jump to navigation

TV USA Gazette #198 – Rinnovi per alcune serie – Joss Whedon a Glee – Hugh Laurie dirigerà un episodio di Dr. House – Interviste a Shonda Rhimes e Dick Wolf – DVD covers: Glee – Video: sta per iniziare l’ottavo giorno a 24 14/12/2009

Posted by 2345 in Cinema e TV, DVD, TV USA, TV USA Gazette, Video e trailer.
trackback

Questo spazio raccoglie le principali notizie dell’ultima settimana relative alla programmazione TV dei network statunitensi più importanti. Se cercate il calendario quotidiano degli episodi inediti dei telefilm in onda negli Stati Uniti nel corso della settimana ed una panoramica dei dati di ascolto delle serie più viste al momento, visitate l’angolo “TV USA Giorno per giorno”.

  • Syfy rinnova “Stargate” e “Sanctuary”
    Syfy ha deciso di rinnovare per un’altra stagione Stargate: Universe e Sanctuary.
    Di “SG: U” abbiamo visto da poco il finale di mezza stagione e la serie tornerà con la seconda parte di episodi ad aprile; la seconda stagione invece andrà in onda il prossimo autunno insieme alla nuova di Sanctuary.
    La produzione di entrambe le stagioni è già iniziata a Vancouver e l’ordine è di 20 episodi. Sanctuary ha avuto una media di ascolti di 2,2 milioni di spettatori, mentre il nuovo spin-off di Stargate ha totalizzato 2,6 milioni.
    Proprio “SG: U” ha destato delle perplessità nei fan delle precedenti incarnazioni della saga per il tono più realistico, vicino ad altre serie come Battlestar Galactica, rendendola forse poco riconoscibile. Il produttore esecutivo Robert Cooper è  consapevole di dover fare i conti con un franchise che va avanti da 15 stagioni ed è sicuro che con il tempo i fan apprezzeranno il telefilm proprio per la sua diversità rispetto alle altre serie della celebre saga.
  • “Dark Blue” avrà una seconda stagione
    TNT ha deciso di rinnovare Dark Blue, la serie prodotta da Jerry Bruckheimer (CSI, Cold Case) che vede protagonista una squadra della polizia di Los Angeles sotto copertura. La serie ha debuttato bene questa estate con 3,5 milioni di telespettatori ma una continua perdita di pubblico ha portato il decimo ed ultimo episodio a soli 1,6 milioni. Questo aveva messo in dubbio una seconda stagione che invece, ora è ufficiale, si farà e sarà composta da altri dieci episodi. L’intero cast, guidato da Dylan McDermott (The Practice – Professione avvocati), è confermato.
  • Rinnovo anche per “The League”
    The League, nuova sit-com targata FX, avrà una seconda stagione di tredici episodi. La serie ha debuttato da poco, il 29 ottobre per la precisione, con circa un milione di spettatori (di cui 860,000 nella fascia 18-49) ad episodio. L’ordine giunge un po’ a sorpresa, con soli 5 episodi andati in onda fino ad ora, ed il portavoce del network Nick Grad dice: “Siamo molto soddisfatti sia a livello creativo che di ascolti e riteniamo che il prodotto si sposi bene con le altre nostre produzioni comedy. Jackie e Jeff Schaffer sono dei produttori incredibili e l’intero cast è talentuoso”. Infine precisa: “I dati di ascolto ricordano molto quelli del primo anno di C’è sempre il sole a Philadelphia (altra sit-com del network)”.
  • Joss Whedon dirigerà un episodio di “Glee”
    Joss Whedon (Buffy, Dollhouse) dirigerà un episodio di Glee che andrà in onda a primavera. La serie in onda su FOX tornerà il 13 aprile con la seconda parte degli episodi. La pausa si è resa necessaria per permettere al creatore Ryan Murphy (Nip/Tuck) di completare la post produzione del suo nuovo film “Eat, Pray, Love” in uscita al cinema. L’episodio sarà il sesto (quindi il 19esimo della stagione) e, salvo imprevisti, dovrebbe andare in onda il 18 maggio.
  • … e Hugh Laurie dirigerà un episodio di “Dr. House”
    Hugh Laurie interprete principale della serie Dr. House passa dietro la telecamera e dirigerà un episodio della serie. A rivelarlo il produttore esecutivo Katie Jacobs che aggiunge anche: “Hugh è nella serie sin dal primo giorno ed è stato presente in ogni singolo episodio. Quindi sarà una gran cosa per il cast, la crew produttiva e gli sceneggiatori lavorare per il proprio leader”. Non è la prima volta che Laurie si cimenta con la regia; era già successo nella serie inglese Fortysomething, dove ha partecipato e di cui ha diretto tre puntate. L’episodio di Dr. House sarà il n°17, verrà girato a gennaio ed andrà in onda il prossimo 22 marzo.
  • Intervista a Shonda Rhimes
    Shonda Rhimes cerca sempre di fare in modo che i personaggi che crea siano il più possibile veri esseri umani, anche se questo significa renderli meno piacevoli! Ricordiamo il primo episodio di Grey’s Anatomy dove la protagonista (Ellen Pompeo) si ubriaca da sola in un bar prima di avere una storia di una notte con uno sconosciuto. Questo non la rende amabile, ma sicuramente la fa sembrare reale. TV Guide, dopo averla inserita tra i personaggi più influenti nell’industria televisiva di questa decade, dedica un’intervista alla creatrice di una delle serie di maggior successo del momento dove parla a 360° del suo mestiere, di cosa l’ha maggiormente influenzata nei suoi lavori e di cosa ha imparato nel parlare di omosessualità femminile in televisione.
    “Più che ispirare le mie creazioni” dice “serie come West Wing – Tutti gli uomini del Presidente e Buffy l’ammazzavampiri mi hanno ispirato nello sviluppare i miei personaggi. Erano serie completamente differenti da quello che c’era all’epoca in televisione e raccontavano storie in maniera nuova e unica”.
    A proposito dei suoi inizi dice: “Sono essenzialmente una sceneggiatrice; scrivevo film. Diventando genitore, il mio intero mondo cambiò e iniziai a guardare una sacco di televisione e recuperare tante cose che non avevo mai visto. Ho guardato le sei stagioni di Buffy in due settimane mentre la mia bimba non voleva assolutamente dormire! Ho realizzato quindi due cose: volevo anzitutto scrivere per gente adulta visto che stavo facendo solo un sacco di film per ragazzine e poi mi sembrò chiaro che in televisione i personaggi avevano la possibilità di crescere, cambiare, svilupparsi ed essere incredibilmente imperfetti in modi che nei film non era possibile”.
    Perché serie mediche? Risponde: “il primo pilot che scrissi, intitolato The Untitled Shonda Rhimes Pilot, parlava di corrispondenti di guerra. Quattro donne che scrivono cronache di guerra mentre bevono e fanno molto sesso. Mi piaceva la cosa ma, politicamente, all’epoca non era il momento giusto. Mi concentrai quindi su un’altra idea che riguardava, in parte, sempre un gruppo di donne. La storia di cinque specializzandi in competizione tra loro che si ritrovano in un mondo dove essere spietati può essere una forma di ricompensa e dove, in un brutto giorno, puoi uccidere qualcuno. Questi aspetti mi interessavano molto”
    “Non ho badato a razza, genere o etnicità quando scrivevo il pilot” continua spiegando i criteri con cui sono stati scelti gli attori “mi sono semplicemente detta: vogliamo dei bravi interpreti e chiunque sarà adatto, in questo senso, per il ruolo avrà la parte!”.
    A proposito della molto chiacchierata storia lesbica tra Callie (Sara Ramírez) ed Erica (Brooke Smith) aggiunge: “mi sono resa conto ad un certo punto che eravamo l’unico, tra i grandi network, ad avere una serie con due personaggi femminili gay e quando è così tutti ti osservano attentamente su qualsiasi cosa tu faccia, vivisezionandola. Abbiamo semplicemente intrapreso la strada più giusta affinché i personaggi vivessero le loro relazioni. In seguito, notando la buona alchimia tra Callie a Arizona (Jessica Capshaw), ho deciso di farle mettere insieme e vedere cosa succedeva. A differenza di Callie ed Erica, dove entrambe vivevano in maniera nuova e con timore la scoperta della loro vera sessualità, Arizona sa perfettamente chi è sin da ragazza ed è a proprio agio con se stessa. Si piace e non è combattuta da dubbi. Ho trovato molto interessante il fatto di avere un personaggio lesbico forte e sicuro nella serie”.
    Circa lo spin-off, Private Practice, dice: “stavo cenando con Steve McPherson, presidente della ABC, quando gli ho comunicato cosa avevo in mente. E lui mi ha risposto semplicemente ok, prima ancora di rendermi conto io stessa di quanto fossi seria”.
    Continua poi dicendo che riconosce l’importanza degli spoiler, li concede volentieri visto che ha sempre molta roba già pianificata e che questo tipo di attenzione è certamente preferibile al fatto di non averne proprio.
    Elenca quello che le piace in televisione: “Dexter; sono una grande fan dei serial killer. Poi Modern Family e Cougar Town. Guardo addirittura 30 Rock e The Office anche se vanno in onda contro di noi. In base alle stagioni mi piacciono Project Runway, Top Chef e guardo diverse cose BBC tipo Doctor Who e Torchwood.
    Conclude poi dicendo che ama il suo lavoro e non immagina assolutamente di poter fare altro. “Adoro lavorare alle mie serie non perché penso che siano i migliori programmi in televisione ma semplicemente perché ho il più felice staff creativo che si possa immaginare”. (fonte TV Guide)
  • Dick Wolf parla di L&O a TV Guide
    Dick Wolf, leggendario produttore delle serie Law & Order, ha rilasciato un’intervista a TV Guide dove ha parlato un po’ della sua creazione più famosa e di altre cose. Wolf ha iniziato scrivendo serie mitiche come Hill Street giorno e notte e Miami Vice e quest’anno, con Law & Order – I due volti della giustizia, ha raggiunto il record di venti stagioni detenuto prima solo dallo storico telefilm western anni ‘50 Gunsmoke. “Tutto è nato nel 1988″ dice Wolf “quando non era possibile rivendere in syndication telefilm di un’ora ma solo di 30 minuti. Quindi ebbi l’idea di realizzare una serie che si potesse dividere in due parti, per essere poi rivenduta come due prodotti da mezz’ora. Pensai ad un sacco di cose: giorno e notte, vita e morte ma poi legge e ordine ebbero la meglio. Non era stato mai realizzato nulla del genere e fortunatamente non si rese poi necessario dividere il telefilm. Anche perché probabilmente non avrebbe nemmeno funzionato in quel modo!”
    Parlando degli spin-off poi dice: “ripeto sempre che L&O non è un franchise, ma un marchio. Un franchise è CSI o una catena di ristoranti dove mangi la stessa identica cosa che tu sia a Chicago, New York, L.A. o San Francisco. Un marchio invece è Mercedes: non importa quale modello compri, ma sai sempre di aver comprato una gran macchina. Questo cerco di creare con i vari spin-off”.
    “Quello che fa la differenza tra una serie e un’altra” parlando delle tante serie crime che affollano i palinsesti “sono gli sceneggiatori. Se essi non sono a loro agio con la serie, allora questa inizia a sparire. Gli showrunners poi sono cruciali per i telefilm e io ho cercato sempre di mantenere una continuità in questo senso. Neal Baer è in Law & Order: Unità Vittime Speciali da almeno dieci anni. Rene Balcer ha iniziato la serie madre come sceneggiatrice e poi è passata con me a Law & Order: Criminal Intent, per poi tornare di nuovo a Law & Order – I due volti della giustizia“.
    A proposito dei numerosi cambi di cast aggiunge: “Sono stato incredibilmente fortunato. Come ci si può lamentare quando si passa da Michael Moriarty a Sam Waterston? O da Chris Noth a Paul Sorvino e da Jerry Orbach a Dennis Farina?
    Conclude poi dicendo di aver tratto ispirazione da serie come Dragnet, La parola alla difesa, N.Y.P.D., Naked City per le sue creazioni; di sentirsi orgoglioso di aver realizzato uno dei due show più longevi degli ultimi sessant’anni e di non apprezzare molto (ma si era già capito) CSI, pur ritenendola una buona serie, mentre ama molto I Soprano e gradisce “Dancing with the Stars“. (fonte TV Guide)


  • Una nuova serie per CBS
    La CBS ha incaricato Jason Smilovic (My Own Worst Enemy, Bionic Woman) e la produttrice Elaine Goldsmith-Thomas (famosa al cinema per “Un amore a 5 stelle” e “Mona Lisa Smile“) di sviluppare un nuovo progetto dal titolo Murmurs.
    La serie sarà ambientata in un mondo dove i viaggi nel tempo sono una realtà e un’agenzia, chiamata Commission, controlla e corregge eventuali alterazioni nel tempo – chiamate appunto murmurs (sussurri) – per assicurarsi che la storia non venga cambiata.


A seguire, qualche ultima notizia sparsa relativa ai casting delle serie già esistenti e degli episodi pilota in produzione in queste settimane. Occhio ad eventuali SPOILER!


  • Elisha Cuthbert salverà “The Forgotten”?
    La ABC ha confermato che Elisha Cuthbert (24) si è unita al cast della serie The Forgotten in un ruolo ricorrente. La Cuthbert interpreterà Maxine Denver, una donna forte e di successo che, nonostante sia scettica, entrerà in contatto con il Forgotten Network per via di un caso personale. Si spera che l’arrivo dell’attrice riesca a risollevare gli ascolti non esaltanti della nuova serie targata Jerry Bruckheimer. Il debutto avverrà a febbraio e ricordo che l’attrice apparirà anche in un ciclo di episodi dell’ottava stagione di 24 che inizierà a gennaio.
  • Scott Patterson ospite a “90210”
    Scott Patterson, famoso da noi per aver interpretato Luke in Una mamma per amica ma che ricordiamo anche nella cancellata Aliens in America, si unisce al cast di 90210. Interpreterà Jack, un ex detenuto appena uscito di prigione e desideroso di rimettersi sulla buona via, che si rivelerà essere il padre biologico di Liam (Matt Lanter) che non ha invece buoni rapporti con il proprio patrigno. L’attore sarà prensente in almeno due episodi.
  • Dopo Julianne Moore, anche Elizabeth Banks a “30 Rock”
    Elizabeth Banks (Scrubs) fresca dalla sua ospitata nella sit-com Modern Family, in onda su ABC, farà anche 4 episodi di 30 Rock. A confermarlo Mike Ausiello, che aggiunge che sarà un’altra delle conquiste di Jack Donaghy (Alec Baldwin).
    Ricordo inoltre che la famosa attrice Julianne Moore ha iniziato la sua presenza nella serie, dove interpreta un’ex di Jack dei tempi del liceo.
  • Rena Sofer a “NCIS”
    Rena Sofer (Heroes, 24) avrà un ruolo ricorrente come guest star nella serie NCIS. Sarà Margaret Allison Hart, un astuto procuratore che si scontrerà con Gibbs (Mark Harmon). La sua strada si incrocerà con quella della squadra quando un suo cliente sarà sospettato della morte di un pilota della U.S. Navy. L’episodio andrà in onda il prossimo 5 gennaio.
  • Kristin Bauer entra nel cast fisso di “True Blood”
    Pam (Kristin Bauer), l’assistente lesbica di Eric (Alexander Skarsgård) è stata promossa nel cast regolare della nuova stagione di True Blood che inizierà la prossima estate. Il personaggio era apparso fino ad ora in undici episodi della serie e questo dovrebbe escluderlo dai possibili candidati alla grande morte che avverrà durante la terza stagione e che è stata annunciata dal creatore della serie, Alan Ball.
  • Lena Olin e Richard Burgi ospiti a “Law & Order”
    Un episodio in onda a febbraio di Law & Order: Unità vittime speciali vedrà ospiti Lena Olin che ricordiamo, in televisione, per il ruolo di Irina Derevko in Alias e Richard Burgi (Desperate Housewives). La Olin sarà uno scaltro avvocato e Burgi il suo cliente. L’episodio viene girato questa settimana a New York.
  • Jane Leeves nel cast di “Desperate Housewives”
    Tom Scavo (Doug Savant) ha finalmente deciso di affrontare la sua crisi di mezz’età!
    Jane Leeves (Frasier) interpreterà infatti la sua psicoterapista in almeno due episodi che andranno in onda a gennaio. Un’altra attrice della famosa sit-com aveva già lavorato nella prime due stagioni della serie, sto parlando di Harriet Samson Harris che ricordiamo nel ruolo di Felicia Tilman. Infine sembra che Tom non sarà l’unico ad avere bisogno di uno strizzacervelli; anche una delle casalinghe, che non sta passando un bel periodo, deciderà di mettersi in terapia.
  • Paul Wesley riprenderà il suo ruolo in “24”
    Paul Wesley aveva preso parte ad un paio di episodi della settima stagione di 24, prima del successo di The Vampire Diaries, interpretando il marito di Kim Bauer (Elisha Cuthbert) Stephen. Con la notizia che la Cuthbert prenderà parte ad un ciclo di episodi dell’ottava stagione e che sarà ambientata a New York, dove ora Kim vive, i fan hanno cominciato a chiedersi se il personaggio sarebbe riapparso visto che l’attore è adesso impegnato a tempo pieno con la serie targata The CW. La risposta è si e Paul sarà in almeno due episodi che ha già girato e che vedremo a gennaio.


  • Alfre Woodard nel cast di “Delta Blues
    Delta Blues è una nuova serie in arrivo prodotta da George Clooney e che vede protagonista Jason Lee (My Name Is Earl) nel ruolo di Dwight Hendricks, un poliziotto di Memphis che vive con la madre (Celia Weston) e che la sera sbarca il lunario come sosia di Elvis Presley. È notizia di oggi che al cast si è unita l’attrice Alfre Woodard (Desperate Housewives) nel ruolo del capo di Dwight sul quale cerca di esercitare il suo potere. L’attrice è reduce dal flop di Three Rivers, la nuova serie medica CBS appena cancellata a causa dei bassi ascolti.
  • Novità sul nuovo progetto di Greg Garcia
    Kate Micucci (Four Kings, Scrubs) sarà nella nuova sit-com di Greg Garcia, creatore della defunta My Name is Earl. La nuova comedy sarà prodotta dalla 20th Television, si intitolerà Keep Hope Alive e racconterà di Jimmy, interpretato da Lucas Neff, un giovane genitore single che sarà costretto, con l’aiuto della sua strana famiglia, a prendersi cura di suo figlio appena nato e la cui madre – con cui aveva avuto una storia di una notte – è morta.
    La Micucci invece interpreterà il ruolo, che originariamente doveva essere maschile e chiamarsi Mike, della cugina sciatta di Jimmy che vive in una tenda nella lavanderia della bisnonna.


Cliccate sui simboli per una presentazione dei palinsesti e delle nuove serie in onda sui principali cinque network statunitensi nel corso della stagione televisiva 2009/10.



Questa volta vi propong
o il cofanetto dvd: “Glee, Season One – Vol. One: Road to Sectionals” che contiene la prima parte della prima stagione della serie. Il cofanetto, che uscirà a fine anno, contiene 4 dischi con i tredici episodi e diversi inserti speciali. Vi ricordo che il primo episodio della serie andrà in onda a Natale su Fox (canale 110 di Sky) alle 15.00 e alle 21.00. Di seguito vi ripropongo anche un extended preview che circolava in USA, in occasione del debutto del primo episodio, la scorsa primavera.



Vi propongo di seguito due promo della ottava stagione della serie 24 con Kiefer Sutherland che inizierà in USA il prossimo 17 gennaio, con due episodi, sul canale FOX. Questa stagione sarà ambientata a New York e potrebbe essere l’ultima. L’ottavo giorno sta per cominciare!


Fonti statunitensi delle notizie riportate: The Hollywood Reporter, Variety, Entertainment Weekly
Per un calendario quotidiano degli episodi inediti dei telefilm in onda negli Stati Uniti nel corso della settimana ed una panoramica dei dati di ascolto dei telefilm più visti al momento visitate lo spazio periodico “TV USA Giorno per giorno” di questo blog. Per un aggiornamento sugli ascolti del giorno prima dei cinque principali network USA visitate invece il semi-quotidiano “TV USA Giorno per giorno Flash”.

Annunci

Commenti»

1. jdi - 14/12/2009

wow.. la nuova serie di 24 sprigiona ansia e cardiopalmo già dal teaser :) jack is back!

2. Manu - 14/12/2009

non vedo davvero l’ora…. ;-)

3. enry - 14/12/2009

Bello Sanctuary!

Paul - 14/12/2009

Ah, allora lo stai vedendo? Sono contento che ti piaccia, anche a me sta piacendo.

enry - 14/12/2009

Si si, lo recupero durante la settimana dato che il lunedì c’è il GF.
Però è carino, un po’ Primeval come genere…

Paul - 14/12/2009

Infatti anche Primeval è una delle mie serie preferite. Invece ho letto che Stargate Universe andrà su AXN.

enry - 14/12/2009

Anche a me piace! E ho letto che finalmente su Rai 2 partirà la terza stagione, dal 9 gennaio.

Paul - 14/12/2009

Allora ti consiglio di vederla (Primeval), anche perchè va via l’attore principale che a te sta tanto antipatico…..

enry - 14/12/2009

Bene bene!

4. IRapeYourMind - 14/12/2009

Bhà Stargate mi ha fatto schifo, ho interrotto la visione anche del pilot per la sua stupidità e nerdaggine acuta.
Viene reclutata una persona per un progetto iper segreto a cui lavorano le migliori menti del mondo da un videogame?
Ma per favore.

Mettere vicino SG:U e BG è un insulto.

5. ombelix - 14/12/2009

Quoto per SGU ,non a niente a che fare con le precedenti Serie. Fossi in Robert Cooper non sarei cosi sicuro visto che l’ultimo episodio e stato il piu basso in ascolti, a fatto 1,3 Milioni di Spettatori.


Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: