jump to navigation

Cinema futuro (1.089): “Maschi contro femmine” 27/10/2010

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Cinema futuro, Video e trailer.
trackback
Cinema futuro - Il cinema del prossimo week-end“Maschi contro femmine”

Uscita in Italia: venerdì 29 ottobre 2010
Distribuzione: 01 Distribution

Titolo originale: “Maschi contro femmine”
Genere: commedia
Regia: Fausto Brizzi
Sceneggiatura: Fausto Brizzi, Marco Martani, Massimiliano Bruno, Pulsatilla
Musiche: Bruno Zambrini (la canzone originale “Maschi contro femmine” è di Francesco Baccini)
Durata: 103 minuti
Sito web ufficiale (Italia): cliccate qui
Cast: Paola Cortellesi, Fabio De Luigi, Sarah Felberbaum, Chiara Francini, Lucia Ocone, Francesco Pannofino, Alessandro Preziosi, Paolo Ruffini, Carla Signoris, Nicolas Vaporidis, Giorgia Wurth, Claudio Bisio, Nancy Brilli, Giuseppe Cederna, Luciana Littizzetto, Emilio Solfrizzi

La trama in breve…
Maschi contro Femmine è una commedia che ruota intorno al tema del conflitto tra uomini e donne. Le scene delle quattro trame principali si avvicendano di continuo, toccandosi in più punti e creando intersezioni serrate tra le storie.
Walter (Fabio De Luigi) e Monica (Lucia Ocone) sono una giovane coppia alle prese con il primo figlio. Come molti nella loro situazione, hanno completamente sospeso le loro interazioni sessuali. Gli amici di Walter lo incoraggiano a sfogare gli  istinti con un’avventura disimpegnata, ma Walter è un marito etico e ligio e dice di non volerne sapere. Purtroppo il suo lavoro non lo incoraggia alla fedeltà: è allenatore di una squadra di pallavolo femminile di serie A ed è quotidianamente messo alla prova da un tripudio di belle ragazze. In particolare, la sua migliore schiacciatrice, la bella Eva Castelli (Giorgia Würth), dopo una serie di approcci più o meno espliciti, riesce a trascinarlo tra le lenzuola. Ma incapace  –  come molte donne  –  di pensarsi  come l’amante di una notte, Eva si trasforma in un’accanita stalker che vuole strappare l’allenatore al tetto coniugale, e per farlo ricorre a trabocchetti, minacce, crisi isteriche. La vita di Walter sembra rovinata, ma… 
Chiara (Paola Cortellesi) e Diego (Alessandro Preziosi) sono due vicini di casa. Sono come il giorno e la notte. Chiara è una giovane infermiera molto rigorosa, graziosa ma poco appariscente, amante della letteratura e della solitudine; dedica tutto il suo tempo libero alla causa ecologista, lavorando come volontaria per un’organizzazione ambientalista. Diego è un quarantenne misogino, ben vestito, sempre à la page, proprietario di un bar molto ben frequentato, e fa la vita del perfetto playboy, portando ogni sera a casa una ragazza diversa (preferibilmente straniera e poco brillante nella conversazione). Quando si incontrano in ascensore, i due godono nel farsi guerra a colpi di battute caustiche. Un giorno il destino li porta a un incontro più ravvicinato, durante il quale Chiara, da generosa infermiera, si vede costretta a soccorrerlo con un massaggio alla spalla. Diego non perde occasione per fare quello che sa fare meglio, cioè provarci. Offesissima da questo gesto superficiale e misogino, la ragazza lo rimbalza. La sequenza si conclude come al solito con porte sbattute tra mille improperi. Da quel giorno, in poi Diego precipita in un inspiegabile stato di impotenza sessuale che gli causa la rovina della reputazione. E allora…
Marta (Chiara Francini)  e  Andrea (Nicolas Vaporidis)  sono due migliori amici che condividono uno sgangherato appartamento.  Marta è lesbica, Andrea è etero, entrambi sono appena stati lasciati sotto lo sguardo divertito del terzo inquilino, il sarcastico Ivan (Paolo Ruffini).  Ma la depressione dura ben poco, perché  entrambi si innamorano di nuovo. Dopo un giro di equivoci scoprono di essersi innamorati della stessa ragazza, Francesca (Sarah Felberbaum),  la quale, messa alle strette, ammette di essere in una fase di confusione sessuale. Andrea è fermamente convinto che di base sia etero. Marta è certa che sia una lesbica doc. Una sfida tra loro comincia…
La madre di Andrea, Nicoletta (Carla Signoris), è una ex-bella donna in crisi di mezza età. Dopo aver scoperto che il marito la tradiva con una giovane cubana, lo sbatte fuori di casa e cade in uno stato catatonico. La sua collega  Paola (Nancy Brilli)  sembra aver risolto i suoi problemi con la chirurgia plastica: a quasi cinquant’anni, vanta ancora una vita sociale spumeggiante e densa di avventure. Fermamente restia  alla chirurgia, Nicoletta si lascia convincere ad entrare nel giro delle single di mezza età ma incorre in un’umiliazione dopo l’altra, tant’è che alla fine decide di ricorrere anche lei come le altre sue coetanee al tagliando chirurgico. Ma l’amore del timido Renato (Giuseppe Cederna), un collega al di sopra di ogni sospetto, potrebbe salvarla dai ferri..
Nelle rocambolesche avventure quotidiane dei nostri protagonisti incontriamo gli amici di sempre  Marcello (Claudio Bisio)  un chirurgo plastico,  Piero (Emilio Solfrizzi)  un benzinaio divertente e un po’ volgare e  Anna (Luciana Littizzetto). Ma di loro avremo modo di parlare…tra qualche mese (all’uscita del sequel “Femmine contro maschi”, distribuito da Medusa)!

Il trailer italiano:

Il backstage:


Trame ed altre informazioni sono tratte dal materiale stampa relativo al film.
Per consultare le uscite dell’ultimo week-end italiano visitate lo spazio “Al cinema…”, per gli incassi del box office, trailer e notizie dal mondo del cinema andate allo spazio settimanale “Cinema Festival”
.

Annunci

Commenti»

No comments yet — be the first.

Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: