jump to navigation

Lost – La stagione finale: episodio 9 “Ab aeterno” 31/03/2010

Posted by 2345 in Cinema e TV, La stagione finale, Lost, Serie cult, TV ITA, Video e trailer.
trackback

In questo spazio del blog potete discutere e commentare la sesta ed ultima stagione della serie LOST.
Ogni appuntamento parte subito dopo la prima trasmissione italiana pay dell’episodio, il mercoledì alle 21.10 sul canale satellitare Fox.
Potete dire la vostra opinione sulla puntata e le vostre ipotesi. Troverete inoltre il riassunto dell’episodio, alcune curiosità, foto e video.
Se non state seguendo la stagione o non avete ancora visto gli episodi state attenti ad ANTICIPAZIONI e foto che verrano pubblicate. Vi prego di evitare SPOILER e limitatevi a commentare l’episodio della settimana.

Richard è il personaggio più misterioso della serie. Chi è? Da dove viene? Perchè non invecchia? Quale funzione svolge sull’isola? E soprattutto cosa è l’isola?
È arrivato il tanto atteso momento di scoprire tutto questo…
Di seguito la scheda dell’episodio.

Titolo italiano: “Ab aeterno”
Titolo originale: “Ab Aeterno”
Diretto da: Tucker Gates
Scritto da: Melinda Hsu Taylor e Greggory Nations
Prima TV USA: 23 marzo 2010
Episodio dedicato a: Richard

Trama:
Richard è sulla spiaggia insieme a Ilana, Jack, Hurley, Lapidus, Sun e Ben. Ilana ha incontrato Jacob quando era in ospedale e gli disse che una volta salvati i Candidati, Ricardus gli avrebbe detto il da farsi. Lui nega e dice che non sa minimamente cosa si debba fare dopo e scappa nella giungla. Inizia il flashback di Richard: siamo nel 1867 e in realta lui è spagnolo e si chiama Ricardo. La moglie Isabella è malata e tossisce sangue cosi Ricardo prende i soldi sperando che bastino ma la moglie per sicurezza gli da anche il suo crocefisso d’oro. Prende il cavallo e comincia a correre. Arriva in piena notte e chiede se può salvare sua moglie. Il dottore rifiuta di andare con lui ma gli offre una medicina in cambio di molti soldi. Ricardo li porge al dottore, il quale però dice che non bastano e nel tentativo di dissuaderlo il medico viene ucciso. Ricardo torna dalla moglie ma è troppo tardi.
Ricardo viene arrestato. In carcere arriva un frate per la confessione e lo scopre a leggere un bibbia in inglese. Lui spiega che lo stava imparando con la moglie perchè volevano costruirsi una nuova vita nel Nuovo Mondo. Il frate rifiuta di assolverlo e va via. Il giorno della sua impiccagione quando viene portato via per il patibolo, gli viene chiesto da un uomo se parla inglese. Lui prima non risponde poi dice di si e l’uomo porge dei soldi al frate dicendo che ora Ricardo è di proprietà del capitano Hanso. Mentre è incatenato sulla nave che lo porterà nelle Americhe, questa si imbatte in una bufera. Il suo compagno di viaggio scorge la Statua sulla costa dell’isola dicendo che è il Diavolo. La nave impatta contro la statua e finisce nella giungla.
Ricardo si sveglia, chiede aiuto. Arriva l’uomo che prima lo aveva comprato in carcere ma comincia ad uccidere i sopravvissuti legati nella stiva dicendo che se li avesse liberati sarebbe passato poco tempo dal momento in cui loro avrebbero cercato di ucciderlo. In quel momento arriva il fumo nero che incomincia a uccidere tutti risparmiando Ricardo che ora si trova legato nella stiva senza acqua o cibo. Nei deliri della fame incontra sua moglie. Lui la fa scappare quando sente avvicinarsi il fumo ma viene presa tra grida e urla. Dopo giorni arriva l’Uomo in nero. Gli fa promettere di fare tutto quello che avrebbe detto se lui in cambio della libertà. Ricardo acconsente e viene portato in salvo e rifocillato. L’Uomo in nero gli dice che è lui il fumo e che Jacob è il diavolo che ha portato via sua moglie. Se vuole riaverla deve andare da lui alla statua e ucciderlo con il pugnale che gli viene dato senza fargli aprire bocca, senza dargli la possibilità di parlare.
Ricardo si dirige alla statua ormai in pezzi ma viene assalito da Jacob. La collutazione finisce con Ricardo che chiede dove sia sua moglie. Jacob dice che non la conosce e se è venuta con la nave che lo trasportava. Cerca di affogare Ricardo convincendolo che quello non è l’inferno. Davanti ad un bicchiere di vino Jacob gli chiede di immaginare il vino della bottiglia come l’inferno. Prende poi il tappo della bottiglia e gli dice di immaginarla come l’isola su cui si trova. Mette il tappo alla bottiglia e la capovolge dicendogli che è quel posto l’unica cosa che tiene l’inferno al suo di posto. Jacob spiega che lui fa venire le persone su quell’isola per farle arrivare da sole a capire quello che è giusto o sbagliato, aggiungendo anche che lui non puo intercedere per loro. Così offre la possibilità a Ricardo di diventare il suo portavoce. Lui chiede in cambio la vita eterna e gli viene concessa. Ricardo ritorna quindi dall’Uomo in nero dicendogli che ora lavora per Jacob. Lui capisce e gli dice che la sua offerta è sempre valida se un giorno cambierà idea. L’uomo gli ridà il crocefisso che aveva perso sulla nave e scompare. Ricardo lo seppellisce e il flashback termina.
Si ritorna alla realtà dell’isola con Richard che dissotterra il crocefisso lì dove 120 anni prima lo aveva sotterrato e grida all’Uomo in nero che ha cambiato idea. Arriva Hurley, che lo aveva seguito, dicendo a Richard che in quel momento sta parlando con la moglie Isabella che gli è accanto. Dopo avergli detto che la ama e che sono sempre stati insieme scompare. Hurley comunque gli dice che prima di andare via Isabella gli ha detto un’ultima cosa che Richard deve fare: fermare l’Uomo in nero impedendogli di lasciare l’isola altrimenti tutti andranno all’inferno. Intanto il falso Locke li sta quardando da lontano. La puntata termina con Jacob che incontra L’uomo in nero. Gli porge la bottiglia di vino che aveva usato prima con Ricardo (Richard) e se ne va. L’Uomo in nero la capovolge e la rompe contro un tronco.

Quote:
– “Farei qualunque cosa per tornare insieme a te” (Richard a Isabella)

Curiosità e domande:
• Uno degli episodi più importanti di tutta le serie ed anche uno dei più emozionanti e commoventi. Il titolo, in latino, significa ‘da lungo tempo’.
• Ovvio il parallelo biblico tra il bene e il male. L’Uomo in nero è il male: viscido, persuasivo e dice quello che uno vuole sentirsi dire. Esige lealtà e promette ricompense…ma in cambio vuole qualcosa. Trova Richard imprigionato, ma solo dopo promessa di obbedienza lo libera dalle catene.
Jacob di contro, prima colpisce Richard e gli mostra che non è morto e si trova all’inferno. Gli chiede di lavorare per lui, ma non gli promette nulla. Mette in chiaro che non può riportargli indietro la sua amata Isabella o assolverlo dai peccati. Può solo renderlo immortale.
• Jacob dice di volere persone sull’isola che provino all’Uomo in nero di essere in torto. Dice di non intervenire o aiutare queste persone.
• Richard legge i versetti dal 24 al 28 del Vangelo secondo Luca, dove avviene la cacciata di Gesù da Nazareth.
• È Richard “colui che giace all’ombra della statua”?
• Niente realtà parallela o flash sideways in questo episodio.
• Jacob chiama per la prima volta la sua nemesi come ‘L’uomo in nero’. Esattamente come è stato ribattezzato dai fan, dopo la sua prima apparizione ne “L’incidente”.
• Le persone morte sono manifestazioni del Fumo/Uomo in nero? Se è vero, perchè allora Isabella dice a Riccardo/Richard di ucciderlo?
O sono solo gli spiriti di alcuni defunti che riescono, sull’isola, a raggiungere i loro cari per cercare di dar loro qualche forma di sollievo.
Le apparizioni di Christian e Yemi erano effettivamente dei fantasmi?
• Le parole che l’Uomo in nero usa per spiegare a Richard come uccidere Jacob, sono le stesse che Dogen dice a Sayid. Anche il pugnale è lo stesso.
Come ha fatto il pugnale (e le relative “istruzioni”) a passare da una fazione all’altra?
• Jacob sembra avere la stessa forza e capacità fisica mostrata da Ben nella seconda stagione. C’è un collegamento?
• Così come il Fumo appare in diverse forme ma è sempre lui, così Jacob – dopo la sua morte – potrebbe aver preso l’aspetto di qualcun altro?
• Nell’episodio della quarta stagione “La costante”, Desmond ha un flash indietro nel tempo, fino al 1986. Qui vediamo Charles Widmore ad un’asta, dove viene dichiarato che la Roccia Nera partì da Portsmith nel 1845 e dopo se ne persero le tracce.
Adesso ci viene rivelato che la nave è alle isole Canarie nel 1867.
Il cambiamento è una esigenza degli autori per correggere un errore evidenziato online da tanti in questi anni: la dinamite (che è presente a bordo della Roccia Nera) è stata inventata da Alfred Nobel proprio nel 1867. Questo però non spiega cosa ne è stato della nave nei 22 anni di differenza. È stata usata segretamente?
• In molti hanno dedotto che il veliero nero avvistato da Jacob e L’uomo in nero nell’episodio “L’incidente” fosse la Roccia Nera. Ma allora era giorno e il mare era calmo, mentre l’arrivo è stato adesso mostrato di notte e durante una tempesta. Non era la stessa nave? O L’uomo in nero ha causato la tempesta quando è scesa la notte, per far naufragare la nave sull’isola?
• Può una nave in legno distruggere una statua così grande e rimanere quasi intatta?

Qualche risposta:
• L’isola è un tappo. Serve a tenete chiuso il male ed impedisce che si diffonda nella nostra realtà. Jacob è seduto su questo tappo, vigilandolo e impedendo che venga aperto.
• Magnus Hanso era il capitano della Roccia Nera.
• Ecco come la Roccia Nera è finita in mezzo alla giungla. Una enorme ondata l’ha travolta fin lì.
• Scopriamo anche come è andata distrutta la grande statua. La Roccia Nera le è sbalzata contro.
• Jacob porta le persone sull’isola per provare all’Uomo in nero che non tutti gli uomini sono corrotti.
• Il lavoro di Richard è quello di fare da intermediario tra Jacob e tutti quelli che arrivano sull’isola.

Qualche video:


Esprimete il vostro giudizio sul nono episodio, dando un voto da 5 a 1.
• Si può votare solo una volta
• Avete tempo per votare fino a mercoledì 7 aprile

– Sondaggio Chiuso –

Ecco i risultati del precedente sondaggio, relativo all’ottavo episodio:



La settimana prossima (mercoledì 7 aprile, ore 21.10, Fox) il decimo episodio dal titolo “The Package“.
Di seguito il trailer originale. Noi ci ritroviamo qui, subito dopo l’episodio.


Fonte della trama: Wikipedia

Commenti»

1. fra - 24/03/2010

Emozionante, meraviglioso episodio di Lost
10

2. Rotator - 25/03/2010

Bellissima puntata! Anche se ho trovato molto tirata la storia di come la “Black Rock” si finita in mezzo alla giungla… dopo aver distrutto una statua che è alta minimo 15 metri riesce a ‘spostarsi’ all’interno dell’isola, il tutto senza farsi un graffio… -.-

3. Paul - 25/03/2010

Maledizione, ieri sera torno a casa dopo la partita (tra l’altro inc**zato nero x il risultato), vado x vedermi la puntata di Lost, accendo il dvd-recorder, e scopro che non l’ha registrato. Questo x concludere bene la serata, che già come detto prima, non aveva preso una bella piega. Ora la domanda è: SAPETE QUANDO FOX MANDERà LA REPLICA (della puntata in italiano)? Grazie.

Paolo - 25/03/2010

Intendi “Ab aeterno” in italiano? Mercoledì prossimo.
Se intendi “Ricognizione”, già stasera.

Cmq una puntata magnifica. Non ci sono altre parole.
Piena di rivelazioni, emozionante e intensa.
Nestor Carbonelli da applausi.

Concordo con Rotator circa la Roccia Nera. Un po’ improbabile che sia finita praticamente integra in mezzo alla giungla, dopo aver distrutto la statua.
Cmq va bene così uguale… :)

pali - 25/03/2010

tra la’ltro nella season finale scorsa quando ci sono jacob e MIB che parlano e vedono la black rock in lontananza il cielo è stupendo, il mare calmissimo; in questa puntata invece mare in tempesta, cielo scurissimo… o forse non era la black rock… devo andare a rivedermelo.

Julian - 25/03/2010

Si anch’io credo fosse la Black Rock. Ma la percezione di tempo e spazio dai due punti di vista (nave e isola) è differente… Lo abbiamo già capito nella quarta stagione… Per me non c’è incompatibilità.
Per quanto riguarda la collocazione della Black Rock nell’entroterra, perfettamente integra dopo aver abbattuta una statua così imponente, si… quello è effettivamente molto strano, visto il materiale di cui sembra fatta la costruzione antica.

Paul - 25/03/2010

Intendevo “ricognizione”, quindi già stasera. Ottimo. Grazie Paolo.

4. ombelix - 25/03/2010

Puntata fantastica ,finalmente dopo anni si scopre il motivo per cui Richard non invecchia .

5. Julian - 25/03/2010

Il migliore episodio della stagione, uno dei migliori in assoluto della serie. Meraviglioso.

6. enry - 25/03/2010

Vedremo tra 7 giorni…

7. angelo - 26/03/2010

Trovo l’interpretazione di “Ricardo” davvero superba. Un personaggio che solo ora ho avuto modo di apprezzare e che ha messo in mostra le capacità interpretative dell’attore. Per ora penso la miglior puntata mai andata in onda. Quoto Juilian, Ombelix & c. five stars!

Julian - 27/03/2010

Quoto, un Nestor Carbonell in stato di grazia. Peccato che la voce italiana non c’entri nulla col personaggio, lo rende molto meno “umano”. Ad esempio la scena in cui Richard spiega a Jack perchè vuole morire è resa malissimo nella versione italiana, scompare quasi del tutto il lato debole di Richard.

8. Fabio - 01/04/2010

Uno degli episodi + belli… peccato che l’episodio dieci sia stato parecchio noioso :(

9. Giann1 - 01/04/2010

Bellissimo episodio.

10. enry - 02/04/2010

S T U P E N D O !!!

11. Walty - 04/04/2010

episodio superbo1

12. def - 08/04/2010

episodio meraviglioso!!!!
Che emozione tra Richard e Isabella.


Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: