jump to navigation

F1, G.P. di Abu Dhabi – La Ferrari sbaglia tutto: Sebastian Vettel vince la gara e il mondiale piloti 14/11/2010

Posted by Antonio Genna in Formula 1, Sport.
trackback

Formula 1Sebastian Vettel è il campione del mondo 2010, a soli 23 anni di età il più giovane nella storia della Formula 1: la Ferrari ha finito per marcare molto stretto Mark Webber, finendo per favorire il suo compagno di squadra.
Vettel, che già partiva in pole position, è rimasto quasi per l’intero G.P. di Abu Dhabi in testa, tranne nel periodo in cui – in attesa del proprio pit stop – era in testa Jenson Button, arrivato terzo sul traguardo dietro il compagno di squadra Lewis Hamilton.
Il ferrarista Fernando Alonso era invece terzo in qualifica, e subito dopo il via si è ritrovato quarto, passato da Button, ma sempre davanti a Webber, quinto. Al 13° giro Mark Webber va ai box per un cambio gomme molto anticipato, all’apparenza dovuto al fatto che nel giro precedente aveva sfiorato con la gomma il guard-rail del circuito: dopo aver richiamato subito Felipe Massa ai box (che per tutta la gara è rimasto bloccato dietro il giovane spagnolo Alguersuari senza riuscire a superarlo, risultando di scarsissimo aiuto per l’impresa), il team Ferrari richiama Alonso per l’unico cambio gomme della gara. Alonso riesce a tornare in pista davanti a Webber, ma lo spagnolo rientra in gara nelle retrovie, in mezzo al traffico delle altre monoposto, in un circuito dove già lo scorso anno si erano visti in totale 4 sorpassi. La gara di Alonso è finita lì, e il pilota è rimasto bloccato fino alla fine dietro la Renault del russo Petrov, che già aveva cambiato le gomme poco dopo il via approfittando di un ingresso della safety car per un incidente senza conseguenze tra Liuzzi e Schumacher che aveva costretto ambedue i piloti al ritiro. A fine gara Alonso arriva soltanto settimo, dietro Rosberg, Kubica (che anche dopo il pit stop è riuscito a rientrare davanti ad Alonso, dato il grande vantaggio accumulato nel frattempo) e Petrov; soltanto decimo Felipe Massa.
Nel frattempo, Vettel continuava a spingere, sempre con pista libera davanti a lui, con tempi record sia con gomme fredde che con gomme calde, prima tenendo a bada Hamilton, e poi senza nemmeno questo pensiero quando Hamilton stesso, dopo il ritorno in pista dai box, è rimasto parecchi giri dietro la Renault del polacco Kubica, anche in questo caso senza possibilità di sorpasso.
La Red Bull, dopo il titolo costruttori, ottiene anche quello piloti: Vettel, che mai nel corso dell’anno si era trovato da solo in testa al mondiale, vince con appena 4 punti di guadagno su Alonso, a cui bastava appena un quarto posto per conquistare il mondiale. Per la Ferrari solo un terzo posto nel mondiale costruttori: l’ultimo ferrarista a vincere il titolo iridato fu il finlandese Kimi Raikkonen nel 2007.
Il commento del presidente Ferrari, Luca Cordero di Montezemolo, a fine gara: “Sono orgoglioso di questa Ferrari: abbiamo perso all’ultima gara per pochi punti, quando forse eravamo convinti di non perdere e questo fa più male. Alonso è un pilota fortissimo, e se oggi non ha vinto il Mondiale non è per colpa sua. Dire che siamo giù di morale è poco: oggi sarebbe bastato tenere la posizione o chiudere al quarto posto, avremmo vinto in ogni caso il Mondiale. E’ andata così, Vettel ha avuto una macchina migliore della nostra. La Red Bull ha avuto quest’anno molte opportunità e oggi anche noi ne abbiamo avuta una. Non tutto ha funzionato perfettamente, ma nessuno avrebbe mai pensato che saremmo partiti all’ultima gara in testa”.
A seguire, un riepilogo conclusivo delle classifiche mondiali.

Il mondiale piloti:

  1. Sebastian Vettel (Red Bull-Renault) 256 punti – campione del mondo 2010
  2. Fernando Alonso (Ferrari) 252
  3. Mark Webber (Red Bull-Renault) 242
  4. Lewis Hamilton (McLaren-Mercedes) 240
  5. Jenson Button (McLaren-Mercedes) 214
  6. Felipe Massa (Ferrari) 144
  7. Nico Rosberg (Mercedes GP) 142
  8. Robert Kubica (Renault) 136
  9. Michael Schumacher (Mercedes GP) 72
  10. Rubens Barrichello (Williams-Cosworth) 47
  11. Adrian Sutil (Force India-Mercedes) 47
  12. Kamui Kobayashi (BMW Sauber-Ferrari) 32
  13. Vitaly Petrov (Renault) 27
  14. Nico Hulkenberg (Williams-Cosworth) 22
  15. Vitantonio Liuzzi (Force India-Mercedes) 21
  16. Sebastien Buemi (Toro Rosso-Ferrari) 8
  17. Pedro de la Rosa (BMW Sauber-Ferrari) 6
  18. Nick Heidfeld (BMW Sauber-Ferrari) 6
  19. Jaime Alguersuari (Toro Rosso-Ferrari) 5
  20. Heikki Kovalainen (Lotus-Cosworth) 0
  21. Jarno Trulli (Lotus-Cosworth) 0
  22. Karun Chandhok (HRT-Cosworth) 0
  23. Bruno Senna (HRT-Cosworth) 0
  24. Lucas di Grassi (Virgin-Cosworth) 0
  25. Timo Glock (Virgin-Cosworth) 0
  26. Sakon Yamamoto (HRT-Cosworth) 0
  27. Christian Klien (HRT-Cosworth) 0

Il mondiale costruttori:

  1. Red Bull-Renault 498 punti – campione del mondo 2010
  2. McLaren-Mercedes 454
  3. Ferrari 396
  4. Mercedes GP 214
  5. Renault 163
  6. Williams-Cosworth 69
  7. Force India-Mercedes 68
  8. BMW Sauber-Ferrari 44
  9. Toro Rosso-Ferrari 13
  10. Lotus-Cosworth 0
  11. HRT-Cosworth 0
  12. Virgin-Cosworth 0

Appuntamento al mondiale 2011 di Formula 1, che partirà domenica 13 marzo 2011 al Sakhir con il G.P. del Bahrein e si concluderà dopo 20 gare (una in più di quest’anno, che si disputerà il 30 ottobre 2011 in India) domenica 27 novembre 2011 a San Paolo con il G.P. del Brasile.
Appuntamento italiano domenica 11 settembre 2011 a Monza per il G.P. d’Italia.

Commenti»

1. max87 - 14/11/2010

Non sapevo che da oggi Kaspersky Lab è sponsor ufficiale della Ferrari http://www.omnicorse.it/magazine/5548/formula-1-kaspersky-lab-nuovo-sponsor-della-ferrari

2. telperion - 14/11/2010

Per carità, la red bull ha sbagliato tutto il possibile durante la stagione, ma oggi la Ferrari ha dimostrato di essere degna di vendere giusto i polli allo spiedo.
Dopo Ross Brawn, di tattiche ne azzeccano 1 su 10 se va bene.
Polli ruspanti.

Voto 0.

Da ritirargli la licenza.

3. Alex - 14/11/2010

condivido appieno quello detto……..anche io avevo notato che da quando manca ross brawn ci va tutto male. ma è vergonoso che vettel con 15 punti dietro abbia vinto…….ma soprattutto che la ferrari oggi nn ci sia stata proprio.alonso 36 giri dietro a Petrov onestamente nn meritava di vincere…..


Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: