jump to navigation

Cinema futuro (674): “Ken il guerriero – La leggenda di Raoul” 09/06/2009

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Cinema futuro, Video e trailer.
trackback
Cinema futuro - Il cinema del prossimo week-end“Ken il guerriero – La leggenda di Raoul”

Uscita in Italia: venerdì 12 giugno 2009
Distribuzione: Mikado / Yamato Home Video

kenilguerriero-leggendaraoulTitolo originale: “Shin kyûseishu densetsu Hokuto no Ken: Raô den – Gekitô no shô”
Genere: animazione
Regia: Toshiki Hirano
Sceneggiatura: Nobuhiko Horie (soggetto di Buronson, Tetsuo Hara)
Musiche: Yuki Kajiura, Keiichi Momose
Uscita in Giappone: 28 aprile 2007
Sito web ufficiale (Giappone): cliccate qui
Sito web ufficiale (Italia): cliccate qui
Cast: (doppiatori originali) Hiroshi Abe, Takashi Ukaji, Kunihiro Kawamoto, Yuriko Ishida, Kenyû Horiuchi, Daisuke Gôri, Katsuhisa Hôki, Masanori Takeda, Masaki Terasoma, Chikao Ôtsuka; (doppiatori italiani) Lorenzo Scattorin, Dario Oppido, Luca Ghignone, Patrizia Mottola, Ivo De Palma, Luca Semeraro, Marco Balbi, Antonello Governale, Massimiliano Lotti, Maurizio Scattorin

La trama in breve…
“Alla fine del 21° secolo la terra è sconvolta da un terribile conflitto nucleare che ha portato tutte le civiltà al collasso sociale ed ambientale. Le bande saccheggiano e assalgono gli insediamenti dei sopravvissuti e la legge del più forte prevale sugli innocenti e gli indifesi. L’unica speranza per assicurare la continuità della civiltà umana è l’arrivo di un nuovo salvatore.
Kenshiro e Raoul, fratelli depositari delle tecniche di combattimento della “Divina scuola di Hokuto”, potrebbero essere i candidati ideali per questo ruolo: Kenshiro rappresenta la strada dell’onore e Raoul quella del potere. Tra loro solo uno potrà diventare il successore di Hokuto.
Mentre i due fratelli si avvicinano inevitabilmente allo scontro finale, comprenderanno che Il loro destino è legato a colei che si nasconde dietro la misteriosa maschera dell’ultimo Guerriero di Nanto…”

IL PROGETTO del 25° Anno

“LA LEGGENDA DEL VERO SALVATORE”

DAL MANGA AI LUNGOMETRAGGI

“Tu ormai sei morto”: Sono trascorsi 25 anni dalla prima volta in cui si sentì pronunciare questa battuta in TV, diventata in seguito celeberrima. Era la serie animata “Ken il guerriero” (Hokuto no Ken), tratta dall’omonimo fumetto (1983) creato dal duo Buronson e Tetsuo Hara, opera considerata nel mondo del fumetto giapponese e internazionale un vero e proprio ‘cult’, con più di 1 milione di copie vendute, ed ancora oggi nella top ten dei più venduti. Nonostante l’inesorabile scorrere del tempo, le anime combattive e furenti dei guerrieri delle scuole di Hokuto e di Nanto  continuano a brillare nel cuore dei numerosi fan di tutto il mondo:  la saga di “Ken il guerriero” suscita  interesse e  curiosità anche nella nuove generazioni.  Kenshiro è un’opera fiume entrata nel cuore dei suoi fan e diventata un punto di riferimento per tutta la produzione grafica giapponese, con i suoi richiami alla tradizione samurai e al mondo delle arti marziali. “Ken il guerriero” è testimone della prolifica produzione nipponica dei primi anni ’80 ed ha anticipato altre serie di successo come “I cavalieri dello Zodiaco”, “Dragon Ball” e “City Hunter”. La saga può essere paragonata a quella di Guerre Stellari per la sua evoluzione multi-generazionale – intesa sia in termini di spettatori, sia in riferimento alle generazioni dei personaggi coinvolti nelle vicende narrate – e per il suo sviluppo multi-supporto: fumetti,  serie televisive, lungometraggi, OAV (film pensati per la distribuzione home video) e merchandising. Inoltre, sebbene siano chiari i riferimenti alle antiche arti orientali, la caratterizzazione dei personaggi come eroi mitici, le vicende amorosose che fanno da trait-d’union, i grandi ideali per cui sono chiamati a sacrificarsi avvicinano “Ken Il guerriero” ad una narrazione epica di stampo occidentale.

In passato, gli autori Buronson e Tetsuo Hara, per via della serializzazione della storia del loro fumetto, decisero di concentrarsi quasi esclusivamente sull’aspetto ‘action’ della vicenda, tralasciando così episodi che avrebbero messo troppo a nudo il lato sentimentale e il profilo psicologico dei guerrieri, evitando così il rischio di distogliere l’attenzione dallo sviluppo più prettamente eroico e combattivo delle avventure del protagonista Kenshiro. La stessa linea venne adottata anche per la serie televisiva prodotta dalla Toei Animation e andata in onda in Giappone per la prima volta dal 1984 al 1988 è [ora disponibile in versione integrale in dvd Dolmen Home Video/Yamato video]

Oggi, a 25 anni di distanza,  è stata scritta una nuova saga, “La leggenda del vero salvatore” ,  che riprende le vicende narrate nella prima serie dando finalmente spazio a quegli episodi lasciati da parte, evidenziando anche il profilo psicologico dei personaggi e realizzando battaglie spettacolari con incredibili effetti visivi. Questa imponente battle saga si sviluppa in 5 capitoli-lungometraggi, ognuno dei quali è raccontato dal punto di vista di uno dei suoi leggendari protagonisti:

Ken il guerriero – La leggenda di Hokuto – Director’s Cut
Uscita Cinema Mikado Film / Yamato Video,  4 luglio 2008
Uscita Home Video Dolmen/Yamato Edizione Standard, Collector’s, Limted, novembre dicembre 2008

Ken il guerriero – La leggenda di Julia
Uscita Home Video Dolmen/Yamato, dicembre 2008

Ken il guerriero – La leggenda di Raoul
Uscita Cinema Mikado Film / Yamato Video 19 giugno 2009

Ken il guerriero – La leggenda di Toki
Uscita Home Video autunno 2010

Ken il guerriero – La leggenda di Kenshiro
Uscita Cinema prevista primavera/estate 2010

“La leggenda di Raoul” non soltanto mostra lo scontro tra Kenshiro e Raoul, scena madre di tutto “Ken il guerriero”, ma svela anche verità mai rivelate nella storia originale. Come nei precedenti due episodi, ritroveremo le voci di Lorenzo Scattorin (Kenshiro), Dario Oppido (Raoul) e Patrizia Mottola (Julia). In occasione del 25ennale dalla nascita di Ken il guerriero, il pubblico potrà finalmente godere della spettacolarità delle immagini e delle memorabili sequenze di azione che hanno contribuito a rendere Kenshiro un eroe intergenerazionale ancora oggi in grado di appassionare milioni di fan in tutto il mondo.

PER ORIENTARSI NEL MONDO DI KENSHIRO

CORPO – SPIRITO – STELLE

L’AMBIENTAZIONE

“Non so come verrà combattuta la Terza guerra mondiale, ma so come sarà combattuta la Quarta: con sassi e bastoni” Albert Einstein

Alla fine del 21° secolo la terra è sconvolta da un terribile conflitto nucleare che ha portato tutte le civiltà al collasso sociale ed ambientale. Le bande saccheggiano e assalgono gli insediamenti dei sopravvissuti. Gli eredi di due antichissime scuole di arti marziali ancestrali, la Divina Scuola di Hokuto e la Sacra Scuola di Nanto, sono i protagonisti degli eventi narrati nella saga e i loro destini determineranno le sorti dell’intera popolazione mondiale. Il potere ormai non risiede nella tecnologia e nelle armi, ma nello spirito.

Tre scuole, HOKUTO,  NANTO e GENTO “basano la loro forza sulla relazione corpo/spirito/stelle, come a voler testimoniare che l’operato dell’uomo viene regolato da un destino immanente[1]. ”

In breve la narrazione si sviluppa come “un’energetica […] allegoria della durezza dell’esistenza umana nel mondo post-moderno […], una visione fantasiosa, romanzata e crittografata dei mille problemi sociali causati dall’omologazione e dalla normatività del sistema sociale nipponico […].”[2]

LA DIVINA SCUOLA DI HOKUTO – Pugno Divino dell’Orsa Maggiore

L’Hokuto Shinken, il Pugno Divino dell’Orsa Maggiore, è l’arcano e micidiale kenpo (arte marziale giapponese di origine cinese, di combattimento senz’armi) in grado di distruggere dall’interno il corpo del proprio avversario, provocando uno shock nei punti segreti di pressione presenti all’interno dell’apparato circolatorio, tramite la concentrazione in un unico colpo di tutta l’energia di colui che sta per scagliarlo. L’arte del combattimento della Divina Scuola di Hokuto  si ispira ai principi orientali dell’agopuntura e le relazioni sono regolamentate  dal codice d’onore della tradizione millenaria dei samurai.

A causa della sua incredibile forza distruttiva, questa tecnica ancestrale può essere esclusivamente tramandata di padre in figlio. Ryuuken è il custode di questa tecnica e non avendo figli decide di adottarne tre: Kenshiro, Raoul e Toki.

Attraverso Kenshiro e i suoi due fratelli maggiori Raoul e Toki, la storia millenaria della Divina Scuola di Hokuto si appresta a vivere la sua epoca d’oro. Tuttavia, i tempi mostrano segni di una tensione acuta e sta per avere inizio una nuova epoca di guerre: gli scontri tra le etnie e le religioni, la brama di supremazia delle nazioni più potenti su quelle più deboli, la follia senza fine dell’umanità conducono alla distruzione totale. Il mondo viene avvolto dalle fiamme di una grande guerra nucleare. I mari si prosciugano, la terra si squarcia, ogni forma di vita sembra ormai scomparsa. Tutte le civiltà crollano e la violenza prende il sopravvento in un mondo in cui agli indifesi spetta solo la morte.

La gente non può fare altro che pregare e sperare nell’arrivo di un salvatore.

Gli eredi di Hokuto

Ken si fa carico di innumerevoli fatiche trasformandole in forza, e queste lo rendono, non soltanto di nome, ma anche di fatto, l’uomo perfetto per il ruolo di erede dell’Hokuto Shinken.

Toki, che per salvare la vita di Ken si è lasciato esporre alla cenere radioattiva, utilizza l’Hokuto Shinken nel campo della medicina per curare le persone ferite e malate.

Raoul, chiamato “Re di Hokuto”, grazie alla sua forza immensa appare come il “dominatore del mondo” e il “ripristinatore del giusto ordine”. Trascorre i suoi giorni tra battaglie e massacri, attendendo il momento in cui riuscirà a portare a termine la conquista di ogni territorio.

Raoul può contare sul’appoggio di Souga, un valoroso condottiero e leale amico di infanzia, e sulla sorella minore di quest’ultimo, Reina, comandante della Guardia Personale del Re.

LA SACRA SCUOLA DI NANTO

Mentre l’arte della scuola di Hokuto consiste nel sconfiggere il nemico dall’interno, Nanto è in grado di distruggere ogni cosa dall’esterno: trapassare il nemico facendolo a pezzi. Esistono diverse sottoscuole e numerosissime tecniche; i maestri si contraddistinguono per agilità e velocità sovraumane.  Guidato dalla Stella del Comando, Sauzer, il sacro imperatore, è il più potente maestro della scuola di Nanto.

– – –

L’apetto dei personaggi si rifà da un punto di vista iconografico “ad alcune famose identità: Ken appare alle volte un Sylvester Stallone nella fisionomia e un Bruce Lee nelle movenze, Toky è una rappresentazione salvifica di un Gesù ispirato dalla filosofia più che da un messaggio religioso, Raoul è invece una concentrazione dell’Arnold Schwarzenegger più oscuro e i predoni sembrano usciti dai film del ciclo di Mad Max[3]”.

Le tecniche di Hokuto

Tecnica del KEIRAKU HIKO – colpire i punti segreti: incanalando l’energia nei punti vitali dell’avverario si riesce a sconfiggerlo facendolo esplodere dall’interno. La stessa tecnica può essere utilizzata per curare malattie e ferite.

Uso dell’AURA COMBATTIVA: l’aura si rafforza attraverso la tristezza generata dalle ingiustizie del mondo e rende il corpo duro e in grado di guarire da ferite letali.

Tecnica della RIGENERAZIONE ATTRAVESO IL NULLA: massima espressione della scuola, questa tecnica consente di acquisire tutte le tecniche dell’avversario sconfitto e di divenire invulnerabili.

SINOSSI

La saga si svolge sullo sfondo di una società sconvolta dagli attacchi nucleari e costretta a sopravvivere nella speranza dell’arrivo di un nuovo salvatore che possa riportare la pace e la prosperità.

In “Ken il guerriero – La leggenda di Hokuto” [uscita cinema 2008] Raoul, autoproclamatosi “dominatore”, punta all’egemonia totale, affiancato dall’abilissima spadaccina Reina, il comandante della Guardia Personale del Re di Hokuto, originaria della Terra di Shura e profondamente innamorata di lui. Contemporaneamente, Sauzer, il Pugno della Fenice di Nanto, autoproclamatosi “Sacro Imperatore”, avversario più grande di Raoul sta espandendo la sua sfera d’influenza. Sauzer sconfigge Kenshiro in combattimento e cattura Shu, l’Uccello d’Acqua di Nanto. Giunge a questo punto il momento dello scontro finale con Sauzer: una durissima battaglia che vede vincitore Kenshiro.

“Ken il guerriero – La leggenda di Julia” [OAV 2008] racconta le gesta di Julia, innamorata di Kenshiro e rapita dal perfido Shin. Dopo aver compreso il vero destino che attende Julia, ovvero diventare l’Ultimo Generale della scuola di Nanto, Shin decide di lasciarla libera e di permettere che il suo destino si compia in nome delle stelle di Nanto. Sotto l’armatura da guerriero, Julia assiste alla vittoria di Ken su Sauzer. Ora che il rivale più temibile è stato tolto di mezzo, l’inarrestabile processo di conquista di Raoul è  quasi del tutto compiuto…

“Ken il guerriero – La leggenda di Raoul” Reina attende fiduciosa Raoul per fare ritorno nella Terra di Shura, da dove proviene,  insieme al pirata Akashachi.

Contemporaneamente, Raoul continua a procedere lungo la via verso l’egemonia totale. Tuttavia, l’avanzata del Re di Hokuto viene rallentata dall’apparizione del misterioso “ultimo generale di Nanto”, che cela il suo volto dietro una maschera di ferro, e dal suo Esercito Volontario.

Shuren delle Fiamme, Fudo della Montagna e Rihaku del Mare delle Cinque Forze di Nanto, che hanno il compito di proteggere l’Ultimo Generale di Nanto, comprendono che è giunto il momento di unirsi a Kenshiro il salvatore, colui che si è impadronito del sentimento dell’amore e della tristezza, continuando a lottare dalla parte degli oppressi, per sfidare coraggiosamente l’esercito del Re di Hokuto. Kenshiro, incontrando Fudo della Montagna, decide a sua volta di combattere a fianco dell’Esercito Volontario. Contemporaneamente, Raoul viene perseguitato dal fantasma di suo padre e maestro Ryuken. Ryuken spiega a Raoul che gli sarà impossibile sconfiggere Kenshiro, e gli fa notare la fragilità dell’egemonia conquistata.

Tuttavia Raoul è fermamente convinto che la conquista dell’egemonia sia la grande impresa della sua vita e compie il passo decisivo: attaccare col suo esercito la fortezza in cui si trova l’Ultimo Generale di Nanto: Raoul scopre che sotto l’armatura si cela la sua amata Julia. Allo stesso tempo anche Kenshiro, messo al corrente dell’identità dell’Ultimo Generale di Nanto, si precipita dalla fidanzata che credeva morta con l’intento di salvarla! In questo modo le strade dei due fratelli di Hokuto si incroceranno dando vita a un inevitabile scontro.

“Fratello, per me sei stato l’avversario e il compagno più grande.”

PERSONAGGI E CURIOSITA’

KENSHIRO è il minore dei tre fratelli di Hokuto e l’erede dell’Hokuto Shinken, un terrificante e letale kenpo che vanta una storia lunga ben 1800 anni. In un mondo devastato dai bombardamenti atomici e dominato dalla violenza, a Kenshiro è stato affidato, dalle stelle dell’Orsa Maggiore, il compito di lottare per la riconquista e la difesa dell’amore apparentemente scomparso dal cuore delle persone. I numerosi e violenti combattimenti in cui Ken affronterà potenti e spietati avversari e le innumerevoli separazioni dalle persone a lui care lo faranno crescere, rendendolo il vero salvatore di cui il mondo necessita.

RAOUL è il maggiore dei tre fratelli di Hokuto. Il suo unico desiderio è conquistare il potere assoluto. Autonominatosi ‘il dominatore di fine secolo’ e spinto dalla sua brama quasi ossessiva di voler accentrare nel palmo della sua mano ogni cosa usando gli strumenti della forza e del terrore, continua a combattere, diventando gradualmente il più potente uomo della sua epoca. Tuttavia, sotto la spessa scorza di uomo duro e dietro le sue parole prive di umanità, si cela un amore profondo.

JULIA Sostenuta dalla stella dell’amore materno, è l’unica donna che Ken abbia mai amato. Assetato di potere, Shin, rapisce Julia, ma quando capisce qual è il vero destino che  la attende decide di lasciarla libera: sarà lei a diventare l’Ultimo Generale della scuola di Nanto ed intreccerà il suo destino con quello di Kenshiro e di Raoul, anch’egli innamorato della splendida guerriera.

TOKI è il secondo dei fratelli di Hokuto, e soprattutto colui che esegue nel modo più nobile  le tecniche dell’Hokuto Shinken: un’eleganza mai vista in tutti i 1800 anni di storia di questo terrificante kenpo. Può contare su una predisposizione naturale alle arti marziali e su un animo puro e sincero. Nonostante avesse le qualità per succedere al ruolo di tramadatore dell’Hokuto Shinken, Toki si è ammalato poiché rimasto esposto alla cenere radioattiva durante la guerra atomica. Tuttavia, il mondo dominato dal caos non ha comunque permesso a Toki di trascorrere pacificamente quel poco che resta della sua vita.

REINA è il comandante della Guardia Personale del Re di Hokuto Raoul. Le sue capacità di spadaccina la rendono una guerriera dinanzi alla quale sono costretti a battere la ritirata anche gli stessi violenti energumeni sopravvissuti alla fine del secolo. Insieme a suo fratello Souga, Reina sostiene Raoul nella corsa alla conquista totale del mondo. La bella quanto feroce guerriera continua a combattere spinta dal profondo amore, celato nel suo cuore, nei confronti di Raoul.

Reina è un personaggio originale, nato esclusivamente per questo film. Il suo design è stato curato dal fumettista Tsukasa Hojo, autore di celeberrimi capolavori quali ‘City Hunter’ e ‘Cat’s Eye’ (titolo italiano ‘Occhi di Gatto’).

Immagini: © Buronson&Tetsuo Hara/NSP 1983, © NSP 2007, Approved No.GGI-003


[1] Luca di Martino in “Mazinga Nostalgia – Storia, valori e linguaggi della Goldrake Generation”, Marco Pellitteri, King Comics Srl, Roma, 2002, p.402.

[2] “Mazinga Nostalgia – Storia, valori e linguaggi della Goldrake Generation”, Marco Pellitteri, King Comics Srl, Roma, 2002, p.190.

[3] Luca di Martino in “Mazinga Nostalgia – Storia, valori e linguaggi della Goldrake Generation”, Marco Pellitteri, King Comics Srl, Roma, 2002, p.402.


Immagini esclusive del doppiaggio italiano

A seguire, vi propongo alcune foto scattate durante il doppiaggio di “Ken Il Guerriero – La leggenda di Raoul” eseguito agli studi Raflesia di Milano, per le quali ringrazio Jacopo Sgroi dell’ufficio stampa Dolmen Home Video.
Alle sessioni di doppiaggio hanno partecipato due fan che hanno potuto conoscere Lorenzo Scattorin e il direttore del doppiaggio Aldo Stella (ritratti insieme nella seconda immagine qui sotto).

RaflesiaStella_ScattorinFan_Scattorin

Trailer italiano:


Per consultare le uscite dell’ultimo week-end andate allo spazio “Al cinema…”, per gli incassi del box office, trailer e notizie dal mondo del cinema visitate lo spazio “Cinema Festival”.

Commenti»

No comments yet — be the first.

Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: