jump to navigation

TV – FlashForward su Italia 1 09/09/2010

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Comunicati, TV ITA.
trackback

flashforward

Da questa sera, fuori programma, ogni giovedì alle ore 23.05 con un doppio episodio Italia 1 propone per la prima volta in chiaro i 22 episodi della serie thriller FlashForward, in onda sul network statunitense ABC dal settembre 2009 al maggio 2010, e proposta in anteprima pay italiana su Fox a breve distanza dalla trasmissione statunitense.
Il telefilm, basato sul rivoluzionario romanzo di Robert J. Sawyer, cerca di affrontare la questione “cosa fareste, se veniste a conoscenza del vostro futuro?”. Il proprio destino può essere cambiato? E, soprattutto, cambiando il destino di una persona che cosa cambia per le persone che gli stanno intorno?
A Los Angeles è una normale giornata lavorativa: l’agente FBI Mark Benford (Joseph Fiennes) ed il suo partner Demetri Noh (John Cho) sono nel bel mezzo di un inseguimento automobilistico, monitorati dal loro capo Stanford Wedeck (Courtney B. Vance) e dalla collega Janis Hawk (Christine Woods); la dottoressa Olivia Benford (Sonya Walge), moglie di Mark, è nel bel mezzo di un’operazione; il dottor Bryce Varley (Zachary Knighton) sta meditando il sucidio su un ponte; Aaron Stark (Bran F. O’Byrne), amico di Mark, lavora su un traliccio della rete elettrica; Nicole Kirby (Peyton List), la baby-sitter di Charlie, figlia di Olivia e Mark, è nel bel mezzo di un rapporto amoroso con il fidanzato. Improvvisamente, senza alcun preavviso, ogni persona sulla Terra perde conoscenza per 2 minuti e 17 secondi, ed ha una visione di eventi del proprio futuro che avranno luogo il giorno 29 aprile 2010 alle ore 22.00. Per alcuni il futuro sarà allegro e gioioso, per altri davvero inatteso, per altri ancora non sembra esserci un futuro. Nasce subito un sito web a livello mondiale, “Mosaico Collettivo”, che aiuterà a raccogliere ciò che ciascuno ha visto del proprio futuro: alcuni dei flashforward potrebbero aiutare Mark ed i suoi colleghi a comprendere cosa sia davvero accaduto.
Nonostante gli autori avessero in mente di proseguire il telefilm per diversi anni, a causa degli ascolti in picchiata, e dopo tanti cambi dietro le quinte di cui nel blog avete potuto leggere nei mesi invernali, la serie ha chiuso i battenti dopo i primi 22 episodi ordinati, con un finale in sospeso che non troverà mai una sua conclusione.
A seguire, ecco come l’ufficio stampa di Italia 1 presenta il nuovo telefilm.

QUANDO IL FUTURO SI MANIFESTA, IL DESTINO HA I MINUTI CONTATI.

FLASHFORWARD

ITALIA 1
DAL 9 SETTEMBRE
OGNI GIOVEDI’
ORE 23.00

Del doman non v’è certezza, a parte uno spiraglio di poco più di 2 minuti.”FlashForward”, il telefilm che qualcuno ha definito “l’erede morale e temporale di Lost“, approda su Italia 1 il 9 settembre 2010, ogni giovedì alle ore 23.00.

Il 6 ottobre 2009 la popolazione mondiale perde i sensi per 2 minuti e 17 secondi. In questo periodo di tempo, ognuno vede il proprio futuro in una premonizione (un flashforward, appunto): 2 minuti e 17 secondi del 29 aprile 2010 (o del 30 aprile, a seconda del fuso orario). A Los Angeles, l’agente federale ex alcolista Mark Benford (Joseph Fiennes) vede sè stesso indagare sul flashforward analizzando i dati raccolti su una grande lavagna, componendo un “Mosaico Collettivo” di foto, nomi, piste: il domani sotto forma di puzzle. Il nostro, al fianco di colleghi, amici e familiari, si getta a capofitto in un viaggio contraddistinto da premonizioni ed intuizioni per rispondere alla fatidica domanda: il futuro si avvererà così come si è manifestato nelle visioni più che altro drammatiche che hanno attanagliato il mondo intero?

Accanto a Benford, fanno i conti con il proprio futuro: Olivia (Sonya Walger), moglie del protagonista e affermato chirurgo pediatrico; Demetri Noh (John Cho), il collega impulsivo di Benford; Lloyd Simcoe (Jack Davenport), il padre del bambino salvato da Olivia che avrà una relazione con lei (in un flashforward rivelatore); Bryce Varley (Zachary Knighton), tirocinante con la dottoressa Benford, malato di tumore non operabile sulla via del suicidio; Nicole Kirby (Peyton List), è la studentessa che lavora come babysitter per i Benford; Simon Campos (Dominic Monaghan), dotato di straordinaria intelligenza; Aaron Stark (Brían F. O’Byrne), il migliore amico di Mark, al suo fianco nell’Anonima Alcolisti; Stanford “Stan” Wedeck (Courtney B. Vance), l’assistente direttore dell’ufficio di Los Angeles del F.B.I.; Janis Hawk (Christine Woods), l’analista federale che collabora con Mark e Demetri per scoprire le cause del flashforward; Marshall Vogel (Michael Ealy), un agente della CIA che entra a far parte della task force che indaga sul Mosaico (nel suo flashforward si scopre che Benford sarebbe morto); Zoey Andata (Gabrielle Union), fidanzata di Demetri e avvocato difensore; Charlie (Lennon Wynn), figlia di Mark ed Olivia; Dylan (Ryan Wynott), il figlio autistico di Lloyd.

La serie si basa sul romanzo “Avanti nel tempo” (Flashforward) dello scrittore canadese Robert J. Sawyer: nel romanzo, il salto temporale intravisto dai protagonisti è però di ben 21 anni.

Secondo le intenzioni originali di David S. Goyer, Brannon Braga e Marc Guggenheim – rispettivamente ideatori i primi due, produttore il terzo – il telefilm sarebbe dovuto durare tra i tre e sette anni, a seconda del successo ottenuto. Molti cliffhanger alla fine del primo ciclo sono caduti nel vuoto (la decisione di sospendere il serial è avvenuta a tre puntate dalla fine: non c’è stato il tempo di confezionare un the end risolutivo). La cancellazione della serie ha suscitato prevedibili proteste: il sito Save FlashForward ha deciso di organizzare alcuni blackout in giro per il mondo.

Tra gli altri produttori esecutivi oltre a Braga e Goyer, firmano Jessika Borsiczky, Vince Gerardis, Ralph Vicinanza, Marc Guggenheim. La colonna sonora è composta da Ramin Djawadi. Genevieve Cortese, Annabeth Gish, Gina Torres, Peter Coyote e Gil Bellows sfilano da guest-stars.

Sul “San Francisco Chronicle”, Tim Goodman ha commentato: “se vi piacciono le storie in grande stile e ad incastro non abbiate dubbi: saltate nel futuro di questa serie che promette uno splendido mistero”. Sul “Corriere della Sera”, Aldo Grasso ha chiosato: “gli Stoici avevano risolto il problema con una certa rassegnazione: i fati guidano i volenti e trascinano i nolenti. Ma come si sarebbe comportato lo Stoico di fronte a un’incursione del destino nella quotidianità sotto forma di flash forward? Lacerato il manto mal rattoppato della Ragione, ci troviamo di fronte all’Inaccessibile? Il flash forward è una tecnica narrativa che consente di visualizzare un balzo nel futuro; l’esatto opposto dell’abusato flash back, il salto nel passato. In realtà non è con il futuro che bisogna fare i conti ma con il nostro destino. Flash forward è infatti una lunga interrogazione sul destino, cioè la domanda delle domande cui l’uomo tenta di dare una risposta da quando non subisce come le bestie; da quando Amleto si accorge che «The time is out of joint», è fuori dei cardini: lo dobbiamo accettare il nostro futuro o possiamo eluderlo? E vivere significa subire la magia del destino…”.

Commenti»

1. Julian - 09/09/2010

“il telefilm che qualcuno ha definito “l’erede morale e temporale di Lost“” qualcuno non in pieno possesso delle proprie facoltà mentali…
Flop annunciato, anche in chiaro.

2. advanced85 - 09/09/2010

Vabbè ho capito mi sa che non lo vedrò più…:(

3. warrior - 09/09/2010

Una sola parola per definire questo telefilm: SCHIFO

4. collette - 09/09/2010

Orrore direi. Diffidate da chi vi dice che c’è un finale o chi solo lo accosta a Lost.

5. albert - 09/09/2010

Iniziero’ a vederlo anche se non ha un vero finale.

6. enry - 09/09/2010

Lo definirei come la più grande perdita di tempo della mia vita, televisivamente parlando…
Non tanto brutto quanto noioso e con uno dei peggiori protagonisti degli ultimi anni. Si salva solo il pilot.

7. Paul - 09/09/2010

Abbandonato dopo i primi episodi……….

ABREdoskoi - 09/09/2010

idem. E, pilota a parte, visti col FASTforward, tanto per dire…

8. IRapeYourMind - 09/09/2010

Scopro ora che Marc Guggnheim è dietro a questo, capisco tante cose.

9. fmp - 09/09/2010

robaccia inguardabile

10. paulus... - 09/09/2010

A parte il pilot i restanti 21 episodio sono uno peggiore dell’altro, senza un finale per di più.
Sconsigliata!

11. albert - 09/09/2010

Leggendo i commenti mi sta passando la voglia di guardarlo.

advanced85 - 09/09/2010

A me è già passata…menomale che vedo poche serie sulla pay tv, ho evitato una bella rottura di scatole…:)

Fabio - 09/09/2010

io direi che un’occhiatina potresti dargliela… poi al max molli…

advanced85 - 09/09/2010

Ho ancora 2 ore per pensarci…;)

12. zia-assunta - 09/09/2010

io la promuovo, non mi è dispiaciuta affatto.
Una serie forse più da Syfy che da ABC.

Giangi - 09/09/2010

con una tua apporvazione allora è da dargli una possibilità :)

zia-assunta - 10/09/2010

grazie della fiducia.

13. Fabio - 09/09/2010

A me non è dispiaciuto… se solo avesse un finale la consiglierei…
ovviamente non la ritengo assolutamente un’erede di Lost… però mi è piaciuto seguirla…

14. Alex - 10/09/2010

scusate ma perchè nn ha un finale?
la serie nn ha vulutamente un finale tipo quei film dove si lascia volutamente la fine incerta così che lo spettatore pensa quello che vuole(tipo ultimo samurai) o la serie è stata cancellata prima di arrivare ad una conclusione?

advanced85 - 10/09/2010

La serie è stata cancellata, oltretutto i produttori pensavano di fare dalle 3 alle 7 stagioni, la prima doveva essere composta da 25 episodi invece è stata ridotta a 22ep e visto che hanno saputo della cancellazione a pochi episodi dalla fine, non sono riusciti a dare un finale.

Sebartus - 10/09/2010

un mezzo finale c’è (la speigazione del flashforward), ma vengono introdotte nuove domande che rimangono senza riposta.

15. Sebartus - 10/09/2010

l’idea (dal libro di Sawyer)era buona, la realizzazione e la gestione della ABC è stata pessima. Concordo su chi dice che era da farci una serie per Syfy, da massimo 15 episodi a stagione.

16. Giù - 10/09/2010

A me non è dispiaciuto per niente!!Vorrei sapere il perchè di tanti pareri negativi!

17. Benx - 24/09/2010

L’errore è stato dargli l’appellativo di “erede di Lost”… non c’entra proprio niente! A parte qualche puntata un pò lenta non è male, è chiaro che se non faranno la seconda serie o un film tv di chiusura alla fine si rimane con una senzazione di incompiuto.

18. subcrow - 19/10/2010

Ho seguito tutta la stagione 1 anno fa circa (in ENG)…
Serie veramente avvincente e originale per gli amanti di fantascienza e affini, con una piccola morale di “sottofondo” che fa riflettere. La trama non c’entra nulla con Lost (d’altronde ogni serie in uscita viene ormai paragonata o confrontata come erede di LOST!!!!) ma penso che chi apprezzi il genere “fantascienza-mistery” si appassionerà presto anche a questa bellissima serie…. Unico problema???!!! la serie era stata concepita per svilupparsi in almeno 3 o addirittura 7 stagioni, quindi è priva di un vero e proprio finale soddisfacente! Speriamo che qualcuno riesca in qualche modo a farla tornare in vita!!!!

19. sasuke 2010 - 07/11/2010

Io l’ho trovata una figata assurda. E’ una serie intelligente che fra l’altro solleva anche questioni di fisica quantistica. Certo per vederla bisogna anche essere dotati di un po’ di intelletto!!! Danno tante serie e telenovele brutte che vanno avanti da decenni, poi si presenta una serie che ti tiene col fiato sospeso e la cancellano… Bah! Spero proprio che qualche network lo rilevi per una seconda stagione

20. Marco - 13/11/2010

Confermo che si tratta di un bellissimo telefilm, che consiglierei a chiunque, non c’entra con lost, ma è sicuramente intrigante, peccato che non sia stata fatta una seconda serie.

21. Simone - 03/12/2010

Ma perchè dovete spalare merda su tutto , Flashforward è un bellissimo telefilm e bisogna dargli un’altra occasione con la seconda stagione

22. fede - 10/12/2010

per me’ ci sta’ un sacco…pero’ la prima serie finisce un po’m mcosi’….si sqa’ nella della seconda stagione?

23. Giovanni - 15/12/2010

Io la serie non l’ho seguita dall’inizio,ma me ne pento perchè da quando ho iniziato a vederla non ho perso una puntata.Non ho mai visto la serie tv Lost,e tutti i commenti negativi credo derivano dal fatto che qualcuno si aspettava una serie tv simile proprio a Lost.A mio parere è stata interessante,e sono un dispiaciuto che non sia prevista una seconda serie,anchè perchè il finale lascia troppi scenari aperti.Spero che ci ripensino,anche se francamente non credo che ci sarà un seguito.E comunque da anni vanno avanti PORCHERIE tipo Beautiful,non vedo perchè FlashForward non debba avere almeno un finale dignitoso.


Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: