jump to navigation

Libri – “Link. Idee per la televisione” #9 “Vedere la luce – Dio e la televisione” 29/06/2010

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Comunicati, Link.
trackback

\"Link. Idee per la televisione\"E’ in vendita da qualche giorno nelle librerie specializzate il numero 9 di “Link. Idee per la televisione”, la collana di libri editi da RTI/Mediaset (228 pagine, prezzo di copertina 15 €) caratterizzati da una originalissima veste grafica e che raccontano i meccanismi dell’industria televisiva al di là dei luoghi comuni.
Questo volume è intitolato “Vedere la luce – Dio e la televisione”, e nella sua sezione principale di oltre 60 pagine tenta di affrontare il complesso rapporto che lega i mezzi di comunicazione ed il divino, tra i palinsesti televisivi e le religioni organizzate, con alcuni contributi eccellenti che spaziano da mons. Gianfranco Ravasi ad Aldo Grasso, da Carlo Freccero a Matteo Bordone.
Tanto materiale anche nelle altre sezioni di questo numero, che offrono vari sguardi sulla televisione di oggi: si parla tra l’altro di diritti delle serie televisive, ascolti dei canali digitali, dating online, pirateria e del mercato brasiliano; c’è anche spazio per un’intervista al creatore di Bored to Death Jonathan Ames, un decalogo di Tata Lucia (“S.O.S. Tata”) perchè i bambini facciano i bravi con la TV, le regole di Henry Jenkins per il transmedia storytelling, ed un portfolio di immagini dei Gormiti.
Tra gli altri curatori degli articoli pubblicati su questo numero segnalo Ugo Volli, Peppino Ortoleva, Stefano Pistolini, Federico Sarica, Henry Jenkins, Antonio Dini, Michele Boroni, Stefano Ciavatta, Francesco Spampinato, Violetta Bellocchio e Matteo Bittanti. Le illustrazioni di questo numero sono state curate da Martina Merlini, Emanuele Sferruzza Moszkowicz, Daniele Villa e Sebastiano “Tone” Carghini, tutti giovani artisti italiani.
A seguire, la copertina ed un comunicato stampa che presenta più in dettaglio i contenuti del volume.

La Parola del Signore in tv e la sacralità seriale di Lost. Il dialogo tra religione e piccolo schermo e i rituali del Grande Fratello. I tele-predicatori americani e e la rappresentazione del bene e del male in True Blood. Padre Pio sull’i-Phone e i culti cinetelevisivi come klingon e jedi…

Sono questi alcuni degli argomenti al centro del nuovo numero di Link – idee per la televisione. Vedere la luce. Dio e la televisione racconta infatti la Fede nei palinsesti televisivi. Tra le firme che hanno contribuito al cuore della rivista, monsignor Gianfranco Ravasi, Aldo Grasso, Ugo Volli, Carlo Freccero, Peppino Ortoleva e Matteo Bordone.

Ma questa nona uscita di Link – idee per la televisione dedica spazio a tanto altro: Jonathan Ames, creatore della serie televisiva Bored to Death; il decalogo di Tata Lucia per un uso consapevole del telecomando da parte di genitori e figli; la televisione tridimensionale; pirati e diritti televisivi; nuove frontiere del marketing; social tv; Gormiti… Con un contributo d’eccezione di Henry Jenkins, uno dei pochi “media guru” capaci di leggere la complessità dell’industria culturale odierna.

Annunci

Commenti»

No comments yet — be the first.

Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: