jump to navigation

Cinema futuro (854): “Bangkok Dangerous – Il codice dell’assassino” 26/01/2010

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Cinema futuro, Video e trailer.
trackback
Cinema futuro - Il cinema del prossimo week-end“Bangkok Dangerous – Il codice dell’assassino”

Uscita in Italia: venerdì 29 gennaio 2010
Distribuzione: Eagle Pictures

Titolo originale: “Bangkok Dangerous”
Genere: azione / thriller
Regia: Oxide Pang Chun, Danny Pang
Sceneggiatura: Jason Richman
Musiche: Brian Tyler
Uscita negli Stati Uniti: 5 settembre 2008
Sito web ufficiale (USA): cliccate qui
Sito web ufficiale (Italia): cliccate qui
Cast:
Nicolas Cage, Shahkrit Yamnarm, Charlie Young, Panward Hemmanee, Nirattisai Kaljaruek, Dom Hetrakul, Tuck Napaskorn, Steve Baldocchi, James With

La trama in breve…
Uno spietato killer arriva in Tailandia per compiere una serie di omicidi su commissione: qui in seguito ad una serie di avvenimenti, la sua vita cambierà radicalmente.
Joe (Nicolas Cage) è un killer senza rimorsi, si trova a Bangkok per assassinare quattro nemici di uno spietato boss della criminalità di nome Surat. A questo scopo recluta Kong (Shahkrit Yamnarm), un ladruncolo di strada, il cui compito sarà quello di svolgere alcune commissioni per conto suo. A dispetto dei suoi piani e della sua natura di lupo solitario, Joe si ritrova a fare da mentore al giovane Kong e si innamora di una ragazza che fa la commessa in un negozio locale. Lentamente e inesorabilmente Joe cade preda dell’influenza e della bellezza intossicante di Bangkok, inizia a mettere in discussione la sua esistenza solitaria e ad abbassare la guardia …proprio ora che Surat ha deciso di sbarazzarsi di lui…

I registi Oxide Pang e Danny Pang (The Eye) dipingono un ritratto esplosivo del mondo della criminalità di Bangkok, caratterizzato da luci  al neon e da una grande dose di  violenza. Bangkok Dangerous –  Il Codice dell’Assassino è un film scritto da  Jason Richman ed è il remake del popolarissimo Bangkok Dangerous, l’action movie di Hong Kong diretto sempre dai Fratelli Pang. In questo thriller adrenalinico recitano Nicolas Cage (Ghost Rider), Charlie Young (Seven Swords), Shahkrit Yamnarm (Belly of the Beast-Ultima Missione) e Dom Hetrakul (Sniper 3-Ritorno in Vietnam).  Il film è prodotto da Jason Shuman, William Sherak, Nicolas Cage e Norm Golightly. Andrew Pfeffer, Derek Dauchy, Denis O’Sullivan e Ben Waisbren sono i Produttori Esecutivi.

Nell’incipit di Bangkok Dangerous vediamo un furgone nero che percorre le strade della città di Praga, affiancato da una scorta della polizia.  Il furgone trasporta un  ex-gangster russo che è diventato un informatore della polizia. Dalla torre campanaria della cattedrale, Joe (Nicolas Cage), un killer anonimo, osserva il convoglio attraverso  il mirino di un potente fucile, fino alla stanza degli interrogatori di una stazione di polizia. La campana della cattedrale segna l’ora, proprio in quel momento Joe spara due colpi che uccidono all’istante l’informatore.  L’assassino scompare nelle affollate strade della città, prima si sbarazza dell’arma e poi del suo assistente: non rimane alcuna traccia del suo passaggio.
Joe è un killer su commissione, è freddo,  feroce ed estremamente preciso. Lo vediamo arrivare nel cuore del chiassoso e sgargiante distretto a luci rosse di Bangkok. E’ stato assoldato da un brutale gangster, di nome Surat, per compiere quattro omicidi; la sua prima mossa è trovare un complice che gli permetta di preservare il suo anonimato e che agisca da intermediario, ma che non avrà scampo quando Joe avrà portato a termine il suo incarico. A questo scopo recluta Kong (Shahkrit Yamnarm), un ladruncolo di strada, appassionato di film d’azione.
Il primo incarico di Kong è quello di recuperare le istruzioni per il killer, queste sono contenute in una valigetta di metallo in possesso di un emissario di Surat. L’emissario in questione non è altro che un’esotica e favolosa ballerina di nome Aom (Panward Hemmanee). Non appena la incontra il giovane prova nei suoi confronti una forte attrazione e inizia a farle la corte regalandole oggetti rubati, la ragazza dal canto suo assiste compiacente.
Joe porta a termine il primo omicidio nelle affollate strade della città, la vittima è il Ministro degli Interni. Joe ha pianificato tutto quanto nei minimi dettagli, eppure, durante la fuga si ferisce lievemente. Entra in una farmacia per comprare delle bende, e lì viene servito da una farmacista sordomuta di nome Fon (Charlie Young). Fon è una ragazza estremamente timida e bella, verso di lei Joe scopre, con grande stupore, di provare una forte attrazione. La ragazza lo porta a conoscere sua nonna, e tra i due presto sboccia l’amore.
Mentre è occupato a recuperare le istruzioni per il successivo incarico di Joe, Kong viene attaccato da una gang di delinquenti di strada che rompono la serratura della valigetta. Kong vede il contenuto della valigetta e così si rende conto di quale sia la vera professione di Joe. A questo punto, Kong inizia a provare un timore reverenziale nei confronti del suo datore di lavoro americano. L’istinto di Joe gli dice di uccidere immediatamente il suo assistente, ma c’è qualcosa in Kong che lo tocca profondamente e lo spinge a prenderlo sotto la sua ala protettrice. Joe sottopone Kong ad un intenso allenamento psicologico e fisico, in questo modo permette al giovane di avvicinarsi sempre di più a lui, come non era mai successo con nessun altro; Joe arriva al punto di permettere a Kong di seguirlo da vicino in una delle sue missioni.
Il secondo obbiettivo di Joe è un brutale  gangster col quale Surat è in forte competizione. Per far sì che la morte dell’uomo appaia come un incidente Joe inscena un annegamento in una piscina di un hotel.
Il terzo incarico affidato a Joe ha dei risvolti inaspettati: la vittima, infatti, coinvolge l’assassino e il suo aiutante in una corsa furibonda a bordo delle tradizionali imbarcazioni di legno e di una motocicletta, lungo i canali del famoso Mercato Galleggiante Damnoen Saduak.
Con il proseguire del  suo addestramento, Kong acquisisce anche una maggiore sicurezza in sé stesso, cosa che influisce positivamente anche sulla sua relazione con Aom.  La coppia inizia a usare gli scambi di informazioni come una scusa per degli appuntamenti romantici, e via via il loro legame diventa sempre più forte. Anche il legame tra Fon e Joe  diventa sempre più profondo; Joe trascorre sempre più tempo con la ragazza. Ma  l’incantesimo si rompe quando la coppia viene attaccata da due aggressori e  Joe istintivamente  li uccide con una violenza inaudita. Fon vede Joe per quello che realmente è, scappa via inorridita, decisa a non rivederlo mai più.
Scoraggiato di fronte alla reazione di Fon, Joe si ritira sempre di più in sé stesso, isolandosi anche da Kong; si getta a capofitto nel suo lavoro, determinato a portare a termine la sua missione e a scomparire senza lasciare alcuna traccia. Immediatamente dopo l’ultimo omicidio, Joe organizza un incontro con Kong, promette al ragazzo di portarlo con sé, mentre la sua vera intenzione è di ucciderlo.
Joe si rende conto che il suo ultimo obbiettivo è un eroe del popolo tailandese che deve essere ucciso nel bel mezzo di un raduno pubblico, per questo motivo decide di chiedere una somma di denaro maggiore; a questo punto il suo mandante inizia a vederlo come un soggetto scomodo. Il gangster usa Aom per attirare Kong  nella sua fortezza, una volta lì, lo minaccia di uccidere la ragazza se lui non gli rivelerà l’identità di Joe.
Joe è impegnato a portare a termine il suo ultimo incarico, improvvisamente, si rende conto degli sguardi pieni di speranza delle persone che affollano la strada. Inizia ad avere dei flash: vede i volti di tutte le sue innumerevoli vittime, poi vede l’immagine di Fon, è terrorizzata, lo vede per quello che è diventato: un mostro. Ricorda perfettamente  il giorno in cui per la prima volta ha accettato di fare il killer. E’ incapace di tirare il grilletto. Sta per ritirarsi ma, proprio in quel momento, un cecchino della polizia scorge la canna della sua pistola e così Joe si ritrova all’istante nel bel mezzo di una sparatoria.
Joe cerca di fuggire, ma diviene oggetto di una feroce caccia all’uomo sia da parte di Surat che della polizia. Ma prima di fuggire da Bangkok comprende di avere una questione in sospeso: deve salvare Kong e Aom e deve distruggere Surat, anche se ciò significa sacrificare sé stesso.

Trailer italiano:


Per consultare le uscite dell’ultimo week-end andate allo spazio “Al cinema…”, per gli incassi del box office, trailer e notizie dal mondo del cinema visitate lo spazio “Cinema Festival”.

Commenti»

1. Fonera 2.0n « Just Blogging… - 26/01/2010

[…] Cinema futuro (854): “Bangkok Dangerous – Il codice dell'assassino … […]

2. sim - 01/02/2010

Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: