jump to navigation

TV SAT – Dal 1° agosto parte Fox Retro, dedicato ai telefilm che hanno fatto la storia della TV 28/07/2009

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Comunicati, TV ITA.
trackback

fox-retro

Lo avevo già anticipato in questo post qualche settimana fa: da sabato 1° agosto nasce Fox Retro, nuovo canale di intrattenimento del gruppo Fox ed ideato in Italia che raccoglie le migliori serie televisive degli anni 1970-80-90 con veste grafica moderna ed accattivante, ed accompagnate da spazi fissi, mini-programmi e promo che immergeranno gli spettatori nelle atmosfere di quel periodo.
A seguire, il comunicato ufficiale che presenta il nuovo canale e le serie in onda.

NASCE FOX RETRO

Il meglio degli anni ’70, ’80 e ’90 nel primo canale italiano interamente dedicato ai telefilm che hanno fatto la storia della televisione.

Dal 1° agosto su SKY

Dal 1° agosto 2009 un nuovo canale di intrattenimento entra a far parte della famiglia Fox Channels Italy in esclusiva su SKY. E’ Fox Retro: l’ unico canale che raccoglie per la prima volta insieme le migliori serie tv dagli anni ’70 agli anni ’90. Con una veste grafica moderna e accattivante, Fox Retro ripropone alcune delle serie ormai entrate nell’immaginario collettivo. Si realizza così il sogno dei veri cultori del genere: un canale che racchiude in un universo originale, coerente e a misura di serie tv, personaggi, storie e atmosfere che appartengono a quelli che sono ormai considerati i “classici” della televisione.

Il canale è stato interamente concepito e sviluppato dallo staff italiano di Fox Channels Italy, lo stesso che nel 2005 ha lanciato FoxCrime e FoxLife, oggi esportati in più di 37 paesi al mondo. Sotto il marchio di qualità che contraddistingue tutti i canali del gruppo, Fox Retro per la sua impostazione moderna ed accattivante si rivolge non solo ai tanti fan e ai nostalgici di quegli anni, ma anche alle nuove generazioni che non hanno vissuto in quell’epoca la magia dei telefilm che tutt’ora occupano un posto privilegiato nell’immaginario collettivo.

IL PALINSESTO

La programmazione riproporrà titoli storici ed indimenticabili che hanno fatto la storia della tv: dai polizieschi come Starsky e Hutch, Charlie’s Angels, Mission Impossible, Magnum PI, alle sit-com familiari come I Jefferson e Il mio amico Arnold alle serie comico – sentimentali come Mork e Mindy e Love Boat. La partenza dei programmi è affidata a Il mio amico Arnold, una delle più celebri sit-com familiari a cavallo degli anni ’70 e ’80 ha lanciato veri e propri tormentoni: chi non ricorda “Che diavolo stai dicendo, Willis?”.

La programmazione di FoxRetro prevede un daytime formato da appuntamenti fissi con le più celebri serie televisive, mentre per il prime time sono stati creati tre contenitori per riproporre in modo originale alcuni degli episodi dei telefilm più seguiti dal pubblico: Retro Movie, il mercoledì e la domenica, Miti e Leggende il giovedì e Saranno famosi il sabato.

Retro Movie ripropone in un unico appuntamento un episodio di una serie originariamente suddiviso in due parti, per far rivivere allo spettatore l’emozione di un vero e proprio tv movie. Mercoledì 12 agosto dalle 21.00 appuntamento con l’episodio di Baywatch dal titolo Panico a Malibù, mentre mercoledì 19 agosto è il turno dei Chips con Pattini a rotelle e mercoledì 26 agosto con Willy, il Principe di Bel Air episodio Il principe e la cameriera.

Il giovedì di Fox Retro è dedicato a Miti e Leggende, un appuntamento grazie al quale sarà possibile rivedere star internazionali alle prese con dei cameo in alcune delle serie più seguite dell’epoca. Rivedremo ad esempio il premio Oscar Barbara Stanwyck in una puntata di Charlie’s Angels (giovedì 6 agosto alle 21.00), Frank Sinatra nello storico episodio di Magnum PI dal titolo Laura (giovedì 6 agosto alle 21.55); il cantante e attore Sammy Davis Jr in un episodio di Charlie’s Angels (giovedì 13 agosto alle 21.00) e ancora il comico Leslie Nielsen in Kojak (giovedì 13 agosto alle 21.55).

Il sabato sera di FoxRetro è invece dedicato a Saranno Famosi, una collezione di episodi speciali in cui si potranno vedere star oggi affermate muovere i primi passi nel mondo dello spettacolo. Appuntamento imperdibile sabato 8 agosto alle ore 21.00 con l’episodio di Charlie’s Angels dal titolo Angeli in catene in cui vediamo una giovane ma già bellissima Kim Basinger alle prese con una delle sue prime interpretazioni. E ancora,

sabato 8 agosto alle 21.55, l’esordiente Michelle Pfeiffer recitare il ruolo di Jobina in Chips 3, oppure Sylvester Stallone nei panni del detective Rick Daley in Kojak 3 (sabato 15 agosto alle 21.55), solo per citarne alcuni.

L’originale proposta di Fox Retro punta ad immergere il telespettatore nel mondo e nelle atmosfere degli anni ’70, ‘80 e ‘90 prevede, accanto alle celebri serie televisive, originali mini programmi e promo, tutti assolutamente “Retro”.

Come le Retro Lezioni: chi non ricordasse come si usa il giradischi, come si compone un numero sul telefono a disco o come si sintonizza l’antenna del televisore, avrà l’occasione di ripassare la lezione grazie a questi veri e propri tutorial realizzati per vivere in stile! Quello dell’epoca ovviamente….

Non poteva essere assente la musica, con la Retro Classifica: un programma in onda ogni domenica alle 12:55 che riproporrà i videoclip dei titoli che sono stati nella top ten 25 anni prima,  brani che appartengono alla storia della musica come The War Song dei Culture Club, All Of You di Diana Ross & Julio Iglesias, Careless Whisperer di George Michael.

Ritroveremo inoltre le Signorine Buonasera, con il compito di annunciare con garbo e simpatia la programmazione in palinsesto. Verrà riproposto inoltre il celebre Intervallo, che mostrerà le foto delle località dove prendono vita le serie, come la casa degli zii di Willy a Bel Air (Willy Il Principe di Bel Air) o il grattacielo dove vivono i Drummond a Manhattan (Il mio amico Arnold), utilizzando come sottofondo il  motivo musicale che tutti ricordano.

Non mancheranno inoltre le gradevoli pillole di Retro Gusto, che ci illustreranno come cucinare i piatti preferiti dai protagonisti delle serie di FoxRetro, come il frappè di Arnold, i tacos dei Chips o la torta di mele de La casa nella prateria.

LE SERIE IN ONDA

CHARLIE’ S ANGELS (1976 – 1981)

“C’erano una volta tre ragazze che frequentavano l’accademia di Polizia…”, con queste parole si apre ciascuno dei 115 episodi di Charlie’s Angels, una delle prime serie create dal mitico produttore Aaron Spelling (Love Boat, Starsky e Hutch, Beverly Hills 90210).  I tre “angeli di Charlie” ovvero Jill Monroe, Sabrina Duncan e Kelly Garret sono detective private che lavorano per il misterioso Charlie insieme al fidato assistente  Bosley (David Doyle) ed hanno il volto delle tre icone della femminilità anni ‘70 Farrah Fawcett, Kate Jackson e Jaclyn Smith.
La serie, plurinominata agli Emmy, è stata lanciata nel 1976 ed è approdata in Italia nel 1979. Diventata un vero e proprio fenomeno di culto sul finire degli anni ’70, tanto da scomodare sociologi, psicologi, sessuologi, si è addirittura guadagnata una copertina di Time. Un fenomeno che rimane intatto anche a quasi 30 anni di distanza viste le 2 recenti versioni cinematografiche, Charlie’s Angels (2000) e Charlie’s Angels più che mai (2003). La grande novità della serie, e suo punto di forza, fu proprio il cast quasi interamente femminile che, per la prima volta in televisione, esibiva con orgoglio un abbigliamento succinto e moderno simbolo di una femminilità matura che non ha più paura di mettersi in mostra. Negli anni, tante le guest star della serie che si sono avvicendate tra cui Sammy Davis Jr, Kim Basinger, Dean Martin, Tom Selleck e Robert Englund.

BAYWATCH (1989 -2003)

Esportato in 140 paesi e tradotto in 32 lingue, Baywatch è il telefilm più visto nel mondo, superato solo da Star Trek. Bastano queste poche parole per definire una delle serie che, grazie ad un giusto mix tra sentimento e avventura, è ricordata come una delle più potenti icone popolari degli anni ‘90 insieme alla sua protagonista Pamela Anderson. Ambientata nella spiaggia californiana di Santa Monica, la serie è incentrata sulle vicende di un gruppo di bagnini, rimasti famosi non tanto per le mille avventure della loro vita da spiaggia, ma soprattutto per le loro corse in costumi da bagno rosso fuoco.

MIAMI VICE (1984 – 1990)

Miami Vice è considerato nella Enciclopedia dei Telefilm (a cura di Leopoldo Damerini e Fabrizio Margaria, l’Universale Garzanti, 2005) non un cult, ma uno “stracult”. Poliziesco d’azione ambientato a Miami, vede come protagonisti i due detective sotto copertura Sonny Crocket (Don Johnson) e Rico Tubbs (Philip Michael Thomas). Miami Vice, vincitore di 3 Golden Globe e 2 Emmy, contribuisce a creare la nuova moda maschile degli anni ‘80 ed è grazie a questa serie che Don Johnson diventa famoso. La vera novità della serie – in onda dal 1984 al 1989 – non sta nella trama, ma piuttosto nella cura ed attenzione per i particolari secondo i tipici canoni estetici dell’epoca. Tanto che, sempre nella Enciclopedia dei Telefilm, viene considerato come “il serial che meglio di ogni altro fotografa gli anni 80.”  Tante le guest star che hanno partecipato alla serie, Lawrence Fishburne, Stanley Tucci, Frank Zappa, Annet Benning e Melanie Griffith, ex moglie di Don Johnson, Benicio Del Toro e Ben Stiller. Nel 2006 è uscito Miami Vice il film con Colin Farrell che ha ottenuto un buon successo di pubblico nelle sale. In Italia la serie viene distribuita in TV dal 1986 ed è composta da 111 episodi.

CHIPS (1977 – 1983)

Chips è l’acronimo di California Highway Patrolmen Officers, ovvero gli agenti in motocicletta dalla caratteristica divisa beige in servizio sulle assolate strade della California. Protagonisti della serie sono due poliziotti molto diversi tra loro: il riservato e timido Baker (Larry Wilcox) e l’estroverso Poncharello (Erik Estrada). La serie è ricordata soprattutto per i suoi spettacolari inseguimenti tanto che Estrada è stato anche ferito in modo piuttosto grave durante le riprese. Chips è stata nominata nel 1980 ai Golden Globe (Miglior attore drammatico: Erik Estrada) e ha vinto numerosi altri premi. Tra le guest star da ricordare: Sonny Bono, Ed Harris, Julie Newmar e Edward James Olmos.  E’ attualmente in lavorazione un film basato sulla serie con il nuovo astro nascente di Hollywood, Wilmer Valderrama.

STARSKY E HUTCH (1975 – 1979)

Ken Hutchinson, detto Hutch, (David Soul) e Dave Starsky (Paul Michael Glaser) sono due poliziotti di Los Angeles molto diversi per carattere ma allo stesso tempo molto amici che hanno a che fare giorno dopo giorno con i criminali più infimi della loro città.
Questa serie, in onda negli USA dal 1975 per 4  stagioni, ha lanciato prepotentemente la moda casual in tv: indimenticabile il giaccone di pelle di Starsky, il suo taglio di capelli anni ‘70, i pantaloni a zampa d’elefante e tutti gli accessori dell’epoca. Grandissime le guest star che si sono avvicendate nelle varie stagioni della serie: Melanie Griffith, Goldie Hawn, Jeff Goldblum, Lynda Carter. Starsky e Hutch è stata nominata ai Golden Globe nel 1978 come miglior serie televisiva nella categoria, ha inoltre vinto un Tv Land Award e due People’s Choice Award. In Italia la serie è arrivata nel 1979.
Nel 2003 è uscito nelle sale l’omonimo film con Ben Stiller e Owen Wilson.

LOVE BOAT (1977 – 1987)

E’ il telefilm romantico per eccellenza: prodotto da Aaron Spelling dal 1977 al 1987, Love Boat è tratto dall’omonimo romanzo scritto da Jeraldine Saunder, una vera hostess di crociere. Ogni puntata della serie mescola sapientemente le vicende umane e sentimentali dei nuovi passeggeri che salgono a bordo della mitica Pacific Princess, tra cui moltissimi volti noti e guest star d’eccezione, e quelle dell’equipaggio, composto dal cast fisso della serie.
Ciascun membro dell’equipaggio ha un carattere ben definito: l’austero capitano Merrill Stubing (Gavin MacLeod), con la sua giovane ed esuberante figlia Vicky (Jill Whelan), la direttrice di crociera Julie McCoy (Pat Klous), il barman dall’indimenticabile risata Isaac Washington (Ted Lange), il dottore con gli occhiali Adam Bricker (Bernie Kopell), e il maldestro Burl “Gopher” Smith (Fred Grandy).
Una squadra perfetta pronta in ogni episodio a portare a termine la missione della Love Boat: ogni problema deve essere risolto prima di toccare di nuovo terra, a fine puntata. Lieto fine assicurato, dunque, tanto che il regista della serie, Richard Kinon, l’ha definita “un misto di romanticismo e purè”.
Love Boat
vanta tra le sue guest star l’artista che più di altri ha saputo interpretare i miti della quotidianità moderna: Andy Warhol. L’artista ha omaggiato, partecipando alla serie, la sua amicizia con Marion Ross, mamma Cunningham di Happy Days, che alla fine della serie sposa il capitano Stubing.
La sigla italiana della serie è cantata da Little Tony.

I JEFFERSON (1975 – 1985)

I Jefferson (The Jeffersons) è una sit-com  prodotta negli USA dal 1975 al 1985, nata come spin-off in versione black della serie tv Arcibaldo (All in the Family).
Per 11 stagioni, 253 episodi in totale, ha raccontato all’America e al mondo una storia particolarmente innovativa, le vicende di una ricca famiglia di afro americani, mettendo in evidenza le ipocrisie dell’epoca. I coniugi Jefferson, sposati da 25 anni, hanno fatto fortuna con il business delle lavanderie e da un sobborgo del Queens si sono trasferiti in un lussuoso appartamento nell’East Side di Manhattan.
La serie non si limita però a giocare con i pregiudizi razziali, prende di mira anche i più banali stereotipi sulla tradizionale famiglia borghese. La coppia di protagonisti, sposati da 25 anni, è composta da George (Sherman Hemsley), intollerante, razzista e taccagno, e dalla moglie Louise (Isabel Sanford, vincitrice di un Emmy nel 1981) dolce ma caparbia che sa tenere testa alle intemperanze del marito spalleggiata dalla pigra domestica Florence (Marla Gibbs). E meno male che ci sono le due donne a mantenere buoni i rapporti con il vicinato, specialmente con Tom (Franklin Cover) ed Helen (Roxie Roker, madre di Lenny Kravitz), la prima coppia mista del prime time americano. I Jefferson vorrebbero essere considerati come gli altri, ma inevitabilmente si trovano ad affrontare  pregiudizi (propri e altrui) che danno vita a situazioni più o meno esilaranti, portando sugli schermi in maniera ironica e dissacrante il razzismo ancora forte negli anni ‘70 negli Stati Uniti.

IL MIO AMICO ARNOLD (1978 – 1986)

Il mio amico Arnold (Diff’rent Strokes) è stata trasmessa negli USA per 8 stagioni in 189 episodi nel periodo fra il 1978 e il 1986, mentre in Italia sbarca nel 1980.
Protagonista della serie, una famiglia mista: un ricco uomo d’affari, Philip Drummond (Conrad Bain), mantiene la promessa fatta alla sua storica donna di servizio e alla sua morte ne adotta i due figli: il piccolo Arnold (Gary Coleman) ed il maggiore Willis (Todd Bridges), che lasciano Harlem per trasferirsi in un magnifico appartamento di Manhattan. La loro presenza darà nuova vita alla casa e agli altri membri della famiglia, composta da Kimberly (Dana Plato), la figlia naturale di Drummond e la governante Edna Garrett (Charlotte Rae). Tra le guest star della serie compariranno Nancy Reagan e Janet Jackson, nelle vesti della fidanzata di Willis.
Gary Coleman nei panni del piccolo Arnold è certamente il vero artefice del successo della serie. Il suo portentoso carisma da adorabile piccola peste ha conquistato milioni di fan in tutto il mondo. A lui dobbiamo lo storico tormentone “Che cavolo stai dicendo, Willis?”. Ma il suo talento comico procederà sfortunatamente di pari passo ad un tragico destino: Coleman ha iniziato la serie a 10 anni e, a causa di una malattia congenita che gli impedisce di crescere, è rimasto intrappolato nel ruolo di eterno bambino nelle 8 edizioni complessive della serie senza poter approdare ad altri ruoli significativi all’infuori di esso. Anche gli altri due fratelli hanno avuto poca fortuna una volta conclusa la serie: Dana Plato è precipitata nel tunnel della droga che l’ha uccisa a soli 34 anni nel 1999. Afflitto dalla droga anche Todd Bridges, arrestato per aver accoltellato un suo inquilino.

WILLY IL PRINCIPE DI BEL AIR (1990 -1996)

Altra serie simbolo della cultura afro americana Willy il principe di Bel-Air (The Fresh Prince of Belair) è stata trasmessa negli USA da NBC dal 1990 al 1996, approdando in Italia nel 1992, in un periodo in cui il rap e l’hip hop avevano sdoganato i miti e i simboli della cultura black in America e nel resto del mondo.
Una ricca famiglia di neri residenti a Bel Air non fa più scandalo, ma tendenza. Soprattutto se a sconvolgere i ritmi arriva l’esuberante cugino Willy (Will Smith), proveniente da un ghetto di Philadelphia. Amante della musica a tutto volume, delle birre e delle ragazze, Willy non conosce buone maniere né mezze misure, e l’interazione con il resto della famiglia scatena continue situazioni comiche: i due zii sono due giudici molto eleganti ed i quattro cugini, studenti modello e fashion victim, non potrebbero essere più diversi da lui. La serie, oltre a diventare un grande successo internazionale, ha consacrato la popolarità del cantante e attore Will Smith.
Negli USA la sitcom ha vinto 3 Image Awards, di cui uno quale miglior serie per la diffusione dei valori della cultura afroamericana.

MORK & MINDY (1978-1982)

Mork & Mindy è la serie che ha consacrato al successo internazionale un allora giovanissimo Robin Williams, tanto che la sua partner, Pam Dawber (Mindy) ha commentato: “La serie è Robin Williams. Mi ritengo fortunata che il mio nome sia apparso nei titoli”. L’attore ha ottenuto per questo ruolo un Golden Globe nel 1979 e se la sitcom è diventata la più vista in quella stagione, il merito è certamente in buona parte suo.
La serie, in onda negli USA dal 1978 al 1982 su ABC, è uno spin off di Happy Days, e porta la firma dello stesso creatore, Garry Marshall.
Mork è atterrato per la prima volta sulla terra nell’episodio della quinta stagione di Happy Days dal titolo Fantascienza anche per Fonzie. E’ con un’astronave a forma di uovo che Mork arriva sulla Terra dal pianeta Ork. Tutto è nuovo e misterioso per lui, soprattutto le strane abitudini e idiosincrasie degli esseri umani che riviste attraverso i suoi occhi sono una miniera di comicità e dolcezza. Per fortuna incontra la perfetta compagna di avventura: Mindy McConnell, graziosa ragazza della periferia americana che lavora in un negozio di strumenti musicali. Con lei il primo bacio (che provoca a lui emozioni contrastanti di gioia, disgusto, paura, amore, anche un po’ di schifo), la gioia di un figlio (che lui aspetta), il matrimonio e la luna di miele su Ork. Raquel Welch e David Letterman tra le guest star della serie.

KOJAK (1973-1978)

Nelle strade di New York il crimine ha un nemico: il tenente Kojak (Telly Savalas), il pelato per eccellenza della televisione (tanto che in Brasile “kojak” è entrato nello slang quotidiano per indicare un uomo pelato).
La serie poliziesca, trasmessa dal 1973 al 1978, ha come protagonista Theo Kojak investigatore del 13° distretto di Manhattan, incorruttibile, cinico e penetrante, che riesce ad averla vinta sui criminali prima di tutto grazie alle sue strategie ed alla sua logica impeccabile. Nella sua squadra, i fedeli colleghi: il Detective Bobby Crocker (Kevin Dobson), il Detectives Stavros (il fratello del protagonista George Savalas), Saperstein (Mark Russell), e Rizzo (Vince Conti). Nei primi episodi Kojak era un accanito fumatore, immagine che si è presto venuta a scontrare con le politiche antifumo che si andavano diffondendo negli States. Kojak ha iniziato così a dare il buon esempio in questo senso, sostituendo il fumo con un lecca-lecca. Savalas ottenne per questo ruolo due Golden Globe, un Emmy Award, ed una copertina di Newsweek. Due Emmy, tre Golden Globe e l’apprezzamento delle forze di polizia per il suo realismo hanno invece premiato la serie nel corso delle 5 stagioni.
Numerosissime le guest star tra cui Richard Gere, Lesile Nielsen, James Woods, William Hurt, Christopher Walken.
Nel 2005 è andato in onda negli USA un remake dove il protagonista è interpretato dall’attore afroamericano Ving Rhames.

MAGNUM P.I. (1980-1988)

Bermuda e camicie sgargianti, baffo folto e sorriso sornione mentre è alla guida della Ferrari: questo è il detective più affascinante della storia della televisione.
Per l’interpretazione di Magnum PI, Tom Selleck è stato premiato con un Emmy nel 1984 e un Golden Globe nel 1985. Per intepretare questo ruolo aveva rinunciato a girare Indiana Jones, poi impersonato da Harrison Ford.
Magnum si districa tra lusso e crimini sullo sfondo delle Hawaii, isole tanto paradisiache quanto corrotte. Ma come è finito qui un veterano del Vietnam? Ha accettato l’invito di Robin Masters, scrittore di gialli dall’identità sconosciuta, a cui Orson Welles ha prestato la voce nella versione originale. Se si aspettava una vita tranquilla, dovrà presto ricredersi, non solo perché il maggiordomo Higgins (John Hillerma) che non sopporta la vita sregolata del nuovo arrivato, gli rende la vita impossibile, ma soprattutto perché si ritroverà coinvolto in misteriosi delitti e pericolose indagini che macchiano il paradiso hawaiano di tinte torbide.
Creato da Donald P. Bellisario e Glen A. Larson nel 1980, è stato trasmesso per 8 stagioni dalla CBS (in Italia dal 1982 al 1990). Dal 2006 Universal ha annunciato la produzione del film tratto dalla serie, e nel 2007 ha confermato il cast con Matthew McConaughey nella parte di Magnum. Tuttavia la produzione è stata posticipata al 2011.

A-TEAM (1983-1987)

È quello che si potrebbe definire un “fumettone”: la serie d’azione mito degli anni ‘80 esalta il cartoon e più che reduci di guerra i protagonisti assomigliano agli X-Men (Enciclopedia dei Telefilm). Gli eroi di A Team infatti non si fanno mai un graffio. I componenti di questo fantomatico commando – con a  capo il colonnello dal sigaro in bocca John Hannibal Smith (George Peppard, indimenticabile protagonista di Colazione da Tiffany) si mettono di volta in volta al servizio di chi come loro vive oppresso da una situazione di ingiustizia che non si potrebbe risolvere per vie “istituzionali”.
Negli anni ’80 riscosse particolare successo Mr T che interpreta il sergente “Pessimo Elemento” Barracus, con i suoi capelli stile Mohawk e le montagne di oro addosso, e divenne così popolare da salire sul ring contro Stallone in Rocky 3 oltre a fornire le sembianze al protagonista di un cartone animato a lui dedicato.

Pubblicità

Commenti»

1. Alessandro - 28/07/2009

Spero tanto che di Baywatch verranno proposte tutte e 11 le stagioni!!!

2. Hotel P - 28/07/2009

Ma sono tutte serie che sono state riproposte anche recentemente in chiaro, anche attualmente (soprattutto su Italia Uno e Rete Quattro…). Non vedo un grande sforzo di ricerca, ma la semplice riproposizione di titoli arcinoti.

3. Ale - 28/07/2009

anche se li ho gia’ visti e stravisti (anche la prima volta che furono trasmessi) li rivedro’ con piacere in particolare i jefferson che in replica mi sembra che manchino da un bel po’. Bella l’iniziaiva di unire gli episodi in due parti e di trasmettere quelli con guest stars famose o non ancora.
Mi piacerebbe tanto rivedere anche perche’ questa mi pare non l’abbiano mai replicata tante volte come quelle citate sopra la serie Matt Houston con Lee Horsley e Buddy Ebsen ( divenuto famoso anche con la serie Barnaby Jones)

4. Ale - 28/07/2009

l’unica cosa e’ che non si conosce ancora il numero , andra’ a sostituire qualcuno dei Raisat (se vengono tolti ) o Cult ?

5. Nick84 - 28/07/2009

Per ora non mi dicono nulla , dovrebbero riproporre serie che non si vedono da tempo almeno c’è la possibilità di registrarle e rivederle .

6. Nick84 - 28/07/2009

secondo me per i raisat scatterà la proroga , mica possono chiuderli in un giorno

Tv Oggi - 28/07/2009

48 ore alla morte delle Raisat.

7. Roland - 28/07/2009

Bello, non vedo l’ora di tornare in Nostalgia-mode. Bellissimi quei tempi.

8. zia assunta - 28/07/2009

questo canale avrà un grosso successo, è incredibile che non si sappia ancora il numero…………….

9. zia assunta - 28/07/2009

Richiedo: Seinfeld e Cuori senza età (tutte le serie).

10. Rob - 28/07/2009

@Antonio:

prevedi qualche canale che possa mandare in onda a breve queste tre serietv ?

Quell’Uragano di Papa’

Spin City

Off Centre Stagione 2

grazie ancora.

per offcentre italia1 si è fermata alla prima stagione e la seconda composta da pochissimi episodi se la sono dimenticata nel cassetto come al solito…

11. enry - 28/07/2009

Idea carina… Mancava nella famiglia Fox un canale così!

12. ABREdoskoi - 28/07/2009

appunto, parte sabato e ancora non si sa la numerazione… venerdì cmbiernno i promo dicdendolo o dovremo cercarcelo noi???

non sapevo che foxlife e crime fossero nati in italia…

zia assunta - 28/07/2009

a questo punto credo che andrè al posto di Raisat extra il primo Raisat (in ordine numerico).

13. zia assunta - 28/07/2009

io farei anche un FOX Sci-fi (peccato che esista Steel) e un FOX TEEN.

14. Matteo - 28/07/2009

e un bel FOX TOONS per trasmettere cartoni per adulti inediti non sarebbe bello ?

15. Valeria - 28/07/2009

Esiste un indirizzo e-mail per contattare i canali della famiglia Fox? Sul loro sito non ho trovato niente!!
Per me è un sogno questo canale, anche se i titoli indicati sono quasi tutti passati da poco in chiaro o su altri canali Sky… Forse solo i Jefferson mancano da parecchio!
Spero con tutta me stessa che riprendano telefilm lasciati a metà da altri canali nei mesi/anni scorsi tipo Casa Keaton, Cheers (sospeso alla nona stagione da Comedy Central!) o Spin City! O anche Tutti amano Raymond dato che Comedy Central manda a nastro solo le prime quattro stagioni.
Come programmazione c’è sicuramente margine di miglioramento, ma le rubriche mi piacciono già!! :D Retro Classifica, Retro Gusto e Retro Lezioni!! :D Magari un giorno alla settimana potrebbero anche fare un film simbolo di quegli anni!

16. Alessandro - 28/07/2009

Faranno Hardcastle & McCormick? E’ una vita che non vengono replicati.

Antonio - 29/07/2009

Hardcastle & McCormick sono in replica proprio da lunedì prossimo su La 7 alle ore 13.00.

17. Gi@nni - 28/07/2009

Si sa quale sarà la numerazione del canale?

zia assunta - 29/07/2009

121 al 99%

18. spooky12 - 28/07/2009

se sto canale ingrana bene di serie da poter fare ce ne sono a decine…..

ne cito solo alcune ma ce ne sono molte altre :

tre cuori in affitto
lou grant
cuori senza eta’
l’albero delle mele
baby sitter
super vicky
il mio amico ricky
riptide
hardcastle e MCcormick

19. Rob - 28/07/2009

super vicky favolosa!

mah speriamo.. :(

20. id - 28/07/2009

speriamo mandino anche la mitica Super Vicky::::::

21. elefantom - 28/07/2009

Nulla di esaltante, tutte serie già replicate di recente anche da Rai e Mediaset, tranne I Jefferson (che rivedrei volentieri…). Ci vorrebbe qualcosa di molto più raro!!

22. Silvia - 28/07/2009

Io vorrei rivedere anche Strega x amore,replicato da poco in rai ma con orari assurdi…

23. Paul83 - 28/07/2009

otto sotto un tetto…. sperem!!

24. Eddy - 29/07/2009

Speriamo anche Riptide e Simon & Simon.
Del principe di Bel Air non se ne può più…

Eddy - 29/07/2009

Magari anche Hazzard …

25. fede - 29/07/2009

qualcuno sa se saranno la famiglia bradford.?

26. Roby - 29/07/2009

e ke ne dite di “Le strade di San Francisco”? non lo mettono in onda da una vita… speriamo ke ascoltino e leggano i nostri commenti. è un bel ritorno ai vecchi che vedo fa piacere a tanti ;D

27. marty - 30/07/2009

ottima idea e tra i miei favoriti vedrei anche:

la famiglia bradford
hotel
la casa nella prateria
l’albero delle mele

28. Valeria - 31/07/2009

Io sono anni che vorrei recuperare Ralph supermaxieroe!

29. Drappa Nicola - 18/08/2009

Mi piace questo sito,sono anch’io della stessa età (quando facevano vedere quei telefilm testè elencati).Se non è di troppo disturbo mi piacerebbe sapere il titolo di un telefilm che trattava di una ex giubba rossa con un cane,un husky che si era messo a fare il poliziotto (opp.l’investigatore) mantenendo ovviamente sempre la stessa divisa.Qualsiasi risposta è comunque gradita.Grazie

30. lorenzo - 24/08/2009

mi spiegate perche’ fanno rivedere telefilm che comunque sono stati fatti rivedere anche in mediaset ?? o addirittura su sky ??

a parte i jefferson e arnold il resto e’ minestra stracucinata non vedo un gran che di nuovo…

INVECE PERCHE’ DIAVOLO NON TRASMETTONO LA CASA NELLA PRATERIA ??? 10 SERIE DI CUI UNA INEDITA MAI TRASMESSA IN ITALIA ??????????????????????????????????????????????????????????????????????


Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: