jump to navigation

F1, G.P. d’Europa – L’ingresso della safety car e la lentezza dei commissari di gara condizionano tutto: Vettel vince, davanti a Hamilton; Ferrari nelle retrovie 27/06/2010

Posted by Antonio Genna in Formula 1, Sport.
trackback

Formula 1A Valencia, un G.P. d’Europa che ha visto il ritorno alla vittoria di Sebastian Vettel, partito in pole position: dietro di lui si è però scatenato il finimondo, dopo un’ottima partenza in cui Lewis Hamilton ha superato Mark Webber e si è lanciato all’attacco di Vettel, e dietro di lui le due Ferrari di Fernando Alonso e Felipe Massa lanciate verso il podio.
Quando al 9° giro Webber ha tamponato Heikki Kovalainen, e la sua Red Bull è spiccata in volo per poi schiantarsi sulle barriere, non causando alcun danno fisico al pilota, è entrata in pista la safety car: per cominciare, la vettura si è posizionata subito dietro il leader della gara Vettel, che è potuto andare ai box per effettuare l’unico cambio gomme previsto per la gara; Lewis Hamilton non ci ha riflettuto troppo e ha superato la safety car, riuscendo dunque ad andare subito ai box anche lui, mentre le due Ferrari, che si sono correttamente allineate dietro la safety car, hanno dovuto fare un giro lento prima di andare ai box come gli altri, ritrovandosi nelle retrovie (Alonso al decimo posto, Massa al diciottesimo). Hamilton è stato sì penalizzato per la sua manovra scorretta, ma “soltanto” quindici giri dopo, quando – grazie al terzo posto del giapponese Kobayashi, molto più lento – era già riuscito ad accumulare un vantaggio record sugli altri, per cui è riuscito a mantenere la seconda posizione anche dopo una penalità di drive-through, ovvero di passaggio a velocità ridotta nella corsia dei box. La stessa penalità, se comminata in breve tempo dall’infrazione, avrebbe causato conseguenze disastrose per la gara di Hamilton in una pista in cui è praticamente impossibile sorpassare.
Alla fine, al quarto posto è giunta la Williams di Rubens Barrichello, quinta la Renault di Robert Kubica, sesta la Toro Rosso di Sebastien Buemi, settima la Sauber di Kobayashi, ottava la Force India di Adrian Sutil; soltanto nono Alonso, e quattordicesimo Massa. Peggio ancora, anche a causa di un problema di surriscaldamento dei freni, la Mercedes di Michael Schumacher. Tredicesimo l’italiano Vitantonio Liuzzi su Force India, ventunesimo (e doppiato) l’altro italiano Jarno Trulli con la Lotus.
Ma non è finita qui: ben nove piloti, cinque dei quali hanno preceduto Alonso sul traguardo, sono sotto inchiesta dei commissari di gara per quanto avvenuto in regime di safety-car dopo il terribile incidente di Mark Webber: con eventuali penalità la classifica potrebbe ancora cambiare…
AGGIORNAMENTO DOPO LA FINE DELLA GARA: i nove piloti sotto inchiesta hanno ricevuto ciascuno una penalizzazione di cinque secondi. Invariato il podio; ancora quarto Barrichello, quinto Kubica, sale in sesta posizione Sutil, settimo Kobayashi, ottavo Alonso, nono Buemi, decimo Rosberg, undicesimo posto (e ancora senza punti) per Massa.
A seguire, un riepilogo delle classifiche mondiali aggiornate.

Il mondiale piloti:

  1. Lewis Hamilton (McLaren-Mercedes) 127 punti
  2. Jenson Button (McLaren-Mercedes) 121
  3. Sebastian Vettel (Red Bull-Renault) 115
  4. Mark Webber (Red Bull-Renault) 103
  5. Fernando Alonso (Ferrari) 96 98
  6. Robert Kubica (Renault) 83
  7. Nico Rosberg (Mercedes GP) 74 75
  8. Felipe Massa (Ferrari) 67
  9. Michael Schumacher (Mercedes GP) 34
  10. Adrian Sutil (Force India-Mercedes) 31
  11. Rubens Barrichello (Williams-Cosworth) 19
  12. Vitantonio Liuzzi (Force India-Mercedes) 12
  13. Sebastien Buemi (Toro Rosso-Ferrari) 9 7
  14. Kamui Kobayashi (BMW Sauber-Ferrari) 7
  15. Vitaly Petrov (Renault) 6
  16. Jaime Alguersuari (Toro Rosso-Ferrari) 3
  17. Nico Hulkenberg (Williams-Cosworth) 1
  18. Pedro de la Rosa (BMW Sauber-Ferrari) 1 0

Il mondiale costruttori:

  1. McLaren-Mercedes 248 punti
  2. Red Bull-Renault 218
  3. Ferrari 163 165
  4. Mercedes GP 108 109
  5. Renault 89
  6. Force India-Mercedes 43
  7. Williams-Cosworth 20
  8. Toro Rosso-Ferrari 12 10
  9. BMW Sauber-Ferrari 8 7
  10. Lotus-Cosworth 0
  11. HRT-Cosworth 0
  12. Virgin-Cosworth 0

Prossimo appuntamento domenica 11 luglio a Silverstone per il G.P. di Gran Bretagna (diretta su Rai 1).

Commenti»

1. F1, G.P. d’Europa – L’ingresso della safety car e la lentezza dei commissari di gara condizionano tutto: Vettel vince, davanti a Hamilton; Ferrari nelle retrovie | Qui Gioca - 27/06/2010

[…] A Valencia, un G.P. d’Europa che ha visto il ritorno alla vittoria di Sebastian Vettel, partito in pole position: dietro di lui si è però scatenato il finimondo, dopo un’ottima partenza in cui Lewis Hamilton ha superato Mark Webber e si è lanciato all’attacco di Vettel, e dietro di lui le due Ferrari di Fernando Alonso e Felipe Massa lanciate verso il podio. Quando al 9° giro Webber ha tamponato Heikki Kovalainen, e la sua Red…Leggi l'articolo completo […]

2. marco - 27/06/2010

scandaloso comportamento dei giudici e di hamilton. alla faccia della sportività.


Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: