jump to navigation

Edicola – Con “Famiglia Cristiana” arriva la Bibbia Pocket a 7,90 € 16/09/2010

Posted by Antonio Genna in Comunicati, Famiglia Cristiana, Giornali e riviste, Religione.
trackback

Con il numero in edicola da oggi del settimanale “Famiglia Cristiana” (Edizioni San Paolo) arriva in abbinamento facoltativo a 7,90 € in più la Bibbia, nuova edizione tascabile dell’opera più venduta al mondo, con un’operazione che punta a far arrivare un milione di copie del volume nelle case degli italiani entro Natale.
A seguire, il comunicato stampa che lancia l’iniziativa.

In allegato a Famiglia Cristiana e in vendita in librerie, autogrill, stazioni, aeroporti e GDO

RAP, INTERNET E LETTURE IN STRADA: IL GRUPPO EDITORIALE SAN PAOLO LANCIA LA BIBBIA POCKET

Prezzo iper-popolare: 7,90 €   L’obiettivo: un milione di Bibbie nelle case degli italiani.

Si fanno forti del loro agire perverso/si mettono d’accordo nel nascondere tranelli/invece di profumo ci sarà marciume/Una bruciatura invece di bellezza”. Eminem? No, il Salmo 64. La Bibbia diventa un rap, un brano di due minuti che ha tutte le carte in regola per diventare una hit radiofonica di successo. Per il momento sarà la colonna sonora dello spot radio ideato per il lancio della nuova Bibbia San Paolo in edizione tascabile che sarà in edicola in allegato a Famiglia Cristiana e in tutte le librerie a partire da giovedì 16 settembre, al prezzo di 7,90 €.

Il rap è solo una delle iniziative pensate per il massiccio lancio della nuova Bibbia pocket (oltre alle edicole e nelle Parrocchie con Famiglia Cristiana sarà messa in vendita, senza rivista, nelle librerie, nei supermercati, negli aeroporti e negli autogrill di tutta Italia): è in preparazione un video appositamente per Internet, un gruppo su Facebook e nelle strade del centro di Milano verranno create, per due giorni, due isole di lettura dove la Bibbia sarà a disposizione di tutti. L’obiettivo? Portare da qui a Natale un milione di Bibbie nelle case degli italiani.

L’operazione nasce esattamente a 50 anni di distanza dall’iniziativa “La Bibbia a 1000 lire”. Nel 1960 il fondatore della Famiglia Paolina, il Beato Giacomo Alberione, ideò una straordinaria operazione che aveva come obiettivo quello di far entrare le Sacre Scritture in ogni famiglia. Con questa idea moltiplicò le iniziative: diede vita a scuole bibliche per corrispondenza, promosse una versione cinematografica della Bibbia, ne volle tutto il testo registrato su disco, fece preparare note e commenti adeguati a diverse categorie di persone in modo che tutti potessero leggere e comprendere facilmente i contenuti della Bibbia.  “Oggi abbiamo realizzato una Bibbia completa, con guida alla lettura, con una traduzione moderna, graficamente leggibile e con tutti gli apparati indispensabili, spiega don Vito Fracchiolla, amministratore delegato del Gruppo editoriale San Paolo. Ma soprattutto, con i suoi 570 grammi, contro il chilo della Bibbia meno pesante sul mercato, è un’edizione leggera, che chiunque può mettersi tranquillamente in borsa, proprio perché, come recita il claim scelto, la Bibbia è per tutti, ha davvero ‘una parola per tutti’ ”.

Per tutti, ma con un occhio di riguardo alle più giovani e a quelle famiglie che pur professandosi credenti, e magari avendo già in casa una Bibbia “pesante” e voluminosa, raramente la leggono. Secondo i numeri dell’ultima Indagine Eurisko sulla lettura l’89% degli italiani afferma di credere in Dio e il 75% ha in casa una Bibbia. Di questi solo il 27% (poco più di uno su quattro) ne ha letto un brano nell’ultimo anno (il 17% da solo e il 10% in gruppo).

Il perché di questa difficoltà? Spiega ancora don Fracchiolla, La Bibbia è sempre stata vista come un testo difficile, un libro costoso, un’opera che rimane sullo scaffale, non a portata di mano, magari composta da uno o più volumi poco maneggevoli”.

Così, per comunicare a tutti la “leggerezza” della Bibbia, e la sua sorprendente attualità, il Gruppo editoriale San Paolo ha scelto la strada di una comunicazione innovativa e decisamente massiccia. Il rap che fa da colonna sonora allo spot radio lo si sentirà oltre che sui principali network anche su centinaia di emittenti locali e, a partire dal 15 settembre, lo si troverà anche su Internet in un video realizzato appositamente per il web.

Il pezzo si intitola Paroladidio, i cantanti e gli autori delle musiche hanno scelto di restare anonimi, come anonimi sono molti degli “autori” delle Sacre Scritture. Il testo mette insieme in un collage sperimentale di grande effetto alcuni versi biblici celebri e meno celebri. L’apertura è quella del famoso incipit del Libro dell’Esodo: “Io sono colui che sono/Questo è il mio nome per sempre/e questo è il mio ricordo/di generazione in generazione”. Il Libro dei Salmi (uno dei più poetici della Bibbia) è presente con il Salmo 64, il Salmo 115 (Hanno bocca e non parlano/hanno occhi e non vedono…), il numero 18 e il 59 (Ritornano a sera/abbaiano come cani/se non riescono a saziarsi/passano così la notte).

Cinque citazioni per il Libro dei Proverbi, uno dei più “rap” in assoluto del vecchio testamento (“Chi mi offende distrugge se stesso/tutti coloro che mi amano, amano la morte!”). Molte anche le citazioni del Vangelo (su tutte “La vita era la luce degli uomini/e le tenebre non la compresero” dal Prologo del Vangelo secondo Giovanni).  Il ritornello è il celebre “grido” dell’Ecclesiaste, uno dei versi più attuali del Vecchio Testamento: “O vanità immensa, o vanità immensa/tutto è vanità./Una generazione va e una generazione viene;/(…)Ciò che è stato e ciò che sarà/ciò che è stato fatto e ciò che si farà/Niente di nuovo sotto il sole”. La conclusione del pezzo attinge all’ultimo libro della Bibbia, L’Apocalisse: “Io sono l’Alfa e l’Omega/il primo e l’ultimo/Il principio e la fine”.

Ovviamente la tradizione del rapporto tra Bibbia e musica, come ricordato recentemente da Gianfranco Ravasi, in questi ultimi decenni ha molti esponenti celebri, da Bob Dylan a Bruce Springsteen fino a Bono e agli U2, probabilmente il gruppo più biblico della storia del rock. Forty (quello di “How long to sing this song?” inno che ogni fan degli U2 canta prima dell’inizio dei concerti) fa riferimento al Salmo 40; Gloria (quella del ritornello “Gloria in excelsis Deo”) è piena di citazioni del Salmo 30, fino alla recente Magnificent, che cita esplicitamente il Magnificat di Maria.

Oltre al rap, sempre su Internet la San Paolo ha già attivato un gruppo su Facebook dove ci si potrà scambiare opinioni e idee sulla nuova Bibbia pocket.

Ma non è tutto: nei due giorni che ne precedono l’arrivo in edicola, la Bibbia potrà essere “provata” e toccata con mano in anteprima in due isole di lettura che il Gruppo editoriale San Paolo ha allestito a Milano, alla Stazione di Piazza Cadorna e nei pressi di Via Montenapoleone: alcune Bibbie saranno messe a disposizione per chi volesse fermarsi qualche minuto prima di recarsi in ufficio o per fare una pausa durante lo shopping del pomeriggio.

L’obiettivo del Gruppo Editoriale San Paolo è ambizioso: diffondere un milione di copie. Per questo, oltre alla diffusione con Famiglia Cristiana, la Bibbia sarà in vendita negli autogrill, nelle stazioni, negli aeroporti, nei megastore e nelle grandi catene di elettronica (Mediaworld, Comet,…) e in quasi 3.000 punti vendita nella GDO ( Esselunga, Coop, Auchan, Iper, Carrefour, ecc.). Oltre naturalmente alle librerie cattoliche, laiche e in quelle di catena (Feltrinelli, Mondadori, Fnac,…).

Per dare un’idea di cosa significhi un milione di copie della Bibbia ecco alcuni dati: per realizzarle sono state stampate 1 miliardo e 412 milioni di pagine, equivalenti a 760.000 Kg di carta (prodotta in Finlandia con fibre riciclate) a loro volta equivalenti a 650 bobine da stampa. Ogni bobina è lunga 26.300 metri quindi la carta utilizzata equivale a 17.095.000 metri: quasi la metà dell’equatore terrestre (40.000 km). Sessanta gli autoarticolati che distribuiranno in tutto il territorio nazionale 1.600 bancali con La Bibbia edita da San Paolo.

“Uno sforzo non indifferente, motivato dalla consapevolezza dell’importanza e della necessità della Parola di Dio nella vita di tutti: una Parola che sorprende continuamente per la sua attualità: renderla accessibile e farla leggere è il nostro principale obiettivo” conclude don Vito Fracchiolla.

Commenti»

1. Paul - 16/09/2010

A prescindere dall’iniziativa editoriale d’impatto, penso sia una bella cosa proporre la Bibbia a questo prezzo.


Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: