jump to navigation

Libri – “Link Ricerca”, speciale “Valori di cartone” 12/10/2009

Posted by Antonio Genna in Comunicati, Link, TV ITA.
trackback

\"Link. Idee per la televisione\"E’ in vendita da alcuni giorni in libreria il volume speciale “Link Ricerca”, edito da Mediaset/RTI (166 pagine, prezzo di copertina 18 €), intitolato “Valori di cartone – Esperienze e personaggi dell’animazione televisiva, curato da Manuela Malchiodi (prefazione di Aldo Grasso), dedicato ad uno studio dell’Osservatorio di Pavia che svela come anime e cartoni animati influenzano i più piccoli e i valori che trasmettono.
A seguire, la copertina ed un comunicato stampa che presenta i principali contenuti del volume.

CopertinaValori

Programmi, film per ragazzi ma soprattutto cartoon. Ora la tv digitale dedica interi canali al pubblico più giovane. Ma questa rivoluzione dei canali tematici per i più piccoli suscita numerose polemiche, prima tra tutte la paura di vedere i bambini incollati al televisore.
Lʼanimazione è ancora un fenomeno misconosciuto e spesso viene liquidata come un prodotto di scarso valore artistico e qualitativo. In particolare la produzione giapponese è ritenuta diseducativa e inadatta a un pubblico giovane. Ma è vero che gli anime sono cattivi maestri?
Il lavoro dellʼosservatorio di Pavia è stato proprio quello di analizzare i contenuti e i linguaggi di tutti i cartoon in onda nel nostro Paese, combinando approcci metodologici quantitativi e qualitativi, per ravvisare gli ideali trasmessi. Ecco quindi che a dispetto delle perplessità degli adulti, lʼanimazione è caratterizzata da unʼalta densità di valori, come lʼamicizia e con essa la dimensione del gruppo e della cooperazione. Ma anche lʼindividuo, con il suo percorso di crescita e miglioramento, è altrettanto centrale. Un altro aspetto importante riscontrato è la trasformazione. In tutte le storie avviene sempre un cambiamento importante dei personaggi, un passaggio che rende concreto il percorso per diventare adulti e per trovare la propria identità.
La ricerca si concentra anche su una particolare figura ricorrente, quella del bullo. Il bullismo a scuola è un male sociale piuttosto diffuso. A differenza però dei bulli di qualche anno fa quelli di oggi si avvalgono dei media per diffondere le proprie azioni.
Diventa interessante chiedersi come la tv metta in scena tale fenomeno. La ricerca dellʼOsservatorio di Pavia fa anche questo, tracciando quattro modelli di bulli “di cartone”, ognuno dei quali sfata la credenza che la tv si limiterebbe a fornire paradigmi emulativi pericolosi.
Dai Flintstones a Dragon Ball, da Bugs Bunny a Spongebob e a Lupo Alberto: la ricerca dimostra come tutti i protagonisti dei cartoon non siano solo “valori di cartone” ma personaggi capaci di mettere in atto il rispetto delle regole, la conoscenza dei limiti e le possibili soluzioni di fronte ai problemi, aiutando i più piccoli a rapportarsi, attraverso il gioco, alle difficoltà del crescere.

Link Ricerca, la collana di libri di Link. Idee per la televisione, è analisi, riflessione, disvelamento della macchina e dei processi produttivi.
Per tutti quelli interessati a capire come funzionano i media, come evolvono e si influenzano.

Annunci

Commenti»

No comments yet — be the first.

Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: