodi si susseguiranno un assassinio, un quasi omicidio, un furto, diversi incontri segreti, misteriosi scambi di documenti e rivelazioni-chiave sul passato di Patty Hewes. Così la Close ha commentato il cambiamento che subirà il suo personaggio durante questa seconda stagione: “Penso che sia stranamente più consapevole di sé, in un certo senso, è stata addolcita. È  più vulnerabile.” Ma la Hewes è ancora capace di fulminare un amico o un avversario con una parola o uno sguardo, ed è tuttora disposta a sacrificare chiunque si metta sulla sua strada per raggiungere i suoi obiettivi.

Grandi novità anche per il personaggio di Ellen Parsons:“Patty in questa stagione sarà più pacata e meno spietata, Ellen diventerà più aggressiva. Saranno su un campo da gioco allo stesso livello”, afferma Rose Byrne, attrice che dà il volto alla giovane rivale di Patty Hewes.

Il personaggio da lei interpretato non è più un avvocato idealista alle prime armi come nella prima serie, ma  una donna forte che cerca di indagare la personalità moralmente ambigua della Hews, perchè spinta dal desiderio di vendetta e ossessionata dall’omicidio del suo fidanzato.

In seguito alla vittoria senza precedenti ottenuta ai danni del miliardario Arthur Forbisher, Patty Hewes  intraprende una nuova sfida giudiziaria su richiesta di Daniel Purcell, uno scienziato dal passato misterioso, contro la Ultima National Resource, importante società di energia. Ellen, nel frattempo, sta cercando di smascherare la gelida avvocatessa, collaborando come informatore dell’ FBI nell’investigazione penale che coinvolge Patty e la sua società. In seguito all’omicidio del fidanzato, Ellen inizia a seguire una terapia, durante la quale entra in confidenza con un uomo misterioso, Wes Krulik, non sapendo che questi lavora segretamente con Rick Messer, il detective responsabile dell’assassinio di David Connor, fidanzato di Ellen.

Todd Kessler, co-produttore e regista del telefilm, sottolinea: “L’intera serie è ancora incentrata sulla relazione tra Patty Hewes e Ellen Parson, sugli alti e bassi del loro rapporto. In questa seconda stagione, Ellen deciderà se perdonare Patty o se vendicarsi.”

Cast: Glenn Close, Rose Byrne, William Hurt, Tate Donovan, Timothy Oliphant, Anastasia Griffith, Ted Danson, Marcia Gay Harden
Genere: legal drama

close-e-hurt

A seguire, un approfondimento sulla protagonista Glenn Close.

L’INAFFIDABILE GLENN CLOSE SVELA I SEGRETI DELLA SECONDA STAGIONE DI DAMAGES

Glenn Close, interprete protagonista di Damages, in onda in esclusiva su AXN, canale di Sony Pictures Television International visibile al 120 di SKY, rivela gli avvincenti segreti della seconda attesissima stagione agli appassionati del legal drama.

Alla fine della prima serie di Damages, avevamo lasciato Patty Hewes, la celebre avvocatessa di New York, traumatizzata dalla morte di Ray Fisk, il fidanzato della giovane Ellen Parsons assassinato proprio davanti ai loro occhi: l’esperienza è davvero drammatica, “un evento da cui è impossibile riprendersi – spiega la Close – e che influenza i rapporti successivi tra Patty e Ellen”. Il personaggio di Patty cambia completamente, diventando più vulnerabile di Ellen e fidandosi ancora meno delle persone. I nuovi episodi, incentrati principalmente sul desiderio di vendetta di Ellen, sono resi ancor più interessanti dal ribaltarsi dei ruoli dei due personaggi chiave. Un’altra importante novità è l’esclusiva presenza di William Hurt: il rapporto tra Patty e il suo nuovo cliente David Purcell, interpretato dall’attore vincitore del premio Oscar, è una delle relazioni chiave di questa stagione, “il loro rapporto fa da filo conduttore e manda avanti la storia”, svela Glenn Close. Il nemico contro cui si schierano Patty e David è la Ultima National Resource, un’importante società di energia americana; “purtroppo si tratta di una storia basata su qualcosa che realmente succede. – rivela l’attrice – Sono veramente contenta che si parli di questo tipo d’argomento. Walter Kendrick, l’amministratore delegato, è un uomo molto cattivo che, in confronto, fa sembrare Frobisher una persona carina”. Sempre secondo la Close due sono i temi più forti di questa seconda stagione di Damages: la vendetta e la redenzione.

Ritrovare William Hurt nei nuovi episodi di Damages dopo The Big Chill, girato insieme nel 1983, “è stato fantastico, dopo più di 25 anni! È un attore così eccezionale. Abbiamo lavorato insieme in passato, ci conosciamo molto bene, lui è veramente divertente. Ogni volta non vedo l’ora di lavorare con lui, è un attore molto valido. Sono molto contenta per la presenza di William Hurt e di tutti gli altri autori non-protagonisti; sono tutti molto competenti, degli attori incredibili”.

Gli autori di Damages rivelano la storia agli attori proprio nello stesso modo in cui viene svelata al pubblico e la Close è assolutamente entusiasta di questo espediente; “Credo che sia uno degli aspetti più divertenti del recitare in questo particolare telefilm. Mi sembra di vivere in un romanzo di Dickens, è una forma d’arte: quel tipo di spontaneità. Il modo in cui lavorano gli scrittori mi piace molto e sono sempre più divertita e colpita da come fanno svolgere le vicende fino alla fine. In realtà, a volte non ho bisogno di sapere come andranno le cose; nella vita non so cosa succederà domani quindi, in un certo senso, è più realistico della vita”.

Dietro le quinte le parole chiave sono collaborazione e dialogo, sia tra gli attori sia con gli autori e i produttori del programma: “penso di avere un po’ di influenza sulla sceneggiatura: per esempio, ho voluto fermamente che si prestasse molta attenzione alla situazione drammatica attraversata da Patty, che l’ha influenzata profondamente rendendola meno “umana”, più diffidente e vulnerabile. C’è una grande collaborazione da parte degli scrittori, sono dei collaboratori fantastici, mi chiedono sempre cosa penso di ogni scena”.

Con Damages, Glenn Close ha coronato la sua carriera televisiva, dopo i successi ottenuti a Hollywood: “Sono sempre stata attratta dalla Tv, fin dall’inizio della mia carriera. In particolare la Tv via cavo dà la licenza creativa agli autori di realizzare i loro progetti. Penso che il paradiso dei new media stia trasformando la nostra industria […] Sarà complesso e stimolante per il pubblico: coloro che vorranno vedere gli episodi in modo sequenziale, impareranno a trovare gli episodi persi, faremo tutti parte di questo network, sarà un telefilm on demanding”. In particolare ciò che l’ha convinta a recitare in Damages è il ruolo di Patty che ha molte cose in comune con il personaggio della marchesa de Merteuil, interpretata dalla Close nella pellicola “Relazioni Pericolose”: una donna incredibilmente intelligente che si è guadagnata una posizione di potere in quello che era un mondo prettamente maschile. Come lei, Patty è una donna molto forte, ha delle qualità molto positive e prende seriamente il suo ruolo, molto più delle altre persone che le stanno intorno.

“Non ho mai avuto pregiudizi. Quando ho iniziato c’erano grandi pregiudizi sulla mia presenza nel cast di Damages. Ci sono importanti attori e attrici che nella loro carriera non si sono mai cimentati in un’esperienza televisiva e io non ne ho mai compreso il motivo. Personalmente la trovo un’esperienza molto gratificante”. Insomma un’attrice che non si è montata la testa nonostante una stella nella Hollywood Walk of Fame: “Ho pensato: è fantastico, il simbolo di Hollywood! Devo ammettere che durante la cerimonia ero veramente emozionata, ero estremamente onorata per quell’ importante nome sulla pietra. Era eccezionale. È divertente pensare che la gente cammini sopra di me ogni giorno”.

Un’esperienza incredibile sotto ogni punto di vista per l’inaffidabile Glenn Close, che aspetta tutti gli appassionati del legal drama il 1° maggio su AXN per i nuovi e attesissimi episodi della seconda stagione di Damages.

Commenti»

1. davor - 01/05/2009

una delle migliori serie

2. PaoloKr - 01/05/2009

La prima stagione è stata strepitosa. Glenn Close superba come al solito nella sua recitazione ma anche Rose Byrne è stata all’altezza.
Speriamo bene anche per questa seconda…

3. luco89 - 01/05/2009

insomma, la prima stagione mi faceva venire l’angoscia, ogni volta che facevano vedere la parte “futura” con la porta dell’ascensore…mamma mia! Speriamo che la seconda mi faccia ancora accapponare la pelle!

4. LuiGi - 01/05/2009

Seconda stagione ottima!! Secondo me pari alla prima!! Da vedere assolutamente!

5. Luca - 01/05/2009

la prima bellissima! aspetto con ansia questa seconda!

6. iLollo - 01/05/2009

mi avete fatto venire voglia di vederlo!

7. zia assunta - 01/05/2009

io non sono tra le entusiaste delle serie mi è piaciuta ma la storia in alcuni punti era avvincente ma ai limiti del ridicolo e Glenn Close monoespressiva (forse per via del botox).
Bravissima invece la Byrne lei avrebbe meritato l’Emmy.
Vediamo come sviluppano la storia in questa seconda stagione.

8. PaoloKr - 01/05/2009

Glenn Close monoespressiva? Che eresia,che eresia!!! Un’attrice di cinema prestata alla televisione e la si bolla così. Vabbè zia Assù torna alle soaps e alle telenovelas…

zia assunta - 01/05/2009

la foto postata da Antonio è emblematica.

9. zia assunta - 01/05/2009

c’era la gara a chi fosse più liftato tra lei e Ted Danson.

PaoloKr - 02/05/2009

Ma si vede che hai seguito poco la carriera dei due attori…
Se fossero liftati non sembrerebbero i vecchi decrepiti che invece sono rispetto a loro vecchie performances…
Glenn Close è l’attrice di “Attrazione Fatale” e “La casa degli spiriti”. Danson è quello di “Cin Cin” e invece in Damages è rugoso e canuto,altro che liftato…
Non ti piace la serie va bene,che gli attori facciano schifo…allora ti dico che non capisci nulla…
Senza offese…

10. Prometeus - 02/05/2009

Glenn Close monoespressiva? Quanta ignoranza a furia di seguire troppa televisione. Zio Assunto dovresti stare in ginocchio sui ceci per questa eresia ma molto probabilmente la posizione ti piacerebbe…

PaoloKr - 02/05/2009

Wow Prometeus! Che commento volgare…

11. PaoloKr - 03/05/2009

Ho visto il primo episodio. Wow! Che serie,che storia e che attori…

12. zia_assunta - 04/05/2009

non è tra le migliori serie in circolazione.


Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: