jump to navigation

E’ morto Mike Bongiorno, uomo-icona della TV italiana 08/09/2009

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, In Memoriam, TV ITA, Video e trailer.
trackback

mike-bongiorno

E’ scomparso oggi a causa di un infarto nella sua casa di Montecarlo, all’età di 85 anni, Mike Bongiorno (nome completo Michael Nicholas Salvatore Bongiorno, nato a New York il 26 maggio 1924). Con la sua scomparsa esce di scena una vera icona della TV italiana (rimarrà sempre celebre la sua “Allegria!”): conduttore, autore, scrittore, imprenditore ma anche scalatore ed alpinista nel tempo libero, Bongiorno avrebbe dovuto debuttare in autunno sul canale Sky Uno con “RiSkyTutto”, nuova versione del suo storico successo “Rischiatutto”, uno dei giochi a quiz di grande successo da lui introdotti nel nostro Paese.
Nato da padre italoamericano e madre torinese, Mike si trasferì in Italia da bambino, studiando a Torino per poi unirsi alle formazioni partigiane durante la Seconda Guerra Mondiale, venendo utilizzato da staffetta per le comunicazioni con gli alleati  grazie alla sua padronanza della lingua inglese. Catturato dai nazisti, Bongiorno passò sette mesi nel carcere di San Vittore (fu anche vicino di cella di Indro Montanelli) e venne poi trasferito prima nel campo di concentramento di Bolzano poi in quello di Mauthausen. Si salva grazie a uno scambio di prigionieri fra Germania e Stati Uniti.
Dopo la fine delle ostilità tornò a New York, lavorando dal 1946 in radio con il programma “Voci e volti dall’Italia”. Nel 1953 il ritorno definitivo in Italia, dove il 3 gennaio 1954 inaugurò il primo giorno di trasmissioni della TV italiana con il programma “Arrivi e partenze”.
Negli anni successivi tanti successi sull’allora Programma Nazionale (oggi RaiUno): primo fra tutti “Lascia o raddoppia?”, ispirato al gioco statunitense “La domanda da 64.000 dollari”, ma anche “Campanile sera” (1960), “La fiera dei sogni” (1963/65), il già citato “Rischiatutto” (1970/74) e “Flash” (1980).
Alla fine degli anni 1970 incontrò Silvio Berlusconi, che lo reclutò per la sua TeleMilano (oggi Canale 5): Mike introdusse per primo le sponsorizzazioni nei varietà televisivi, e proseguì il suo trionfo con grandi successi come i varietà di prima serata “Superflash” (1982/85), “Pentatlon” (1985/87), “TeleMike” (1987/92) ed i giochi quotidiani “Bis” (1981/90) e “La ruota della fortuna” (1989/2003, durato oltre tremila puntate con la sua conduzione). Bongiorno ha inoltre condotto ben 11 edizioni del Festival della Canzone Italiana di Sanremo.
Nel 2004 l’allora presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi gli conferì l’onorificenza di Grande Ufficiale dell’ordine al merito della Repubblica.
Negli ultimi anni, dopo alcuni programmi un po’ più in ombra su Rete 4 come il gioco “Genius” (2003/05) ed il varietà “Il migliore” (2005/06), Bongiorno stava vivendo una seconda giovinezza accanto a Fiorello, con le numerose incursioni nel varietà radiofonico “Viva Radio2” e nella divertente serie di spot televisivi della compagnia telefonica Wind-Infostrada.
A seguire, per ricordarlo, propongo alcuni estratti da una delle ultime interviste a Mike Bongiorno, concessa a Daria Bignardi per il talk-show di RaiDue “Le invasioni barbariche” alcuni mesi fa.

Commenti»

1. Antonio - 08/09/2009

Grande Mike. Nel bene e nel male, sei il re della televisione italiana;
grazie a te è nato il quiz , e tenevi incollati milioni di spettatori con il Rischiatutto, tanto che divenne un vero e proprio fenomeno di costume.
Fenomeno lo sei stato anche tu, con le tue imperdibili gaffe, il tuo carattere burbero, e la tua grande professionalità.

Aspettavo con ansia il Riskytutto, ed ora che ha perso il suo padre fondatore, è morto, perchè solo “lui l’unico” poteva riportare alla luce quel quiz.

Ci mancherai, e nessuno di scorderà mai!

Ciao Mike!

2. PaoloKr - 08/09/2009

La storia della televisione italiana!
Un grande uomo in tutti i sensi.
Con i suoi quiz ha aiutato una nazione ad uscire da un periodo buio e dall’analfabetismo dilagante.
Partigiano, aiutava a tradurre Radio Londra.
Amavo i suoi programmi quando ero piccolo.
Un grande, grande, grande uomo.
Addio Mike.

3. Max - 08/09/2009

E’ morto un mito, un grande pezzo di storia televisiva, lascia un vuoto che difficilmente verrà colmato.

4. enry - 08/09/2009

Grandissimo Mike. Un mito.
R.I.P.

5. Hotel P - 08/09/2009

@Antonio

Nell’altro post ho scritto proprio che il modo migliore di ricordarlo era questa buffa, affettuosa e divertente intervista con Daria. Mi hai letto nel pensiero.

6. Matteo - 08/09/2009

Se ne va un grande della tv. CIAO MIKE

7. Carlo - 08/09/2009

gravissima perdita
Ciao Mike

8. Antonio - 08/09/2009

E’ l’ERA GLACIALE e non LE INVASIONI BARBARICHE. ;)

9. valentina - 08/09/2009

Sono veramente dispiaciuta,se ne va un grande,un pezzo di televisione …anzi la televisione e anche un po’ della mia vita…..ADDIO MIKE!!!!!!<3

10. Silvia - 08/09/2009

Non posso crederci, appena ho visto la notizia sono rimasta senza parole! Giusto ieri ho visto il nuovo spot con Fiorello. Nonostante i suoi 85 anni era ancora un ragazzino nell’anima e si vedeva che si divertiva un mondo con lui. Mi ricordo che da bambina guardavo sempre Bis, avevo anche il gioco, e La ruota… Che tristezza!
Se n’è veramente andato un simbolo della televisione italiana!
R.I.P.

11. zia assunta - 08/09/2009

Ciao Mike.

12. EDUTAINMENT E ALLEGRIA! « Buzzword Manageriale - 09/09/2009

[…] In rete oggi non si parla d’altro […]

13. Ingrid - 09/09/2009

appena saputa la notizia, non potevo crederci…Mike era anche per tutti noi oltre il confine amatissimo conduttore televisivo; praticamente siamo cresciuti seguendo i suoi numerosissimi quiz.io mi ricordo specialmente Il Telemike..che seguivo sempre tutti i giovedi..ed e’ cosi che ci fa ricordare anche la nostra infanzia; Grazie Mike di tutto, sei e sarai indimenticabile….

Ingrid, Vipava (prov.Gorizia–Slovenia)

14. Roberto - 09/09/2009

Girano voci sia stato avvelenato dalla Sig.ra Longari.

15. Antonio - 09/09/2009

Roberto che sciochezze!!!!

16. bloody mary - 09/09/2009

era un personaggio mitico, un ‘highlander’, come si definiva lui stesso. vabbè che aveva 85 anni ma è stato uno showman grandioso! peccato solo che la tv stessa a cui ha dedicato 2/3 della sua vita, negli ultimi anni lo avesse messo da parte. ti ricorderò sempre mike, tutte le volte che sentirò qualcuno dire ‘allegria’ eheh…-:). sei stato un icona della tv italiana ciao!


Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: