jump to navigation

Libri – Mario Portanova “Il partito dell’amore” 18/05/2010

Posted by Antonio Genna in Libri, News.
trackback

“Il partito dell’amore” (Chiarelettere, 244 pagine, prezzo di copertina 12 €), scritto da Mario Portanova, giornalista per “Il Fatto Quotidiano”, “L’espresso”, “Wired” e “Altreconomia”, è un volume che riporta fedelmente un periodo storico-politico dove volgarità, violenza verbale, disprezzo e razzismo sono purtroppo diventati il pane quotidiano.
Come afferma l’autore, l’idea del libro è nata subito dopo l’aggressione subìta a Milano dal Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi da parte di Massimo Tartaglia: dallo slogan coniato da Berlusconi per il PDL, il “partito dell’amore”, è derivata la frase tornata in campo più volte nei giorni successivi, “L’amore vince sempre sull’odio e sull’invidia”. Berlusconi ha ribadito che lui era il Bene e tutti gli altri il Male, e nei giorni di campagna elettorale degli scorsi mesi lo slogan è tornato e spesso ha offuscato qualsiasi dialogo politico, rendendo ancora una volta le elezioni come delle consultazioni proberlusconiane o controberlusconiane, ovvero pro o contro-amore.
Come recita il sottotitolo del saggio, “”Così l’esercito di Berlusconi ha spaccato il paese e svuotato la nostra democrazia”: il libro ricostruisce il clima che da parecchi mesi funesta l’Italia, con il degrado verbale che ha visto protagonisti i partiti di maggioranza, amplificato dagli organi di informazione vicini al Centrodestra, come i quotidiani “Il Giornale”, “Libero” e “La Padania”, il Tg4, Studio Aperto e il Tg1. Un vademecum che, dopo un’ampia parentesi berlusconiana, presenta un elenco in ordine alfabetico, che nel capitolo “L’esercito del bene” va da Gianni Alemanno fino ad Elio Vito, nel capitolo “Le radici dell’odio” si sofferma sui leghisti, da Umberto Bossi e Mario Borghezio a Roberto Maroni e Luca Zaia: per ciascuno dei nomi citati, un profilo abbastanza eloquente del livello a cui sono ormai giunte le istituzioni democratiche italiane.

Commenti»

No comments yet — be the first.

Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: