jump to navigation

TeleNews #20 – Il 2011 di La 7 – Esposto di Tremonti contro Report – Domani parte Kalispéra! – La Valchiria, successo su Rai 5 e nei teatri digitali – Dopo Busi, su Rai 2 torna anche Morgan – 24: ha esaurito la missione – La TV in edicola: la prima volta di Belen – Grande Fratello 2010/11 puntata 9: fuori Ilaria, Pietro piange e Guendalina scoppia a ridere 14/12/2010

Posted by Antonio Genna in 24, Cinema e TV, Giornali e riviste, Serie cult, TeleNews, TV ITA.
trackback

Lo spazio “TeleNews – Notizie dal mondo della televisione” raccoglie – segnalandone le fonti di provenienza – notizie ed argomenti vari, legati al mondo dello spettacolo e della televisione italiana e straniera, e che finora non hanno trovato posto in altri appuntamenti abituali del blog.
Se avete segnalazioni da fare, scrivete subito all’indirizzo e-mail di questo blog.

  • Il 2011 di La 7: Parietti, Nobile e Rocco di Torrepadula
    Dopo gli ottimi risultati ottenuti quest’anno, i vertici di La7 stanno studiando un palinsesto che possa rafforzarli ancora di più nella sfida ai colossi degli ascolti. L’emittente di Lillo Tombolini proverà a rilanciare Alba Parietti in un nuovo programma ancora in fase di studio. In questi giorni si sta girando il promo.
    A Sabrina Nobile, autrice tv e nota al grande pubblico per i servizi da inviata nel programma Le Iene, verrà affidata la conduzione di un reality-game in cui il premio in palio sarà un posto di lavoro. La Nobile è la compagna di Saverio Costanzo, regista cinematografico e figlio di Maurizio Costanzo.
    A proposito di mogli: anche la signora Mentana potrebbe condurre una nuova trasmissione su La7d. Si sta studiando infatti un programma di cucina che vedrà Michela Rocco di Torrepadula come padrona di casa.
    (fonte: “Italia Oggi” – 10 dicembre 2010, articolo di Marco Castoro)
  • Esposto di Tremonti contro “Report”, Gabenelli avvertita in ritardo
    «Perché mi è stato comunicato così in ritardo dell’esposto del ministro Tremonti contro Report e su mia richiesta?». Milena Gabanelli apre la puntata del 12 dicembre con questo interrogativo, lamentando di essere venuta a conoscenza solo due giorni fa dell’iniziativa del titolare del dicastero dell’Economia, che è stata invece notificata alla Rai lo scorso 29 novembre. La Rai, spiega la giornalista, come da prassi, ha 30 giorni di tempo, fino al 29 dicembre, per predisporre le sue memorie difensive. «Io sono entrata in possesso dell’esposto solo il 10 dicembre, quindi 12 giorni dopo la notifica, e su mia richiesta: mi sono rivolta all’ufficio legale attraverso il direttore di Rai 3 Ruffini».
    IL SERVIZIO –
    «Conti, sconti e Tremonti», il servizio oggetto dell’esposto del ministro andato in onda lo scorso 24 ottobre, passava al setaccio la manovra economica varata dal governo, tagli compresi, ma anche l’ascesa del tributarista Tremonti e il ruolo che ancora il ministro ricoprirebbe, secondo Report, nel suo ex studio (oggi Studio Vitali, Romagnoli, Piccardi). Il ministro ha chiesto all’Autorità per le garanzie nelle Comunicazioni di sanzionare il programma, ritenendo la ricostruzione giornalistica in questione lesiva dei principi di imparzialità e correttezza dell’informazione. «Il 14 novembre – aggiunge la conduttrice – Report ha proposto una puntata sulle Authority, Agcom compresa, puntando tra l’altro il dito sulla questione della loro indipendenza dalla politica. Il 23 novembre Tremonti ha presentato l’esposto all’Agcom, che è stato notificato all’azienda il 29: la Rai, come da prassi, ha 30 giorni di tempo, fino al 29 dicembre, per predisporre le sue memorie difensive. Io sono entrata in possesso dell’esposto solo il 10 dicembre».
    «NOI CORRETTI»
    – «Tremonti, da noi più volte sollecitato, non ha mai risposto» spiega ora la Gabanelli, dicendosi convinta della correttezza di Report: «Il ministro invoca il contraddittorio? Ma chi più di lui era titolato a garantirlo? Tremonti – sottolinea – è libero di intraprendere le iniziative che vuole, anche se normalmente chi si sente diffamato si rivolge alla magistratura o chiede l’obbligo di rettifica. Ma il diritto di critica è sacrosanto. E la nostra critica si basa sui fatti». A questo punto, conclude la giornalista, «stiamo predisponendo la corposissima documentazione sulle fonti, sui curriculum dei personaggi intervistati, sulle richieste di intervista alle quali non abbiamo ricevuto risposta».
    LA REPLICA DELLA RAI – La direzione Affari Legali della Rai tuttavia ha poi precisato che «non c’è stato nessun ritardo di alcun tipo nella comunicazione a Raitre, relativamente al programma Report. «Il provvedimento dell’Autorità dell’avvio del procedimento su segnalazione del ministro Tremonti – spiega la direzione Affari legali di Viale Mazzini, replicando a Milena Gabanelli – è stato infatti notificato alla Rai in data 2 dicembre e inviato dalla direzione Affari Legali alla Segreteria del direttore di Raitre, Paolo Ruffini, il giorno 3 dicembre e poi formalmente trasmesso il 10 dicembre con le rituali osservazioni ai fini della predisponenda attività difensiva che evidentemente verrà espletata nella piena osservanza dei termini di legge».
    (fonte: Corriere.it – 12 dicembre 2010)
  • Domani parte “Kalispéra!”
    “Vorrei portare in tv l’atmosfera di serenità e complicità che si respira negli incontri tra amici” spiega Signorini alla presentazione della sua nuova avventura. Proprio per questo lo studio del programma riprodurrà la casa di Signorini e qui ogni settimana si alterneranno ospiti del mondo dello spettacolo, della cultura, della politica, dello sport, dello showbiz.
    Un talk show “fatto in casa”, in cui gli ospiti si accomodano in salotto, due chiacchiere e poi preparano qualcosa in cucina, raccontando di sé come si fa nelle serate tra amici. Parte il 15 dicembreKalispera!“, il nuovo programma della seconda serata di Canale 5 condotto da Alfonso Signorini. Tra gli ospiti: Simona Ventura, Biagio Antonacci, Pippo Inzaghi e Alessia Ventura, Francesco Rutelli e Maria Stella Gelmini che parleranno del B day.
    Nella prima puntata “faranno visita” Simona Ventura, Pippo Inzaghi e la fidanzata Alessia Ventura, Francesco Rutelli, il ministro dell’Istruzione Mariastella Gelmini e Biagio Antonacci. Ma, oltre a “personaggi che, pur apparendo spesso in video, non si raccontano molto in tv”, il programma vedrà la partecipazione di persone comuni, che parleranno di come sono riuscite a superare situazioni dure.
    E mercoledì sarà la volta del figlio del boss della ‘ndrangheta Coco Trovato, che mostrerà il suo volto e svelerà la sua vera identità fino ad ora “protetta” da un altro nome, peraltro noto al pubblico televisivo. La trasmissione, dunque, affronterà temi molto diversi tra loro. Il filo rosso che terrà insieme questo menù davvero composito è la speranza, richiamata in qualche modo nel titolo “Kalispera!”, saluto che “i greci utilizzano davvero come augurio profondo e sentito”.
    Ad affiancare Signorini ci saranno la showgirl Elena Santarelli “bellissima, autoironica e sempre aggiornata sull’attualità” e l’attrice Margherita Antonelli, nel ruolo della governante di casa un po’ impicciona, che contribuirà a rafforzare la cornice da “sit-com” in cui è racchiuso il programma. Non mancherà il gossip: grazie agli inviati Gabriele Parpiglia e Ana Laura Ribas gli spettatori potranno ‘sbirciare’ negli eventi mondani, che verranno poi commentati da Roberto D’Agostino.
    E, ancora, ci sarà un casting di aspiranti vallette, che dovranno sottoporsi al giudizio severo di Irene Ghergo. In tutto sono previste sette puntate: si andrà avanti fino a fine gennaio. E proprio a gennaio potrebbero sedersi nel salotto di Signorini, come ha anticipato lui stesso, due big come Gianna Nannini e Antonio Cassano.
    (fonte: TgCom, 14 dicembre 2010)
  • “La Valchiria”, successo su Rai 5 e nei teatri digitali
    La grande musica è di tutti. Questo il senso dell’impegno Rai in occasione dell’inaugurazione della Stagione d’opera del Teatro alla Scala di Milano. E il risultato ottenuto dalla lunga diretta su Rai 5 di Die Walkure (La Valchiria) di Richard Wagner, con la direzione di Daniel Barenboim e la regia di Guy Cassiers, dalle 16.45 alle 22.27, ha premiato il grande impegno tecnico ed organizzativo della Rai: l’opera, infatti, e’ stata seguita da una media di 169 mila telespettatori con uno share pari allo 0,87%. Durante la diretta, trasmessa sul nuovo canale del digitale terrestre Rai dedicato ”all’intrattenimento culturale”, sono stati raggiunti picchi superiori ai 252 mila telespettatori e ai 2 punti di share.
    Il presidente della Rai Paolo Garimberti plaude il lavoro svolto da Rai 5: “Un risultato straordinario per un canale agli esordi. I dati di ascolto della Prima della Scala, che aveva in cartellone l’opera di Richard Wagner La Valchiria, danno soddisfazione a Rai5, cui vanno i miei complimenti e i miei ringraziamenti, e alla Rai tutta: una diretta di sei ore senza nemmeno una sbavatura a testimonianza della grandissima professionalita’ di tutti quelli che lavorano in Rai. In un periodo in cui la cultura e’ in sofferenza, come ha ricordato ieri sera il maestro Daniel Barenboim, il Servizio Pubblico ha dimostrato il suo ruolo fondamentale e ieri sera ha portato la cultura con la C maiuscola nelle case degli italiani. Brava la Rai, brava Rai5 e se il buongiorno si vede dal mattino c’e’ di che essere ottimisti”.
    Inoltre, è di 150mila persone il primo dato sull’affluenza nei cinema e nei teatri digitali che attraverso Rai Trade hanno trasmesso in diretta, in alta definizione, in Italia e nel mondo, “La Valchiria” diretta da Baremboim con cui si è aperta la stagione della Scala di Milano. Grande successo negli Stati Uniti dove New York e Los Angeles hanno fatto da trait d’union con le altre sale sparse negli States. E, come accade da diversi anni, a Key West in Florida il cinema che trasmetteva la diretta dalla Scala ha fatto registrare il tutto esaurito con il pubblico in sala vestito come se davvero fosse presente all’apertura della stagione Scaligera.
    “Lo straordinario successo de la Valchiria nei cinema digitali è la conferma che grazie alle nuove tecnologie della comunicazione – spiega Carlo Nardello, Ad di Rai Trade – , è possibile liberare dai vincoli fisici e architettonici delle mura teatrali l’evento musicale. La contemporaneità in tutto il mondo è la dimostrazione di quanto si possano trasformare le abitudini di fruizione culturale. Universalmente amato, il melodramma attira e trova l’interesse anche delle nuove generazioni digitali e parla ovunque dell’Italia. Wagner, se oggi fosse vivo, sarebbe felice di vedere ed ascoltare la sua Valchiria come un’Opera diventata globale, divenuta fruibile in tutto il mondo in alta definizione”.
    Attraverso Emerging Pictures, Rai Trade ha portato nel mondo “La Valchiria” che è piaciuta sia negli States che in Europa. “Fa effetto vedere la fila davanti ai cinema di Los Angeles alle 8 di mattina e alle 11 a New York per assistere ad una diretta di Opera – osserva Giovanni Cozzico fondatore di Emerging Pictures –. A Mosca e Sofia, poi, il pubblico ha pazientemente atteso l’apertura delle sale con temperature molto al di sotto degli zero gradi. L’Opera italiana piace anche al cinema, dunque, e il numero degli appassionati del genere cresce sempre di più grazie anche alla apprezzatissima regia in Hd della Rai”.
    In Giappone e in altri Paesi orientali il fuso orario non ha permesso la diretta, ma la trasmissione de La Valchiria sarà garantita nei prossimi giorni. Successo di pubblico anche in Italia nelle 90 sale del network digitale Microcinema che hanno seguito in diretta l’evento più atteso della stagione lirica scaligera in diversi cinema distribuiti in 16 regioni e 55 province, che avevano già registrato il tutto esaurito in fase di prevendita. “Un dato significativo che conferma il successo dell’opera sul grande schermo”, ha commentato l’Ad di Microcinema Roberto Bassano. La Stagione Microcinema, in esclusiva per Rai Trade, proseguirà il 20 gennaio 2011, con la diretta, sempre dal Teatro La Scala, del dittico Cavalleria Rusticana di Pietro Mascagni e Pagliacci di Ruggero Leoncavallo, per la direzione di Daniel Hardinge e la regia di Mario Martone.
    (fonte: comunicati stampa Rai)
  • Dopo Busi, su Rai 2 torna anche Morgan
    Aldo Busi
    è tornato in TV dopo l’editto dell’Isola dei famosi. Ha monopolizzato l’Ultima parola di Gianluigi Paragone, dando vita a un one-man show con i presenti Bruno Vespa e Alessandro Sallusti alquanto imbarazzati. Tuttavia gli ascolti non hanno preso il volo (598.000 telespettatori, share 8,21%).
    Il 23 dicembre tornerà su Rai 2 anche Morgan, dopo i fatti e misfatti dell’intervista galeotta. Sarà l’ospite d’onore della trasmissione Solo per amore, targata Endemol e condotta da Monica Setta, con la presenza, tra gli opinionisti, di Gina Lollobrigida, Barbara De Rossi, Povia e Luca Ward.
    (fonte: “Italia Oggi” – 10 dicembre 2010, articolo di Marco Castoro)
  • “24” ha esaurito la missione: chiude per assenza di paure
    Lacrime, dissolvenza: mai più Jack Bauer. Dopo otto stagioni, la serie culto 24 ha salutato gli spettatori. Non è stato un epilogo per consunzione di idee, ma perché la saga non doveva più assolvere al suo compito originario: rassicurare gli americani. 24 è genericamente classificata come serie «di destra». Reazionaria, nazionalista. La risposta televisivo-cinematografica allo sconcerto post-11 settembre. C’era bisogno di un contenitore artistico che riverberasse al popolo statunitense l’idea che i buoni sono loro e i cattivi gli altri. Per questo nacque 24, appunto nel 2001. Per questo, oggi che la paura islamica non è prioritaria e persino Dick Cheney sembra il ricordo di una fiction bruttina, gli ascolti erano calati. Dai 12 milioni dei tempi d’oro, a meno di 10. Non è 24 ad aver smarrito se stessa: è il contesto a non averne più bisogno. Quindi: fine. Dopo otto Season che in realtà andrebbero chiamate Day, perché ogni stagione coincideva con la narrazione di un solo giorno.
    È stata davvero una serie di destra, 24? No. Ha mostrato senz’altro aspetti machisti, tali da rendere a volte di Bauer un incrocio tra l’Ispettore Callaghan e Rambo. Delle sue torture ai prigionieri si è perso il conto, come delle sue insubordinazioni. Riassumendo brutalmente ogni stagione, la trama vedeva Jack salvare ogni volta il mondo, mentre intorno a lui crepavano tutti; quindi, l’apparente happy end. Apparente, perché Bauer era e resta uomo senza requie.
    Nessuno lo ha mai visto sorridere. Non appena si innamorava, la compagna impazziva o moriva. Gli amici scomparivano. Nichilisticamente ligio al dovere, ha sempre accettato di sacrificare colleghi e parenti, salvo poi vedersi accusato di tradimento. La sua è una vita maledetta: quello che tocca, muore. Da qui l’impossibilità di redenzione.
    Nessuna serie tivù, se non Twin PeaksLost, ha così cambiato il piccolo schermo. Rispetto a serie analoghe, 24 è invecchiata meglio. Ha saputo anticipare il futuro (già nove anni fa compariva David Palmer, antesignano di Barack Obama). Ha abbracciato il più spietato politicamente scorretto. La sua forza artistica sta nell’apparente difetto d’origine: nell’essere divenuta, da prodotto teoricamente anti-islamico, riflessione problematica e imbarazzante per il popolo statunitense. La stanza dei bottoni americana è spesso epicentro del Male. Il cattivo si confonde col buono, la realtà è finzione e il falso diluisce nel vero. Chi ha visto la serie non si è certo stupito per le rivelazioni di Wikileaks: le aveva già «lette» in 24.
    Jack Bauer, interpretato egregiamente da Kiefer Sutherland, è l’antieroe contraddittorio, affascinante e intollerabile che attraversa dolorosamente uno scenario post-atomico. L’anno prossimo uscirà un film vero e proprio. Jack Bauer continuerà a combattere da solo. Contro tutti.
    (fonte: LaStampa.it – 14 dicembre 2010, articolo di Andrea Scanzi)

LA TV IN EDICOLA

  • “SORRISI E CANZONI TV” n°51/2010
    Il numero in edicola parla del cinema delle vacanze, con “La prima volta di Belen” Rodriguez con il film “Natale in Sudafrica”.

SPAZIO REALITY

GRANDE FRATELLO 2010/11 puntata 9

  • Fuori Ilaria, Pietro piange e Guendalina scoppia a ridere
    Il triangolo che ha fatto tanto discutere al Grande Fratello non c’è più. Ilaria, nominata a furor di popolo la scorsa settimana, ieri sera è stata eliminata al televoto. Pessima la reazione di Guendalina che non trattiene una grassa risata davanti alle lacrime di Pietro. Nulla però in confronto allo spettacolo davvero squallido di Agostino, fidanzato di Rosa, che ha mostrato il peggio del mondo maschile nel faccia-a-faccia con la casertana e con Davide, attuale compagno della ragazza.
    Davide contro David e la punizione del Tugurio
    La nona puntata del Grande Fratello prevede due verdetti. Il primo è relativo allo spintone che Davide ha dato a David durante una concitata discussione. Il catanese cerca di difendersi: «Io credo che la provocazione sia stata eccessiva, ma possiamo parlarne da qui fino a domattina, avrò sempre torto io. David mi parlava alle spalle. Sono intollerante ad alcune situazioni che si vengono a creare, ci sono dei momenti in cui scatta il nervoso». Anna Pettinelli, opinionista della serata, però lo attacca: «Tu, come gli altri della Casa, siete prevenuti nei confronti di David perchè sembra in posizione di debolezza», ma il concorrente risponde: «Non è vero, io ho attaccato Ferdinando che, almeno attualmente, sembra il più forte della Casa». Il Grande Fratello, prima di rendere pubblico il provvedimento già deciso, chiede agli altri inquilini di esprimere la loro opinione su un’eventuale punizione nei confronti di Davide: alla fine solo Ferdinando e Giuliano pensano che debba subire un provvedimento da parte degli autori. Il verdetto viene poi comunicato durante la puntata e di certo non è grave quanto il catanese temeva: il ragazzo dovrà trascorre un periodo, della durata non ancora stabilita, nel Tugurio, zona della casa che il catanese non ha di certo mostrato di apprezzare data la mancanza di comfort.
    Guendalina-Ilaria, la resa dei conti
    Durante tutta la settimana, la mamma romana è spesso finita al centro di discussioni e litigate: dalle accuse per aver rubato il vino a quelle di aver sottratto shampoo e creme alle altre inquiline. In tutto questo, Ilaria, la fidanzata di Pietro, è sembrata più attiva del solito. Per questo motivo, il Grande Fratello ha deciso di metterle l’una di fronte all’altra nella stanza delle sorprese. Parlando di Pietro, le due ragazze di certo non si risparmiano in frecciate: «Lei piange, io faccio l’amore» dice Ilaria, ma Guendalina replica: «Io preferisco piangere ora, piuttosto che farlo dopo, se lei è felice di averlo ritrovato, io non ho più parole. Sono contenta di aver perso una persona del genere, la mia preoccupazione era solo riferita ad una sua non-reazione». Interviene anche la Pettinelli: «Certo Ilaria che se tu avessi difeso il tuo uomo così come hai fatto per lo shampoo…», a cui fa eco Alfonso Signorini in collegamento esterno: «Ilaria non ha la personalità per scontrarsi con Guendalina. Mi auguro che esca».
    Con Agostino si tocca il fondo
    Chi pensava che l’incontro Guendalina-Remo fosse stato patetico, ha dovuto ricredersi ieri sera quando Agostino, il fidanzato di Rosa, è entrato in scena per parlare di persona alla ragazza casertana e al suo nuovo compagno Davide. Il ragazzo, che già non aveva brillato per eleganza mostrando l’ultimo sms ricevuto dalla sua ex fidanzata, l’attacca duramente: «Hai detto al provino che c’eravamo lasciati, quando ancora io non lo sapevo! E ora di sei messa con quel mezz’uomo!». Ogni tentativo di replica da parte di Rosa viene interrotto con un secco «Ora stai zitta!» ripetuto così tante volte che Alessia Marcuzzi commenta: «Mi sembra di essere tornata al Medioevo. Rosa mi devi promettere che non ti farai mai più dire “stai zitta”». In tutto questo, però, Agostino non si modera nei termini. Tanto meno quando si trova di fronte Davide al quale, come complimenti più gentile, dice: «Prima tagliati le basette e poi parli con me. Mezz’uomo!». L’ex fidanzato di Rosa conclude lo squallore accompagnando l’ironica frase «Auguri e figli maschi» con il gesto dell’ombrello. In studio l’imbarazzo non manca e la Pettinelli chiosa: «In undici anni di Grande Fratello non ho mai visto una cosa del genere».
    Ilaria viene eliminata, Pietro piange e Guendalina ride
    E’ il momento dell’eliminazione della serata. La prima a salvarsi è Francesca, poi Rosa. Rimangono in ballo Margherita e Ilaria. Le due vengono mandate in due stanze diverse: la prima riceve una lettera di Nando che, seppur con qualche errore grammaticale di troppo, le conferma sempre di più il suo amore. Alla concorrente toscana viene invece mostrato un confessionale di Pietro dove il ragazzo racconta la sua voglia di trascorre la vita con lei e la voglia di paternità. Lei commenta: «Le emozioni che mi ha dato questo video non me l’avrebbero mai date una scenata isterica o altro».
    Il televoto però non la premia e viene eliminata con il 70% dei voti contrari. Prima di varcare la soglia della Porta Rossa, alla fiorentina viene data la possibilità di salutare gli altri concorrenti e quindi anche Pietro che scoppia in lacrime. Guendalina, invece, scoppia in una grassa risata ringraziando «Gesù, Maria e gli italiani» per l’esito finale del televoto. Una volta in studio, Ilaria deve subire ancora i commenti della Pettinelli: «Ma che razza di donna sei per aver accettato tutto questo?». La ex concorrente risponde: «Erano 40 giorni che non vedevo Pietro e sentivo che mi stava sfuggendo, quello che è successo mi ha fatto nascere dei dubbi, certo. Ma credo che nessuno possa dire di fidarsi ciecamente. Se lui dovesse ricaderci, per me sarebbe morto. Il perdono si può concedere una solta volta, due no».
    Il videomessaggio di Viola, la ex di Pietro
    Il tempo di asciugarsi le lacrime, che Pietro è di nuovo al centro dell’attenzione con il video messaggio di un’altra donna: Viola. L’ex fidanzata storica del bel calciatore ha voluto dire la sua: «Hai detto ad Ilaria che volevi fosse la madre dei tuoi figli: quante volte l’hai detto a me? Dimostra di essere un uomo. Con me hai voluto fare lo squalo, ma guardandoti adesso mi sembri un pesciolino rosso». I due hanno concluso qualche mese fa la loro storia d’amore durata nove anni, precedente all’incontro con Ilaria. «Pensavo peggio. Non rinnego niente di quello che c’è stato fra noi. Non mi sono mai nascosto: so di aver fatto degli errori» è stato il commento del senese.
    Anche Sheila parla di Pietro
    Eliminata durante la scorsa puntata con il 51% dei voti, ieri sera Sheila è entrata in studio per salutare il pubblico e lasciare un messaggio per un Pietro, ancora lui: «E’ la mia più grande delusione, gli ho voluto bene davvero, ma ha sbagliato. Pietro non ha la coscienza pulita: precedentemente avevamo litigato perché io avevo detto di aver sentito dei rumori sotto le lenzuola, e lui con la sua coda di paglia si è allontanato, non mi ha più voluto parlare e anzi parlava male di me con gli altri». Il senese, seduto nel confessionale, replica anche a questo ennesimo attacco: «Ero nervoso per i miei problemi e mi sono isolato. Secondo me Sheila è pettegola e si infila in ogni discussione. Per me non esisteva prima e non esiste ora. Non ho voglia di chiarire. Sono ferito perché a Sheila ci tenevo ed è per questo motivo ho avuto questa reazione».
    Matteo e la gallina, ritorna il Tugurio
    Durante tutta la settimana, gli amanti degli animali era insorto contro l’atteggiamento di Matteo che, durante la sua permanenza nel Tugurio, aveva lanciato in aria una gallina facendola cadere rovinosamente sul pavimento. La Marcuzzi assicura tutti che l’animale sta bene mostrando le immagini dello scellerato lancio, ma anche della gallina che ritorna a camminare sulle sue zampe. «Chiedo scusa a tutti gli animalisti, l’intenzione non c’era, sono cresciuto ed ho giocato con quegli animali sin da quando ero bambino» ha risposto il diretto interessato a sua discolpa. Il Grande Fratello ha comunque deciso di prendere un provvedimento mandando anche Matteo nel Tugurio per occuparsi delle galline e della pulizia del pollaio, come da punizione.
    Guendalina e Ferdinando preferiti, quattro nominati
    I Preferiti dei telespettatori sono stati addirittura due: Ferdinando e Guendalina. Mentre i nominabili sono: Matteo, Andrea, Nando, Francesca, Caroline, Angelica. I due preferiti hanno dovuto scegliere un concorrente da salvare tra i sei nominabili. Ferdinando, fra gli uomini, ha salvato Matteo e Andrea. La mamma romana, fra le donne, ha scelto di salvare Angelica e Francesca. Sono andati quindi automaticamente al Televoto Nando e Caroline. Gli altri quatto sono rimasti nominabili e al termine del giro dei confessionali, i nominati della nona puntata sono: Andrea, Angelica, Nando e Caroline.
    Mediafriends Cup, il video di Graziani
    La nona puntata si conclude con un video di Ciccio Graziani: l’ex stella del calcio italiano comunica che dovrà scegliere quale fra i concorrenti nella Casa deve partecipare alla partita di beneficenza Mediafriends Cup in programma giovedì 16 Dicembre al Flaminio per rinforzare il team di Grande Fratello. Per questo motivo l’allenatore anticipa una sua incursione in settimana per un provino ai ragazzi. Uno solo parteciperà all’incontro, e si scoprirà durante la settimana.
    (fonte: “La Stampa”, 14 dicembre 2010 – articolo di Fulvio Cerutti)

Commenti»

1. Fasbi - 14/12/2010

Domani parte “Kalispéra!”…chiuderà DopoDomani :D

immagino già i contenuti…flop assicurato e non dite che Signorini è sopportabile.

enry - 14/12/2010

Signorini è insopportabile, falso perbenista e finto moralista e, difetto maggiore, è onnipresente.
Ma, anche se dovesse floppare, difficilmente gli chiuderanno il programma. E’ troppo influente e a Canale 5 ormai è di casa.

Fasbi - 14/12/2010

lo hai descritto alla perfezione :)

saranno 5/6 anni ormai che è in perenne trasmissione nel tubo-catodico. Mi sembra che è da Lucignolo all’epoca d’oro di Giordano (buhahaah giordano….) che è onnipresente, o c’è ancora da prima?

enry - 14/12/2010

Si più o meno… ma è negli ultimi anni (da quando è diventato direttore di TV Sorrisi) che è praticamente ovunque.
Prima almeno solo considerato come esperto di gossip e dei vari reali d’Europa, ora invece deve dire la sua su TUTTO e lo fa con una saccenza e una presunzione troppo irritanti.

albert - 14/12/2010

Purtroppo Signorini attualmente è in una botte di ferro(è nelle grazie di Marina Berlusconi).
Tempo fa lessi che il suo sogno è diventare direttore di canale5.

enry - 14/12/2010

Dio ce ne scampi! Anche se credo che peggio di Donelli non possa fare.

albert - 14/12/2010

Sicuramente meglio Donelli che Signorini come direttore di Sorrisi TV.

enry - 14/12/2010

Quello si. Magari potrebbero scambiarsi di posto! ;-)

2. telperion - 14/12/2010

24 è una serie eccezionale, esagerata sicuramente, ma adrenalinica a 1000.
Classificarla come di destra,anti islamica eccetera, è un po riduttivo, considerato anche che nei plot, i “terroristi” erano sempre tutti marionette nelle mani di parti “malate” degli stessi USA.
Direi una grande serie di fantapolitica/azione sul marcio del potere e sulla burocrazia che si mette di traverso, in una grande democrazia occidentale.

Ne facessero di serie “di destra” come questa.

Addio Jack, ci mancherai.

Per me di “destra” e “anti-tutto” è il grande fratello, il nulla cosmico elevato al nulla totale.

;)

Fasbi - 14/12/2010

8 stagioni x 24 ore = 8 giorni…mmm adoro queste serie che non durano troppo :D

hai pure enunciato un teorema, nella composizione di funzione:

sia un insieme vuoto x:

x^x = {x}

cioè vuoto^vuoto = vuoto. (il nulla)

anche il grande fratello insegna :)

3. Alex - 14/12/2010

24 mai vista una puntata nn mi ispirava.

4. ABREdoskoi - 14/12/2010

leggendo l’articolo sembra che 24 sia nata per rassicurare i cittadini dopo l’11 settembre quando è partita in contemporanea… a meno che idea, approvazione, sceneggiature, cast e riprese, montaggi, suoni, musiche non siano stati fatti tutte il giorno dopo l’attacco al WTC. Ma fortemente dubito…

5. jdi - 14/12/2010

E poi nella prima serie di 24 i cattivi non erano neanche musulmani, ma dell’est europeo. Che capra chi scrive questi articoli…

alef - 14/12/2010

anche perché iniziò pochi giorni prima dell’11 settembre…

alef - 14/12/2010

no anzi iniziò dopo ma molti episodi erano già stati girati e il progetto della prima stagione già concepito

6. jdi - 14/12/2010

esatto. Ma si sa, in Italia deve tutto avere l’etichetta destra o sinistra…

7. zia-assunta - 14/12/2010

il mercoledì sera tutti al cinema che costa meno e lasciamo Signorini ai vampiri (magari gli piace).

Fasbi - 14/12/2010

mmm troppo acido pure per i vampiri :D

8. lex - 14/12/2010

Signorini nn si reggggeeeee!!!!E’ odioso cn quella vocetta!!!!E poi ha trasformato sorrisi in un giornale ……….


Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: