jump to navigation

Lost: una maratona per il finale in diretta con gli USA 22/05/2010

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Comunicati, Doppiaggio, Lost, Serie cult, TV ITA.
trackback

Dopo l’iniziativa segnalata ieri relativa a lunedì prossimo all’Università Cattolica di Milano, segnalo un’altro evento organizzato in occasione del finale della serie Lost, questa volta da Lost Italia, la comunità di lost.cubovision.it sui social media. Nella notte tra sabato 23 e domenica 24 maggio gli invitati, selezionati tra i più autorevoli e appassionati di Lost in rete, si riuniranno in due salotti (uno a Milano e uno a Roma) condividendo la passione per la serie che li ha tenuti vicini per 6 anni, in compagnia di alcuni doppiatori italiani del telefilm: dopo aver visto insieme alcuni degli episodi che più hanno segnato la storia dei personaggi, alle 06.00 di lunedì mattina sarà il momento degli episodi finali, in contemporanea con gli Stati Uniti.
A seguire, il comunicato che dettaglia l’iniziativa.

Dopo sei anni arriva il finale di LOST, la serie che, con i suoi intrecci ha fatto discutere più di tutte le altre. Internet non ha fatto eccezione e nei forum, sui blog e sui social network ci si continua a domandare se fidarsi di Jacob e dei suoi consigli o seguire The Black Smoke, se Kate, alla fine, sceglierà Jack o Sawyer, se sia meglio restare sull’isola o lasciarla per sempre.

Ma la voglia di discutere e di trovare qualcuno che viva la fine di LOST con la stessa trepidazione mista ad un po’ di rimpianto, va oltre i confini della rete: come è consuetudine nell’ambito dei programmi televisivi, piccoli gruppi di appassionati si accordano spontaneamente per ritrovarsi con chi abita nelle vicinanze, per vedere insieme il gran finale. Persone che parlano quotidianamente online, ma che non si sono mai viste prima, decidono di ritrovarsi e conoscersi in questa occasione.
La maratona per il finale
Per l’occasione Telecom Italia metterà a disposizione sulla sua piattaforma web lost.cubovision.it tutti gli episodi della sesta serie a partire dalle 12:00 di sabato 23, oltre a tutti gli episodi delle serie precedenti, sempre disponibili. Una vera maratona in attesa del gran finale trasmesso in contemporanea con gli USA, alle 6 di mattina del 24, ora italiana.
In questo contesto si inserisce il doppio evento organizzato da LOST Italia, la comunità di lost.cubovision.it sui social media.
Una nottata in cui, gli invitati, selezionati tra i più autorevoli e appassionati di LOST in rete, si riuniranno in due salotti (uno a Milano e uno a Roma) mettendo insieme la passione per la serie che li ha tenuti vicini per sei anni e condividendola attraverso Internet con gli altri gruppi che, spontaneamente, si riuniranno in occasione delle ultime due puntate, la notte tra il 23 ed il 24 maggio.
Al centro, ci saranno i contenuti della serie, dalle stagioni passate, con alcuni degli episodi che più hanno segnato la storia dei personaggi, per arrivare alle 6 del mattino, pronti per gli episodi finali, in contemporanea con gli Stati Uniti.
La serata godrà anche della partecipazione straordinaria di alcuni doppiatori della serie. A Roma saranno presenti Daniela Calò, alias Kate, Rodolfo Bianchi, alias Locke e Massimo Rossi, alias Desmond; mentre a Milano risponderanno alle domande dei partecipanti Cristina Giachero, dialoghista di LOST e Massimiliano Alto, la voce di Charlie.
I canali di lost.cubovision sui social network (Facebook, Twitter e Friendfeed) saranno protagonisti nel raccontare la serata in diretta, con le foto, le discussioni, gli aggiornamenti che verranno pubblicati durante lo svolgimento della maratona e nei giorni successivi, per continuare, a discutere, ancora per un po’, sulla fine di una serie, durata 6 anni.

Ma la voglia di discutere e di trovare qualcuno che viva la fine di LOST con la stessa trepidazione mista ad un po’ di rimpianto, va oltre i confini della rete: come è consuetudine nell’ambito dei programmi televisivi, piccoli gruppi di appassionati si accordano spontaneamente per ritrovarsi con chi abita nelle vicinanze, per vedere insieme il gran finale. Persone che parlano quotidianamente online, ma che non si sono mai viste prima, decidono di ritrovarsi e conoscersi in questa occasione. Una nottata in cui, gli invitati, selezionati tra i più autorevoli e appassionati di LOST in rete, si riuniranno in due salotti (uno a Milano e uno a Roma) mettendo insieme la passione per la serie che li ha tenuti vicini per sei anni e condividendola attraverso Internet con gli altri gruppi che, spontaneamente, si riuniranno in occasione delle ultime due puntate, la notte tra il 23 ed il 24 maggio. Al centro, ci saranno i contenuti della serie, dalle stagioni passate, con alcuni degli episodi che più hanno segnato la storia dei personaggi, per arrivare alle 6 del mattino, pronti per gli episodi finali, in contemporanea con gli Stati Uniti.La serata godrà anche della partecipazione straordinaria di alcuni doppiatori della serie. A Roma saranno presenti Daniela Calò, alias Kate, Rodolfo Bianchi, alias Locke e Massimo Rossi, alias Desmond; mentre a Milano risponderanno alle domande dei partecipanti Cristina Giachero, dialoghista di LOST e Massimiliano Alto, la voce di Charlie.I canali di lost.cubovision sui social network (Facebook, Twitter e Friendfeed) saranno protagonisti nel raccontare la serata in diretta, con le foto, le discussioni, gli aggiornamenti che verranno pubblicati durante lo svolgimento della maratona e nei giorni successivi, per continuare, a discutere, ancora per un po’, sulla fine di una serie, durata 6 anni.

Commenti»

1. saretta934 - 22/05/2010

nooo e nn si può partecipare????

2. IRapeYourMind - 22/05/2010

I nerd sono l’elite, LOL

3. saretta934 - 22/05/2010

e non è giusto!!!!!!!

IRapeYourMind - 23/05/2010

Ma il vero dubbio è, come cazzo li hanno scelti?
Io la seguo dall’inizio, da quel settembre 2004, mi ricordo i fogli dove durante le lezioni a scuola cercavo di trovare una connessione con i numeri, ero arrivato anche a formulare una mia teoria sulla lunghezza dei nomi dei personaggi (che tra l’altro se notate molti di quelli dei protagonisti contengono 4/8 lettere), eppure avendo anche altre passioni non spreco il mio tempo su un forum a discuter edi teorie sceme.
Per questo sarei meno meritevole, anzi meno fan, di u gruppo di sfigati senza vita sociale?
Suvvia.

4. luca - 23/05/2010

per carità i doppiatori, hanno rovinato la serie, che è migliore in lingua originale. purtroppo in italia finchè nn ci sarà un riciclo di voci nuove, dovremo subirci sempre le stesse!!!

5. alef - 23/05/2010

Ma la diretta delle 6.00 di The end è senza sottotitoli vero?

6. collette - 23/05/2010

senza sotto titoli.
concordo che il doppiaggio non sia all’altezza, ma in una serie come lost era impresa difficile per la varietà do voci ed etnie. qua in italia dobbiamo dare da mangiare sempre a quei quattro gatti di doppiatori che sono peggio di una cupola mafiosa.

per i sottotitoli, ho letto che quelli che traducono illegalmente la maggior parte delle serie, pretendono di essere riconosciuti tra quelli che hanno contribuito al successo di lost… o_0
la gente secondo me è matta. persone che non sanno chi siano davvero locke e hume (se nn personaggi di un telefilm), che traducono il periodo blu di picasso come ‘periodo triste’ e che, non avendo viaggiato evidentemente, traducono letteralmente nomi di piazze e vie famose del mondo, pretendono di essere ringraziati perchè storpiano una serie con parolacce e modi di dire italiani da dietro una tastiera di un pc della loro cameretta. cose da pazzi…

IRapeYourMind - 23/05/2010

Senza contare la miriadi di errori di adattamento che ho letto nelle poche serie (per mia fortuna a parte rari casi tipo Lost e TBBT non ho problemi con l’inglese) viste coi loro sottotitoli, questi pretendono di tradurre le serie semplicemente rubando i sottotitoli e traducendoli senza magari nemmeno vedere la puntata.

collette - 23/05/2010

se senti loro, sono i custodi della lingua inglese ormai.

ci crede ovviamente solo chi non conosce l’inglese…

7. Mariano - 24/05/2010

qualcuno si è accorto del fatto che i ragazzi fanno questi sottotitoli gratis e a parte qualche errore grossolano di solito traducono meglio dei ben pagati doppiatori italiani? qualcuno si è accorto di come i sottotitoli di lost escono alle dieci del mattino?

e lost è il caso più eclatante e forse meno necessario visto che basterebbe aspettare poche ore per goderselo in tv, però ci sono decine di serie televisive americane che è possibile seguire soltanto grazie a siti come quelli che state aspramente crticando.

8. alef - 24/05/2010

Neo contro Smith, evvai! XD

9. alef - 24/05/2010

Ho visto per sei anni la gente morta! XD

Però un finale commovente e un Mr. Isola che non ti aspetti! XD


Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: