jump to navigation

Libri – Corrado Augias “I segreti del Vaticano” 24/11/2010

Posted by Antonio Genna in Libri, Religione.
trackback

Dopo tanti best-seller che hanno raccontato i segreti di metropoli mondiali come Parigi (1996), New York (2000), Londra (2003) e Roma (2005), e dopo il volume scritto con Remo Cacitti sul Cristianesimo, il giornalista e conduttore televisivo Corrado Augias unisce un po’ le due cose con il volume “I segreti del Vaticano – Storie, luoghi, personaggi di un potere millenario” (Mondadori, 392 pagine con inserto fotografico a colori, prezzo di copertina 19,50 €).
Quando si parla di Vaticano, si pensa subito alla grande piazza antistante la basilica di San Pietro e il monumentale colonnato che l’abbraccia: i cattolici pensano anche alla finestra da cui il Papa rivolge il suo messaggio ai fedeli in occasione delle giornate festive. Il Vaticano però è molto di più, come dimostrerà questo volume: Stato di diritto tra i più piccoli al mondo, minuscola città dentro la grande città di Roma, della quale è un po’ l’altra faccia, con una lunghissima storia, ricca di eccezionali tesori artistici e di molti segreti legati a vicende antichissime e più recenti.
Si parte da Nerone e dai primi cristiani sullo sfondo della Roma imperiale, con l’assassinio della madre Agrippina e il suicidio del precettore-filosofo Seneca fino al rogo di Roma del 64; si passa poi a Costantino, con la sua famosa e apocrifa donazione al Papa che per secoli ha rappresentato l’atto di nascita del potere temporale della Chiesa. Tra i templari, gesuiti, inquisitori e membri della potente Opus Dei, ci sono anche tanti Papi: dall’umile Celestino V al più arrogante Bonifacio VIII, dal discusso Pio XII al mite Giovanni Paolo I scomparso ad appena 33 giorni dall’elezione al soglio… e con loro gli artisti che vennero ingaggiati per testimoniare le glorie del pontefice del momento: da Bernini e Borromini, rivali e opposti in ogni cosa, a Michelangelo e alla sua Cappella Sistina. Diverse le figure pittoresche, come quelle di: Marozia, concubina papale che probabilmente fu all’origine della leggenda medievale della “papessa” Giovanna; Olimpia Pamphili, un’altra concubina vissuta nel Seicento che venne definita con disprezzo la “Pimpaccia”; l’anticonformista regina Cristina, luterana, che lasciò il trono di Svezia per trasferirsi a Roma, a cui venne perdonato molto in quanto la sua conversione al cattolicesimo sembrava rappresentare una vittoria della Controriforma.
Tanti anche gli episodi del passato recente, come quello della guardia svizzera Cédric Tornay, accusato del duplice assassinio del colonnello Alois Estermann e di sua moglie Gladys Meza Romero e morto a quanto si dice suicida; si tratta anche la vicenda della misteriosa scomparsa di Emanuela Orlandi, sparita nel giugno 1983, e quella dello scandalo dell’Istituto di Opere Religiose, la banca del Vaticano, con un’inquietante scia di morti negli anni 1970/80. Un capitolo è dedicato al tribunale della fede: la Santa Inquisizione che nel 1557 compilò l’Indice dei libri proibiti, reso accessibile agli studiosi soltanto a partire dal 1998.
Secondo Augias, notoriamente ateo, sia la storia del passato che quella più recente è legata alla commistione tra potere temporale e spiritualità: il volume, ricco di informazioni e molto scorrevole, mostra che la Chiesa cattolica, unica religione diventata Stato, ha sempre dovuto pagare un prezzo elevato per conciliare due mondi che con difficoltà possono coesistere.

Commenti»

No comments yet — be the first.

Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: