jump to navigation

TV USA Gazette #239 – I vincitori dei Primetime Creative Arts Emmy Awards 2010 – Josh Holloway nel remake di The Rockford Files? – Rinnovate Covert Affairs e Eureka – Due nuovi progetti HBO – Aggiornamenti casting – DVD covers: Grey’s Anatomy – Video: Running Wilde 23/08/2010

Posted by 2345 in Cinema e TV, DVD, Serie cult, TV USA, TV USA Gazette, Video e trailer.
trackback

Questo spazio raccoglie le principali notizie dell’ultima settimana relative alla programmazione TV dei network statunitensi più importanti. Se cercate il calendario quotidiano degli episodi inediti dei telefilm in onda negli Stati Uniti nel corso della settimana ed una panoramica dei dati di ascolto delle serie più viste al momento, visitate l’angolo TV USA Giorno per giorno mentre per rumours e anticipazioni visitate lo spazio TV USA Spoilers.

  • Primetime Creative Arts Emmy Awards 2010, i vincitori
    In attesa della 62esima edizione dei Primetime Emmy Awards, che premierà i programmi in onda nella fascia di prima serata (dalle 20.00 in poi) dei network e canali cavo statunitensi, e che saranno assegnati domenica prossima 29 agosto (cliccate sul logo a destra per le nomination), sabato scorso 21 agosto al Nokia Theater di Los Angeles si è svolta la cerimonia dei Primetime Creative Arts Emmy Awards con la consegna degli Emmy 2010 per le principali categorie tecniche.
    Neil Patrick Harris ha vinto, in un colpo solo, i primi due Emmy della sua carriera: uno come miglior attore ospite in una serie commedia, per Glee, e l’altro nella categoria miglior programma speciale, per aver condotto la 63esima edizione dei Tony Awards. Ricordo che domenica prossima potrebbe fare la tripletta, dal momento che è nominato anche come miglior attore non protagonista in una serie commedia per How I Met Your Mother.
    Betty White e John Lithgow hanno vinto entrambi il loro quinto Emmy: la White come miglior attrice ospite in una serie commedia, per aver condotto una puntata del “Saturday Night Live“, e Lithgow come miglior attore ospite in una serie drammatica, per Dexter. Memorabile la gaffe dell’attore che ha ringraziato il canale cavo HBO invece del canale cavo che manda Dexter, ovvero Showtime.
    Tra gli altri vincitori cito Ann-Margret, come miglior attrice ospite in una serie drammatica per Law & Order: Unità specialeAnne Hathaway, per la sua performance ne “I Simpson“, e infine ben 7 Emmy nelle categorie tecniche per la miniserie evento “The Pacific“.
    HBO guida la classifica dei network, con 17 premi, ABC ne ha ricevuti 15, a seguire FOX con 9, CBS con 7, NBC con 7, PBS con 7, Showtime con 5, Cartoon Network con 4, AMC con 2, Discovery Channel con 2, e infine A&E, Comedy Central, Disney Channel, History, Nickelodeon, USA Network tutti con uno.

    Ed eccovi una lista parziale dei vincitori che include le categorie principali, inerenti serie televisive o dove hanno vinto programmi andati in onda anche da noi in Italia, durante l’anno:
    (data la natura tecnica delle categorie, per accuratezza, ne ho lasciate alcune in originale)

    Miglior attore ospite in una serie drammatica: John Lithgow, Dexter

    Miglior attrice ospite in una serie drammatica: Ann-Margret, Law & Order: Unità speciale

    Miglior attore ospite in una serie commedia: Neil Patrick Harris, Glee

    Miglior attrice ospite in una serie commedia: Betty White, “Saturday Night Live”

    Best Casting of a Drama Series: Mad Men

    Best Casting of a Movie/Mini: “The Pacific”

    Best Casting of a Comedy Series: Modern Family

    Best Prosthetic Makeup for Series, Movie or Mini: “The Pacific”

    Best Makeup for Movie or Mini (Non-Prosthetic): “The Pacific”

    Best Makeup for a Single-Camera Series, Movie, Mini or Special (Non-Prosthetic): “Grey’s Anatomy” per l’episodio “Suicide Is Painless”

    Best Makeup/ Multi-Camera (Non-Prosthetic): “Saturday Night Live” per la puntata con Betty White

    Migliori costumi per una serie: I Tudors, episodio 408

    Miglior hairstyling per una serie single-camera: Mad Men

    Miglior regia musicale: “Giochi Olimpici”

    Miglior colonna sonora: 24

    Best Art Direction for Variety or Nonfiction Program: “Academy Awards”

    Best Art Direction for Movie/Mini: “The Pacific”

    Best Art Direction for a Single-Camera Series: I Tudors

    Best Picture Editing for Comedy Series: Modern Family

    Best Picture Editing for Drama Series (Single Camera): Lost

    Miglior programma animato: “Disney Prep and Landing”

    Miglior performance di doppiaggio: Anne Hathaway, “I Simpson”

    Miglior coordinazione di stunt: “FlashForward”

    Migliori effetti speciali in una serie: CSI: Scena del crimine

    Miglior effetti speciali in un film/miniserie/speciale: “The Pacific, parte 5”

    Best Main Titles Design: Bored to Death

    Best Main Title Theme Music: Nurse Jackie

    Best Sound Mixing for a Comedy or Drama Series: Glee

    Best Sound Mixing for a Mini/Movie: “The Pacific, Part 2”

    Best Sound Mixing for Half-Hour Series: Entourage e Modern Family

    Best Sound Mixing for a Miniseries, Movie or Special: “The Pacific”

    Best Sound Editing for a Series: 24

    Best Tech Direction for a Series: “Dancing with the Stars”

    Best Cinematography for Nonfiction: “Life”

    Best Cinematography for One-Hour Show: CSI: Scena del crimine

    Best Cinematography for Half-Hour Series: Weeds

    Miglior programma speciale: “Tony Awards” (con Neil Patrick Harris)

    Miglior regia di un varietà: “Saturday Night Live” per la puntata con Betty White

    Miglior programma reality: “Jamie Oliver’s Food Revolution”

    Miglior conduttore di reality: Jeff Probst, “Survivor”
  • Josh Holloway nel remake di “The Rockford Files”?
    NBC non ha ancora mollato la presa sul remake della serie Agenzia Rockford, titolo con cui la serie era nota da noi negli anni ’80.
    Ricordo che un pilot con protagonista Dermot Mulroney era stato preparato per la nuova stagione televisiva 2010/11 ma, agli upfront di maggio, non ha convinto i dirigenti del network, mancando quindi l’ordine a serie.
    Ora però sembra esserci qualche novità, come riporta Michael Ausiello, e si fa il nome di Josh Holloway, reduce da sei anni di Lost, come possibile nuovo interprete di Jim Rockford, al posto dell’iconico James Garner che interpretava il personaggio nella serie originale.
    David Shore, produttore esecutivo di Dr. House, che sta cercando di realizzare questo remake di The Rockford Files insieme alla Carousel Productions di Steve Carell e la Film 44 di Peter Berg, ha dichiarato che Holloway potrebbe essere una buona scelta ma che è comunque presto per fare qualsiasi nome.
    NBC è sempre interessata al progetto e vorrebbero che si facesse”, ha dichiarato Shore, “il coinvolgimento di Peter Berg potrebbe includere produzione e forse regia, mentre intanto cerchiamo un nuovo protagonista.
  • Rinnovata “Covert Affairs”
    USA Network ha rinnovato la sua serie matricola Covert Affairs per una seconda stagione.
    La notizia giunge dopo il risultato dell’episodio di martedì scorso, che ha segnato il dato di ascolto più alto fino ad ora, con 5,4 milioni di spettatori (di cui 2,3 nella fascia 18-49).
    La serie con protagonista Piper Perabo era partita il 13 luglio scorso con 4,9 milioni (di cui 2,10 nella fascia 18-49) e da allora gli ascolti sono stati in progressiva crescita, rendendo Covert Affairs la serie cavo più vista dell’anno nella fascia adulti 18-49, con 2,52 milioni di spettatori.
    Il numero di episodi della seconda stagione dovrebbe essere tra i 13 e i 16 episodi.
    Doug Liman e Dave Bartis sono i produttori esecutivi di Covert Affairs. Accanto alla Perabo, nel cast Christopher Gorham, Sendhil Ramamurthy, Peter Gallagher, Kari Matchett e Anne Dudek.
  • SyFy rinnova “Eureka”
    SyFy ha rinnovato Eureka per una quinta stagione.
    La serie è tornata con la quarta stagione il 9 luglio scorso con buoni ascolti; i dati finali, con l’aggiunta delle registrazioni, danno un rating di 2,2 e oltre tre milioni di spettatori (di cui 1,33 nella fascia 18-49).
    La serie, oltra ai buoni ascolti, è forte anche di una rinnovata linfa vitale data dalle nuove storie e dall’aggiunta di James Callis (Battlestar Galactica) al cast, nei panni del Dr. Charles Grant.
    Infine, a dicembre, andrà in onda un episodio a tema natalizio.
  • Il calendario USA Network invernale

    USA Network ha annunciato le date di ritorno di Duro a morire – Burn Notice e Psych.
    Le serie torneranno con gli episodi inediti po’ prima del solito e vedremo quindi la seconda metà della quinta stagione di Psych debuttare mercoledì 10 novembre, alle 22.00. La seconda metà della quarta stagione di Duro a morire – Burn Notice inizierà invece giovedì 11 novembre, alle 22.00.
    Inoltre, la nuova serie legale Facing Kate con Sarah Shahi e Michael Trucco, debutterà a gennaio insieme ai ritorni di Royal Pains e White Collar.
  • Terza stagione per “The Life and Times of Tim”
    HBO ci ha ripensato e, contrariamente a quanto avevo riportato, “The Life and Times of Tim” avrà una terza stagione di dieci episodi.
    La notizia giunge due mesi dopo quella della cancellazione della serie animata, durante i quali la MRC, che possiede la serie, aveva proposto l’acquisto ai canali Comedy Central, Adult Swim e TBS.
  • Le prime immagini di Britney Spears a “Glee”
    Ed ecco finalmente alcune immagini di Britney Spears sul set di Glee, dove appare di nuovo in splendida forma, postate da lei stessa la scorsa notte su Twitter.
    A quanto pare, nell’episodio ci sarà un omaggio al video della canzone “Me Against the Music” che vedeva la pop star duettare con Madonna.
    In queste foto vediamo quindi Brittany (interpretata da Heather Morris) vestire proprio i panni della Spears, la quale sarà invece a sua volta Madonna.
    Glee tornerà con la seconda stagione il prossimo 21 settembre, su FOX.
  • In breve:
    David Madden (foto a destra) è il nuovo presidente di Fox Television Studios.
    Madden, che subentra a Emiliano Calemzuk, è responsabile di successi quali Duro a morire – Burn Notice e White Collar su USA Network, la nuova The Glades su A&E, Saving Grace per TNT e The Shield, vincitrice di numerosi Emmy, su FX.
    Alan Yang, scrittore e produttore di Parks and Recreation, ha siglato un nuovo accordo di due anni con Universal Media Studios che lo legherà ancora alla sit-com e gli permetterà di sviluppare nuovi progetti.


  • Nuovi progetti HBO

    HBO sta finalizzando un accordo per sviluppare The Crux, il progetto di serie con protagonista Kevin Spacey (di cui avevo già parlato qui).
    Spacey sarà il carismatico capo di un culto e poco altro si conosce del progetto. L’attore sarà produttore esecutivo, tramite la sua Trigger Street Productions, insieme al suo socio Dana Brunetti, mentre Rod Lurie e Marc Frydman scriveranno la sceneggiatura. Se opzionato, il pilot sarà diretto proprio da Lurie.
    Ricordo che Spacey aveva già collaborato con il canale cavo sul film TV “Recount”, vincitore di due Emmy, e proprio in virtù di questa precedente collaborazione, HBO ha avuto la meglio sugli altri canali cavo interessati (Showtime, Starz e FX).
    HBO è al lavoro su un progetto per una nuova serie da un’ora che esplori il mondo dell’industria pornografica di Los Angeles.
    Mark Whalberg (nella foto a sinistra), produttore esecutivo di Entourage e Boardwalk Empire, e Steve Levinson sono coinvolti nel progetto che sarà scritto dal controverso scrittore James Frey.
    La trama sarà incentrata su una grossa compagnia di video porno, ora in ginocchio per l’agguerrita competizione di Internet, e su una ragazza del Midwest che si trasferisce a Los Angeles in cerca di fortuna.
    Frey ha dichiarato al New York Post, che per primo ha riportato la notizia, che “racconteranno quel tipo di storie che nessuno ha mai raccontato prima e che andranno in posti dove nessuno è mai stato prima, in televisione“.

Di seguito qualche ultima notizia sparsa relativa ai casting, divisi tra quelli delle serie già esistenti e degli episodi pilota o nuove serie in produzione in queste settimane.
Occhio ad eventuali SPOILER!


  • Michael J. Fox ospite a “The Good Wife”
    Michael J. Fox, attore simbolo degi anni ’80 e vincitore di cinque Emmy, sarà ospite di uno dei nuovi episodi di The Good Wife.
    Fox interpreterà Simon Canning, un acuto e cinico avversario di Alicia in una grossa class action. Simon userà tutti i mezzi possibili durante l’udienza contro il suo cliente, una grossa compagnia farmaceutica, inclusi i sintomi della malattia neurologica da cui è affetto.
    Il personaggio infatti rispecchierà quella che purtroppo è la vera condizione di salute dell’attore, affetto ormai da anni dal morbo di Parkinson, e che ha in pratica interrotto la sua carriera.
    Fox, celebre per la saga cinematografica “Ritorno al futuro”, aveva iniziato proprio in televisione con la classica sit-com Casa Keaton e vi era tornato negli anni ’90 con Spin City.
    The Good Wife tornerà con la seconda stagione il prossimo 28 settembre, su CBS.
  • John Glover torna a “Smallville”
    John Glover riprenderà i panni di Lionel Luthor nella decima ed ultima stagione di Smallville.
    Glover, visto di recente in Brothers & Sisters, è apparso nelle prime sette stagioni della serie ed il suo personaggio è attualmente defunto, dopo che suo figlio Lex (Michael Rosenbaum) lo ha spinto giù da una finestra. L’attore apparirà in almeno due episodi, la cui messa in onda è prevista per novembre.
    Questo è solo l’ennesimo di una lunga serie di ritorni che caratterizzerà l’ultima stagione della serie The CW, che inizierà il prossimo 24 settembre.
  • Chris Vance a “Dexter”
    Chris Vance apparirà per un arco di episodi della quinta stagione di Dexter.
    L’attore, visto in Prison Break e Duro a morire – Burn Notice, sarà Cole, un assistente di un ricco uomo d’affari descritto come meticoloso, in forma e dal linguaggio forbito. Vance apparirà per almeno tre episodi.
    Dexter tornerà con la quinta stagione il prossimo 26 settembre, su Showtime.
  • David Allan Grier ospite a “Bones”
    David Allan Grier sarà ospite di un episodio del nuovo ciclo di Bones.
    L’attore, visto nella breve sit-com DAG, sarà il professore Bunsen Jude, the Science Dude e il suo personaggio ricalcherà quello di Bill Nye, the Science Guy, famoso conduttore di un programma divulgativo Disney per bambini degli anni ’90. Jude si farà vivo al Jeffersonian Institute sperando di convincere Brennan a partecipare al suo programma ma, ritenendolo un ciarlatano, Brennan si opporrà a meno che lui non riesca a risolvere un caso di omicidio. L’apparizione è prevista per metà ottobre.
    Bones tornerà con la nuova sesta stagione il prossimo 23 settembre, su FOX.
  • Un ritorno e un addio a “Law & Order: Unità speciale”
    Avremo il ritorno di un volto familiare e daremo un addio nel quarto episodio della nuova stagione di Law & Order: Unità speciale.
    Gloria Reuben, nota per E.R. – Medici in prima linea, riprenderà il ruolo del Procuratore Christine Danielson, sostenuto diversi anni prima in un paio di occasioni. L’attrice si riunirà così allo showrunner Neal Baer, con il quale aveva lavorato ai tempi di E.R. e dove era produttore esecutivo.

    Durante questa stagione riporteremo diversi personaggi che abbiamo amato in passato“, anticipa Baer, “durante un intenso caso di rapimento di bambino, il Procuratore Danielson promuoverà Benson e Stabler come agenti federali, consentendo ora ai due di lasciare anche Manhattan.

    Tutto questo porterà, per la fine della puntata, ad un addio del vecchio quartier generale della squadra e, al suo posto, un nuovo scintillante set debutterà nel quinto episodio. Il cambiamento è stato dettato dal trasloco che la produzione della serie ha effettuato dal New Jersey a New York (ne avevo parlato qui) e si è resa quindi necessaria la costruzione di nuovi set. La puntata in questione segnerà anche il debutto di Paula Patton nel ruolo del nuovo assistente procuratore distrettuale.
    Tutto sarà nuovo“, assicura Baer.
    Law & Order: Unità speciale tornerà con la dodicesima stagione il prossimo 22 settembre, su NBC.
  • Arrivi e ritorni a “Grey’s Anatomy”
    Alcuni aggiornamenti casting dai nuovi episodi di Grey’s Anatomy.
    Diane Farr sarà ospite del quarto episodio del nuovo ciclo.
    L’attrice, vista in Numb3rs e White Collar, sarà un paziente in cura da Meredith che soffre della malattia di Huntington.
    ■ E dopo Mandy Moore, anche Ryan Devlin tornerà a Grey’s Anatomy.
    L’attore (al centro, nella foto a fianco), che tornerà anche a Cougar Town, riprenderà i panni di Bill, marito di Mary (interpretata appunto dalla Moore) per gli episodi 6 e 7 della nuova stagione.
    Nessun dettaglio sul  motivo che spingerà la coppia a tornare al Seattle Grace ma, per ora, sembra che Mary riapparirà solo nel sesto episodio.
    Grey’s Anatomy tornerà con la settima stagione il prossimo 23 settembre, su ABC.
  • Stephen Collins a “Brothers & Sisters”
    Stephen Collins sarà ospite di un episodio di Brothers & Sisters – Segreti di famiglia.
    L’attore, noto per il ruolo del reverendo Camden in Settimo Cielo, apparirà nel quarto episodio della nuova stagione, nei panni di un uomo di nome Charlie che aiuterà Saul a venire a patti con la scoperta di essere sieropositivo, avvenuta nel finale della scorsa stagione.
    Per ora la sua partecipazione sarà limitata ad un episodio, dal momento che Collins è impegnato in un’altra serie di Greg Berlanti, la nuova No Ordinary Family, dove interpreta il boss corrotto della protagonista Julie Benz.
    Brothers & Sisters – Segreti di famiglia tornerà con la quinta stagione il prossimo 26 settembre, su ABC.
  • Anna Gunn a “Lie to Me”
    Anna Gunn sarà ospite di Lie to Me.
    Approfittando della lunga pausa prima della nuova stagione di Breaking Bad, serie che le ha dato successo e una nomination ai prossimi Emmy, la Gunn interpreterà la detective Jenkins, una poliziotta degli Affari Interni descritta come ambiziosa e politicamente accorta. Il suo personaggio si interesserà a Lightman e darà del filo da torcere a Wallowski.
    La partecipazione avverrà nel terzo episodio del nuovo ciclo, la cui messa in onda è prevista per il 24 novembre.
    Lie to Me tornerà con la terza stagione il prossimo 10 novembre, su FOX.
    (foto e notizia via EW.com)
  • Mamie Gummer torna a “The Good Wife
    Mamie Gummer farà di nuovo una capatina a The Good Wife.
    L’attrice, figlia di Meryl Streep, sarà una delle protagoniste della nuova serie Off the Map, in arrivo su ABC in midseason, ma prima di allora riprenderà i panni del procuratore Nancy Crozier.
    Nancy tornerà nel quarto episodio del nuovo ciclo e, a differenza della sua precedente apparizione (a destra, un’immagine dell’episodio), questa volta collaborerà con Alicia (Julianna Margulies) nella difesa di un team di sicurezza denunciato a causa di una fatale calca durante un concerto.
    The Good Wife tornerà con la seconda stagione il prossimo 28 settembre, su CBS.
  • In breve:
    Renee Felice Smith è la nuova aggiunta al cast della seconda stagione di NCIS: Los Angeles. L’attrice sarà Nell, assistente di Eric (interpretato da Barrett Foa), e descritta come incredibilmente sveglia e intelligente.
    Tim Gunn di “Project Runaway” farà un’apparizione nei panni di sè stesso nei nuovi episodi di Gossip Girl.
    Eden Riegel, attualmente al lavoro nella soap “Febbre d’amore“, sarà ospite di Castle – Detective tra le righe.
 L’attrice apparirà nel quarto episodio della serie gialla ABC, dove sarà Rachel Goldstein, l’angosciata sorella di un uomo ucciso da una antica pistola.
    Tia Texada (nella foto a destra), vista in Squadra emergenza (Third Watch), sarà la moglie di Alejandro Goya (Armand Assante) nel quarto episodio della nuova stagione di Chuck. Rivedremo il Premier Alejandro, quando Fenomeno e il resto della gang andranno ospiti sulla sua isola in Costa Gravas ed allora faremo la conoscenza di sua moglie Hortencia (la Texada) che, nemmeno a dirlo, nasconderà un segreto.

  • Teri Polo a “Law & Order: Los Angeles”
    Teri Polo è l’ultima aggiunta al cast di Law & Order: Los Angeles.
    L’attrice, vista nel film “Ti presento i miei”, vestirà i panni ricorrenti di Casey Winters, moglie del detective Rex Winters (interpretato da Skeet Ulrich) ed ex poliziotta, ritiratasi per dedicarsi alla famiglia.
    Law & Order: Los Angeles sarà il terzo spinoff in onda della celebre serie creata da Dick Wolf, produttore esecutivo anche di questa nuova incarnazione, e debutterà il prossimo 29 settembre, su NBC.
  • Bobby Cannavale nel cast di “Blue Bloods”
    Bobby Cannavale farà parte del cast della nuova Blue Bloods, in arrivo su CBS.
    Cannavale, famoso per Squadra emergenza (Third Watch) e visto in Will & Grace, sarà Charles Rosselini capo di Erin Reagan (interpretata da Bridget Moynahan).
    La sua prima apparizione sarà nell’episodio in onda il 15 ottobre.
    Blue Bloods debutterà il prossimo 24 settembre, su CBS.
  • In breve:
    Chad Faust (foto a destra), visto in 4400, e la giovane Alexandra Doke faranno parte della nuova Lone Star, in arrivo su FOX.
    L’attore sarà Harrison, ex marito infedele di Cat (interpretata da Adrianne Palicki), che tornerà in città per provarle di essere un uomo cambiato.
    La giovane Doke, praticamente alla sua prima esperienza sul set, sarà invece la figlia che Cat e Harrison hanno avuto da giovani e che ora la donna cresce con l’attuale marito, l’altrettanto fedifrago Bob Allen (James Wolk).
    Michael Ely (foto a sinistra) è il primo attore ingaggiato per il pilot Common Law, in preparazione da USA Netowork.
    Eli, visto in FlashForward e prossimamente a The Good Wife, sarà il poliziotto Travis Marks che, insieme all’odiato collega Wes Mitchell (ruolo ancora da assegnare), verrà mandato ad una terapia per coppie così da poter risanare il loro rapporto professionale.
    Jennifer Morrison sarà ospite di un’episodio della nuova Chase, in arrivo su NBC. L’attrice, che ricordo per il ruolo di Cameron in Dr. House, lavorerà così con il suo attuale fidanzato, Amaury Nolasco (Prison Break).



Cliccate sui simboli per una presentazione dei palinsesti e delle nuove serie in onda sui principali cinque network statunitensi nel corso della stagione televisiva 2010/11.


Il prossimo 14 settembre, in USA, uscirà il cofanetto della sesta stagione di Grey’s Anatomy, andata in onda lo scorso anno su ABC.
24 episodi (di cui due in un’esclusiva versione extended) distribuiti su sei dischi, insieme a scene inedite, bloopers e varie interviste ad attori e creatori della serie, per un totale di circa 1032 minuti.
Narrativamente, gli episodi vedranno tanti nuovi cambiamenti al Seattle Grace, con due illustri addii, un nuovo arrivo, un cambiamento importante nella direzione dell’ospedale e il tradizionale episodio crossover con la serie gemella, Private Practice. Il tutto culminerà con un doppio episodio finale dai risvolti terribilmente drammatici e le cui conseguenze, assicura la creatrice Shonda Rhimes, continueranno a sentirsi pesantemente nella settima stagione, in partenza il prossimo 23 settembre su ABC.


Running Wilde è una nuova sit-com che debutterà il prossimo 21 settembre, su FOX.
La commedia vedrà il protagonista Will Arnett riunirsi al creatore Mitchell Hurwitz, con cui aveva lavorato ai tempi di Arrested Development – Ti presento i miei, e segna il ritorno in televisione di Keri Russell, indimenticata protagonista di Felicity. Chi ha visto il pilot assicura che la chimica tra i due attori protagonisti è incredibile.
La storia, descritta come una vera commedia romantica, è narrata dalla dodicenne Puddle (interpretata da Stefania Owen) e vede Will Arnett nei panni di Steve Wilde, un ricco e immaturo playboy che cerca di conquistare il cuore della dolce e ingenua Emmy Kadubic (Keri Russell).
Steve è l’erede di una compagnia petrolifera, non ha mai compiuto un gesto altruista, non ha mai lavorato e ha tutto quello che vuole, eccetto l’amore della donna.
 Emmy, figlia della domestica di casa Wilde, è invece una ambientalista convinta che cerca di salvare il mondo. Lei sarebbe contenta di vivere con gli indigeni nella foresta amazzonica ma sua figlia, Puddle appunto, vuole solo essere una teenager normale che vive in un posto normale. E vorrebbe dirlo ma non riesce, visto che non parla da anni.
Quando le mire espansionistiche della compagnia di Steve mettono in pericolo la tribù adottata da Emmy, questa decide di rivederlo e cercare di convincerlo ad appoggiare la sua causa… e anche perchè forse prova ancora qualcosa per lui!
Steve sarà combattuto tra il mettersi contro suo padre e perdere nuovamente la donna che ama ma, con l’aiuto del suo amico e dipendente Migo Salazar (Mel Rodriguez), cercherà di riconciliare le differenze.
Nel cast anche Peter Serafinowicz e Robert Michael Morris.
Vi lascio con un paio di video anteprima della sit-com:


Fonti statunitensi delle notizie riportate: The Hollywood Reporter, Variety, Entertainment Weekly, Hollywood Entertainment Breaking News.
Per un calendario quotidiano degli episodi inediti dei telefilm in onda negli Stati Uniti nel corso della settimana ed una panoramica dei dati di ascolto dei telefilm più visti al momento visitate lo spazio periodico “TV USA Giorno per giorno” di questo blog. Per un aggiornamento sugli ascolti del giorno prima dei cinque principali network USA visitate invece il semi-quotidiano “TV USA Giorno per giorno Flash”. Per rumours e anticipazioni visitate lo spazio TV USA Spoilers.

Commenti»

1. enry - 23/08/2010

Originali come sempre i vincitori dei PCA Emmy, Mad Men, Betty White e Modern Family, che è la nuova 30 Rock.
Battute a parte sono cmq tutti premi meritati.
Josh Holloway pure lui in un remake, allegria… speavo arrivassero offerte migliori per i reduci di Lost.
Mark “Boogie Nights” Whalberg che produrrà una nuova serie sul mondo del porno mi stupisce come l’afa a Milano.
Contento per il ritorno di John Glover a Smallville, anche se per far tornare tutti sti morti dovranno chiamare Melinda.
Cmq mancano ancora all’appello i due più importanti, cioè Lana e Lex.
Scontato il ritorno di Ryan Devlin in Grey’s, vedremo quale sarà il motivo.
Periodo d’oro per Michael Ely, che si è ripreso in fretta da Flashflop…
ma sbaglio o era anche il protagonista maschile del video di Beyoncè “Halo”?
Bello il cofanetto, con la sesta di Grey’s, lo voglio!
Infine sono sempre più curioso di vedere Running Wilde, sembra proprio carina.

collette - 23/08/2010

“speavo arrivassero offerte migliori per i reduci di Lost.”

anche io pensavo che li avremmo rivisti ovunque e subito, invece…

2. Alberto - 23/08/2010

Sono contento per i premi a “The Pacific”, “Mad Men” e agli attori Lithgow e White.
Gli Emmy sono fortunatamente un premio serio che bada alla vera qualità e non alle mode effimere del momento.

Speriamo che l’apparizione di Michael J. Fox non sia più triste che altro.

Ottimo il progetto HBO di Spacey, molto meno interessante quello di Whalberg. Magari mi sbaglio…

Anna Gun a Lie to Me è una ottima notizia. In attesa di Breaking Bad…

Fox e sit-com non è un binomio vincente. Vedremo se Running Wilde sfaterà questo mito. :-)

3. collette - 23/08/2010

Ottimo mad men, Betty White e Lithgow.

Fortuntamente non vedremo vampiri, teenager ormonosi e bimbiminkia appassionati della CW agli Emmy. MAI…

strafelice per Michael j Fox. Non capisco perchè dovrebbe essere un’ospitata triste la sua.

running wilde: mmmh! buono il cast ma i video non mi convincon. vedremo, perchè il genere romatico latita in televisione. Anche se quest’anno mi pare che ci siano diversi nuovi titoli in ballo.

Covert Affairs la sto seguendo: siamo lontani anni luce da alias, ma ha qualcosa che la ricorda, senza sembrare scopiazzata.

la spears a glee: tristezza!
chiamare un’artsita affermata e di successo ok, ma una decadente e non più sulla cresta dell’onda mi sa di ripiego.
capisco che murphy sia una “pazza” scatenata a cui piacciono le baracconate, però…

OT: Sto vedendo l’emozionante promo di the good wife su Raidue.
Mi sa che zitta. zitta sta serie è bella!

enry - 23/08/2010

Anche a me incuriosisce molto… Anche perchè se è l’unica delle serie CBS (che io detesto) ad essere così apprezzata, un motivo ci sarà… mi sa che potrebbe piacermi!

Alberto - 23/08/2010

Seguitela assolutamente perchè è davvero bella. ;-)

Rotator - 23/08/2010

Ho visto solo i primi 5 episodi, per vedere un po’ com’era, e devo dire che merita (almeno una guardata al pilot la si deve dare).

Io la seguirò sicuramente!

B. Pierluigi - 23/08/2010

sono d’accordo con gli altri, merita.
La gemma CBS della scorsa stagione (tra i drama).

Julian - 24/08/2010

Io ho visto il pilot in inglese. Mi è piaciuto moltissimo e ho deciso di stopparla per seguirla solo in italiano. Speriamo che adattamento e doppiaggio siano all’altezza, ma con il genere drama-legale in genere fanno sempre un buon lavoro :)

4. B. Pierluigi - 23/08/2010

In pratica abbiamo avuto già un antipasto di cosa ci aspetterà domenica prossima agli Emmy Awards. ;-)
Eureka è in formissima durante questa stagione, decisamente migliori delle altre.
La Spears a Glee: stendiamo un velo pietoso. Leggo che Murphy intende farne già un seguito…..
Common Law sembra simpatico, speriamo che passi la fase pilot.
Tia Texada è ancora bonissima… :D

5. Julian - 24/08/2010

Mi preoccupa il premio al casting di Mad Men…In genere questo funge da premio di consolazione per chi non trionferà nelle categorie principali. Sarebbe grave, perchè oggettivamente nessuna serie drammatica quest’anno si è avvicinata a Mad Men.
Meritato quello a Modern Family, lo testimoniano le nomination ricevute da quasi tutto il cast. Non mi pronuncio sulle categorie tecniche, scontato l’emmy a Lithgow. Meritatissimo il doppio riconoscimento a Neil Patrick Harris, speriamo faccia il pieno domenica :)
Miglior attriche ospite drama mi aspettavo la Tomlin, mah…

Eureka a me non è mai piaciuto, lo trovo noiosissimo. Non vedo l’ora di vedere i pilot delle nuove serie HBO.
Stephen Collins a Bros and Sis è degno della piattezza raggiunta dalla serie, mi spiace solo per Rachel Griffiths.

Sembra carino Running Wilde. Varrebbe la pena darci un’occhiata già solo per la Russell. Ma in genere queste sti-com che giocano molto sul doppio senso del titolo, finiscono per essere un mezzo flop. Spero di sbagliarmi.

enry - 24/08/2010

Mah, io non trovo per nulla che B&S sia diventato piatto… anzi. E per Rachel credo sia sempre un piacere e un onore lavorare in una serie così…

Julian - 25/08/2010

Ammetto di essere un briciolo prevenuto su questa serie. Sarà che non mi ha mai preso… Comunque sì… per me alla lunga è diventato piatto riproponendo sempre i medesimi temi, un po’ come GA e DH…

enry - 25/08/2010

Sono le mie tre serie preferite, quindi non posso decisamente concordare! Però capisco che se ti ha stancato una, il giudizio negativo sulle altre è piuttosto ovvio.

6. alef - 25/08/2010

ah Running Wilde è dell’autore di Arrested Development! avevo riconosciuto l’attore ma non pensavo che ci fosse anche lo stesso autore, dovrò vederlo allora…e poi c’è Kelli Russel!


Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: