jump to navigation

TeleNews #12 – Rai, Garimberti minaccia le dimissioni – Colorado dal 2011 su Canale 5? – Da Fazio fa sempre sereno… – Firmati i contratti di Vieni via con me – Coming out tra i Muppet – Interviste: Carlo Freccero – La TV in edicola – Grande Fratello 2010/11 puntata 2: entrano Elisa e Matteo, Ferdinando si difende – X Factor 2010 puntata 8: Dami perde contro Davide e va a casa 27/10/2010

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Giornali e riviste, Interviste, TeleNews, TV ITA.
trackback

Lo spazio “TeleNews – Notizie dal mondo della televisione” raccoglie – segnalandone le fonti di provenienza – notizie ed argomenti vari, legati al mondo dello spettacolo e della televisione italiana e straniera, e che finora non hanno trovato posto in altri appuntamenti abituali del blog.
Se avete segnalazioni da fare, scrivete subito all’indirizzo e-mail di questo blog.

  • Rai, Garimberti minaccia le dimissioni
    La Rai sull’orlo di una crisi sia economica che strutturale e istituzionale. Paolo Garimberti, presidente della Tv di Stato, ieri sera era a un passo dal lasciare il suo incarico: «Se arriva questo pacchetto di nomine sono pronto a dimettermi», ha detto ai suoi collaboratori più stretti.
    Di che si tratta? Il direttore generale Mauro Masi, proprio nelle ore in cui l’azienda è in fibrillazione per il piano industriale (la Cgil ha di fatto rotto le trattative insieme con Uil, Snater, Libersind, Ugl, la Cisl appare possibilista e dialogante) ha annunciato per il Consiglio di amministrazione di oggi un congruo pacchetto di nomine.
    Il «Raibaltone» spingerebbe i consiglieri di area pd (Nino Rizzo Nervo e Giorgio Van Straten) e anche il rappresentante dell’Udc, Rodolfo de Laurentiis, a non partecipare al voto. In queste condizioni Garimberti non si sentirebbe più «presidente di garanzia», formula con la quale ha accettato la designazione e la votazione unanime della commissione di Vigilanza il 26 marzo 2009: e quindi presenterebbe una lettera di dimissioni , aprendo così una crisi al vertice dell’azienda dall’esito incertissimo.
    Ma quale sarebbe il pacchetto di nomine? Primo punto: via Corradino Mineo da Rainews 24 con destinazione corrispondenza Rai da Mosca. E qui arriva il primo scoglio: Mineo non accetterebbe, potrebbe semmai prendere in considerazione la direzione di Rai Parlamento dove però da due mesi lavora come direttore facente funzione Gianni Scipione Rossi il quale, a sua volta, in caso di mancata nomina potrebbe intentare una causa all’azienda.
    Mineo verrebbe sostituito da Franco Ferraro, caporedattore di Sky Tg24, area Lega, in eccellenti rapporti con il vicedirettore generale espresso dal Carroccio Antonio Marano. Altro capitolo. Possibile nomina di Guido Paglia a quinto vicedirettore generale, come tecnico stimato da Berlusconi e quindi in grado di «sostenere» l’azione di Masi. Terzo punto: via Massimo Liofredi da Rai 2, al suo posto con ogni probabilità Susanna Petruni.
    Questo momento si inquadra in una serie di altri capitoli già molto complessi per la Rai. La sospensione (poi «sospesa») di Michele Santoro. Il faticosissimo via libera alla nuova trasmissione di Fazio-Saviano. Le voci che danno per sicura la cancellazione di ogni tutela assicurativa allo staff di Milena Gabanelli e per il gruppo di Report nell’ipotesi di una causa con danni.
    E infine la presentazione di un piano industriale che prevede tagli e soprattutto la cessione a ditte esterne di mansioni storicamente affidate alla Rai. Oggi lo show-down tra Garimberti e Masi. Come finirà il braccio di ferro?
    (fonte: “Corriere della Sera” – 27 ottobre 2010, articolo di Paolo Conti)
  • “Colorado” dal 2011 su Canale 5?
    Italia 1 potrebbe cedere “Colorado” a Canale 5. Lo rivela il settimanale “Tv Sorrisi e Canzoni” nel numero in edicola.
    Si tratterebbe di un salto di qualità per lo show comico che dal 2011 si alternerebbe a “Zelig”: al momento, infatti, l’idea sarebbe quella di trasmettere “Colorado” in autunno e “Zelig” in primavera. Anche “Zelig”, nel 2003, era passato da Italia 1 alla rete ammiraglia di casa Mediaset.
    (fonte: Apcom – 25 ottobre 2010)
  • Da Fazio fa sempre sereno…
    Se Sergio Marchionne ha scelto di farsi intervistare da Fabio Fazio, non è per mancanza di alternative. La sua prima scelta era stata “Porta a Porta”: un altro comodo salotto dove il rischio di ricevere domande insidiose non sussiste. Ma optare per il talk show di Rai 1 voleva dire ammettere la paura di farsi intervistare per davvero, meglio una giusta via di mezzo.
    Fazio, soddisfatto in partenza per lo scoop e lo share da record, glissa su un paio di questioni: parlando dei licenziati di Melfi, rimuove il particolare che un tribunale ha dato loro ragione.
    Si stupisce poi per ogni dato fornito da Marchionne: “Neanche un euro prodotto in Italia? Incredibile!”, ma non indaga su perché un terzo dei ricavi si trasformino in perdite. Poi Fazio si fa zittire quando, timidamente, chiede conto dei modelli nuovi che al Lingotto latitano: “Di questo parliamo dopo”. Stiamo ancora aspettando.
    (fonte: “Il Fatto Quotidiano” – 26 ottobre 2010)

  • Firmati i contratti di “Vieni via con me”
    Il programma di Saviano e Fazio si farà. I contratti di Vieni via con me, che giacevano a viale Mazzini da settimane, sono stati firmati dalla struttura Risorse Televisive diretta da Lorenza Lei. Al debutto, l’8 novembre, parteciperanno a titolo gratuito Roberto Benigni e Claudio Abbado. Dopo le polemiche sui costi, da Rai3 precisano che le cifre fatte circolare sono un preventivo.
    Le quattro puntate di Vieni via con me non costerebbero 2 milioni e 800 mila euro (tetto massimo): si parla di un 15% in meno su quella cifra. È a carico di Endemol il contratto di Roberto Saviano (50 mila euro lorde a puntata), Fabio Fazio è legato alla Rai con un contratto biennale. Benigni ha risposto al dg Mauro Masi con un gesto concreto: farà risparmiare alla Rai i 250 mila euro del suo cachet, regalando ai telespettatori 40 minuti di show.
    Loris Mazzetti
    , capostruttura e curatore del programma, spiega: “È per aderire al progetto, per amicizia verso Saviano e Fazio, che alcuni artisti verranno gratis, altri hanno ridotto i loro compensi. Un ulteriore risparmio per la Rai, un alibi in meno per chi non ci voleva mandare in onda”.Antonio Albanese percepirà meno di 20 mila euro, Paolo Rossi 5 mila.
    Il budget comprendeva un milione di euro per i super-ospiti. Bono Vox degli U2 ha però già detto no a causa delle lungaggini Rai. Mazzetti, storico curatore dei programmi di Enzo Biagi, colpito da provvedimenti disciplinari da parte di Masi (ha collezionato già tre sospensioni per 20 giorni complessivi), ribadisce che “le proteste hanno sbloccato la situazione”. “Se Saviano non avesse parlato, se fossimo rimasti in silenzio, Vieni via con me non avrebbe mai visto la luce”. Fedele Confalonieri, presidente Mediaset sul programma di Saviano dice: “Certo, lo manderei in onda. Se facesse un buon prodotto. Ora non lo so”.
    (fonte: Repubblica.it – 25 ottobre 2010)
  • Coming out tra i Muppet
    Scandalo nel mondo del Muppet: dopo 31 anni di convivenza su “Sesame Street“, Bert e Ernie escono dall’armadio. A fare l’outing è stato Bert in un micromessaggio su Twitter che ha tolto alla comunità gay in America ogni dubbio sull’omosessualità dei due personaggi della popolarissima trasmissione per l’infanzia. Immancabili le polemiche di chi ha subito bollato il programma come in mano a una lobby omosessuale.
    I due sono una coppia di amici che convive da anni, Bert alto e brontolone mentre Ernie è in carne e simpatico. Le voci su una presunta omosessualità della coppia si sono sprecate negli anni, i due Muppet sono spesso diventati oggetto di parodia in tal senso. Ma ora… ci sarebbe la conferma.
    Nel messaggio postato Bert chiede “mai notato come i miei capelli sono simili a quelli di Mr. T?”, riferendosi una parodia della serie ‘A-Team’ in onda in novembre su “Sesame Street”: ”L’unica differenza è che la mia è più ‘mo’ e meno ‘hawk”’. Il commento è comprensibilmente passato inosservato alla maggior parte dei lettori ma ha suscitato una valanga di chiacchiere negli ambienti gay – scrive oggi l’Independent britannico – perche ‘mo’ da anni e’ una parola slang in codice per omosessuale.
    Scrivendo sull’influente blog gay AfterElton.com, Ed Kennedy ha annotato che il ‘tweet’ di Bert ha coinciso con la settimana del Gay Pride in molte città d’America. I Muppet vanno in onda negli Usa sulla rete a finanziamento pubblico Pbs e la produzione, ancor prima che arrivassero critiche e minacce di boicottaggio da parte di organizzazioni della destra religiosa come “Focus on the Family” e il “Family Research Council”, ha messo le mani avanti: ”Non ci sarebbe mai passato in mente che aver invitato celebrità gay e adesso il micromessaggio su Twitter di Bert potessero essere interpretati come un cosciente richiamo per un pubblico gay”, ha detto la portavoce Ellen Lewis.
    (fonte: TgCom – 26 ottobre 2010)

INTERVISTE

  • Rai 4, la formula del successo
    Serie cult, una programmazione matematica e la freddezza di un chirurgo: così Carlo Freccero racconta la sua Rai4. Un palinsesto di nicchia, quattro quadranti, uno share dello 0.82 nella giornata media (che arriva a sfiorare l’1% nel serale) e due possibili strade future. Questi i numeri di una storia cominciata due anni fa e fatta di scelte di qualità, esame dei dati di ascolto,  e attenzione al prime time. A raccontarcelo è Carlo Freccero, padre e creatore di Rai4, la quarta rete di viale Mazzini.Quale pubblico aveva in mente quando ha definito la programmazione di Rai4?
    Ho pensato Rai4 come una rete in grado di coinvolgere e costruire nuovi pubblici rispetto alla platea delle tv generaliste.  Sono spettatori che conoscono bene il piccolo schermo, un pubblico di nicchia raggiungibile solo con la tv di culto. E per farla occorrono prodotti che generino una vera e propria dipendenza. Lo spettatore è un fan che non vuole essere intrattenuto, ma coinvolto. I prodotti cult per eccellenza sono i nuovi telefilm americani costruiti su sceneggiature sofisticate e con la qualità visiva dei migliori film. 

    Come ha costruito il palinsesto di un nuovo canale?
    Il palinsesto si articola su quattro quadranti, ognuno con una sua specificità, ognuno con un suo peso e possibili sviluppi o recessioni. C’è il quadrante sci-fi, quello teen, la serialità d’autore e la produzione. Ho scelto nel panorama televisivo le serie migliori e infine ho associato alle varie aree una programmazione di film serializzata.

    Cosa c’è nel primo quadrante?
    Nel fantasy ho inserito Streghe, Roswell, 4400, Supernatural, Angel, Eureka e Primeval, Alias e Dead like me, alcuni programmati in modo orizzontale, altri in senso verticale. A questi ho associato dei film specifici con il ciclo action, fantasy o crime. E per amalgamare bene il tutto, ho ripreso anche gli anime giapponesi prodotti della fantascienza in cui affonda le radici la cultura cyber-punk e che ha l’ambizione di interpretare il nostro mondo.

    E i nuovissimi Breaking Bad e Weeds?
    Sono due serie tv molto simili per argomento, trattano entrambe di un insospettabile che comincia a spacciare. Breaking Bad, Weeds, Mad Men, Desperate Housewives e Brothers and Sisters rientrano nella serialità d’autore che va in onda in seconda serata. Vengono definiti “life drama” e costituiscono il prodotto culturale della rete, come i magazine di approfondimento lo sono per la tv generalista-tradizionalista. A questi aggiungo il film del mercoledì che unisce la parte sci-fi con la serialità d’autore come ‘L’ombra del sospetto’.

    Mancano ancora due quadranti da completare…
    Certo, uno è composto dai telefilm teen per ragazzi, che vanno in onda in pieno pomeriggio. I prodotti in questo caso vanno dai classici come Melrose Place a Beverly Hills 90210 a serie nuove come High School Team, 90210 e  Fisica o Chimica, un telefilm spagnolo molto trasgressivo. E infine c’è il quadrante della produzione. Produzione italiana e fiction, ma per il momento è ancora vuoto perché l’azienda non ha dato la sua disponibilità. Finché rimarrà così, il mio schema sarà incompleto.

    Altro che “fiuto” nella scelta dei telefilm, dietro a Rai4 c’è una strategia sofisticata…
    Ho lavorato con la freddezza degna del dottor House a questa programmazione. Per me il palinsesto è un racconto che deve articolarsi secondo offerte precise che si devono ibridare: questa è la matematica che ogni tv deve avere. Venerdì 28 ottobre partirà una serie-dispositivo che incrocia tutti i quadranti che ho costruito ed esplicita bene cosa significa programmazione culto: Lost.

    Oltre ai naufraghi che cosa c’è nel futuro di Rai4?
    Dipende tutto dalle strategie editoriali che la Rai deciderà di adottare. Se Rai4 dovrà mettersi in concorrenza con i canali digitali Mediaset, Iris e La5 per esempio, le serie teen spariranno. Se il suo ruolo sarà quello di completare l’offerta Rai si dovranno fare altre scelte. A seconda della strada ogni quadrante potrà essere sviluppato o ridotto.  Comunque la programmazione resta America-centrica La cultura mainstream, nel senso di produzione dell’immaginario, è americana e la qualità dei telefilm è pari a quella del cinema . Già gli anime sono un prodotto diverso che abbiamo introdotto. Anche l’Europa si sta aggiornando. Oggi c’è bisogno di prodotti fortemente caratterizzati e anche quelli europei devono muoversi in questa direzione. Un esempio è Romanzo Criminale.

    Quale sarà la nuova serie cult, il nuovo Lost?
    Fringe è un grande prodotto, ma non ho ancora finito di vedere tutta la nuova stagione della serialità americana. Credo comunque che andrà molto il genere il sci-fi incrociato con la politica e con il tema della manipolazione sia intellettuale che genetica.
    (fonte: Kataweb – 22 ottobre 2010)

LA TV IN EDICOLA

  • “SORRISI E CANZONI TV” n.44
    Il numero in edicola festeggia Antonella Clerici, con i 10 anni della “Prova del Cuoco” di Rai 1, e Geronimo Stilton, anche lui a quota 10 anni di successi nel panorama letterario per ragazzi e non solo.

  • GRANDE FRATELLO: DA DOMANI LA RIVISTA UFFICIALE
    Dove trovare tante notizie e indiscrezioni sul Grande Fratello? Dove scovare le foto più esclusive degli ospiti della Casa? Torna in edicola domani 28 ottobre (prezzo di copertina 1,50 €) la rivista ufficiale del Grande Fratello 11, la vera “bibbia” per i tantissimi fans del reality più visto della tv italiana. La nuova rivista settimanale, sempre più colorata e completa, è diretta da Umberto Mazzarini e pubblicata da Piscopo Editore, su licenza di Endemol Italia. Carta patinata, 64 pagine, formato grande (200×275 mm), la rivista uscirà tutti i giovedì al prezzo di 1,50 euro con una tiratura iniziale di 150mila copie. Il magazine racconterà nei prossimi mesi tutti i protagonisti, le storie e i retroscena del Grande Fratello 11.
    La copertina del primo numero della rivista ufficiale del GF11 è dedicata ai tre inquilini più in vista in questi primi giorni del reality: Norma, Nando e Pietro. Ci sono anche le foto “hot” dei ragazzi sotto la doccia e non mancano le immagini delle prime crisi e dei baci rubati. In ogni numero della rivista, saranno presentati i vari protagonisti del GF11, le dichiarazioni degli eliminati, le interviste con gli ex del GF10 (nel primo numero, il vincitore Mauro Marin e le rubriche del “principe” George Leonard e del simpatico Maicol Berti) e le storie di coloro che sono stati lanciati dalle precedenti edizioni del reality (a partire da Salvatore “Salvo” Veneziano del GF1). Ci saranno poi giochi, test e oroscopo ispirati al mondo del GF. La rivista del GF11 viene realizzata in service da Twister e la raccolta pubblicitaria è curata internamente da Piscopo Editore. La distribuzione nazionale è stata affidata a Press Distribuzione Stampa, mentre Mediarkè si occupa dell’ufficio stampa.
    (fonte: comunicato stampa)

SPAZIO REALITY

GRANDE FRATELLO 2010/11 puntata 2

  • Entrano Elisa e Matteo, Ferdinando si difende
    Parte subito intensa la seconda puntata del Grande Fratello 11 andata in onda ieri sera. Non tanto per il “fuori programma” di Alessia Marcuzzi che non riesce a contenere il suo abbondante seno nell’abito che indossa, ma per il momento che mette di fronte Ferdinando Giordano con il suo passato legato alla camorra. Un momento in cui sembra emergere la sincerità di una storia che ha segnato un ragazzo che vive in una realtà complessa. Forse un discorso un po’ complesso dati i ritmi del programma, ma che ha comunque aiutato a chiarire certi dubbi della vigilia.
    Puntata poi che è continuata sul “copione” previsto con le prime tre nomination (Clivio, Cristina e Rosa) e l’ingresso di tre concorrenti: uno già visto, Alessandro che ha sciolto il suo dubbio in relazione alla maternità della compagna, e gli altri due completamente “nuovi”: Matteo Casnici e Elisa Lisitano.
    Alessandro ha deciso: entra nella Casa
    Nella prima puntata era rimasta in sospeso l’ingresso di Alessandro Marino: il ragazzo ha avuto una settimana di tempo per riflettere e decidere se entrare nella Casa oppure rimanerne fuori per stare vicino alla compagna incinta del sesto mese. Insieme i due hanno deciso che l’opportunità di dare un futuro migliore al figlio è troppo grande e quindi si è proposto per entrare nel reality. Il Grande Fratello ha dato il suo assenso e così Alessandro è il 17mo concorrente del programma.
    Ferdinando e il suo passato
    Messo di fronte ai titoli dei giornali che lo hanno etichettato come “figlio del boss”, il 30enne salernitano risponde così: «Mi fa rabbia, ma non mi interessa. Sono un’altra persona. I giornalisti possono scrivere ciò che vogliono, non ho paura». In studio è presente Gianni Lettieri, Presidente Industriali di Napoli, che arrivò a scrivere una lettera di protesta contro il rischio di «spettacolarizzare questo fenomeno». Ferdinando ribadisce i concetti già espressi nella casa: «E’ stato mio padre a ternermi fuori da queste cose. Io sono un’altra personache non mi interessa la camorra, io sono un’altra persona. Nella casa io porto rispetto e lealtà, non la camorra. Quella non mi interessa». Nella discussione entra anche Alfonso Signorini, opinionista del Grande Fratello, e sottolinea un elemento importante: «Credo che si debba avere più fiducia nei confronti del pubblico che sta a casa, capace di distinguere le vere colpe delle persone. Piuttosto la vergogna siamo noi che non ci fermiamo in una metropolitana mentre una donna sta morendo per un pugno» e poi rivolto a Ferdinando: «Mi auguro che possa arrivare a dire che la camorra fa schifo e non solo che non gli interessa».
    Giuliano viene smascherato: è lui il gigolò
    Le ragazze della Casa avevano ricevuto una prova settimanale: individuare l’identità del gigolò fra i concorrenti maschi. Alla fine il Grande Fratello manda in una stanza a vetro quattro potenziali “accompagnatori di signore”, Clivio, Davide, Giuliano e Ferdinando, chiedendo loro di esibirsi in camminate e sguardi seduttivi. Fra le ragazze Sheila è iperconvinta che sia Giuliano e le altre le vanno dietro. Giusta decisione che le premia con una mega festa dove gli uomini saranno i loro “schiavetti”.
    Due nuovi ingressi: Matteo ed Elisa
    Come previsto alla vigilia, durante la puntata sono entrati due nuovi concorrenti: Matteo Casnici ed Elisa Lisitano. Il primo è un 32enne modello, che tra l’altro aveva già conosciuto sulle passerelle Andrea, con la passione dei motori e tanta voglia di divertirsi. Nato a Desenzano del Garda (Brescia) attualmente vive a Barcellona e parla quattro lingue (italiano, spagnolo, francese e portoghese). La ragazza è una 22enne studentessa di Giurisprudenza che arriva da Augusta (Siracusa). Diversamente da molti altri concorrenti, quest’ultima, ha una vita famigliare normale, senza storie tragiche alle spalle.
    Ferdinando è il preferito al televoto e salva Angelica
    Anche per l’undicesima edizione del Grande Fratello torna il momento delle nomination. I tre preferiti al televoto sono risultati, in ordine alfabetico, Angelica, Ferdinando e Nando. Il preferito in assoluto è il concorrente salernitano e, quindi, non potrà essere nominato né nominare, è Ferdinando. Lui può scegliere di rendere immune una ragazza e sceglie Angelica.
    Clivio, Cristina e Rosa vanno in nomination
    Salvati Ferdinando e Angelica, la Marcuzzi comunica una novità: quest’anno il Grande Fratello può decidere i “nominabili” e i loro nomi sono: Andrea, Clivio, Cristina, Margherita, Pietro e Rosa. Alla fine del “tour nel confessionale”, i tre nomi dei concorrenti che rischiano di uscire la prossima setitmana sono: Clivio, Cristina e Rosa.
    (fonte: “La Stampa”, 26 ottobre 2010 – articolo di Fulvio Cerutti)

X-FACTOR 2010 puntata 8

  • Dami perde contro Davide e va a casa; la new entry Marika rimette in gioco la Tatangelo
    L’ottava puntata di X Factor ha avuto come tema musicale le colonne sonore tratte dai grandi film. Tutti ragazzi del talent si sono cimentati prima in un medley dedicato al cinema tra cui: “My heart will go on” e “Stayin’ alive”.  Il primo ad esibirsi per l’unica manche è stato Dami con “Gimme some lovin’” dei Spencer Davies Group tratto dal film “Blues Brothers” con una performance che ha messo in evidenza solo le doti vocali, peraltro molto simili ad un altro concorrente di X Factor: Daniele Magro. La Tatangelo ha consigliato al concorrente di abbattere il muro che crea tra il pubblico e lui e Ruggeri incalza “manca un certo calore”. Successivamente si sono esibiti i Kymera in con “Phantom of the opera“. In studio è stato ricreata l’atmosfera del film-musical omonimo di Andrew Lloyd Webber ma stavolta il duo non ha brillato come nelle scorse puntate a favore di una eccessiva teatralità. Siparietto tra la Tatangelo e la Maionchi. Quando la prima ha detto “Se vi avessi avuto nella mia categoria, avrei avuto seri problemi a capire il vostro percorso”, il giudice storico di X Factor si è lasciato scappare: “E infatti sareste già a casa da un po’”.
    Alla fine è stato Dami a perdere alla sfida in ballottaggio con il favorito Davide. Momenti di tensioni e piccole polemiche tra Mara MaionchiAnna Tatangelo, tra quest’ultima e Rossana Casale che dopo aver imitato la compagna di D’Alessio si è sentita dire dalla diretta interessata: “Quando la persona è niente, l’imitazione è zero”. New entry è Marika che fa rientrare in gara Anna Tatangelo, rimasta senza concorrenti.
    Da alcuni rvm mostrati in studio sembra che Enrico Ruggeri abbia un debole per Anna Tatangelo, infatti il cantautore le dedica sempre commenti sexy. Riprende la gara con Ruggero e la sua versione di “Mambo Italiano” tratto dal film “Pane amore e…”. Il giovanissimo cantante ancora non sembra aver preso il giusto percorso artistico all’interno del programma, sempre legato a certe interpretazioni vintage. Curiosità per l’esibizione di Nevruz, introdotto da un lungo contributo filmato in cui si è mostrato sarebbe romantico e che piange spesso. Il cantante con mantello e turbante si è confrontato, commuovendosi, con “Cosa sono le nuvole” di Domenico Modugno, tratto dal film “Capriccio all’italiana”. L’esibizione nulla ha tolto né aggiunto alla versione originale.
    Parentesi musicale con i primi ospiti musicali della serata: i Litfiba. Poi la gara è ricominciata con il favorito alla vittoria finale Davide che ha proposto “Everybody’s talkin’” di Harry Nilsson tratto dal film “L’uomo da Marciapiede”. Forse il brano non era proprio adatto al cantante che ha cercato di dare il massimo specialmente nelle note basse, le più difficili. E’ stato anche ufficializzato il debutto di Davide nella Nazionale Italiana Cantanti.  In onda il filmato dello scontro tra Rossana Casale e Anna Tatangelo nella scorsa puntata su Stefano. Ma quando la Casale ha imitato la compagna di D’Alessio, quest’ultima un po’ risentita e ha risposto: “Quando la persona è niente, l’imitazione è zero”, creando un’atmosfera di gelo in studio. L’ultima donna rimasta al talent show, Nathalie, ha interpretato “Let the sunshine” dallo storico musical “Hair”, offrendo l’esibizione più convincente della puntata.
    Infine il discusso Stefano con “La prima cosa bella” di Nicola Di Bari dall’omonimo film di Virzì candidato dall’Italia per l’Oscar a metà tra la versione originale e quella di Malika Ayane. E ancora una volta ci sono state diverse imprecisioni e al solito i giudici non si sono sbilanciati nei commenti. Malika Ayane, seconda ospite musicale, ha presentato il suo nuovo singolo “Thoughts And Clouds“, tratto dal nuovo cd-dvd “Grovigli Special Tour Edition”.
    A finire in ballottaggio sono stati a sorpresa Davide e Dami. Quest’ultimo ha scelto “If I ain’t got“ di Alicia Keys e ha cantato senza base “Ogni mio istante“ dei Negramaro, mentre  Davide ha proposto “Talkin’ about revolution“ di Tracy Chapman e “Se io se lei” di Biagio Antonacci. I giudici hanno deciso di salvare Davide.
    Al termine di ogni esibizione sono state svelate le cinque canzoni che ogni caposquadra ha assegnato al proprio concorrente,  solo una di queste è stata scelta dal pubblico di Internet e verrà eseguita alla nona puntata: “21 Guns” dei Green Day per i Kymera, Ruggero si esibirà con “Crocodile Rock” di Elton John, a Nevruz è toccata “Gianna” di Rino Gaetano. A Davide è andata la canzone “Balliamo sul mondo” di Ligabue mentre è “Underneath” di Alanis Morrisette è stata assegnata a Nathalie e Stefano canterà “Centro di gravità permanente” di Franco Battiato.
    Si è consumata anche la battaglia all’ultimo televoto per quattro aspiranti concorrenti di X Factor che si sono esibiti non solo davanti ai giudici ma anche a Malika: Marika, che era stata notata già da Morgan in un vecchio provino, il ragusano Joe (“50 Special”), Elizabeth con “I wanna dance with somebody” di Whitney Houston e il gruppo che si ispira agli anni 60 Apple Pies. Marika viene promossa come nuova concorrente del programma e grazie al suo ingresso Anna Tatangelo rientra di diritto in gara.
    (fonte: TgCom, 27 ottobre 2010 – articolo di Andrea Conti)
Annunci

Commenti»

1. Giangi - 27/10/2010

Quand’è che la politica e parenti degli amici usciranno dalla Rai?
Quand’è che l’influenza schifosa di Silvio Berlusconi e di Mediaset se ne andrà dalla Rai

Spero presto, Carlo Freccero unico possibile direttore generale.

2. Max - 27/10/2010

Fino a quando ci sarà Berlusconi al potere, andranno avanti solo incompetenti servili e lecchini e troiette compiacenti,purtroppo per la gente seria e competente come Freccero non c’è più spazio.

3. barbara - 30/11/2010

Ciaooooooooooooooooo se sto scrivendo a colorado rispondetemi siete bravissimi poi coi i turbotabis ancora di piùùùùùù quasi tutta la mia classe vi guarda.
Comunque Rossella puoi chiedere ai tuoi amici se le cose più belle “per bambini” le mettete prima
comunque ciaoooooooooooooooooooo Rossella un bacio

P.S:scrivetemi al pù presto.


Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: