jump to navigation

Formula 1, parte la stagione 2010 13/03/2010

Posted by Antonio Genna in Formula 1, Sport.
trackback

Formula 1Domani, alle 13.00 italiane (trasmissione televisiva esclusiva per l’Italia su RaiUno; Sky non ha ritenuto remunerativo proseguire il contratto e non proporrà più le gare), partirà a Manama il G.P. del Bahrein con cui inizia la nuova stagione 2010 del Mondiale di Formula 1, ovvero la 61a stagione in cui si assegnerà il Campionato Piloti e la 53a del Campionato Costruttori.
Quest’anno sono in programma 19 gran premi, due in più dello scorso anno: come già accaduto nel 2009, il gran finale avrà luogo il 14 novembre allo Yes Marina Circuit con il G.P. di Abu Dhabi, nella capitale degli Emirati Arabi Uniti. Confermata anche la gara notturna (in Italia in onda all’abituale orario pomeridiano) del G.P. di Singapore (il 26 settembre), mentre esordisce l’inedito G.P. di Corea e torna il G.P. del Canada; tra le altre variazioni, il G.P. di Germania torna a disputarsi ad Hockenheim, a causa dell’alternanza con il tracciato del Nürburgring, e dopo la rinuncia degli organizzatori di Donington Park, è stata confermata Silverstone (con un circuito allungato di 760 metri) come sede del G.P. di Gran Bretagna.
Tante le novità tra i piloti: solo tre scuderie infatti hanno confermato i piloti della stagione precedente (la Red Bull, con Sebastian Vettel e Mark Webber, la Scuderia Toro Rosso con Sébastien Buemi e Jaime Alguersuari, e la Force India con Adrian Sutil e Vitantonio Liuzzi), ed anche il campione del mondo 2009 Jenson Button, dopo sette stagioni trascorse tra BAR, Honda e Brawn Gp, è passato alla McLaren, dove affianca Lewis Hamilton. In casa Ferrari arriva il due volte campione del mondo Fernando Alonso, in sostituzione del finlandese Kimi Raikkonen, che ha deciso di prendere un periodo di pausa dalla Formula 1 e di gareggiare nel campionato del mondo rally; conferme per Felipe Massa come pilota titolare, Giancarlo Fisichella come terzo pilota e Luca Badoer e Marc Gené come collaudatori. Dopo l’acquisto della Brawn Gp, torna in Formula 1 la Mercedes GP, che ha ingaggia i tedeschi Nico Rosberg e Michael Schumacher: quest’ultimo, dopo un lungo periodo in Ferrari e tre anni di inattività, ritorna dunque a gareggiare nel mondiale; nel ruolo di terzo pilota un altro tedesco, Nick Heidfeld. Tra i piloti debuttanti alle scuderie principali, Nicolas Hülkenberg è in forza alla Williams, Vitalij Petrov alla Renault. Ci sono anche tre nuove scuderie, che compensano in parte all’uscita di scena di BMW e Toyota: c’è lo storico ritorno della Lotus F1 Team, con Jarno Trulli e Heikki Kovalainen; la Hispania ha scelto altri due debuttanti, Bruno Senna e Karun Chandhok, mentre la Virgin Racing ha ingaggiato il tedesco Timo Glock ed il brasiliano già vincitore nella classe GP2 Lucas Di Grassi.Tantissime le modifiche al regolamento: il numero massimo di vetture che possono partecipare a un Gran Premio passa da 24 a 26, per cui le qualifiche sono state modificate, e nelle prime due sessioni eliminatorie vengono escluse le ultime 8 vetture, mentre nella terza le vetture non hanno più l’obbligo di caricare la benzina necessaria per la prima parte di gara.
Il sistema di punteggio adottato a partire dal 2003 è cambiato: il vincitore guadagnerà ora 25 punti (prima ne guadagnava 10), il secondo 18 (prima erano 8), il terzo 15 (prima erano 6), il quarto 12 (prima erano 5), il quinto 10 (prima erano 4), il sesto 8 (prima erano 3), il settimo 6 (prima erano 2), l’ottavo 4 (prima era un solo punto), inoltre il nono avrà 2 punti e il decimo 1 punto.
I piloti che prendono parte alla terza parte delle qualifiche dovranno partire dalla griglia di partenza con lo stesso tipo di gomme usate per conquistare la pole position: ciò non vale se ci sarà bisogno di cambiare tipo di gomme a causa delle condizioni meteorologiche o se le gomme del pilota hanno subito deterioramenti nell’ultima parte delle qualifiche. E’ stato mantenuto il limite di 8 motori a pilota per stagione: in caso di utilizzo di un ulteriore motore, il pilota subirà una penalizzazione di 10 posti in griglia nella gara nella quale avviene l’uso del motore aggiuntivo. L’eventuale utilizzo di un secondo motore aggiuntivo durante un week-end di gara causerà una penalità di due posizioni per il gran premio successivo.
In merito al regolamento tecnico, è stato sospeso l’utilizzo del KERS, ed abolito il rifornimento di carburante in gara e durante le qualifiche. Il peso minimo delle monoposto passa da 605 a 620 kg, e la larghezza massima del battistrada delle gomme anteriori viene ridotto da 270 a 245 mm, in modo da avere una minor superficie di contatto. Sono stati inoltre vietati i copri-cerchi sulle ruote, in modo da non creare situazione di pericolo durante i pit-stop e per agevolare i sorpassi.
E’ stato infine stabilito che lo spazio attributo nei garage dei vari circuiti sia lo stesso per tutte le scuderie, abolendo così lo storico privilegio concesso al team campione del mondo di avere maggior spazio.

A seguire, l’elenco dei 24 piloti in gara quest’anno (accanto ai nomi sono indicati la scuderia ed il numero della vettura):

  1. Jenson Button (McLaren-Mercedes)
  2. Lewis Hamilton (McLaren-Mercedes)
  3. Michael Schumacher (Mercedes)
  4. Nico Rosberg (Mercedes)
  5. Sebastian Vettel (Red Bull)
  6. Mark Webber (Red Bull)
  7. Felipe Massa (Ferrari)
  8. Fernando Alonso (Ferrari)
  9. Rubens Barrichello (Williams)
  10. Nicolas Hülkenberg (Williams)
  11. Robert Kubica (Renault)
  12. Vitalij Petrov (Renault)
  13. numero non utilizzato
  14. Adrian Sutil (Force India)
  15. Vitantonio Liuzzi (Force India)
  16. Sébastien Buemi (Toro Rosso)
  17. Jaime Alguersuari (Toro Rosso)
  18. Jarno Trulli (Lotus)
  19. Heikki Kovalainen (Lotus)
  20. Karun Chandhok (Hispania)
  21. Bruno Senna (Hispania)
  22. Pedro de la Rosa (BMW Sauber)
  23. Kamui Kobayashi (BMW Sauber)
  24. Timo Glock (Virgin)
  25. Lucas Di Grassi (Virgin)

Ecco infine il calendario della stagione 2010 (accanto alla data di svolgimento delle gare sono indicati Paese/continente a cui è intitolato il G.P., sede del circuito ed ora italiana di partenza).

  • Domenica 14 marzo – Bahrein, Manama (ore 13.00)
  • Domenica 28 marzo – Australia, Melbourne (ore 08.00)
  • Domenica 4 aprile – Malesia, Kuala Lumpur (ore 10.00)
  • Domenica 18 aprile – Cina, Shanghai (ore 09.00)
  • Domenica 9 maggio – Spagna, Barcellona (ore 14.00)
  • Domenica 16 maggio – Monaco, Montecarlo (ore 14.00)
  • Domenica 30 maggio – Turchia, Istanbul (ore 14.00)
  • Domenica 13 giugno – Canada, Montréal (ore 18.00)
  • Domenica 27 giugno – Europa, Valencia (ore 14.00)
  • Domenica 11 luglio – Gran Bretagna, Silverstone (ore 14.00)
  • Domenica 25 luglio – Germania, Hockenheim (ore 14.00)
  • Domenica 1° agosto – Ungheria, Budapest (ore 14.00)
  • Domenica 29 agosto – Belgio, Spa-Francorchamps (ore 14.00)
  • Domenica 12 settembre – Italia, Monza (ore 14.00)
  • Domenica 26 settembre – Singapore, Singapore (ore 14.00)
  • Domenica 3 ottobre – Giappone, Suzuka (ore 07.00)
  • Domenica 24 ottobre – Corea, Sud Jeolla (ore 07.00)
  • Domenica 7 novembre – Brasile, San Paolo (ore 18.00)
  • Domenica 14 novembre – Abu Dhabi, Abu Dhabi (ore 12.00)

Commenti»

No comments yet — be the first.

Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: