jump to navigation

Lost – La stagione finale: episodi 17-18 “La fine” 01/06/2010

Posted by 2345 in Cinema e TV, La stagione finale, Lost, Serie cult, TV ITA, Video e trailer.
trackback

In questo spazio del blog potete discutere e commentare la sesta ed ultima stagione della serie LOST.
Ogni appuntamento parte il mercoledì subito dopo la trasmissione italiana pay, a partire dalle 21.10 sul canale satellitare Fox, dell’episodio doppiato e di quello in lingua originale e sottotitolato (24 ore dopo la messa in onda USA).
Potete dire la vostra opinione sulla puntata e le vostre ipotesi. Troverete inoltre il riassunto dell’episodio, alcune curiosità, foto e video.
Se non state seguendo la stagione o non avete ancora visto gli episodi state attenti ad ANTICIPAZIONI e foto che verrano pubblicate. Vi prego di evitare SPOILER e limitatevi a commentare l’episodio della settimana.

Cosa c’è alla fine della caverna di luce? Qual è il significato della realtà parallela? È arrivato il momento della fine di Lost…
Di seguito la scheda dell’episodio.

Titolo italiano: “La fine”
Titolo originale: “The End”
Diretto da: Jack Bender
Scritto da: Damon Lindelof e Carlton Cuse
Prima TV USA: 23 maggio 2010

Trama:
Sull’isola, Richard e Miles salvano Lapidus dopo il naufragio del sottomarino. Jack si confronta con L’uomo in nero ed entrambi viaggiano verso il centro dell’isola insieme a Desmond. Desmond è in grado di disabilitare il potere della luce, rendendo mortali sia Jack, sia L’uomo in nero. Jack e Kate sono ora in grado di uccidere L’uomo in nero, ma nel confronto Jack viene ferito a morte. Lapidus, Richard, Sawyer, Kate, Claire e Miles fuggono dall’isola sull’aereo. Hurley si sostituisce a Jack nel ruolo del Custode dell’isola, poco prima che Jack intraprenda una missione suicida per salvare l’isola. Desmond viene salvato da Jack, che però non può salvare se stesso. L’ultima cosa che Jack vede prima di morire è l’aereo che decolla dall’isola. Il cane di Walt, Vincent, resta al fianco di Jack mentre questi guarda i suoi amici che lasciano l’isola. Hurley, nel suo ruolo di nuovo Custode dell’isola, decide di aiutare Desmond a tornare a casa e si fa aiutare da Linus, dopo che lo stesso Linus ha suggerito ad Hurley di cambiare lo stato delle cose, in modo che la gente possa andare e venire dall’isola, invece di rimanere intrappolati lì.

Nella realtà parallela, Desmond continua a radunare gli abitanti dell’isola, che ora cominciano progressivamente a ricordarsi del tempo che vi hanno trascorso. Ognuno comincia a ricordarsi degli altri, e dopo un po’ si riuniscono in una chiesa. Kate suggerisce a Jack di entrare da una porta sul retro, dove l’uomo trova la bara di suo padre. Non appena la tocca, tutti i suoi ricordi ritornano alla luce. Jack apre la bara e la scopre vuota. Christian Shephard è in piedi dietro di suo figlio e spiega a Jack dove egli si trovi e che cosa tutto ciò significa, dicendo: “Il tempo che avete trascorso con queste persone è stato il periodo più importante della vostra esistenza in vita”. La linea temporale del 2004 si rivela dunque essere una sorta di esistenza “dopo la vita” creata dagli stessi sopravvissuti, per potersi ritrovare l’un l’altro indipendentemente dal differente momento temporale in cui ciascuno di loro è morto, e poter così passare alla “fase successiva” tutti insieme.
Jack e Christian entrano nella chiesa per incontrare tutti gli altri. Dopo molte strette di mano, abbracci e baci, Christian esce dall’ingresso principale della chiesa, e quando le porte vengono aperte tutti sono immersi in una luce fortissima.
Nelle ultime scene, si vedono diverse immagini di quello che rimane del relitto del volo Oceanic 815, quietamente abbandonato sulla spiaggia dell’isola.

Quote:
— “Nessuno può dirti perchè sei qui, Kate.” (Desmond a Kate)
— “Andremo tutti nello stesso posto… e poi finirà tutto.” (Jack a Sawyer)
— “Riuscire a guarirla, signor Locke… mi darà tutta la pace di cui ho bisogno.” (Jack a Locke)
— “Tu non sei John Locke. Infanghi la sua memoria, assumendo le sue sembianze. Non sei affatto come lui. A quanto pare, aveva ragione quasi su tutto. Vorrei soltanto averglielo detto quando era ancora vivo.” (Jack a L’uomo in nero)
— “Voglio che tu sappia, Jack… che sei morto per niente.” (L’uomo in nero a Jack)
— “Spero che qualcuno faccia per te quello che tu hai appena fatto per me.” (Locke  a Jack)
— “Dimmi che ci rivedremo.” (Kate a Jack)
— “Devi proteggerla tu, Hugo.” (Jack a Hurley)
— “Mi sei mancato così tanto…” (Kate a Jack)

Curiosità e domande:
• Hurley fa due citazioni da “Guerre Stellari”:
— “È peggio di Yoda“.
— “Ho un brutto presentimento al riguardo.
• Sull’isola, rivediamo Rose, Bernard e… Vincent!
• Nella realtà parallela rivediamo Boone e Shannon.
• Sia Richard che Lapidus sono vivi.
• Nella realtà parallela, riappare Juliet. È lei la madre di David ed ex moglie di Jack.
• “Penso che tu sia una brava persona, Sayid.” dice Hurley a Sayid. Sin dal primo episodio, quando Sayid era sospettato di essere dietro all’incidente aereo perchè arabo, Hurley ha sempre avuto fiducia in lui.
• “Io credo in te, coso” una delle ultime cose che Hurley dice a Jack.
• La prima parte della puntata si chiude con Jack e Locke che guardano nella caverna di luce nello stesso modo in cui fecero con la botola, alla fine della seconda stagione.
• Kate spara al falso Locke e lo ferisce a morte.
• Ben a Hurley: “Fai quello che sai fare meglio: prenditi cura delle persone.
• L’ultima scena sull’isola, con Jack che muore accanto a Vincent, richiama la prima scenda del primo episodio.
• Riappare Christian e la sua bara.
• Il Flightline Motel dove sta Charlie è lo stesso dove stava Kate quando si tinse i capelli e ricevette la lettera. Lo stesso dove stava Anthony Cooper, quando Locke andò da lui seguito da Helen ed è sempre lo stesso posto che Sayid e Hurley usarono come nascondiglio.
• Rose e Bernard ora hanno le loro regole. Ormai appartengono all’isola.
• Desmond e Hurley si comportano, nella realtà parallela, proprio come Jacob: fanno in modo che le varie persone arrivino da sole a capire cosa sta succedendo, senza effettivamente dirigerli.
• Eloise sembra turbata dalla possibilità che Desmond “prenda” suo figlio, Daniel.
Nella scorsa stagione lo aveva spinto proprio lei, consapevolmente, verso il suo tragico destino.
• La scena della nascita di Aaron, nella realtà parallela, è quasi identica a quella avvenuta sull’isola.
• Quando Jack fa bere l’acqua a Hugo, per passargli l’incarico di custode dell’isola, non ripete le parole in latino dette dalla “donna dell’isola” e da Jacob.
• Ben è il numero 2 e Hurley il numero 1 è solo un altro dei tanti riferimenti della serie a “Il prigioniero.
• Cosa è davvero la realtà parallela? Una sorta di purgatorio tra il mondo dei vivi e quello dei morti? Una sorta di mondo di passaggio verso “la luce”? Le persone giungono qui, dove devono venire a patti con alcune cose della loro vita, prima di “andare avanti”…
• Se questo è vero, perchè allora alcuni di loro mancano? Mr. Eko, ad esempio, merita forse di stare all’inferno perchè ha sacrificato la sua vita e felicità per quella del fratello? Prima di morire disse: “non chiedo perdono, perché non ho peccato, ho fatto solo il necessario per sopravvivere…” .
Purtroppo la spiegazione è molto più semplice e terrena: Adewale Akinnuoye-Agbaje, l’attore che lo interpretava, ha rifiutato l’offerta di tornare perchè pretendeva tre volte più di quanto gli fosse stato offerto.
• Nella scena finale, manca anche Michael. Dal momento che le varie persone che vediamo lì sono morte in differenti momenti, a distanza anche di tanti, tanti anni tra loro, questo significa che è rimasto intrappolato sull’isola senza possibilità di redenzione?
• Non rivediamo nemmeno Walt e non scopriamo perchè fosse “speciale”.
• ABC ha rilasciato un comunicato dove spiegava che le immagini andate in onda sui titoli di coda (vedi foto) sono state aggiunte dal network e “non facevano parte del corpo narrativo dell’episodio ma erano solo un aiuto visuale per lo spettatore a scaricare la tensione prima dei notiziari”.

I numeri:
Nella realtà parallela, Miles afferma che Sayid ha ucciso 4 persone.
Desmond alla serata di beneficenza è seduto al tavolo 23 e g23 è la selezione per scegliere la barretta di cioccolato Apollo (ovviamente…) al rivenditore automatico.
Nel portello sotto l’aereo Ajira possiamo vedere il numero 840 (8 e 4).

Qualche risposta:
• Charlie ritrova Claire.
• “Baciami, James.
Ai tuoi ordini, biondina.
Anche Sawyer e Juliet si ritrovano.
• Sayid ritrova Shannon.
• Ben chiede scusa a John, fuori dalla chiesa.
• E anche Daniel e Charlotte si ritrovano.
• In chiesa, riappare Libby al fianco di Hurley.
• Rivediamo anche Penny con Desmond.
• Jacob aveva parlato dell’isola come di un tappo che serve a tenere chiuso il male ed impedire che si diffonda nella nostra realtà.
Parlava letteralmente ed ora vediamo questo tappo:

Qualche video:

Un finale “alternativo”:
Eccovi ora un finale alternativo realizzato da Damon Lindelof e Carlton Cuse, mostrato durante il “Jimmy Kimmel Live: Aloha to Lost”, andato in onda dopo l’episodio finale.
Siate pronti…


Esprimete il vostro giudizio sull’ultimo episodio, dando un voto da 5 a 1.
• Si può votare solo una volta
• Avete tempo per votare fino a domenica 6 giugno
• I risultati del sondaggio verranno pubblicati la settimana prossima, nell’ultimo speciale appuntamento di questo spazio

– Sondaggio Chiuso –

Ecco i risultati del precedente sondaggio, relativo al sedicesimo episodio:



Fonte trama: Wikipedia
Ringrazio l’utente PumaSub di Youtube per i video sottotitolati in italiano.

Commenti»

1. Jo3y - 25/05/2010

Semplicemente perfetto. E’ una serie che con la storia ha sempre fatto casini pazzeschi. Il suo successo lo deve a dei personaggi estremamente umani che ci sono entrati nel cuore. E chi è arrivato fino alla fine, stringendo i denti ad ogni “Le risposte arriveranno” e “Non sei ancora pronto”, penso sia impossibile che non si sia commosso almeno un minimo. Sono stati paraculi eh, ma bravi, va bene così.

2. alef - 25/05/2010

L’Isola è quindi un purgatorio ma per vivi e chi riuscirà ad attraversare li dentro un certo percorso spirituale può ottenere, quando morirà, la serenità del proprio animo, piegato dalla vita vera, nell’altro mondo ovvero quello del flashsideways. E quindi hanno un significato essenziale i flashback e i flashsideways. Ripensandoci era quello che in parte già avveniva: per esempio Benjamin nell’altro mondo rinunciava al potere stavolta per il bene di Alex e, mentre lo faceva, qui nell’isola rinunciava alla promessa di potere di MIB non uccidendo Ileana ma raccontandogli il suo strazio ed Ileana lo perdonava. Anche Lock trova una sorta di pace nel mestiere d’insegnante per poi incontrare Jack che lo opera.

Jacob ci dice in ”Ab aeterno” che se MIB avesse vinto ci sarebbe stato l’inferno questo vuol dire, forse, che l’altra realtà sarebbe sparita e i personaggi sarebbero stati infelici per sempre.

Poi non so secondo me Kate e gli altri non sono morti ma vivono in entrambe le realtà vivendo poi per sempre nel flashsideways che vediamo con gli occhi di Jack che invece è morto davvero.

Poi vabbè ci sono i casi particolari di Hugo, Ben, Rose e Bernard.

Ecco questo è la mia (sovra) interpretazione di Lost XD

pali - 25/05/2010

io ho capito che nei flashsideways sono tutti morti però ovviamente c’è chi è morto ancora sull’isola e chi è morto molto tempo dopo, dopo essere tornato dall’isola (in pratica quelli che son partiti con l’ajira 316)

3. alef - 25/05/2010

Per Kate e gli altri intendo quelli scappati con l’aereo ovviamente

4. jdi - 25/05/2010

A me fa sorridere che tutti ci stiamo strizzando i cervelli per trovare pseudospiegazioni, nessuna delle quali riesce , in realtà, a spiegare un bel niente, o al limite una piccolissima parte. Secondo me Lost è stato come un libro giallo, bello e intrigante (almeno nelle prime serie) che però non svela il colpevole, oppure in cui il detective sparisce. E sono assolutamente convinto che questo è legato al fatto che gli autori hanno buttato dentro al calderone così tanti ingredienti che non sapendo dove andare a parare hanno chiuso con questo finale in cui tutti possono sbizzarrirsi nelle teorie più strampalate (leggete un pò in giro se non ci credete), ma, come dicevo, nessuna delle quali ci spiega nè il mistero principale (ma cos’era quest’isola) nè gli altri mille correlati. Una bella fregatura non c’è che dire. Spero che in America si becchino un pò di critiche..

IRapeYourMind - 25/05/2010

Le spiegazioni ci sono basta cercarle.
Che gusto c’è se ti dicono tutto nei minimi dettagli, proprio per questo odio un film come Slevin che negli ultimi 20 minuti ti racconta ttua la trama.

AH queste reazioni ci sono sempre per questi finali ne ricordo per THe Sopranos e ne ricordo per Battlestar Galactica.

5. Horus - 25/05/2010

La cosa piu ridicola di Lost è che alla fine non solo non hanno spiegato i misteri che si erano portati dietro dalla prima stagioni (erano troppi e ingestibili) ma anche quelli inseriti in questa stagione!
Sapevano da un bel po’ che quest’anno avrebbero chiuso, e la cosa migliore che son riusciti a tirare fuori è questa? Ma scherziamo?
(evito di commentare il tappo, per lì si è caduti nel ridicolo…)
Lost è finito, e ciò che mi è rimasto è tanta delusione…

6. dDan - 25/05/2010

mi dispiace che in molti non abbiano capito niente di questa serie.
Lost non è un giallo.
Lost racconta una storia, i misteri le domande facevano solo da corredo al tutto.

Che risposte volevate?
Cos è l’isola?
.. è un’isola, una roccia, dalle speciali capacità elettromagnetiche che la rende un posto speciale, su cui arrivò la dharma initiative per cercare di gestire questa forse. That’s all.
E’ tutto così semplice.

Horus - 25/05/2010

si ok ma non si puo fare un telefilm in cui metti a cuocere una marea di roba senza portarla da nessuna parte.
Lost è stato un bel telefilm, ma da metà della 4a stagione ha iniziato a cadere nel ridicolo, ed è anche evidente come molto spesso i creatori stessi non sapessero dove stavano andando.
Non puoi dire “i misteri le domande facevano solo da corredo al tutto.” perchè in realtà per un bel po’ c’era solo questo a lost “mistero, mistero mistero”

7. Raymond - 25/05/2010

certo che è un peccto davvero che a furia di cercare risposte alle domande per ognunoimportanti non si faccia attenzione a quanto viene ESPLICITAMENTE detto. Da Christian Shepard (“l isola è stata reale, tutto lo è stato” “non siete vivi, non QUI non adesso” Hurley a Ben “sei stato un grande numero due” e Ben “devo ancora fare delle cose qui”) alle IMMAGINI esplicite.
é tutto chiaro. tutto spiegato e rivelato. E siccome in America leggo molti articoli che hanno spiegato bene tutto e qui in Italia no, mi dico che forse siamo troppo abituati alle nostre ficiotn italiane didascaliche e abbiamo perso la capacità di guardare a favore del farsela raccontare..
peccato.

Raymond - 25/05/2010

ps per Paolo autore del post: davvero trovi strana l’assenza di Michael?? anche in questo caso, sembra nn si faccia attenzione alle cose dette esplicitamente. Lo dice a Hurley chiaramente che è dispiaciuto di come sn andate le cose. Michael, a differenza degli altri, non ha costruito la sua redenzione, non ha creduto di potersi riscattare nella relazione col prossimo, ma ha continuato a giocare e vivere solo per sè e le sue cose (tutti gli altri stanno lì a dimostrarci “si vive insieme si muore INSIEME”) , vale a dire non è diventato la costante di nessuno. Ecco perchè nn è parte del gruppo che deve ritrovarsi in chiesa , finalmente, per andare avanti oltre la morte. Poi c’è chi, come Ben, ha altre costanti da aspettare e resta fuori (la figlia, per esempio) o chi deve ancora capire come funziona il tutto e capire chi è il suo elemento costante (vedi Ana Lucia). E potremmo continuare all infinito. La spiegazione c è per tutti.
non è speciale Walt? a cosa è servito? a far la differenza tra Michael e gli altri, per esempio, ovvero dar vita ad una linea di racconto, che, messa assieme alle altre, ci spiega oggi cosa ci hanno raccontato.
ripeto: a non volerle vedere le risposte nn ci sono. A volerle vedere. sn lì cos’ chiare da essere accecanti come la luce.

Paolo - 25/05/2010

“davvero trovi strana l’assenza di Michael?”

Assolutamente non la trovo strana, anzi logica perchè già spiegata. Ho semplicemente ribadito quanto detto in precedenza.
Alcune presenze in chiesa possono non aver senso (c’è Penny con Desmond, ma John è solo senza Helen. Mi pare che entrambe non abbiano avuto un gran peso nella vita di Jack. Quindi perchè una sì, l’altra no?) ma invece l’assenza di Michael è totalmente logica, e tu hai spiegato OTTIMAMENTE i motivi.
Trovo invece molto, molto strano che non ci sia stato un accenno a Walt (lo avevano pure promesso) e che si volesse far rivedere Mr. Eko (ma magari gli autori lo volevano mostrare al di fuori della scena finale).

Poi sono assolutamente d’accordo con te su tutto.
Non ci sarà stato detto qualcosa, ma quello che conta è stato rivelato o lasciato intendere.
Senz’altro è stato quadrato il cerchio con le storie/i destini di quasi tutti i personaggi. E non mi sembra cosa da poco con una serie la cui vera forza era questo.
Ben che rimane fuori dalla chiesa, ed in definitiva rimane solo, è da applausi.
Poi siete davvero sicuri che non sia stato detto cosa è l’isola…? ;)

Raymond - 25/05/2010

ecco inftti mi hai tolto le parole di bocca sul “siete sicuri nn sia stato detto cosa è l isola?” !!!!
a me pare fin troppo bene!!
cmq sarà anche questa la grandezza di Lost, probabilmente per sempre.

ps. io penso che Penny nn fosse importante per Jack singolo ma lo fosse per Desmond e, nelle rete di relazioni e tematiche, per tutti. Nel senso che era quell “insieme” che dovevano trovare e quell insieme era dato dalla somma di costanti reciproche probabilmente, che nel complesso costituiva il loro “insieme” appunto. Ma credo sia un’interpretazione soggettiva anche questa..

sasà - 03/06/2010

Penny ha salvato Jack arrivando con la barca… helen nn l’ha mai vista

Julian - 26/05/2010

Affascinante questa teoria delle costanti, molto “Losty” appunto.
Non sono d’accordo su Ben. L’alt-reality non ha legami temporali con la realtà “isola” (quella terrena per intenderci), dunque la figlia di Ben potrebbe benissimo comparire (e soprattutto non è stata Alex a risvegliare i ricordi sopiti). La verità è che Ben, come Locke del resto, è una persona fondamentalmente sola e, a differenza degli altri, ha bisogno di maggior tempo per raggiungere quell’equilibrio di cui necessita per passare oltre.
E’ presente Penny, ma non Helen?
Penny è sempre stata la ragione di vita di Desmond, molto più del rispetto di Charles Widmore (vedi dialogo con Eloise Hawking Widmore nell’alt-reality). Helen ha rappresentato veramente lo stesso per Locke? Certamente è stata una figura di sostegno, importante, ma non più di questo. Ciò che Locke ha inseguito per tutta la vita, si trovava sull’isola. La sensazione di essere speciale, di essere destinato a qualcosa di grandioso… Non dimentichiamo che Locke aveva già Helen, ma viveva in ogni caso in una situazione infelice, è su quel volo perchè vuole fare un “walkabout” per scoprire il proprio io.
Questa di Walt mi sembra un po’ tirata per i capelli. Eh no… mi dispiace, non ci è stato spiegato perchè era speciale. E da solo proprio non ci arrivo.

Raymond - 26/05/2010

quoto Julian su Helen, assolutamente ogni virgola.

quanto a Walt e Aron: premesso che è la mia impressione soggettiva, ma a me pare che in across the sea ci sia stato detto perchè i bambini siano speciali, sono ancora puri e incorrotti e quindi “potenziali perfetti candidati”. Da qui deduco che walt, per esempio, sia stato rapito dagli Altri per questo. Perchè? perchè nn dimentichiamo (come spiegato chiaramente da Ben stesso) Ben a capo degli altri era manovrato dal fumo nero che gli dava a credere di essere Jacob invece voleva pilotarlo per fargli ammazzare tutti i potenziali candidati (come fatto con lo sterminio della Dharma e come cercava inftti di fare coi Losties). I bambini nn andavano forse ammazzati, ma sicuramente messi in condizione di non poter diventare candidati concreti.
é stata poi la scelta di Michael, il suo esiliarsi rispetto al “gruppo”, a dare a Walt una sorte diversa rispetto a quella di Aaron, che invece è diventato parte di questo “insieme” grazie a Claire e a Kate.

sn curioso della teoria sul cane!!!!!

Paolo - 26/05/2010

Sulla storia di Walt rimangono purtroppo buchi evidenti.

Per Helen e Penny sono d’accordo sulla differenza di importanza che hanno avuto nelle vite di John e Desmond, ma mi lascia comunque perplesso la presenza lì della seconda, in quello che dovrebbe essere il “passaggio” di Jack. Se invece fosse quello collettivo di tutti (come è più probabile a mio avviso), bè allora Helen doveva esserci.
In molti sono rimasti perplessi anche della presenza di Shannon accanto a Sayid, invece di Nadia. Ma secondo me questo è corretto.

Altra cosa che non quadra: se Kate è stata cancellata perchè è diventata mamma, allora perchè non i Kwon?

Julian - 26/05/2010

Si, io sono tra quelli perplessi su Shannon… Era più giusto Nadia. Ha chiesto di riabbracciare lei a MIB, no? A meno che non si riferisse a Shannon quando Sayid disse “l’unica cosa che mi importava è morta tra le mie braccia” (in effetti anche Shannon morì tra le sue braccia). Non lo so, mi è sembrato un po’ forzato, si trattava di un rapporto appena cominciato e già finito.
Concordo con Paolo su Kate. Anzi… secondo me aveva più senso lasciare Kate e cancellare Kwon. I Kwon sull’isola si sono riscoperti felici e con Jin Yeon avrebbero potuto vivere finalmente la vita che desideravano. Kate invece era tornata per riportare Claire da Aaron… dunque lo “status” di madre non era destinato a rimanere tale.
Diciamo che l’essere barrati o meno non era così importante come credevamo.

Anche io sono curioso su Vincent. Per me la sua presenza voleva semplicemente rendere più tenera quella scelta e ricordarci che in fin dei conti non è vero che siamo destinati a morire soli…

Paolo - 26/05/2010

Ti spiego perchè penso che sia corretto:

Nadia si è rivelata l’amore impossibile, in entrambe le realtà; semplicemente non era destino che accadesse.
Shannon è stata invece il “rebound”, il ripiego nato in maniera leggera ma poi rivelatosi forte.
Quanti non trovano mai davvero l’anima gemella, la vera felicità, ma conducono semplicemente un’esistenza serena e tranquilla accanto a una persona che si rivela, inaspettatamente, giusta? Shannon era questo per Sayid, un momento (l’unico forse) di serenità e tranquillità, in una vita misera e infelice.
Altra tacca a favore di Cuse e Carlton, a mio avviso.

Lost è, tra le tante cose, un vero trattato di vita.
Non si tratta di filosofeggiare, ma di cogliere tante e tante sfumature, tanti “sottotesti”, che rendono questa serie unica ed irripetibile.

Jo3y - 26/05/2010

@Paolo: “Altra cosa che non quadra: se Kate è stata cancellata perchè è diventata mamma, allora perchè non i Kwon?”

Perchè Kate ha SCELTO di diventare madre (non lo è diventata biologicamente) preferendo quindi la vita “terrena” piuttosto di quella dell’isola. Per i Kwon invece, Sun ha voluto tornare sull’isola per recuperare Jin ragion per cui ha deciso di continuare il suo percorso sull’isola, ovvero fin tanto che Jin fosse rimasto sull’isola, Sun ci sarebbe rimasta legata; probabilmente solo quando entrambi avessero avuto l’opportunità di lasciare l’isola, i loro nomi sarebbero stati cancellati. Almeno io la penso così ;)

Paolo - 26/05/2010

Tutte teorie e opinioni valide Jo3y! :)
Ma probabilmente, alla fine, la spiegazione più semplice è quella data da Jacob stesso: era semplicemente una striscia di gesso su un nome e la cosa non aveva molto significato.

Raymond - 26/05/2010

penso che abbia ragione Paolo su Shannon (ottima analisi!) e concordo soprattutto sulla questione “trattato di vita”..
in più, secondo me, hanno senso personaggi che sono state le costanti dei protagonisti ma anche in relazione agli altri.
Es.: Penny è la costatne di Desmond ma è parte del loro viaggio collettivo (vedi funzione della Penny’s boat etc. più volte penny è stata nei loro discorsi). MOtivo in più per avere Shannon invece di Nadia e per non avere Helen (premesso che, cmq, per shannon vale quanto detto da Paolo e epr Helen quanto detto da Julian.
Quello non era il viaggio di Jack ma il viaggio di tutti e, dunque, devono esserci le costanti e le consapevolezze collettive (motivo aggiunto per cui un Ben nn va con loro, dato che sì, ha molto a che spartire con loro, ma ne ha tanto , ancora di più, con Alex, Rousseau e persino Ethan e gli altri della Dharma che probabilmente dovrà andare a risvegliare come hanno fatto Desmond e Hugo coi nostri).

Julian - 26/05/2010

@Paolo: si in effetti quanto dici è condivisibile.

@Jo3y: anche Kate è tornata per riportare Claire da Aaron…

Jo3y - 26/05/2010

@Julian: sì ma infatti Jacob glielo dice anche “perchè AVEVI scelto di diventare madre e poi è solo una linea di gesso; se lo vuoi, il posto è ancora tuo”. Semplicemente non credo che Jacob andasse ogni volta ad aggiornare la lista, credo si limitasse ad osservare le scelte dei candidati e a farsi una sua agenda in base a quelle, tutto qui.

8. IRapeYourMind - 25/05/2010

Clap, clap, clap, clap.
L’ultima scena è la scena che da anni immagino come quella perfetta per la conclusione, l’occhio di Jack che si chiude con la scritta LOST alle spalle così come il pilot si aprì con la scritta LOST e poi l’apertura dell’occhio; alcuni tocchi di classe come la scarpa.

Che dire di questo finale, pienamente soddisfatto, poche risposte ce le hanno date nel corso di tutta questa sesta stagione, tante lacrime (ammetto che al momento in cui James e Juliet si rincontrano una lacrimuccia mi stava per scendere).

Un paio di dispiaceri sono il non aver spiegato chi siano Walt e Aaron, la nuova generazione?
Forse sarà Walt il nuovo custode e per questo non appare nella scena finale?
Anche se mancano alcuni personaggi come Ana Lucia, Charlotte, Miles, Lapidus,… insomma devo pensarci un attimo.

Anche la figura di Vincent è abbastanza misteriosa, ho un pò di teorie sul cagnone ma preferisco rivedermi alcuni pezzetti prima di parlarne.

Che dire ottimo, perfetto, tutto perfetto, devo trovare il tempo di rivedermi tutto.

Paolo - 25/05/2010

Ma lo hai visto il video con il finale alternativo “alla Soprano”? LOL

IRapeYourMind - 25/05/2010

Non ancora perchè mi tiro già tutta la puntata del “Jimmy kimmel” quindi me la vedrò lì.

IRapeYourMind - 26/05/2010

Visto il finale alla Sopranos, spettacolare.
Ma anche quello in sitle “Survivor” è stato bello XD

9. Mari - 26/05/2010

I bambini sono importanti sull’isola?
E allora perchè i bambini che vengono concepiti sull’isola non riescono a nascere e la gravidanza uccide le loro madri??
Mi sono persa qualche puntata oppure non l’hanno proprio spiegato?

Julian - 26/05/2010

Perchè rappresentano la purezza, l’innocenza, l’ingenuità. Non sono corrotti come ciò che è “across the sea”. Per questo la madre non naturale di Jacob e fratello ha sempre voluto tenerli lontani da coloro che giunsero sull’isola insieme alla madre naturale.
Per quanto riguarda il problema di portare a termine le gravidanze, si trattava di uno degli “effetti collaterali” dell’isola. Ma non è detto che non fosse possibile avere bambini sull’isola. Jacob, MIB, Aaron e Alex sono nati lì…

Mari - 26/05/2010

in un episodio della 5 stagione “LaFleur” Juliet fa nascere Ethan…quindi fino al 1977 i parti avvenivano regolarmente…che sia una conseguenza della “purga”?? Non lo sapremo mai!!

10. Paolo - 26/05/2010

ABC ha chiarito che le immagini andate in onda dopo la scena finale in cui l’occhio di Jack si chiudeva, quelle – per intenderci – con la carcassa dell’aereo sulla spiaggia desolata, sono state aggiunte dal network e non facevano parte del corpo narrativo dell’episodio ma, recita il comunicato, “erano solo un aiuto visuale per lo spettatore a rilassarsi prima dei notiziari”.

IRapeYourMind - 26/05/2010

In effetti delle carcasse di aereo prima di un notiziario ti rilassano.

Paolo - 26/05/2010

Il termine esatto usato è “to decompress” ma, come dici tu, erano comunque inquietanti… ;)

Quindi smentite le teorie che fossero un suggerimento secondo cui tutti erano morti nell’incidente aereo.

IRapeYourMind - 26/05/2010

Tra l’altro nella versione che avevo io non c’erano nemmeno tali rottami.

11. Yuri - 27/05/2010

Lost ha mantenuto negli ultimi due episodi quanto promesso nelle puntate 15 e 16: non ha spiegato nulla;
si può giudicare in due modi l’ultima puntata: può piacere o non piacere e tra questi due estremi c’è tutta una serie di punti d’apprezzamento intermedio; personalmente? è stata una puntata bella e commovente ed è stato l’ormai palese ed atteso tradimento di tutta una serie che abbiamo seguito con grande interesse per anni.
L’avevo pronosticato ed è accaduto proprio perché prevedibile.
Le puntate 17 e 18 sono il classico dito puntato verso la luna, ‘si che tutti la guardano meravigliandosi per quanto sia bella e si dimenticano di cosa stavano parlando, se non fosse che le aspettative erano, nel caso di Lost, molto alte e se c’è chi ha accettato questo “non-fianle” che sarebbe stato stupendo come epilogo in una puntata speciale, altri non si sono soffermati sull’emozione del momento e gli autori non ci hanno fatto, mi includo anch’io nel novero, dimentichi delle promesse elargite nel corso di sei anni: “spiegheremo tutto, tutto ha una spiegazione, ogni mistero troverà soluzione”; Lost si è sempre mosso su due binari, e questo l’ho già detto: quello mistico-filosofico e quello fantascientifico e fintanto che tale alchimia ha mantenuto un suo equilibrio è stato un grandissimo prodotto d’intrattenimento, probabilmente un fenomeno unico nel suo genere così com’è stato unico il tonfo di questo finale, segnato da una stagione che, se pur con qualche buon momento all’attivo, è stata segnata dalla rottura dell’equibrio, di quell’armonia, causa una trama titanica, troppo sovraccarica, che solo uno scrittore del calibro di Alan Moore, o un geniaccio alla Peter David magari avrebbero saputo risolvere in modo credibile.

Non mi potete dire: “La puntata è commovente, è un bel finale! Spiega tutto e dovete accettarlo così perché è un finale simbolico”.
Non tutti abbiamo seguito Lost con le stesse premesse e, i nostri cari autori, sanno benissimo che buona parte dei lostiani si è appassionata “anche” per la questione misteri.
Lasciarli irrisolti è un tradimento nei nostri confronti.
Per carità, mi rendo conto che il termine “tradimento” suona un po’ troppo forte parlando di un telefilm ma cavoli, permettetemi di dirlo: mi hanno comunque deluso alla grande!

Non hanno spiegato nulla, a meno che per spiegazioni non prendiamo per buone quelle date in tutta fretta:
1) La ruota-sposta isola l’ha progettata “l’Avversario” che era nato con il super-potere di “sapere le cose”. Ma dai!!!!! Mi sa tanto di ultime gestioni degli X-Men della Marvel, quelle che mi hanno spinto a non leggere più le avventure dei mutanti della “Casa delle Idee”.
2) Le voci ed i sussurri nel bosco sono gli spiriti dei defunti sull’Isola che hanno delle colpe da espiare. Mammina mia! Che spiegazioni originali!
3) Jacob teneva d’occhio i nostri sopravvissuti con un faro magico, le cui origini ci sono ignote (aveva pure lui il super-potere di costruire tutto quello che gli saltava in mente) dopo averli selezionati con un criterio davvero severo: sono tutte persone che soffrono e si sentono sole (come almeno qualche altro centinaio di milioni di terrestri su questo pianeta) e aspetta che per caso finiscano tutti sullo stesso volo Oceanic 815 che, sempre per puro caso, viene fatto precipitare dall’Isola dal campo elettro magnetico liberatosi perché Desmond s’era rotto le balle di premere il bottone nel bunker ogni 108 minuti. Si, fantastico e razionale.
4) Jacob divenne il guardiano dell’isola bevendosi un bel vinello magico, fatto dalla Strega Amalia (oh, guardatevi lo sketch di “come gli autori di Lost scrivono le trame”, lo trovate su youtube e, fu girato ai tempi della terza stagione se non sbaglio, di una strega si parlava davvero! Oltre ad altri inquietanti riferimenti che un paranoico potrebbe definire al limite della “cospirazione”), e fa divenire Jack come lui facendogli bere un po’ d’acqua presa da una pozza, e Jack fa lo stesso con Hugo facendogli bere acqua da una pozza ancora più fetida. Ma che rivelazione! Cavoli spiega tutto, no?
5)C’è una caverna in cui c’è la luce da cui deriva tutta la vita! Nella caverna c’è un vascone con intorno altre costruzioni di cui non sappiamo niente e ci sono scheltri sulla cui origine non ci viene detto nulla. Nella vascona c’è un tappone di pietra che se tolto provocherà la distruzione dell’Isola stessa!!!! Cielo che segretissimo! Ma come avevamo fatto a non pensarci tutti?
6)Ma se la luce era l’origine della vita sulla terra come ci viene lasciato d’intendere… e se la luce si sprigionava dal contatto con l’acqua con la pietra che tappava il pertugio fiammeggiante (non ridete!) allora… vuol dire che prima della vasca non c’era la vita sulla terra e se è così… chi l’ha costruita?! Misterone!
7)Come piangono la morte di Jin, Sun e Sayd (mi dispiaceva anche a me a dire il vero) e a nessuno frega niente del fratello povero di Burt Raynolds alias Lapidus? (Ve bene! Era “l’ultimo” arrivato e non avevano famigliarizzato gran ché ma cavoli!!! Poverino) E come fa Lapidus a rimettere in funzione un areo precipitato con riparazioni alla A-Team?!
Potrei andare avanti ore e vi prego, voi che avete accettato il finale così com’è, semplicemente perché delicato, commovente e si, denso di significati filosofici sulla vita e la morte, il peccato e la redenzione, l’odio ed il perdono, non puntate il dito contro noi “Altri”, quelli che invece sono giustamente incazzati per non aver avuto mezza risposta degna di questo nome. Perché Lost non era solo “elevate” metafore della vita.
Lost era anche il gusto di speculare, scoprire, essere sorpresi da una trama fantastica ma coerente che poi, coerente s’è rivelata non essere!

Chiedo scusa per lo sfogo.

Yuri…. Lost boy deluso

12. LaLeonessa - 27/05/2010

Capisco che a certe cose, magari per background culturale limitato, non ci si arrivi.
Ma continuare a dire che non ci sono state risposte, quando poi diversi utenti vi fanno notare (con esempi) che non è vero, denota una certa ottusità mentale.
Fate esempi pratici, discutete, invece di frignare come puerpere.

Non avete apprezzato Lost, non avete colto quello che i due autori volevano dirci? Ci può stare, non erano cose per tutti.

Però ora lasciate discutere chi queste cose le ha colte e apprezzate…

13. Sasha - 27/05/2010

Perchè non rispondete voi, che avete capito tutto e non siete ignoranti o ottusi, alle domande che ha posto per esempio Yuri? Noto che da una parte c’è chi, non avendo avuto delle risposte che desiderava, esprime un opinione sul finale per loro deludente, e dall’altra invece c’è chi ha capito e si limita a dare degli ignoranti agli altri che possono avere una loro reazione umana. Non penso ci sia niente di male ad esprimere un proprio giudizio, le persone deluse dal finale non hanno offeso nessuno dicendo che non sono state spiegate delle cose nel telefilm, e anzi le loro domande servono proprio per, come dite voi, discutere su questo fantastico telefilm; quindi voi che avete capito, perchè invece di offendere non aiutate a far capire chi non ha invece capito? Si fa per parlare di una cosa che ci piace, per confrontarsi, c’è chi pone domande e voi che avete le risposte, datele no? Almeno li riportiamo nella retta via…non c’è niente di meglio che far ricredere le persone “lost”…

Per esempio (ho preso a caso) questa domanda:
“Cosa succede al fratello di Jacob? Perde il suo corpo, disincarnandosi e divenendo la creatura/fumo nero a causa dell’esposizione diretta alla luce? O quella creature non è solo il fratello di Jacob ma qualcosa di diverso?”
Invece di dire cose tipo “…denota una certa ottusità mentale…” perchè non gli rispondete direttamente alla domanda? Sarebbe la miglior “offesa” che potreste fargli dimostrandosi che si sbagliano e che le risposte il telefilm le ha date…
Poi ovviamente solo idee eh… ciao e W LOST (miglior telefilm nel suo genere, fantastico, meraviglioso, come lo è stato i segreti di Twin Peaks a suo tempo).

14. jdi - 27/05/2010

Sasha, la leonessa poco sopra dà degli ignoranti a noi che critichiamo lost, ma di sicuro lei è la prima degli ignoranti con quell’atteggiamento da iniziata..e cmque stà tranquillo che una riposta non te la darà di sicuro visto che le risposte alle domande poste sopra da altri non le hanno date (ma magari a lei ha parlato Jakob in persona ehehe)

15. Sasha - 27/05/2010

ahah simpatica la tua battuta jdi :)
premetto che non voglio alzare un polverone, volevo solo far capire che si sta qui per parlare e confrontarci pacificamente sul telefilm, e spronare chi ha capito lost ad aiutare chi ha invece ancora bisogno di risposte :) , quindi spero che queste persone prenderanno lo spirito giusto (e buono) della cosa e che spiegheranno con tutta tranquillità a chi ne ha bisogno :)

Grazie per il lavorone che avete fatto in questa ultima stagione e con tutte queste magnifiche schede, vi ho sempre seguito, siete dei greit!

16. Yuri - 27/05/2010

Salve ragazzi, ho letto ora gli interventi postumi all’utlimo da me scritto, mi riferisco ovviamente a quello di Leonessa da cui mi sento, forse a torto o forse no, visto il suo carattere comunque “generale” e riferito a tutti quanti quelli che, come me, non hanno gradito il finale di Lost.
Ne approfitto anche per dare una risposta al commento di Ad3s che mi ha colpito ma prima voglio ripetere quanto premesso nei miei precedenti post e lanciare una sfida: non ho mai, mai insultato chi ha gradito questo finale di Lost! Sfido chiunque a trovare una sola parola che possa risultare lesiva della dignità di altri appassionati!
Mi dispiace, e dico davvero, aver letto certe che cose che invece ho trovato si offensive nei miei confronti e nei confronti di tutti quelli che non hanno le stesse idee di LaLeonessa.
Divido la risposta in due parti per non dare vita ad un post troppo lungo.

Ad3S scrive: “Poi certe domande che vi ponete non hanno senso. Pretendete risposte logiche e dettagliate di una serie fantascentifica. E’ come chedersi come fa Marry Poppins a volare con un ombrello. Mah…”
Il discorso filerebbe pure ma vedi, Ad3s, nessuno degli autori di Mary Poppins ha mai pensato di accostare alla trama, evidentemente di stampo “fantastico” e “favolistico” teorie di meccanica quantistica, fisica delle onde-elettromagnetiche, relatività, numeri di Fibonacci, cultura egizia e quanto altro e dunque è ovvio che le persone non si aspettino nessuna spiegazione logica al perché la borsa di Mary Poppins contiene tutte quelle cose pur avendo uno spazio così limitato, come facciano degli esseri umani a saltare in un disegno e a ballare con dei cartoni animati, come una tata possa volare con un ombrellino e un po’ di vento.
Mary Poppins da già delle risposte nelle sue premesse: è un film “fantastico” per l’appunto e non serve dire altro; in Lost invece, gli autori, hanno fatto quanto ho detto prima, ad un’iniziale trama di sapore “sovrannaturale” e “paranormale” è stata, volontariamente, sovrapposta una trama di tipo fanta-scientifico e dunque, se mi permetti, ha senso e come porsi delle domande, oltre ad essere un diritto di chiunque abbia voglia di porsele, stupide od intelligenti che siano.
Lost è stato un grandissimo prodotto d’intrattenitmento che ha giocato tanto sulla caratterizzazione dei personaggi, protagonisti e non e sulle loro storie personali, le interazioni con gli altri e nessuno lo mette in dubbio così come nessuno mette in dubbio che alcuni dei quesiti “morali” e “filosofici” sollevati nel corso di sei stagioni siano “importanti” e capaci di toccare le corde più sensibili dell’animo umano ma gli autori, signori, ci avevano detto “chiaramente” e non insinuato, che esisteva una spiegazione che armonizzasse a tutti gli aspetti elencati, anche i misteri di cui hanno infarcito la storia dell’Isola. Misteri tirati fuori con uno scopo preciso: accodare al carrozzone mediatico di un prodotto di per sé ottimo ed interessante quante più persone possibile; quindi, continuo a sentirmi un po’ preso in giro, visto che sono stata una di quelle persone che ha seguito Lost con aspettative diverse dalle tue.
Diverse e non “migliori” o più “elevate”. Diverse, punto.

Continua

17. Yuri - 27/05/2010

Continua dal post precedente.

LaLeonessa apre il suo intervento con un illuminante: “Capisco che a certe cose, magari per background culturale limitato, non ci si arrivi”
Spingendomi a porre una domanda: se certe cose non sono per “tutti” ma solo per pochi “intelletti superiori” perché gli autori ed i produttori di Lost non hanno inviato il loro prodotto sotto forma di DVD, o altri formati, ad un pubblico “selezionato”, magari secondo i criteri di LaLeonessa, anziché permettere a noi tutti “comuni mortali” di poterlo guardare e porci delle “inutili” e “stupide” domande?
La signora, o signorina, dimostra di essere una vera Lost fan, non solo ha una comprensione “assoluta” ed “infallibile” di Lost ma ha persino la capacità di seminare nuovi misteri: come diavolo fa a giudicare da un intervento su di un forum il background culturale di una persona? E sopratutto, come fa a permettersi di dare un giudizio del genere senza aver dato una prova, magari anche misera, di possederne uno “illimitato” o cumunque “ricco” come vorrebbe lasciarci intendere?

LaLeonessa scrive:”Ma continuare a dire che non ci sono state risposte, quando poi diversi utenti vi fanno notare (con esempi) che non è vero, denota una certa ottusità mentale.”
Inviterei questa persona che pensa evidentemente di essere intelligente ed acculturata di porre più attenzione alle cose che legge, visto che ad esempio, io non avevo negato che non vi fossero state “delle” spiegazioni ma che:
A) Effettivamente alcuni quesiti rimangono senza risposta.
B) Le risposte date non mi hanno soddisfatto, non hanno soddisfatto, magari per motivi diversi, altre persone e il fatto che altri invece abbiano trovato tali risposte soddisfacenti non implica né che siano dei “poveri” di spirito, né dei “mentecatti”, né tanto meno degli “ignoranti” ma solo che le loro aspettative su Lost erano diverse da quelle di altri. Ripeto, diverse, non migliori, non peggiori.

LaLeonessa:”Fate esempi pratici, discutete, invece di frignare come puerpere.”
Dimentica, signora, che ho elencato ben 7 punti, in cui tra l’altro mi sono trattenuto, e che avrei potuto elencarne molti di più e che, come qualcuno che invece il mio intervento l’ha letto, lei non ha dato “nessuna” risposta a tali quesiti. Nessuno. Strano per qualcuno che ha capito “tutto”, “ogni cosa” e che possiede un intelletto tanto potente e magnifico come il suo ma la cosa veramente divertente è quel “puerpere”. Usare un aggettivo tanto forbito ed elegante è la prova della sua “superiorità” morale ed intellettuale.

LaLeonessa:”Non avete apprezzato Lost, non avete colto quello che i due autori volevano dirci? Ci può stare, non erano cose per tutti.”
Grazie per questa improvvisa comprensione nei confronti della nostra ” mente limitata” con quel “ci può anche stare”, ma quel “non erano cose su tutti” fa montare ancora di più la “rabbia” nei confronti dei due autori: come vi siete permessi di farci vedere Lost? Dovevate farlo vedere solo a LaLeonessa e al suo selezionato gruppo di amici! Vergogna! :)

LaLeonessa:”Però ora lasciate discutere chi queste cose le ha colte e apprezzate” ovvero voi altri poveri bimbi smettete di esprimere la vostra opinione, come le regole della democrazia, a patto di non lanciare insulti gratuiti a nessuno, forbiti o meno che siano, permetterebbero di fare.

LaLeonessa:” e non rompete le scatole.”
Chiedo umilmente perdono a nome mio e di tutti quanti quelli che vi hanno offeso, mia sublime signora….

LaLeonessa:”Perdonate lo sfogo, ma l’ignoranza secondo me non si scusa mai….”
Su questo ultimo punto, e sono serio, condivido pienamente: infatti la tua ignoranza è davvero imperdonabile almeno quanto la tua arroganza e spero che i moderatori del sito in futuro prenderanno provvedimenti perché è veramente grave offendere delle persone e ancor di più tenendo conto che si sta parlando di un “telefilm”, di un argomento che dovrebbe essere “leggero”.

Grazie a Sasha e Paolo che pur magari avendo idee diverse dalle mie e da quelle di altri utenti, hanno dimostrato maturità e vera, “non presunta”, intelligenza:
ci si può accalorare, ci si può appassionare ma non ci si deve mai prendere la libertà di insultare il prossimo, solo perché non la pensa come noi.

Un Lostiano deluso ma pronto a discutere serenemanete e con rispetto delle sue opinioni.

18. Yuri - 27/05/2010

Ciao Sasha, volevo dissentire su un punto del tuo intervento: secondo me Lost è stato un fenomeno superiore, per ampiezza, rispetto Twin Peaks che pure a suo tempo è stato un “precursore”. :)
Certo, immagina se alla fine di Lost si fosse scoperto che il fumo riusciva a scappare dall’isola, tornare indietro nel tempo, e divenire il “Bob” di T.P.!
Questo si che sarebbe stato un super-finale :DDDDDD

p.s.: mi ero dimenticato di ringraziare jdi per il sostegno morale di prima :D

19. Sasha - 27/05/2010

ahahah Yuri sei un grande, nell’altro post al tuo grazie ti avevo risposto “You’re welcome ;) ” ma non c’è più; concordo con te comunque, Lost è nettamente superiore, in tutto e per tutto (infatti avevo scritto “miglior telefilm…”), su Twin Peaks intendevo dire che a suo tempo (e per gli anni in cui uscì) è stato fantastico, ma Lost…è Lost <3

20. Yuri - 27/05/2010

Eh si, per Lost c’è stata una mobilitazione mediatica e da parte dei fan che effettivamente per Twin Peaks, che tra l’altro alla fine fu “ucciso” dal crollo degli ascolti non c’è stata, complici sia internet, non così diffuso come oggi, sia la natura stessa dello show anche se in T.P. c’era un parallelismo che ripensandoci oggi mi colpisce molto: convivevano nella stessa trama la “Loggia Rossa” e un “Progetto di Ricerca sulle Intelligenze Extraterrestri”; scienza vs fede o scienza & fede se preferite. Peccato, ora mi vien un po’ l’amore in bocca pensando che comunque ai “segreti” di T.P. non troveremo mai delle risposte, soddisfacenti o meno che siano (sempre secondo i propri parametri). Mah, un grande? Direi uno che oggi ha molto tempo da perdere! Sono al lavoro, non c’è molto da fare e dovrei approfittarne per ripassare per un esame ma ci credi che non ne ho proprio voglia?
Ah, aspetta:
http://televisione.tuttogratis.it/news/lost-la-spiegazione-dellepisodio-finale-the-end/P38287/

link postatomi su f.b. da una mia amica lostiana; gli ho dato una letta, continuo a non essere soddisfatto ma è comunque interessante. Dimmi, anzi, ditemi che cosa ne pensate.

P.S.: Sto aprendo un gruppo dedicato al post Lost su f.b. Potrebbe interessarvi?

21. Yuri - 27/05/2010

Eh si, per Lost c’è stata una mobilitazione mediatica e da parte dei fan che effettivamente per Twin Peaks,… scusate, ma mi sono mangiato un pezzo e la frase risulta essere poco sensata! Volevo aggiungere, non c’è stata :D

22. Sasha - 27/05/2010

Grazie per il link, l’ho letto attentamente proprio ieri…è molto ben fatto, direi perfetto, ma credo che le domande che poni tu non siano tanto legate agli eventi (e quindi spiegazioni) dell’ultima puntata, ovvero del cuore/nucleo del telefilm, credo che tu giustimente ti poni delle domande nate nel corso del telefilm e a cui nessuno ti ha risposto (come quelle che hai citato per esempio e volendo ce ne sono anche altre…).
Ripeto, condivido molte delle cose che scrivi, quasi la pensassimo all’unisono…compreso per il ripasso per l’esame ahahah, buon lavoro a proposito

23. Yuri - 27/05/2010

:) Infatti non ho mai messo in dubbio la validità dell’episodio o doppio episodio, o doppio maglio perforante, che dir si voglia :) A parte la famosa questione della vasca ed un’altra questione riguardante Jack.
Mi dispiace che siano state lasciate sospese alcune questioni che non reputo marginali ma, quel reputo, significa trattarsi di una mia esigenza.
Dell’articolo ho condiviso quell’affermazione per cui Lost è sempre stato un Fede vs Scienza e che alla fine è stata scelta la Fede come spiegazione ed è proprio questo che mi è dispiaciuto: gli autori, e questo lo hanno detto svariate volte, avevano parlato di una soluzione che armonizzasse i due elementi facendoli appunto divenire “fede & scienza”.

Grazie e a te buon ripasso! Comunque, a chi possa interessare,
spider_man2332@hotmail.com
è il mio msn e la mia mail. Contattatemi, chiunque abbia voglia di parlare di Lost, di serial in generale, anime, gdr, cartoon, fumetti o altro :)
Ne avrei gran piacere! Un ciao a tutti!

24. Alberto - 01/06/2010

Finale epico, glorioso e (forse) un po’ ruffiano, ma assolutamente indimenticabile.

L’ho appena rivisto per la terza volta e non ho parole per il lavoro fatto dagli autori.

Un’unica precisazione: Damon Lindelof e Carlton Cuse avevano chiarito diverse volte, nei mesi scorsi, che non avrebbero risposto a tutte le domande.

Addio Lost, ci mancherai tanto, tanto…

25. Paul - 01/06/2010

Io ho visto il finale solo ieri e devo dire che mi sono commosso parecchio. A me il finale è piaciuto, ancche se ammetto che qualche dubbio lo ha lasciato anche a me, infatti ho letto tutti i post qui pubblicati x trovare delle risposte che magari non avevo colto durante i 2 episodi.
E comunque complimenti a Paolo x avere creato questo post!
Chissà se ci sarà un’altra serie così.

Paolo - 01/06/2010

Grazie Paul.
La prossima settimana pubblicherò un ultimo appuntamento dove cercherò (anche con il vostro aiuto!) di fare il punto su tutte le domande, i misteri e le eventuali risposte date/non date.

Io comunque non criminalizzerei troppo la serie. Non è nè la prima, nè l’ultima che lascia volutamente alcune cose in sospeso.
Tra gli illustri precedenti, ne cito solo una: X-Files. E non mi verrebbe certo in mente di svalutarla solo per questo. All’epoca ci rimasi male per il finale, col senno di poi mi dico che era l’unico plausibile e sicuramente il più adeguato.

Di contro, faccio un altro esempio, Alias ha dato tutte le risposte, ma i risultati sono stati modesti e francamente deludenti.

Poi come detto da altri, gli autori avevano già dichiarato preventivamente che non avrebbero risposto a tutto (a.k.a. si sono parati il c**o) e, per la piega sci-fi, la serie l’aveva già pesantemente presa dalla terza stagione.

Mancano alcune (non tante) risposte? Ovviamente sì!
Sono deluso dal finale? Assolutamente no!

26. iLollo - 01/06/2010

sono d’accordissimo con Yuri su tutto! LOST è una serie che ho amato e amo moltissimo, e le ultime scene sono state semplicemente perfette, facendo dimenticare le inutili lungaggini di questa ultima stagione come le vicende nel tempio con Sayid morto-resuscitato eccetera!

le spiegazioni, il discorso è lunghissimo e si potrebbe parlarne x giorni, ma il punto è questo: più che dare delle risposte, si sono cancellati i misteri: cosa è l’Isola? l’Isola è quello che avete visto, ah bon, grazie, è logico, non ci avevo pensato… cosa è il mostro di fumo? è il fratello di Jacob trasformato così da una luce sprigionata in una caverna misteriosa stile Indiana Jones con un tappo di pietra… ok, tutto quadra, ma se nelle stagioni precedenti mi parli di esperimenti scientifici, elettromagnetismo viaggi nel tempo eccetera, io rimango un po’ deluso quando scopro che la verità è questa! se vedo un tipo che vola e io gli chiedo come fa, non mi può mica rispondere “semplice: sono un mago”

è sì bellissima questa cosa che i flash-sideways sono una specie di purgatorio dove x passare avanti c’è bisogno del contatto con la propria anima gemella, ma appunto sarebbe stata perfetta se non fossero stati introdotti nella serie alcuni elementi che hanno portato gli spettatori a credere che a tutto ci sia una spiegazione razionale! poi ci può anche stare Hurley in stile Ghost Whisperer, ma personalmente speravo che ci fossero altri tipi di spiegazioni!

detto questo, ripeto che il finale è stato indescrivibilmente irraggiungibile, e uno come me che ha visto e rivisto il pilot una ventina di volte, non poteva sperare in qualcosa di più perfetto!

IRapeYourMind - 01/06/2010

Come al solito non hai capito un cazzo.

La Dharma è stata spiegata nella scorsa stagione, gli esperimenti erano fatti dalla Dharma nè più nè meno.

iLollo - 01/06/2010

ma certo! non stavo infatti parlando della spiegazione della Dharma che ho capito benissimo, ma della direzione in cui è andata la serie: in questo fondere insieme roba scientifica e templi con su scritte antiche, avrei preferito non vedere una fontana rotonda tappata da una pietra come centro di tutto

Paolo - 01/06/2010

ilollo era una metafora…
Il tappo che contiene i mali del mondo, il vaso di Pandora e cose del genere.
È semplicemente un richiamo (l’ennesimo) a tante e tante leggende vecchie quanto l’uomo. ;)

iLollo - 01/06/2010

sìsì, a questo ci ero arrivato! è solo che mi sarebbe semplicemente piaciuto qualcosa di diverso, non dico che sia brutto, alla fine sono gusti…

Paolo - 01/06/2010

Ma infatti non voglio convincerti.
Capisco perfettamente chi è rimasto deluso, ho mio padre a casa che grida da ieri…

Era solo per discutere. ;)

27. Paul - 01/06/2010

Ho approfondito la lettura delle varie “spiegazioni” con il link citato da Yuri, ed un’altro presente in quei commenti, e devo dire che la spiegazione, comprese le varie risposte ci sono quasi tutte.

28. massi985 - 01/06/2010

Ragazzi le risposte quelle che contano ci sono eccome, non la meniamo adesso.
Posso essere daccordo che molti sono rimasti delusi, ma è bene dire che questa delusione iene più che altro dal fatto che molti si aspettavano risposte diverse, non certo perchè non siano state date risposte. L’isola lo hanno spiegato per bene cosa è ma non certo all’ultima puntata, sono anni che si sa cosa è. E’ un posto nel mondo dalle potenzialità energetiche enon potentissime, una sorta di luogo che non subisce i limiti dello spazio tempo. Un luogo che racchiude in se il segreto dell’equilibrio tra bene e male sulla terra, un luogo in cui vengono espiati i propri peccati. Un luogo che eiste da sempre dagli albori della vita, la statua di cui adesso è rimasto in piedi solo l’enorme piede, le iscrizioni che richiamano a ciiltà antichissime, i templi etc, non dicono altro che, l’uomo popola l’isola da millenni. Adesso oglio dire è chiaro, cosa vi aspettavate che vi dicessero? che l’isola sia cosa? L’isola è questo e si era capito da qualche anno ormai. Non capisco sinceramente chi si aspettava che nel finale dicessero cos’è l’isola. Si capisce benissimo voglio dire, Lost è molto altro oltre all’isola, Lost è un capolavoro perchè intreccia le sfumature, le gioie, i dolori, le positività e le negatività della natura umana. Chi ha guardato il finale ed è rimasto deluso perchè non hanno detto esplicitamente cosa fose l’isola, non ha capito nulla di Lost, ma non ha capito nulla durante tutti questi 6 anni, mi spiace.

Yuri - 02/06/2010

Quindi alla fine, se le “risposte” compresse che hanno date non piacciono, non ho “capito” nulla di Lost nel corso di 6 anni?
Bene. Ottima spiegazione per la mia delusione :D

29. IRapeYourMind - 01/06/2010

Ma soprattutto Lost è la storia die candidati del volo 815, niente di più e niente di meno.

30. FraRaven - 01/06/2010

semplicemente perfetto…lost rimarrà nella storia per sempre, e nn importa se ha deluso e se molti dicono che nn ha dato risposte…..
l’unica risposta è una sola: loro sn tt morti insieme e nn soli nello schianto aereo..nn erano pronti per andare oltre e sn rimasti bloccati in ub limbo purgatorio cm volete finchè nn si sn riuniti tutti perchè tt s connessi in qlc modo fra di loro
EPICO NN S DIMENTICHERà FCILMENTE e poi ho pianto tt il tempo..m mancherai LOST……

31. Giann1 - 01/06/2010

Noooooooooo ma come hanno potuto far morire il grande Jack, spece dopo la dichiarazione di Kate e il bacio tra i due (scena più bella dell’intera serie). Ovviamente l’happy ending sarebbe stato banale e questo non è da Lost. Per il resto ottimo finale, finalmente quasi tutti lasciano l’isola, ottimo Hurley come nuovo Jacob. Una cosa non mi è tanto chiara, nella realtà parallela perchè tutti ricordano l’altra vita? Forse per farli capire che era quello il loro destino?

Un’ultima cosa, se non vado errato non hanno risolto il mistero dei numeri e perchè le donne incente sull’isola muoiono, vero?!

IRapeYourMind - 01/06/2010

I numeri sì.
Sulle donne incinta non è chiarissimo ci sono varie interpretazioni.

NOn è una realtà parallela, è un limbo, si ritrovano tutti dopo la morte ma essendo morti tutti in momenti diversi solo con il contatto con la persona amata possono ricordare la loro vita.

Paolo - 01/06/2010

Infatti, sull’isola era difficile partorire ma non impossibile.
La vera mamma di Jacob e Smokey, la Rousseau e Claire hanno tutte partorito sull’isola.
E non hanno fatto nessuna delle tre una bella fine, ora che ci penso…

Giann1 - 01/06/2010

Un utente di un forum ha risposto alla mia domanda dicendo che le donne muoiono a causa delle radiazioni dell’inicidente del 1977. E questo può anche starci.

Ah quindi non era una realtà parallela quella, ora ho capito… grazie mille.

collette - 01/06/2010

“Un utente di un forum ha risposto alla mia domanda dicendo che le donne muoiono a causa delle radiazioni dell’inicidente del 1977. E questo può anche starci.”

e le radiazioni colpiscono solo le donne incinte e non gli altri? mi sembra un po’ tirata come spiegazione…

secondo me la bomba è esplosa ma ha causato solo lo sbalzo dei naufraghi di nuovo al presente, senza far danni effettivi sull’isola.
se fosse esplosa nel “senso classico” non sarebbe esistita la botola.

32. enry - 02/06/2010

Quante parole… io sinceramente posso solo dire GRAZIE per tutte le emozioni che questa serie ha saputo regalarmi… finale stupendo, commovente e perfetto… mi ha lasciato un senso di pace addosso… magari mancano delle risposte, ok, ma sinceramente a me non “servono”. Va bene così e ora si può mettere un bel punto a questo capolavoro.

33. Giangi - 06/06/2010

Non servono molte parole.

Sei anni meravigliosi e passati emozionatamente.
Grazie Lost.


Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: