jump to navigation

TV – “Paura di amare” su Rai 1 28/11/2010

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Comunicati, TV ITA.
trackback

Questa sera alle ore 21.30 Rai 1 trasmetterà la prima delle sei puntate della fiction “Paura di amare”, la storia di un incontro, quello tra Stefano (Giorgio Lupano), un uomo ricco, vedovo e con due figli, e Asia (l’esordiente Erica Banchi), una giovane orfana di umili origini, ma anche lo scontro tra due mondi diversi, due estrazioni sociali che, con le loro sovrastrutture, faticano ad amalgamarsi.
La miniserie, che vede la partecipazione  di Ida Di Benedetto, è diretta da Vincenzo Terracciano. A seguire, una presentazione, la trama e le note di regia, tratte dal comunicato stampa della fiction.

Una storia d’amore che nasce in punta di piedi, sboccia in terra ostile e tenta di sopravvivere alle intemperie della vita e alle trappole del destino. E’ l’amore vero, quello puro, che non bada alla carta d’identità, che non segue le regole del potere e del denaro. E’ questo il sentimento che unisce Stefano e Asia. Lui, un uomo ormai non più giovanissimo, a capo di un impero farmaceutico, vedovo e con due figli. Lei, giovane, attraente, orfana senza il becco di un quattrino ma con un grande sogno: diventare un medico.
E’ la storia di un incontro casuale ma che si trasformerà in una passione bruciante e duratura. Stefano, un uomo a cui la vita aveva sempre dato tutto, soldi, fama, amore, di colpo si ritrova solo con due figli. Emma la sua bella e dolce moglie muore in un terribile incidente stradale. Il mondo sembra cadere. Per Stefano si apre una nuova fase, cupa e di dolore, dove non sembra esserci più spiraglio di gioia e più posto per nessuno. Ma il cuore fa brutti scherzi e un giorno incontra Asia. E’ una ragazza semplice, modesta, risoluta e con uno splendido sorriso, un sorriso che la crudeltà della vita non è mai riuscita a toglierle. La sua vita, al contrario di quella di Stefano, non è mai stata rosea, anzi. Cresciuta orfana, senza un soldo, in un contesto sociale difficile e modesto si è sempre “arrangiata” per riuscire a realizzare il suo grande sogno, quello di studiare medicina e diventare un giorno un buon medico. Non indossa vestiti firmati e scarpe eleganti ma possiede un fascino deciso e impossibile da non notare. I primi ad accorgersi di quella ragazza “speciale” sono proprio i figli di Stefano che ammaliati dalla sua dolcezza insistono perché il padre la assuma come loro babysitter. Così Asia entra in casa Loi e nei cuori di tutti coloro che la abitano. Ma non sarà un amore facile. Troppi giochi di potere, troppe trame alle spalle, troppe invidie e troppe gelosie. L’ombra che incombe è sempre quella del tradimento tanto tra le mura domestiche che alla Loipharma, la grande azienda farmaceutica di proprietà Loi. E  quando finalmente la passione sembra aver trovato la “pace” famigliare, dietro all’angolo sbuca un nuovo problema, un nuovo colpo di scena. Dal carcere viene rilasciata una donna, Cecilia Colombo, una terrorista che oltre ad essere stata accusata di aver ucciso il fratello di Stefano porta con sè anche un altro inquietante segreto.
“Paura di amare” è una serie in sei puntate prodotta da Rai Fiction, realizzata da Ida Di Benedetto e Stefania Bifano per Titania Produzioni, per la regia di Vincenzo Terracciano. Su Rai1, in prima serata, da domenica 28 novembre.

La miniserie è tratta da un soggetto di Maria Venturi, la nota scrittrice a “luci rosa”, come ama lei stessa definirsi, autrice di tanti bestsellers e famose serie tv come “Orgoglio”, “Incantesimo” e “Butta la luna”. Firmano la sceneggiatura Gianfranco Clerici e Daniele Stroppa insieme a Carla Giulia Casalini, Riccardo Degni e al regista Vincenzo Terracciano.
Sarà l’attraente attore italiano Giorgio Lupano ad interpretare Stefano Loi, mentre vestirà i panni della bella Asia la giovane esordiente Erica Banchi. Nel cast anche la produttrice-attrice Ida Di Benedetto che si cimenterà nel ruolo di Elide, una pittrice con brama di vendetta nei confronti della grande famiglia Loi a cui è legata.  Barbara Livi, nota al grande pubblico televisivo per la sua partecipazione a “Incantesimo 5”, a “Un medico in famiglia 4” e a “Un caso di coscienza”, sarà Mirella, componente femminile di casa Loi, snob e particolarmente influente. Carlo, cugino e collega di Stefano avrà il volto dell’avvenente attore tedesco Benjamin Sadler, e Alberto Molinari, dopo aver partecipato ad importanti produzioni Rai come “Bakhita”, “Provaci ancora prof” e “Il maresciallo Rocca 3” impersonerà Marco Airoldi, professionista affermato a capo di un noto studio legale. L’attrice Marta Bifano, interprete, tra le altre, anche della fortunata fiction “Caravaggio”, sarà l’avvocato Federica Consoli. Completano il cast Marco Falaguasta (Paride), Ivana Lotito (Simona), Clotilde Sabatino (Giuliana), Teresa Acerbis (Olga), Brigitte Christensen (Cecilia Colombo), Paolo Lanza (Avv. Gironi), Domenico De Santi (Roberto), Predrag Ejdus (Giorgio), Ana Bretschneider (Emma),  Misa Beric (Manuel Olivieri). Interpreteranno Carlotta e Tommy, i bellissimi e sensibili figli di Stefano Loi,  Rosabell Laurenti Sellers e Dario Fiorica.
Le scene sono state girate tra Torino, Belgrado e il Montenegro in location particolarmente ricercate, come palazzi storici e ville maestose, individuate e scelte dallo scenografo Giantito Burchiellaro per rendere al meglio lo sfondo in cui si sviluppa la storia.  Le musiche sono state affidate al Maestro Ludovico Fulci mentre la voce dei brani “Paura di amare” e “Le ombre dell’anima” è quella di Veronica Liberati. La distribuzione internazionale è di Rai Trade.

Note di regia
di Vincenzo Terracciano

La fiction televisiva come linguaggio o genere? Forse entrambi, e per molti è sicuramente così.
Io, invece, so interpretarla (farla?) come genere. Paura Di Amare è un romanzo popolare costruito con l’architrave dei generi, ma principalmente un melodramma che spesso si concede incursioni nella commedia sentimentale.
È una storia, il cui racconto ho preferito affidare quasi esclusivamente al concerto dei miei splendidi attori. Volevo che i loro corpi, voci e silenzi fossero la riscrittura di quei verbi ed aggettivi che la sceneggiatura di giorno in giorno mi proponeva, i loro volti come liane emotive che spesso a loro insaputa mi conducevano, portandomi per mano, di emozione in emozione.
Ho divorato chilometri di Wyler, Sirk, Capra e Fassbinder (non me ne vogliano!) e confesso che spesso pensavo a loro la mattina sul set mentre impostavo, dirigevo e giravo per poi accorgermi che li avevo già dimenticati.
Perché il pubblico continua a voler vedere film d’amore? A cosa servono questi film? Forse a farci avere paura dell’amore, sennò che amore è? P.S. Per quattordici lunghi mesi non ho fatto altro che lamentarmi con Ida, ma confesso mi sono divertito.
Ma questo non diteglielo!

LA STORIA

Stefano Loi aveva tutto: una bella moglie, due splendidi figli e la presidenza di un impero farmaceutico, la Loipharma, con sede a Torino. Ma in un attimo il destino decide di voltargli le spalle. Una notte la moglie Emma muore tragicamente in un incidente stradale.
La vita “perfetta” di Stefano di colpo svanisce e il suo rapporto con i figli, ancora piccoli, si sgretola. L’uomo si distacca da tutto ciò che aveva di più caro, niente per lui sembra avere più senso.
Finché ad irrompere nella sua vita arriva Asia, una ragazza molto più giovane di lui, orfana, di umili origini e lontana anni luce dal lusso e le abitudini dell’ alta società in cui Stefano è cresciuto. Eppure le loro vite si incrociano… e Asia, da semplice babysitter dei suoi figli, lentamente e forse senza volerlo farà breccia nel solitario cuore di Stefano.
Asia e Stefano non hanno nulla in comune, le loro differenze sembrano inconciliabili, ma alla fine anche l’imprevedibile accade, quando si troveranno a stringersi in un intenso abbraccio e a scambiarsi il primo indimenticabile bacio.
E’ solo l’inizio di una storia d’amore che dovrà affrontare ostacoli all’apparenza insormontabili: la famiglia e la società classista di cui fa parte Stefano rifiutano l’idea che una povera squattrinata possa entrare a far parte del loro mondo. Ma Asia è una ragazza davvero speciale, riesce con la sua purezza, il suo candore e la sua incredibile energia a conquistarsi la fiducia della famiglia Loi e a portare un tornado di emozioni autentiche all’interno di un contesto spesso occluso dall’importanza di apparire e non di essere. E poi, cosa più importante, Asia conquista l’amore dei due figli di Stefano, inizialmente restii all’idea che il padre potesse amare un’altra donna.
Altre oscure ombre però si addensano sui due innamorati: all’insaputa di Stefano, infatti, alcuni membri della sua famiglia, con la complicità di colleghi fidati di Stefano, stanno tramando contro la Loipharma. A tenere le fila di questo intrigo è Elide, moglie del defunto fratello di Stefano e donna dall’oscuro passato.
L’amore tra Stefano ed Asia è forte, istintivo, sincero. Nessuna avversità esterna, nessun complotto sembrano poterlo scalfire, ma il destino, beffardo, si intromette di nuovo nella loro vita, quando dopo oltre vent’anni di prigione viene scarcerata Cecilia Colombo, la presunta assassina di Tommaso Loi, il rimpianto fratello di Stefano.

A seguire, una trama delle prime 3 puntate della fiction.

Prima Puntata
Stefano Loi è l’affermato presidente della Loipharma, un impero farmaceutico lasciatogli in eredità dal padre. Abituato a vivere nel lusso, con la moglie Emma e due splendidi bambini, la vita di Stefano sembra perfetta ma, una notte, Emma perde la vita in un tragico incidente d’auto, lasciando un vuoto incolmabile nella sua famiglia. Incapace di reagire al dolore, Stefano si chiude in se stesso e il rapporto con i figli, Carlotta e Tommy, si sgretola nei mesi successivi.
Un giorno Carlotta scappa di casa e si imbatte in Asia, una ragazza orfana che si guadagna subito la fiducia della bambina e la convince a tornare a casa. E’ così che Stefano ed Asia si conoscono. Dopo quel fugace incontro, Stefano riconosce Asia ad una festa e la avvicina. A differenza di tutti i presenti, Asia è di umili origini, lontana anni luce dal lusso e le abitudini dell’alta società in cui Stefano è cresciuto. Ma quando Olga, la tata di Carlotta, si rompe una gamba, la figlia di Stefano convince il padre a scegliere Asia come babysitter. Asia è tornata a Torino con il sogno di riprendere gli studi di medicina ma non ha soldi per l’università. Quando riceve l’offerta di lavoro di Stefano, accetta senza esitare e si trasferisce a casa Loi.
L’inserimento della ragazza nella famiglia non è facile. Olga, la tata e Mirella, la sorella maggiore di Stefano, non la ritengono all’altezza del suo compito e del loro ambiente. Anche Asia sopporta mal volentieri l’ipocrisia di quel mondo ma è tenace ed i bambini si affezionano a lei. In particolare Carlotta, che ritrova in Asia un punto di riferimento e riceve da lei quell’affetto che Stefano sembra incapace di dimostrarle.
A Stefano non piace l’atteggiamento critico di Asia anche se, nel profondo, è conquistato dai modi spontanei della ragazza. Agli occhi di Asia, Stefano è solo un presuntuoso uomo d’affari che trascura i propri figli ma, ben presto, anche lei scopre alcuni aspetti della personalità di Stefano che la stupiscono e che iniziano ad affascinarla.
A causa di un vile ricatto, Stefano viene a conoscenza che il suo defunto padre, Umberto Loi, aveva commesso gravi illeciti nella gestione della Loipharma. A tenere le fila del ricatto è Elide, una pittrice vedova del fratello di Stefano, che ha motivi di rivalsa personale con la famiglia Loi. La donna vuole impossessarsi della Loipharma con la complicità di Paride, un ambizioso dirigente della società, nonché marito di Mirella, con la quale ha un rapporto ormai logoro anche a causa della sterilità della moglie, un crudele destino che la donna non riesce ad accettare.
Stefano viene a sapere da Giuliana, una giornalista da sempre innamorata di lui, che Cecilia Colombo, ex terrorista in carcere da più di vent’anni per l’omicidio di Tommaso Loi, il fratello di Stefano, presto tornerà in libertà. La donna si è sempre professata innocente ma nessuno le ha mai creduto. L’odio di Stefano nei suoi confronti è feroce e lo confida ad Asia. Quello che nessuno sa è che Cecilia, all’epoca dell’arresto, aveva un ciondolo fin troppo simile a quello che adesso Asia porta al collo e che custodisce gelosamente, convinta sia l’ultimo ricordo della madre, morta quando lei era ancora in fasce.

Seconda Puntata
Col passare del tempo, Asia è diventata qualcosa di più di una semplice babysitter per la famiglia Loi. Grazie a lei, Carlotta e Tommy hanno ritrovato quella serenità strappata loro dalla tragica scomparsa della madre. La stessa tata Olga, inizialmente ostile, ha imparato ad apprezzare il gran cuore di Asia. Ma soprattutto Stefano, nonostante attriti ed incomprensioni con la ragazza, si sta affezionando a lei.
Con i soldi guadagnati, Asia ha potuto finalmente riprendere l’università. L’impegno e il tempo che dedica ai figli di Stefano le impediscono, tuttavia, di studiare. Per evitare che Asia lasci il lavoro, Stefano fa in modo che la ragazza superi un difficile esame. Ma quando Asia scopre di essere stata raccomandata da lui, va su tutte le furie. Le intenzioni di Stefano erano buone ma Asia, offesa da quell’ingiustizia, non accetta le sue scuse e decide di licenziarsi.
Stefano non si dà per vinto e convince la ragazza a restare con lui e i suoi figli almeno nel fine settimana che passeranno fuori città. E’ lì che Stefano ha un importante incontro d’affari con il magnate russo Kocev per tentare un accordo tra le rispettive società, accordo che eviterebbe il licenziamento di centinaia di operai.
Alle spalle di Stefano, Elide e Paride tramano per impedire che l’accordo vada a buon fine ma, grazie all’inaspettato aiuto di Asia, Stefano riesce comunque a chiudere la trattativa.
Nella suite dell’hotel, euforici e un po’ brilli per il successo ottenuto, Stefano ed Asia si lasciano andare ad una passione sedimentata nel tempo e tenuta a freno troppo a lungo. Fanno l’amore e dormono insieme ma, il mattino dopo, l’imminente viaggio a Mosca di Stefano impedisce loro di parlare di quanto accaduto quella notte.
Nel frattempo, a Torino, una giovane madre incinta muore tra le braccia di Mirella dando alla luce il bambino. L’accaduto risveglia nella donna il desiderio di maternità e vorrebbe adottare il piccolo. Ma Paride, marito infedele ed egoista, è contrario all’idea.
Cecilia Colombo, alla vigilia della sua scarcerazione, rilascia a Giuliana Pavoni un’intervista per convincere l’opinione pubblica della sua innocenza circa l’assassinio del fratello di Stefano. Ma la giornalista, per guadagnarsi la riconoscenza di Stefano, stravolge l’articolo e insinua l’esistenza di una figlia segreta che la donna nega invece di avere.
Durante l’assenza di Stefano, Asia scopre per caso un video che rivela un ambiguo legame tra Carlo, cugino e collega di Stefano, e la sua defunta moglie Emma. Quando Asia chiede spiegazioni a Carlo, l’uomo le confessa di aver avuto una breve relazione con la donna ma prega Asia di non dire nulla a Stefano per non procurargli un inutile dolore, ora che la moglie non c’è più.
Ma il silenzio di Asia risulta vano: quando Stefano torna da Mosca trova, tra i vestiti di Emma, una lettera che gli svela la dura verità: la moglie che lui aveva sempre creduto devota e fedele, aveva un amante.

Terza Puntata
Sconvolto dalla scoperta della relazione di sua moglie Emma, Stefano si confida con Carlo, non sapendo che era proprio suo cugino l’uomo con cui Emma lo aveva tradito.
L’amara verità sulla moglie condiziona il suo rapporto con Asia. Dopo la notte passata con lei, Stefano ha paura ad ammettere che sia stato qualcosa di più di un momento di debolezza e liquida l’accaduto come un errore da non ripetere. Ferita, Asia rinuncia al lavoro con la scusa di aver trovato un impiego migliore, in realtà è da Stefano che sta scappando.
Nel frattempo, Paride, per non mettersi contro Mirella, proprio ora che la donna gli ha affidato le sue azioni della Loipharma, segue il consiglio di Elide ed acconsente, suo malgrado, ad adottare un bambino insieme alla moglie.
Carlotta soffre il distacco da Asia così Mirella offre alla ragazza un lavoro come sua assistente per farla restare vicina ai figli di Stefano. Asia accetta, convinta di poter tenere il suo cuore a distanza di sicurezza da Stefano. Al suo primo incarico, durante un’asta di beneficenza, Asia ascolta accidentalmente una conversazione di Paride e intuisce che l’uomo sta tramando qualcosa nel Darfur contro la Loipharma.
La ragazza racconta tutto a Stefano, ma l’uomo, stizzito dalla loro situazione, non le dà retta. Sia Stefano che Asia hanno paura dei propri sentimenti e sono troppo orgogliosi per rivelarli. Temono di soffrire inutilmente, timore alimentato dalla rispettiva gelosia verso Giuliana, che continua a corteggiare Stefano, e verso Roberto, l’ex fidanzato di Asia. Asia confida allora i suoi sospetti su Paride a Carlo, il quale non perde tempo e decide di partire subito per il Darfur per fare chiarezza.
Elide, invidiosa di come Asia sia entrata nelle grazie dei Loi, sprona Paride a scoprire qualcosa di più sul suo conto, prima che possa ostacolare i loro piani. A questo scopo, Paride seduce Simona, la migliore amica di Asia che, involontariamente, si lascia sfuggire la storia nata tra Stefano ed Asia. Elide rivela la notizia a Giuliana, decisa a far finire la loro relazione sui giornali. Nel frattempo, Elide mostra anche un’ossessiva riservatezza verso il suo misterioso passato. Nessuno sa che nasconde, dietro il nome di Sofia Calone, una doppia identità.
Stefano, ospite di un talk show condotto da Giuliana, non perde occasione di contestare il rilascio di Cecilia Colombo, responsabile dell’omicidio del fratello. A Cecilia non importa rivendicare la sua innocenza, le sta a cuore solo tenere nascosta l’identità della figlia.
Reagendo all’ennesimo litigio con lei, Stefano confessa i suoi sentimenti ad Asia. La ragazza li ricambia felice e i due innamorati passano un’altra notte d’amore insieme.
Ma intanto Simona, abbagliata dal fascino di Paride, si illude che la loro relazione possa avere un seguito e inizia a tampinarlo. Quando la ragazza rischia di far scoprire tutto a Mirella, Paride perde la testa e la picchia. In lacrime, Simona racconta l’accaduto ad Asia.

Commenti»

1. Jo3y - 28/11/2010

Con una sinossi del genere potrebbero già ammazzarsi; che vergogna produrre questi melodrammi tutti uguali e in serie.

2. Alex - 28/11/2010

concordo.

3. Trisha - 28/11/2010

Niente di nuovo. Passo

4. Carla - 07/12/2010

Il filo conduttore è la storia d’amore fra Stefano ed Asia, sicuramente contrastato, in mezzo a tante storie parallele meno pure. Sappiamo che andrà a finire bene: finalmente c’è qualcosa che va a finire bene poichè al giorno d’oggi il bicchiere è sempre mezzo vuoto!


Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: